Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Home > Dieta > Diete famose > Dieta chetogenica - Cos'è

Dieta chetogenica



Autore: Angela Nanni
Data inserimento: 17-01-2017

Questa dieta è stata messa a punto all’inizio degli anni’20 del secolo scorso per trattare l’epilessia; i suoi principi oggi, però, sono largamente sfruttati per perdere peso.


Che cos'è  Che cos'è
Che cos'è

Che cos'è

La dieta chetogenica è nata dall’evidenza che i pazienti epilettici manifestavano un minor numero di crisi quando digiunavano: siccome durante il digiuno l’organismo produce i cosiddetti corpi chetonici per sostituire il glucosio come substrato energetico per il cervello, alcuni medici hanno ipotizzato che fossero queste sostanze a mettere al riparo il cervello stesso dall’epilessia e hanno per questo cercato di mettere a punto un modello nutrizionale in grado di aumentare la produzione di tali corpi, al fine di ridurre il numero di crisi epilettiche dei loro pazienti.

La leggenda vuole che il figlio epilettico di un ricco avvocato di New York fosse stato curato dal dottor Conklin, un osteopata del Michigan, grazie a prolungati cicli di digiuno alternati a brevi periodi di reinserimento di alcuni cibi.

Lo zio paterno di questo bambino era il dottor John Howland, primario pediatra alla Johns Hopkins di Baltimora, che avviò una serie di ricerche in proposito.

Fu il dottor Rawle Geyelin, un pediatra amico di famiglia degli Howland il primo medico a descrivere il caso di questo piccolo paziente e altri analoghi, trattati con il medesimo protocollo da Conklin e da se stesso. 

Nel 1921 il dottor Russel Wilder della Mayo Clinic propose che la produzione di un’adeguata aliquota di corpi chetonici potesse essere ottenuta anche omettendo le lunghe sessioni di digiuno (che duravano anche 2 o 3 settimane), semplicemente creando uno squilibrio alimentare a favore dei grassi, a discapito dei carboidrati. La dieta ipotizzata da Wilder fu messa in pratica dal dottor Peterman, sempre della Mayo Clinic, che nel 1924 rese pubblici i suoi primi dati. In sostanza, la dieta chetogenica classica utilizzata sin ora per i piccoli pazienti epilettici non si discosta di molto da quella ipotizzata da Wilder e sperimentata da Peterman.

Le linee guida italiane e internazionali considerano la dieta chetogenica un trattamento non farmacologico efficace per pazienti che presentano forme di epilessia che non rispondono ai farmaci o la cui assunzione provoca effetti collaterali talmente gravi da non permetterne l’uso.

Più di recente, sono state proposte delle Diete dimagranti, come Atkins o in parte la Dukan, che si rifanno agli stessi principi della dieta chetogenica, poiché inducono la conversione dell’eccesso di grasso in corpi chetonici.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Con la Consulenza del Dr Cherubino Di Lorenzo

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.


Le ultime diete inserite






Promozioni:

Commenti