Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Home > Dieta > Diete famose > La dieta della cronutrizione - Come funziona

La dieta della cronutrizione



Autore: Angela Nanni
Data inserimento: 31-12-2015

Questa dieta è stata lanciata nel 1986 dal nutrizionista francese Alain Delabos e si propone di adattare quello che si mangia al proprio orologio biologico: consente di mangiare quello che si vuole, ma solo nei momenti stabiliti


Come funziona  Come funziona
Come funziona

Come funziona

La dieta della crononutrizione consente di eliminare i kg di troppo accumulati mangiando i nutrienti sbagliati agli orari sbagliati: consente di perdere circa 3 kg nella prima settimana e da 1 a 2 kg per le due settimane successive. Questo regime alimentare permette di mangiare di tutto, gli unici alimenti vietati sono lo yogurt e il latte che vanno evitati per il loro elevato contenuto in lattosio uno zucchero che il corpo non può digerire;  si può consumare, però, il formaggio che anche se contiene lattosio ne contiene meno di latte e yogurt ed è molto ricco di calcio e proteine. Questa dieta, quindi, prevede il consumo a colazione di carboidrati a basso indice glicemico, ricchi di fibre, grassi animali e una bevanda calda. A metà mattina bisogna consumare della frutta, a pranzo gli onnivori possono consumare proteine animali (carne o pesce); insalata e verdure; carboidrati come  contorno ovvero patate o riso. I vegetariani, invece, possono consumare carboidrati a basso indice glicemico come pasta integrale o riso integrale; proteine vegetali (legumi); fibre e sali alcalini (verdure o insalata). A merenda si possono consumare frutta fresca o oleosa oppure un po’ di cioccolato fondente. La cena deve essere il pasto più leggero e in ogni caso una o due volte la settimana la cena andrebbe proprio saltata.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
In Linea Senza Sacrifici. Come dimagrire e re

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.


Le ultime diete inserite






Promozioni:

Commenti