Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Home > Dieta > Diete famose > La dieta Atkins - Per chi si e per chi no

La dieta Atkins



Autore: Redazione Sanihelp.it
Data inserimento: 31-12-2015

Si basa su un concetto effettivamente innovativo, non riconosciuto dalle associazioni mediche ufficiali: creare nell'organismo le condizioni che lo costringono a sbarazzarsi dei grassi.


Per chi SI e per chi NO  Per chi SI e per chi NO
Per chi SI e per chi NO

Per chi SI e per chi NO

Vari studi hanno dimostrato che la perdita di peso ottenibile con la dieta Atkins, o con altre diete ad alto contenuto calorico, in realtà non è maggiore di quella ottenibile con altri tipi di diete, basate sul ridotto apporto calorico.
Diete ad alto contenuto proteico e con minimo contenuto di carboidrati possono indurre chetosi, un disturbo metabolico in cui, a causa dell'abbassamento dei livelli di glucosio nel sangue, si formano delle sostanze chetoniche in eccesso che possono contribuire a una varietà di disturbi: perdita di calcio, aumentato rischio di osteoporosi e aumento del rischio di calcoli renali.

I menù tipici della dieta Atkins hanno inoltre la caratteristica di contenere una certa quantità di grassi saturi, un basso contenuto di fibre e un ridotto apporto di vitamine. Per questo viene raccomandato un apporto supplementare di questi nutrienti.
Senza tale apporto si potrebbe infatti verificare un rischio maggiore per le seguenti patologie: cancro colon-rettale, disturbi cardiaci, disfunzioni renali, osteoporosi e complicazioni del diabete.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Dr Atkins' Diet Revolution

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.


Le ultime diete inserite






Promozioni:

Commenti