Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Enciclopedia medica

chemocettori


recettori che registrano i cambiamenti della composizione chimica dell'ambiente (variazioni della concentrazione di ossigeno, di anidride carbonica, dell'acidemia e dell'ipertermia), per poi inviare il segnale al sistema nervoso centrale.

I chemorecettori ipotalamici per esempio avvertono variazioni nei livelli ematici del glucosio, quelli gastrici e duodenali modificano motilità e secrezioni dell’apparato digerente in funzione della variazione del pH, i chemorecettori del bulbo, dei glomi aortici e carotidei regolano il centro del respiro in funzione delle concentrazioni di ossigeno e di anidride carbonica nel sangue. Vedi equilibrio acido-base.

Fonti
Ultima modifica: 25-11-2015

Promozioni:

Commenti

Ricerca enciclopedica:
Google