Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Enciclopedia medica

cisteina


(L-cisteina) amminoacido solforato e non essenziale che se reagisce con un'altra molecola di cisteina produce cistina. Nell’organismo umano viene ottenuto a partire dalla metionina, che attraverso due vie metaboliche diventa prima omocisteina e poi cisteina. Se ne raccomanda invece l’assunzione mediante la dieta nei bambini e durante lo sviluppo, in caso di carenza di vitamina B e di alcolismo, in quanto la trasformazione in questi casi è meno efficace. La cisteina è (insieme al glutammato e alla glicina) fondamentale per la biosintesi del glutatione e della cheratina. Viene utilizzata per accelerare la cicatrizzazione di piaghe e ferite e come agente profilattico nelle patologie provocate da esposizioni a radiazioni. È contenuta in molti alimenti, specialmente nelle carni, nei latticini, in alcuni tipi di cereali e nelle uova. Se ne sconsiglia l’uso nei soggetti affetti da diabete.
Fonti
Ultima modifica: 25-11-2015

Promozioni:

Commenti

Ricerca enciclopedica:
Google