Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Enciclopedia medica

fluoro


elemento chimico che viene assimilato dall'organismo umano in minime quantità attraverso i vegetali e l'acqua. Una volta nell'organismo si deposita in particolare nello scheletro e nei denti, per i quali è fondamentale in termini di sviluppo e di mantenimento. C'è poi un interessante legame tra carie dentaria e contenuto di fluoro nelle acque potabili: la fluorurazione delle acque o la naturale presenza di fluoro può ridurre l'incidenza della carie nei denti permanenti. Il deposito osseo di fluoro aumenta la densità dello scheletro, ecco perché viene impiegato nei casi affetti da osteoporosi per la prevenzione delle fratture ossee. Tuttavia in una struttura ossea rigida aumenta il rischio di rottura. Tra gli effetti collaterali da iperdosaggio cronico vengono annoverati casi di alterazioni gravi, mentali e sistemiche a vario livello (enzimatiche ed immunitarie). Raggiunge concentrazioni importanti nel pesce e nei frutti di mare, dopodiché altre fonti sono: patate, cereali, spinaci, the e birra. L’assunzione va interrotta in gravidanza.
Fonti
Ultima modifica: 25-11-2015

Promozioni:

Commenti

Ricerca enciclopedica:
Google