Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Enciclopedia medica

labetalolo


principio attivo di farmaci come normodyne e trandate, betabloccanti utilizzati nel trattamento di aritmia e ipertensione, in particolare quella indotta da feocromocitoma e da gravidanza. Il labetalolo inibisce i recettori beta, contribuendo dunque a diminuire le contrazioni del cuore e la pressione sanguigna. Possibili effetti collaterali conseguenti all'assunzione di questo farmaco sono bradicardia, ipotensione, broncospasmo: è sconsigliata l'assunzione in caso di diabete o asma. L'utilizzo di labetalolo durante le competizioni in discipline di precisione, come tiro con l'arco o tiro a segno, è proibita in base alla normativa vigente antidoping: oltre a dar luogo ad una maggiore resistenza a sforzi prolungati, e favorendo l'afflusso di ossigeno ai tessuti, può contrastare ansia e stress prima di una gara, con conseguente diminuzione del tremore. 
Fonti
Ultima modifica: 25-11-2015

Promozioni:

Commenti

Ricerca enciclopedica:
Google