Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Enciclopedia medica

chitosano


è un polisaccaride ricavato trattando la chitina estratta dai crostacei marini. Questa particolare fibra alimentare vanta la capacità di ridurre il livello di colesterolo e glicemia, in quanto riesce a legare a se gli acidi grassi rallentandone temporalmente l’assorbimento e dunque viene spesso impiegato come integratore nei regimi alimentari ipocalorici. D’altra parte il chitosano può bloccare l’assorbimento di minerali, acidi grassi essenziali, vitamine liposolubili (come le vitamine A, D, E, e K), betacarotene e influenzare negativamente l’assorbimento di bioflavonoidi e zinco. Se assunto per un periodo prolungato si incorre nel rischio di avvertire una leggera costipazione a livello dello stomaco e flatulenza. Se ne sconsiglia l’assunzione da parte dei soggetti affetti da particolari allergie alimentari (ai frutti di mare) o nel periodo di gravidanza e dell’allattamento.
Fonti
Ultima modifica: 25-11-2015

Promozioni:

Commenti

Ricerca enciclopedica:
Google