Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Enciclopedia medica

caralluma


nome volgare di una pianta succulenta originaria di India e Sri Lanka. Questo cactus era già conosciuto e utilizzato dagli indigeni indiani per la sua capacità di sopprimere il senso di fame ed aumentare l'energia durante lunghi periodi di caccia. Oggigiorno, dunque, la caralluma come ingrediente degli integratori erboristici viene prescritta per il trattamento dell'obesità e di alti livelli di trigliceridi, colesterolo e glicemia ad essa connessi, prevenendo l'insorgere di malattie cardiovascolari quali ictus e infarto del miocardio. Si ritiene che la particolare proprietà anoressizzante di questa pianta derivi dalla presenta nei suoi estratti dei glicosidi pregnanici, capaci di agire come soppressori dello stimolo dell'appetito direttamente a livello dell'ipotalamo. Ai dosaggi consigliati, e per periodi di tempo non prolungati, la caralluma è considerata sicura per l'organismo: possibili effetti collaterali possono essere costipazione e dolori di stomaco.  
Fonti
Ultima modifica: 25-11-2015

Promozioni:

Commenti

Ricerca enciclopedica:
Google