Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Esperto risponde > Elenco risposte > La risposta dell'esperto

Domanda #13

Altitudine nei primi mesi


Pubblicato il: 2015-10-20 11:23:42

Vorrei andare con il mio bimbo di tre mesi in montagna. Devo fare un passo di 2000 m. è pericoloso? Perché?

La risposta degli esperti

Con l’altitudine vi è una rarefazione dell’ossigeno per cui l’organismo deve mettere in atto meccanismi di adattamento (ad esempio aumento delle frequenza cardiaca e respiratoria). 

Fino ai 1500 m in pratica non esistono grossi problemi ma per altitudini superiori ai 2000 m possono verificarsi disturbi (pianto, irritabilità, ecc.) e ovviamente le persone più a rischio, oltre ai cardiopatici e ai soggetti affetti da malattie respiratorie, sono anche i lattanti sotto l’anno di età.

Per cui per i piccoli (in buona salute) non vi sono in genere controindicazioni a soggiornare in località fino ai 1500 m (facciamo magari una sosta di 1-2 ore ad una altitudine di 1000-1200 m). Evitiamo salite troppo rapide (ad esempio la funivia). Se il lattante non ha presentato disturbi dopo alcuni giorni di adattamento possiamo anche raggiungere i 2000 m (però in auto!).

Dottor Camillo Lovati – Responsabile Nido del Policlinico San Pietro


Ha risposto
Neonatologia
Équipe dell'UO di Pediatria e Neonatologia del Policlinico San Pietro di Ponte San Pietro (BG) (Gruppo Ospedaliero San Donato) guidata dal Dottor Ahmad Kantar, Dottor Camillo Lovati e Professor Angelo Colombo.

L’UO di pediatria e neonatologia è in grado di trattare tutte le patologie del neonato e del bambino.
Tra le aree di specializzazione: la tosse (anche di origine psicogena), l’asma, l’allergologia pediatrica e i disturbi della crescita.