Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Salute e benessere > Risultato Ricerca Farmaci

MIORILASSANTI AD AZIONE DIRETTA

DANTRIUM

EV FL 20MG LIOF

SPEPHARM ITALIA Srl

Descrizione prodotto

DANTRIUM*EV FL 20MG LIOF

Principio attivo

DANTROLENE SODICO

Forma farmaceutica

PREPARAZIONE INIETTABILE

ATC livello 3

MIORILASSANTI AD AZIONE DIRETTA

Tipo prodotto

FARMACO SOLO USO OSPEDALIERO

Prezzo al pubblico

127.60


Codice ATC livello 5:
M03CA01

Codice AIC:
24372070


Non contiene glutine
Non contiene lattosio
Uso veterinario o entrambi


nascondi

Indicazioni terapeutiche

DANTRIUM I.V. è indicato, in associazione ad adeguate misure di supporto, nel trattamento dell'ipermetabolismo fulminante del muscolo scheletrico caratteristico delle crisi dell'ipertermia maligna scatenata da anestetici e da neurolettici.

DANTRIUM I.V. deve essere somministrato non appena la crisi di ipertermia maligna viene diagnosticata (tachicardia, tachipnea, desaturazione venosa centrale, ipercapnia; acidosi metabolica, rigidità muscolo–scheletrica, cianosi e macchie colorate della pelle e in molti casi febbre).

nascondi

Composizione

1 flacone contiene: dantrolene sodico liofilizzato 20 mg.

nascondi

Eccipienti

Mannite, sodio idrossido.

nascondi

Controindicazioni

Non sono note controindicazioni all'uso del preparato e.v.

nascondi

Posologia

Infondere subito DANTRIUM I.V. per via endovenosa rapida continua alla dose iniziale di 1 mg/kg sia nell'adulto, sia nel bambino non appena l'ipertermia maligna viene diagnosticata.

Ripetere la somministrazione fino a un dosaggio massimo cumulativo di 10 mg/kg qualora le anomalie fisiologiche e metaboliche persistessero o dovessero ricomparire.

In base all'esperienza clinica, una dose cumulativa media di 2,5 mg/kg di DANTRIUM I.V. consente la scomparsa delle manifestazioni dell'ipertermia maligna.

Può rendersi necessario proseguire con la somministrazione di Dantrolene sodico per via orale alla dose di 1–2 mg/kg quattro volte al giorno per un periodo da 1 a 3 giorni per prevenire eventuali recidive.

Modalità di somministrazione: ciascun flacone di DANTRIUM I.V. verrà preparato aggiungendo 60 ml di acqua sterile per uso iniettabile, agitando fino ad ottenere una soluzione chiara.

Il contenuto del flacone deve essere protetto dalla luce diretta e impiegato entro 6 ore dalla preparazione. La soluzione non deve essere esposta a temperature inferiori a 15°C e superiori a 30°C.

nascondi

Avvertenze e precauzioni

L'impiego di DANTRIUM I.V. nel trattamento dell'ipertermia maligna non sostituisce l'abituale terapia di supporto.

Oltre a sospendere la somministrazione delle sostanze scatenanti sospettate, è solitamente necessario soddisfare l'aumentato fabbisogno di ossigeno, riequilibrare lo stato di acidosi metabolica, raffreddare il paziente quando richiesto, controllare la diuresi e correggere lo squilibrio elettrolitico.

Per l'elevato pH della formulazione, occorre infondere il preparato con cautela onde evitarne lo stravaso nei tessuti circostanti.

Quando viene utilizzato mannitolo per la prevenzione o il trattamento di complicazioni renali legate al processo di ipertermia maligna, va tenuto conto dei 3 g di mannite presenti nella formulazione di DANTRIUM I.V.

nascondi

Interazioni

Il DANTRIUM I.V. è significativamente legato alle proteine plasmatiche, principalmente all'albumina con un legame prontamente reversibile. Tale legame non viene alterato da diazepam, difenilidantoina o fenilbutazone, è ridotto da warfarin e da clofibrato ed è incrementato da tolbutamide.

Né fenobarbital né diazepam sembrano interferire con il metabolismo di DANTRIUM I.V.

Durante la somministrazione concomitante di Dantrolene sodium iniettabile e verapamil a dosi terapeutiche, in maiali anestetizzati con miscela alotano–cloralosio, si sono manifestati episodi di fibrillazione ventricolare e collasso cardiovascolare accompagnati da marcata iperkaliemia.

Poichè al momento non è ancora stata chiarita l'importanza di tale fenomeno nell'uomo, si raccomanda di evitare l'associazione tra dantrolene sodium e calcio–antagonisti, nel trattamento delle crisi di ipertermia maligna.

nascondi

Effetti indesiderati

In considerazione del breve periodo di trattamento, sono stati segnalati solo rari fenomeni inattesi durante la terapia con Dantrium I.V., quali episodi di edema polmonare, tromboflebite, orticarie ed eritema.

nascondi

Gravidanza e allattamento

In caso di gravidanza e durante l'allattamento somministrare il prodotto solo dopo attenta valutazione del rapporto beneficio/rischio per la madre e il feto o neonato.

nascondi

Conservazione

Il contenuto del flacone deve essere protetto dalla luce diretta e impiegato entro 6 ore dalla preparazione.

La soluzione non deve essere esposta a temperature inferiori a 15°C e superiori a 30°C.

nascondi

Malattie Collegate: 2

nascondi

Questo farmaco disponibile in altre 3 forme farmaceutiche:


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Farmadati

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
Ultima modifica: 19-09-2013
Promozioni:

Commenti