Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Salute e benessere > Risultato Ricerca Farmaci

ANTIMICOTICI PER USO TOPICO

TRAVOGEN

CREMA DERM 20G 1%

BAYER SpA

Descrizione prodotto

TRAVOGEN*CREMA DERM 20G 1%

Principio attivo

ISOCONAZOLO NITRATO

Forma farmaceutica

CREMA

ATC livello 3

ANTIMICOTICI PER USO TOPICO

Tipo prodotto

FARMACO ETICO

Codice ATC livello 5:
D01AC05

Codice AIC:
25349109


Non contiene glutine
Non contiene lattosio
Uso veterinario o entrambi


nascondi

Indicazioni terapeutiche

Micosi superficiali (dermatofizie, candidosi, pityriasis versicolor) eritrasma.

nascondi

Composizione

100 g di TRAVOGEN crema contengono:

Principio attivo: isoconazolo nitrato 1 g.

Eccipienti: alcool cetostearilico.

Per l’elenco completo degli eccipienti vedere paragrafo 6.1

nascondi

Eccipienti

Polisorbato 60, sorbitano stearato, alcool cetostearilico, paraffina liquida, vaselina bianca, acqua depurata.

nascondi

Controindicazioni

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Ipersensibilità accertata o presunta ad altri derivati imidazolici antifungini.

nascondi

Posologia

Salvo diversa prescrizione medica la posologia di Travogen è di 2 applicazioni al giorno.

Un trattamento locale delle infezioni da miceti deve avere, in genere, la durata di 2-3 settimane e talora anche di 4 nei casi ribelli. Su specifica prescrizione medica sono possibili trattamenti anche di durata maggiore. Per evitare recidive è opportuno che il trattamento sia proseguito per almeno due settimane dopo la guarigione clinica.

nascondi

Avvertenze e precauzioni

Per assicurare il buon successo del trattamento è necessario osservare scrupolosamente alcune precauzioni igieniche tra le quali quella di asciugare con cura gli spazi interdigitali in caso di micosi localizzata ai piedi. Spesso è opportuno, in caso di lesioni interdigitali, inserire tra le dita una compressa di garza impregnata di Travogen crema.

In caso di applicazione al viso, evitare di porre il prodotto a contatto degli occhi. Lavare accuratamente le mani dopo l’uso del medicinale. L’uso, specie se prolungato, dei prodotti per uso topico può dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso occorre interrompere il trattamento ed istituire una terapia adeguata.

Questo medicinale contiene alcool cetostearilico pertanto può causare reazioni cutanee locali (ad es. dermatiti da contatto).

nascondi

Interazioni

Sono possibili reazioni di sensibilità crociata tra isoconazolo, miconazolo, econazolo e tioconazolo.

nascondi

Effetti indesiderati

Fenomeni irritativi ed eruzioni cutanee, di insorgenza assai rara, dermatite da contatto, reazioni allergiche.

nascondi

Gravidanza e allattamento

Gravidanza

Nelle donne in stato di gravidanza il prodotto va somministrato solo in caso di effettiva necessità e sotto il diretto controllo medico.

Allattamento

Non sono disponibili dati sul passaggio dell’isoconazolo nel latte materno; sulla base dei dati di farmacocinetica e considerando la via di somministrazione si ritiene che esso sia scarso. Il rischio per i neonati/lattanti non può essere escluso.

I neonati non devono venire a contatto con la pelle trattata del seno.

nascondi

Conservazione

Conservare a temperatura non superiore ai 25°C.

nascondi

Questo farmaco disponibile in altre 3 forme farmaceutiche:


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Farmadati

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
Ultima modifica: 19-09-2013
Promozioni:

Commenti