Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Salute e benessere > Risultato Ricerca Farmaci

SANGUE E PRODOTTI CORRELATI

GELPLEX

INFUS FL 500ML 50MG/ML

FRESENIUS KABI ITALIA Srl

Descrizione prodotto

GELPLEX*INFUS FL 500ML 50MG/ML

Principio attivo

LISATO DI GELATINA

Forma farmaceutica

PREPARAZIONE INIETTABILE

ATC livello 3

SANGUE E PRODOTTI CORRELATI

Tipo prodotto

FARMACO SOLO USO OSPEDALIERO

Prezzo al pubblico

5.03


Codice ATC livello 5:
B05AA06

Codice AIC:
26253017


Non contiene glutine
Non contiene lattosio
Uso veterinario o entrambi


nascondi

Indicazioni terapeutiche

Trattamento dell'ipovolemia e dello shock ipovolemico (politraumatismi, ustioni, diarrea imponente, emorragie, ipotensione in corso di anestesia generale o spinale).

I presupposti dell'azione terapeutica poggiano sulle seguenti proprietà :

1) espansione del volume plasmatico;

2) miglioramento della gittata cardiaca;

3) aumento della perfusione tissutale;

4) attivazione o miglioramento della diuresi.

Sulla funzionalità renale vi è un effetto positivo evidenziato da un modico aumento della diuresi, sia di natura osmotica, sia legato all'effetto di espansione plasmatica che induce un aumento del filtrato glomerulare. La creatinina a distanza di 36 ore non ha subito spostamenti dal valore di base. L'infusione del prodotto non influenza una successiva determinazione del gruppo sanguigno nè l'interreazione con il sangue dei donatori.

nascondi

Composizione

100 ml di soluzione contengono:

Principio attivo

Lisato  di gelatina

(peso molecolare medio 30.000)

corrispondente ad un contenuto di azoto di 0,8 g%                      5 g

nascondi

Eccipienti

Sodio Cloruro, Potassio Cloruro, Calcio Cloruro, Magnesio Cloruro, Acqua p.p.i.

La concentrazione ionica degli elettroliti espressa in mEq/l è la seguente: Na+ 137; K+ 6,7; Ca++ 12,6; Mg++ 4,2; Cl- 160,5.

nascondi

Controindicazioni

Ipersensibilità individuale accertata verso il prodotto.

Come tutti gli altri sostituti del plasma non è indicato in caso di shock da tromboembolia, lesioni polmonari da pressione esplosiva, embolie grasso-massive, scompenso cardiaco ed edema polmonare.

nascondi

Posologia

La posologia e le modalità di somministrazione variano a seguito delle diverse situazioni cliniche.

In linea di massima, nell' adulto senza emorragia non si dovrebbero superare i 2.5 l/24 ore; nei bambini la dose singola consigliata è di 10 ml/Kg.

nascondi

Avvertenze e precauzioni

1) Si devono usare solo soluzioni limpide da contenitori intatti.

Poichèil Gelplex non contiene conservanti, esiste la possibilità di inquinamento secondario dei contenitori già aperti e trattati con mezzi (aghi e cannule) non sterilizzati. Ciò ovviamente ne impedisce la utilizzazione.

2) La soluzione del Gelplex rimane limpida anche a basse temperature, fino in prossimità del punto di congelamento.

Tuttavia, per motivi fisiologici, la soluzione dovrebbe essere infusa alla temperatura corrispondente a quella corporea (previo riscaldamento in bagnomaria).

3) Il Gelplex può essere mescolato con le comuni soluzioni per infusione (soluzione di NaCl, soluzione glucosata, soluzione di Ringer, ecc.), nonchè con rilassanti muscolari, barbiturici, sostanze ad effetto sul circolo, corticosteroidi, vitamine, siero antitetanico, antibiotici del gruppo della penicillina e della tetraciclina.

Per il suo contenuto in ioni calcio, non dovrebbe però essere mescolato con sangue conservato citratato. Non esistono invece riserve circa l'associazione del Gelplex con sangue sufficientemente eparinizzato. Nel caso di soggetti pienamente digitalizzati oppure trattati con strofantina si tenga in considerazione il contenuto di calcio del Gelplex. Come per ogni tipo di infusione, il costante controllo della pressione venosa mette al riparo da pericoli di ipertrasfusioni.

4) Se la perdita di sangue ipotizzata supera il 25% del volume normale, la somministrazione del Gelplex deve essere integrata dall'apporto di sangue o di concentrato di eritrociti.

5) Nei pazienti trattati non è stata osservata influenza sulle comuni reazioni specifiche per la determinazione dei gruppi sanguigni (ABO e Rh).

In presenza di controindicazioni relative quali insufficienza cardiaca manifesta, ipertensione stabile, shock cardiogeno, l'infusione deve essere eseguita sotto adeguato controllo medico. Il prodotto potrebbe rivelarsi immunogeno; per tale ragione se ne sconsiglia l'uso nei pazienti ai quali sia stato somministrato un opaco precedente.

In tutti quei pazienti nei quali è maggiore il rischio di una liberazione di istamina (ad es. soggetti che hanno presentato reazioni allergiche/allergoidi, pazienti con anamnesi di malattie allergiche come ad es. asma, o che siano a rischio di reazioni istamino-indotte come risultato di un effetto cumulativo dovuto all’impiego concomitante di farmaci che liberano istamina come ad es. anestetici, miorilassanti, analgesici, ganglioplegici ed anticolinergici), questo medicinale può essere somministrato soltanto dopo aver avviato adeguate contromisure preventive come ad es. somministrazione di farmaci antistaminici anti-H1 ed anti-H2.

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

nascondi

Interazioni

Non si possono escludere effetti di sommazione con farmaci istamino-liberatori che agiscono contemporaneamente (anestetici, miorilassanti, analgesici, ganglioplegici e/o anticolinergici).

nascondi

Effetti indesiderati

Come con tutte le soluzioni da infusione, anche la somministrazione del Gelplex può far comparire reazioni cutanee passeggere di tipo urticarioide, ipotensione transitoria, dispnea, aumento di temperatura e/o brividi. Queste reazioni collaterali insorgono per lo più in seguito ad un'infusione rapida, non indicata in caso di normovolemia. Se esiste l'indicazione adatta, infusioni rapide vengono tollerate senza reazione come risulta dall'esperienza.

Sono stati riportati casi di shock anafilattico in seguito somministrazione di poligelina. E’ stata osservata solo correlazione temporale, il nesso di causalità non è dimostrato.

nascondi

Gravidanza e allattamento

Non esistono in letteratura controindicazioni assolute o relative all'impiego della soluzione in ostetricia; tuttavia, considerati i potenziali effetti indesiderati (istaminoliberazione, interferenza con i processi di coagulazione e con il gruppaggio ematico) se ne consiglia la somministrazione solo in caso di effettiva necessità.

nascondi

Conservazione

Nessuno.

nascondi

Malattie Collegate: 1

nascondi

Questo farmaco disponibile in altre 2 forme farmaceutiche:


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Farmadati

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
Ultima modifica: 19-09-2013
Promozioni:

Commenti