Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Salute e benessere > Risultato Ricerca Farmaci

STOMATOLOGICI

PERIOCHIP

10INSERTI DENT 2,5MG

DEXCEL PHARMA Ltd

Descrizione prodotto

PERIOCHIP*10INSERTI DENT 2,5MG

Principio attivo

CLOREXIDINA DIGLUCONATO

Forma farmaceutica

INSERTO DENTALE

ATC livello 3

STOMATOLOGICI

Tipo prodotto

FARMACO ODONTOIATRICO

Prezzo al pubblico

180.00


Codice ATC livello 5:
A01AB03

Codice AIC:
34089019


Non contiene glutine
Non contiene lattosio
Uso veterinario o entrambi


nascondi

Indicazioni terapeutiche

Periochip, usato unitamente allo scaling e alla levigatura radicolare, è indicato per il trattamento antimicrobico aggiuntivo delle parodontiti croniche con tasche dell’adulto, di gravità moderata o elevata. Periochip può essere usato come parte di un programma di trattamento parodontale.

nascondi

Composizione

Ogni Inserto Dentale contiene clorexidina digluconato 2,5 mg.

Per gli eccipienti vedere la sezione 6.1.

nascondi

Eccipienti

Gelatina idrolizzata (reticolata con glutaraldeide)

Glicerolo

Acqua depurata

nascondi

Controindicazioni

Ipersensibilità alla clorexidina digluconato.

nascondi

Posologia

Dosaggio: Adulti (inclusi gli anziani): dopo l’esecuzione di una pulizia meccanica, Periochip viene posizionato in ciascuna tasca parodontale che necessiti di trattamento. Qualora la profondità della tasca rimanga ≥ 5 mm, l’inserimento di ulteriori Periochip, dopo rimozione meccanica della placca, effettuata ad intervalli di 3 mesi, può migliorare il risultato.

Nella tasca parodontale Periochip va incontro ad un processo di biodegradazione che si completa in circa sette giorni, rendendo così superflua una seconda seduta presso lo studio odontoiatrico per la rimozione del chip. Al paziente deve essere raccomandato di proseguire le normali pratiche igieniche. Non sono necessarie restrizioni per quanto concerne le abitudini alimentari.

Bambini: Periochip non è indicato nei bambini, in quanto non sono disponibili dati di sicurezza e di efficacia relativi a questa fascia di età .

Modalità di somministrazione: Isolare e asciugare la tasca parodontale. Aprire l’alveolo del blister in alluminio contenente il Periochip. Afferrare il chip con una pinza, facendo sporgere la sua parte arrotondata dalla pinza stessa. Inserire rapidamente il chip nella tasca quanto più profondamente possibile. Il chip può essere ulteriormente spostato per il corretto posizionamento usando le punte della pinza o uno strumento di plastica piatto. L’inserimento del Periochip nelle tasche parondontali è un procedimento rapido. La consistenza del chip consente l’applicazione dello stesso nella tasca con solo un modesto fastidio per il paziente.

nascondi

Avvertenze e precauzioni

In rari casi sono state osservate reazioni allergiche alla clorexidina digluconato.

nascondi

Interazioni

E’ noto che la clorexidina non è compatibile con gli agenti anionici eventualmente presenti in alcune paste dentifricie e con il saccarosio contenuto nella dieta. Tali interazioni non influenzano significativamente l’efficacia di Periochip. Nel corso di studi clinici condotti con l’applicazione di Periochip, il trattamento è rimasto efficace in tutti quei pazienti che hanno continuato una regolare pulizia dei denti e non hanno modificato le consuete abitudini alimentari.

E’ noto che la nistatina agisce come antagonista dell’effetto della clorexidina. L’uso concomitante di medicinali contenenti nistatina deve essere evitato.

nascondi

Effetti indesiderati

Nel corso dei primi giorni dopo l’inserimento del chip possono verificarsi dolore transitorio, fastidio a livello gengivale e dentale e gonfiore della gengiva, oppure rossore accompagnato a gonfiore, dovuti alla procedura di scaling e/o all’azione meccanica dell’inserimento del chip nella tasca parodontale.

In rari casi sono state osservate reazioni allergiche alla clorexidina digluconato.

Con l’uso di Periochip non sono previste reazioni avverse caratteristiche degli sciacqui orali con clorexidina quali pigmentazioni, alterazione del gusto e irritazione della bocca, in quanto le possibilità di contatto con la mucosa orale e con la gengiva sono minime.

nascondi

Gravidanza e allattamento

Gravidanza:

In studi sulla capacità riproduttiva e sulla fertilità condotti con clorexidina digluconato non è stata evidenziata alcuna compromissione della fertilità nel ratto a seguito della somministrazione di dosi fino a 100 mg/kg/die, né è stato evidenziato alcun danno a carico del feto in ratti e conigli trattati con dosi variabili rispettivamente fino a 300 mg/kg/die e 40 mg/kg/die.

Dal momento che non sono stati condotti studi controllati in donne in gravidanza, i previsti benefici per la madre devono essere valutati in rapporto ai possibili rischi per il feto.

Allattamento:

Studi condotti sul ratto non hanno evidenziato alcun effetto tossico sulla figliata in allattamento e seguito della somministrazione di clorexidina alle genitrici. Le dosi di clorexidina somministrate sono state 100 volte superiori a quelle utilizzate per il trattamento di un paziente con 12 Periochip. Non è stato documentato se la clorexidina venga escreta nel latte materno, e pertanto è necessario usare una particolare attenzione in caso di somministrazione del farmaco a donne che allattano.

nascondi

Conservazione

Non conservare a temperatura superiore ai 30° C.

nascondi

Questo farmaco disponibile in altre 1 forme farmaceutiche:


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Farmadati

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
Ultima modifica: 19-09-2013
Promozioni:

Commenti