Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Salute e benessere > Risultato Ricerca Farmaci

VASODILATATORI USATI NELLE MALATTIE CARDIACHE

EPINITRIL

15CER 10MG/24H

ROTTAPHARM SpA

Descrizione prodotto

EPINITRIL*15CER 10MG/24H

Principio attivo

NITROGLICERINA

Forma farmaceutica

CEROTTI

ATC livello 3

VASODILATATORI USATI NELLE MALATTIE CARDIACHE

Tipo prodotto

FARMACO ETICO

Prezzo al pubblico

9.14


Codice ATC livello 5:
C01DA02

Codice AIC:
34860039


Non contiene glutine
Non contiene lattosio
Uso veterinario o entrambi


nascondi

Indicazioni terapeutiche

Trattamento preventivo dell’angina pectoris in monoterapia o in associazione con altra terapia anti-anginosa.

nascondi

Composizione

Un cerotto transdermico contiene 31,37 mg di nitroglicerina/12,75 cm² e rilascia 10 mg di nitroglicerina nelle 24 ore (0,4 mg/ora).

Per l’elenco completo degli eccipienti vedere il paragrafo 6.1

nascondi

Eccipienti

Copolimero acrilato-vinilacetato (Durotak 387-2516)

Idroabietil ftalato (Cellolyn 21 E)

Polibutiltitanato

Foglio di polipropilene laccato

nascondi

Controindicazioni

EPINITRIL non deve essere impiegato in pazienti con idiosincrasia ai nitrati e/o agli eccipienti del prodotto, shock, grave ipotensione ed in combinazione con sildenafil o con altri inibitori della 5-PDE(vedere il paragrafo "4.4 Avvertenze speciali e precauzioni d’impiego" e il paragrafo "4.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione").

EPINITRIL non è raccomandato in caso di aumento della pressione intracranica e trauma cranico, anemia grave, insufficienza miocardica dovuta ad ostruzione (per es. in presenza di stenosi aortica o mitrale o di pericardite costrittiva) cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva, edema polmonare tossico.

nascondi

Posologia

EPINITRIL è disponibile in differenti dosaggi.

Il trattamento viene generalmente iniziato con un cerotto di EPINITRIL 5 mg/24 ore applicato sulla cute una volta al giorno. EPINITRIL 5 mg/24 ore rilascia 0,2 mg/ora di nitroglicerina. La dose deve essere adattata individualmente durante il trattamento per ottenere un effetto terapeutico ottimale.

La dose massima giornaliera consentita per EPINITRIL è di 15 mg di nitroglicerina.

EPINITRIL deve essere somministrato in maniera intermittente e cioè con un intervallo di sospensione giornaliero che eviti l’insorgenza di tolleranza ai nitrati. Tale intervallo di sospensione deve corrispondere nel paziente ad un periodo privo di attacchi. Una terapia antianginosa concomitante (beta-bloccanti e/o calcio antagonisti) deve essere prevista per mantenere una copertura terapeutica durante l’intervallo di sospensione da nitrati.

L’intervallo di sospensione da nitrati deve essere di almeno 8 ore.

Lo sviluppo di tolleranza ai nitrati è un fenomeno largamente conosciuto nel trattamento preventivo dell’angina. Un adeguato schema posologico che preveda un intervallo di sospensione da nitrati ne garantisce l’efficacia terapeutica.

I pazienti che soffrono di angina notturna possono beneficiare del trattamento notturno con un intervallo libero da nitrati durante il giorno. In questi pazienti, una terapia antianginosa addizionale può rendersi necessaria durante il giorno.

I pazienti che soffrono di forme gravi di angina possono altresì necessitare una terapia addizionale antianginosa durante gli intervalli liberi da nitrati.

Si raccomanda di applicare i cerotti transdermici di EPINITRIL sulla pelle del torace, oppure della parte più esterna e superiore del braccio, priva di rossore o irritazione e di ruotare i siti di applicazione del cerotto.

L’area di applicazione può essere depilata se necessario. Devono essere evitate le aree che formano pieghe o che sono soggette a sfregamento durante i movimenti.

Informazioni aggiuntive su popolazioni speciali

Anziani

Non è richiesto alcun adattamento del dosaggio nei pazienti anziani dal momento che non sono stati effettuati studi in questi pazienti.

Alterata funzionalità epatica o renale

Poiché non sono stati effettuati studi in pazienti con alterata funzionalità renale e/o epatica, non si possono fare raccomandazioni sul dosaggio.

Bambini e adolescenti

Epinitril non è indicato nei bambini e adolescenti di età inferiore ai 18 anni.

nascondi

Avvertenze e precauzioni

EPINITRIL deve essere impiegato sotto un attento monitoraggio clinico e/o emodinamico in pazienti con infarto miocardico acuto o insufficienza cardiaca congestizia.

EPINITRIL non è indicato nel trattamento degli attacchi anginosi acuti, in caso di angina instabile ed infarto del miocardio.

Il cerotto deve essere rimosso in caso di collasso o shock.

Si consiglia di aumentare la dose gradualmente fino a raggiungere l’effetto ottimale, poiché se la dose iniziale è troppo elevata possono verificarsi una forte cefalea o ipotensione. Questi effetti indesiderati sono meno probabili se si passa da una somministrazione endovenosa a una transdermica.

Può verificarsi tolleranza crociata con altri nitrati.

Come per tutti i preparati antianginosi, l’interruzione del trattamento deve essere graduale, mediante sostituzione con dosi decrescenti di nitrati orali a lunga durata.

EPINITRIL deve essere rimosso prima di procedere a defibrillazione o cardioversione, per evitare la possibilità di un effetto elettrico ad arco, e prima di un trattamento di diatermia.

Negli intervalli liberi dal cerotto la frequenza delle crisi anginose può aumentare. In caso di attacco anginoso nell’intervallo di sospensione da nitrati, è estremamente importante procedere ad una rivalutazione della malattia coronarica e della terapia (trattamento farmacologico o rivascolarizzazione).

Alcuni pazienti, anche se trattati con dosi basse di nitroglicerina, possono manifestare ipotensione, particolarmente in posizione eretta. EPINITRIL deve quindi essere usato con cautela in pazienti che possono avere una riduzione di liquidi in seguito a terapia con diuretici e in pazienti con bassa pressione sistolica (per es. al di sotto dei 90 mm Hg).

I pazienti con ipotensione indotta da nitroglicerina possono manifestare bradicardia paradossa e aumento degli episodi anginosi.

In pazienti con ipossia arteriosa, dovuta ad anemia grave, ed in pazienti con ipossia e con uno squilibrio ventilazione/perfusione, dovuti a malattie polmonari o a insufficienza cardiaca ischemica, EPINITRIL deve essere somministrato con cautela poiché la biotrasformazione della nitroglicerina in questi pazienti può essere ridotta.

I nitrati possono peggiorare l’angina causata da miocardiopatia ipertrofica.

EPINITRIL deve essere usato con estrema cautela in pazienti predisposti al glaucoma ad angolo chiuso.

Il trattamento combinato di nitrati (indipendentemente dal tipo di nitrato e dalla via di somministrazione) e sildenafil o con altri inibitori della 5-PDE può indurre una diminuzione improvvisa e grave della pressione sanguigna, che può provocare a sua volta lipotimia, sincope o un attacco coronarico acuto (vedere il paragrafo "4.3 Controindicazioni" e "4.5 Interazioni").

Un trattamento concomitante con altri vasodilatatori, calcio antagonisti, ACE inibitori, beta-bloccanti, diuretici, antiipertensivi, antidepressivi triciclici e con i tranquillanti maggiori, nonché il consumo di alcool, possono potenziare gli effetti ipotensivi di EPINITRIL.

Durante il trattamento, l’allattamento non è raccomandato (vedere il paragrafo 4.6).

nascondi

Interazioni

Sildenafil o altri inibitori della 5-PDE:

rischio di grave ipotensione (effetto sinergico); ciò può comportare un aumento dell’ischemia miocardica ed indurre, in particolare, un episodio coronarico acuto (vedere il paragrafo "4.3 Controindicazioni" e il paragrafo "4.4 Avvertenze speciali e speciali precauzioni d’impiego").

nascondi

Effetti indesiderati

Classificazione sistemica organica Reazioni avverse comuni (≥ 1/100, < 1/10) Reazioni avverse non comuni (≥ 1/1000, < 1/100) Reazioni avverse rare (≥ 1/10000, < 1/1000) Reazioni avverse molto rare (< 1/10,000)
SISTEMA NERVOSO CENTRALE Cefalea Vertigini, testa leggera   Sincope
PATOLOGIE VASCOLARI   Ipotensione   Tachicardia riflessa
PATOLOGIE DELLA CUTE E DEL TESSUTO SOTTOCUTANEO Irritazione leggera e transitoria al sito di applicazione Sensazione di bruciore e prurito al sito di applicazione    

nascondi

Gravidanza e allattamento

Gravidanza

Non sono disponibili sufficienti informazioni sull’uso della nitroglicerina nelle donne in gravidanza.

Gli studi condotti sugli animali sono insufficienti a stabilire gli effetti sulla gravidanza / e-o / sullo sviluppo fetale/embrionale / e-o / sul parto / e-o / sullo sviluppo postnatale (vedere 5.3).

Il potenziale rischio nella donna non è noto. Di conseguenza, fatta eccezione per situazioni particolari, non si raccomanda l’uso della nitroglicerina durante la gravidanza.

Allattamento

Non è noto se il principio attivo passa nel latte materno; durante il trattamento, l’allattamento non è perciò raccomandato.

nascondi

Conservazione

Non conservare a temperatura superiore ai 25° C.

Conservare nel confezionamento originale.

nascondi

Malattie Collegate: 2

nascondi

Questo farmaco disponibile in altre 3 forme farmaceutiche:


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Farmadati

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
Ultima modifica: 19-09-2013
Promozioni:

Commenti