Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Salute e benessere > Risultato Ricerca Farmaci

ANTIMICROBICI

TOBRABACT

COLL 1FL 5ML 3MG/ML

BAUSCH & LOMB-IOM SpA

Descrizione prodotto

TOBRABACT*COLL 1FL 5ML 3MG/ML

Principio attivo

TOBRAMICINA

Forma farmaceutica

COLLIRIO

ATC livello 3

ANTIMICROBICI

Tipo prodotto

FARMACO ETICO

Prezzo al pubblico

6.45


Codice ATC livello 5:
S01AA12

Codice AIC:
35852019


Non contiene glutine
Non contiene lattosio
Uso veterinario o entrambi


nascondi

Indicazioni terapeutiche

Trattamento topico antibiotico delle congiuntiviti, cheratiti ed ulcere corneali causate da ceppi sensibili alla tobramicina.

Devono essere prese in considerazione le linee guida ufficiali previste sull’uso appropriato degli antibiotici.

nascondi

Composizione

1 ml di soluzione contiene 3 mg di tobramicina (0,3%).

Per gli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

nascondi

Eccipienti

Benzalconio cloruro, acido borico, sodio cloruro, sodio solfato anidro, tiloxapolo, acqua per preparazioni iniettabili.

nascondi

Controindicazioni

Questo prodotto non deve essere mai utilizzato in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi dei suoi componenti

nascondi

Posologia

Instillare 1 goccia nel sacco congiuntivale inferiore dell’occhio 3–8 volte al giorno. Nei casi d’infezione più grave, instillare 1 goccia nell’occhio ogni ora fino all’ottenimento di un miglioramento, quindi ridurre gradualmente la dose.

L’occlusione del dotto nasolacrimale o la chiusura della palpebra per 3 minuti possono ridurre l’assorbimento sistemico. Questo può comportare una riduzione degli effetti sistemici ed un aumento dell’attività locale del farmaco.

La durata del trattamento é da 5 a 15 giorni.

Istruzioni per l’uso:

a. Lavarsi le mani accuratamente

b. Evitare di toccare l’occhio o le palpebre con la punta dell’applicatore

c. Instillare TOBRABACT soluzione oftalmica nel fornice inferiore dell’occhio, guardando verso l’alto e tirando delicatamente la palpebra inferiore verso il basso.

d. Lasciare la palpebra inferiore e battere le palpebre molte volte per assicurarsi che la soluzione ricopra l’intera superficie dell’occhio.

e. Chiudere l’occhio ed eliminare eventuali eccedenze.

f. Chiudere il flacone dopo l’uso.

nascondi

Avvertenze e precauzioni

Il trattamento deve essere interrotto in caso di ipersensibilità.

La soluzione oftalmica non deve essere somministrata per iniezione perioculare o intraoculare.

Se non si notano miglioramenti in un tempo breve o in caso di un trattamento prolungato, il paziente deve essere monitorato regolarmente sottoponendolo anche a test batteriologici inclusi test di valutazione della sensibilità batterica per valutare una eventuale resistenza e, se necessario, aggiustare il trattamento.

Nell’eventualità di un trattamento concomitante con altri colliri contenenti diversi principi attivi, attendere 15 minuti tra le diverse instillazioni.

Poiché la soluzione contiene benzalconio cloruro, durante il trattamento non devono essere indossate lenti a contatto morbide.

nascondi

Interazioni

Sebbene solo piccole quantità di tobramicina passino nel circolo sistemico dopo l’instillazione nell’occhio, devono essere prese in considerazione le interazioni riportate per la tobramicina sistemica.

La potenziale ototossicità e/o nefrotossicità della tobramicina può essere aumentata dall’uso concomitante di altri aminoglicosidi sistemici, polimixine, cefalotina, diuretici dell’ansa, amfotericina B e organoplatino.

Non devono essere instillate tetracicline oculari contemporaneamente al Tobrabact in quanto il tiloxapolo, uno dei costituenti di questo prodotto, non è compatibile chimicamente con le tetracicline.

nascondi

Effetti indesiderati

Prurito

Irritazione e gonfiore della palpebra

Eritema congiuntivale

Poiché il prodotto contiene benzalconio cloruro, c’è il rischio di eczema da contatto e/o irritazione

nascondi

Gravidanza e allattamento

Gravidanza:

Non ci sono dati adeguati rispetto all’uso sistemico od oculare della tobramicina nelle donne in gravidanza.

Sono stati riportati alcuni casi di danno cocleovestibolare neonatale dopo somministrazione sistemica di altri aminoglicosidi in donne in gravidanza. Studi effettuati su animali su un certo numero di specie dopo somministrazione di aminoglicosidi hanno rivelato danni cocleovestibolari e renali. Pertanto la tobramicina oftalmica deve essere usata durante la gravidanza solo se chiaramente indicata.

Allattamento:

Gli aminoglicosidi dopo la somministrazione sistemica passano nel latte materno in basse quantità. E’ quindi possibile l’allattamento al seno durante il trattamento con tobramicina oftalmica, considerando la trascurabile quantità di sostanza che può essere assorbita dal neonato.

nascondi

Conservazione

Non conservare a temperatura superiore ai 25°C.

nascondi

Questo farmaco disponibile in altre 1 forme farmaceutiche:


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Farmadati

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
Ultima modifica: 19-09-2013
Promozioni:

Commenti