Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Se carità fa rima con illegalità

  1. Registrato da
    29/07/2005
    Messaggi
    5,952

    Se carità fa rima con illegalità

    dal sito de Il corriere della sera:

    Davvero il cattolicesimo bresciano, fiore all'occhiello del liberalismo europeo, può avere smarrito consapevolezza dell'improponibilità di gesti caritativi fuori dalla legalità? Non parrebbe credibile, in questa terra pacata, la confusione fra amore per gli immigrati irregolari e una pasticciata arrendevolezza alla violazione delle leggi.

    Eppure Emanuele Severino, cittadino illustre e filosofo importante, ha dichiarato senza incertezze, dopo i delitti del padre pachistano e del giovane sacrestano cingalese: «Trovo incomprensibili certi atteggiamenti caritativi della Chiesa bresciana verso gli stranieri. Encomiabili, ma forse non si rendono conto delle conseguenze». Strano: conosco bene Severino, questo pensatore ha lavorato molto sulle nostre pagine quando ero nella direzione del Corriere della Sera, non è uomo che cede all'emotività. Qualcosa forse non funziona nel rapporto fra accoglienza, solidarietà cristiana e metabolismo della città, se uno scrittore di spessore internazionale confessa tanto allarme («A Brescia io da anni non esco più dopo le otto di sera, non lo fa nessuno»).....

  2. # ADS
    Se carità fa rima con illegalità
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    29/07/2005
    Messaggi
    5,952
    Al di là del territorio e delle precisazioni che ha voluto fare la Curia di Brescia, una sensazione è diffusa: non sempre c'è in Italia sufficiente equilibrio fra slancio caritativo e rigorosa consapevolezza della legge. E' compito arduo di volontari, di uomini dei movimenti ecclesiali e di parroci realizzare con lealtà verso lo Stato opere di bene a favore degli immigrati. La generosità non esime dal rispetto di tutte le leggi, ancor più quando si appartiene alla gerarchia di un'istituzione religiosa che si muove dentro un Concordato, che ha la sua ragione di essere nella parola data fra Repubblica e Chiesa.

    Come negli anni di piombo non prevalse fra i cattolici alcuna debolezza nei confronti dell'eversione interna e non passò fra i credenti lo slogan «Né con lo Stato né con le Brigate Rosse», così in nessuna persona generosa sarebbe oggi scusabile, in nome della carità cristiana per gli stranieri, la condiscendenza a situazioni di illegalità. Dove le norme sono inadeguate, magari nei fatti ingiuste e crudeli, uomini di Chiesa e laicato cattolico possono, anzi devono politicamente premere per cambiarle, ma non è lecito operare come se non esistessero

  4. Registrato da
    29/07/2005
    Messaggi
    5,952
    Talvolta si ha la sensazione che a taluno manchi la percezione dell'importanza che proprio dall'interno della carità religiosa venga un'indicazione del valore pedagogico della legalità. Tanto più nel contatto con altre religioni, come quella islamica.

    La religione cristiana ha infatti un fondatore che dette lezione modernissima degli ambiti delle leggi di Dio e di quelle del tempo presente. Lungo questa linea, che è di frontiera e non di contrapposizione, si è mosso nel Novecento il cattolicesimo democratico. Proprio Brescia ebbe un intellettuale, Giovan Battista Montini, futuro Papa Paolo VI, quale traduttore e divulgatore in Italia di Jacques Maritain, il maggior teorico di una condotta religiosa capace di attuare il massimo di carità e il massimo di legalità.Gaspare Barbiellini Amidei

  5. Registrato da
    29/07/2005
    Messaggi
    5,952
    In questi giorni mi è capitato di parlare con diverse persone e sembra ormai che ci si trovi impotenti di fronte al dilagare dell'illegalita' ( vedi via anelli a padova dove sono passato qualche settimana fa ).Possibile che un autista di autobus non possa far scendere un extracomunitario dal mezzo poichè non ha pagato il biglietto e anzi si senta dare del "razzista"? Personalmente sono molto perplesso .Voi cosa ne pensate?

  6. Registrato da
    29/07/2005
    Messaggi
    5,952
    Passaggio in Via Anelli
    Ci dicono: «ci sono solo spacciatori, che ci volete andare a fare a Via Anelli che è un posto bruttissimo ed è pericoloso anche tirare fuori la macchina fotografica?» Noi pensiamo: «ma che potrà mai essere a confronto con le distese a cielo aperto e con le folle di disperati che lavano i vetri ai semafori di Roma?»
    E invece Via Anelli, cinque condomini per un totale di 280 appartamenti, fa impressione davvero. Nel pomeriggio, una folla di neri africani e di tunisini, si accalca nei cortili del comprensorio. La nostra guida, don Gianni, diacono della parrocchia Pio X, spiega: «sono registrate 280 persone, ma in realtà ce ne vivono 2000. La notte chi non riesce a trovare posto negli appartamenti di 25 metri quadrati, dorme negli androni, sui pianerottoli, per le scale».
    La signora Lina Franco vive da 30 anni in uno dei condomini. È una delle pochissime italiane rimaste. «Erano stati costruiti soprattutto per gli studenti universitari», racconta. «Poi sono arrivati albanesi e rumeni, e ora ci sono tunisini, marocchini e nigeriani». Perché, stando a quello che si dice in giro, qui non ci vuole stare nessuno, neanche gli stranieri, che alla prima occasione scappano altrove

  7. Registrato da
    29/07/2005
    Messaggi
    5,952
    E poi racconta le sue disavventure: a volte qualcuno pretende di entrare a casa sua per trovare un posto per dormire. Spesso le persone sono ubriache o sotto effetto di droga. E alcuni giorni fa la signora è perfino stata percossa. È dovuta andare in ospedale. Se l’è cavata con poco, ma poteva andare peggio. Anche se alla fine conclude: «mi rispettano, sono amica di tutti».
    La sera stessa però Paolo Frigo del Nuovo Villaggio racconta la sua esperienza in Via Anelli. Lui ci va ogni sabato, con un gruppo di ragazzi e con un esponente della Caritas locale, solo per parlare con gli abitanti, per trascorrere un po’ di tempo con loro. Emerge un’altra faccia: quelli che non si dedicano allo spaccio ma costruiscono comunità: c’è chi vende cibo e chi organizza piccoli ristoranti autogestiti, c’è chi taglia i capelli in casa sua, ma non riesce a fare l’apprendistato perché nessuno vuole un barbiere di colore. E ora c’è anche l’idea di organizzare, insieme alla storica associazione pacifista Beati i Costruttori di Pace, una grande preghiera ecumenica, che coinvolga tutti: cristiani e musulmani, italiani e stranieri.

  8. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    24,945
    Ulisse...come al suo solito...fa molto rumore chi fa del male,o delinquè.Chi cerca di vivere in onestà non fa spettacolo.Ma ti chiedo ,perchè qualche giorno fa,ho fatto la domanda nel forum"Ma tutta la gioventù africana,ci sta(ci entra)nella vecchia Europa"?
    Perchè credo che se tutti gli africani lavoravano in Italia,la delinquenza era di meno....se i loro governi non erano delle dittature...se le multinazionali non saccheggiavano da sempre l'Africa...come sarebbe l'Africa?

    Ma il problema non interessa a quanto pare.
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  9. musica Ospite
    solo per precisione: il cingalese era cristiano.

  10. yanezdegomera Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da musica
    solo per precisione: il cingalese era cristiano.
    Per vocazione o per $$$?

  11. yanezdegomera Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da ulisse69
    c’è chi vende cibo e chi organizza piccoli ristoranti autogestiti, c’è chi taglia i capelli in casa sua
    Immagino anche tutti in regola con libretti sanitari, partita IVA, HACCP ecc....

Discussioni Simili

  1. cosa fa rima con fegato?
    Di tritratro nel forum Giochi nella rete
    Risposte: 80
    Ultimo Messaggio: 11/07/2013, 16:20

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online