Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Risultati da 1 a 15 di 15

Discussione: sei libero o nauseato?

  1. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    24,589

    sei libero o nauseato?

    premetto che in un primo momento avevo pensato di porrte questo 3D nella
    sezione libri, ma poichè il testo il oggetto è solo spunto per discorso molto più
    ampio credo sia giusto stia qui.

    La citazione si riferisce a "La nausea" di J.P.Sartre.
    credo che chi non ha amato questo libro non abbia sviluppato un pieno concetto
    di "libertà".... chi lo ha amato può averlo fatto solo perchè ha visssuto in sè
    le sensazioni descritte.

    non ricordo con precisione il testo, ma ricordo in particolare un'immagine
    a mio avviso molto significativa...che diceva più o meno:
    Non potevo più sdraiarmi nella pozzanghera, a giocare con le carte bagnate,
    avevo perso la mia libertà, per sempre.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  2. # ADS
    sei libero o nauseato?
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. emma2 Ospite

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    Non so bene di cosa dovremmo parlare in questo 3d, ma posso osservare che il titolo è fuorviante: libero o nauseato. La nausea del libro è tutt'uno con la consapevolezza della libertà: è il fatto che ci si scopre liberi, che dà le vertigini (e la nausea!)...

  4. Registrato da
    05/07/2008
    Messaggi
    494

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    Io faccio parte di quelli che hanno amato quel libro. E sono d'accordo con te quando dici che per capirlo e apprezzarlo, forse la nausea bisogna averla assaggiata in prima persona. Credo che sia una cosa che ci si porta dietro, in maniera più o meno latente, per sempre. E credo che, paradossalmente, questo profondo impalpabile dolore doni alla nostra vita una forza, una pienezza, una consapevolezza impareggiabili. E ha il potere di rendere qualsiasi gioia piccola piccola ma enorme allo stesso tempo.

  5. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    24,589

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    Citazione Originariamente Scritto da xpiccolinax Visualizza Messaggio
    E credo che, paradossalmente, questo profondo impalpabile dolore doni alla nostra vita una forza, una pienezza, una consapevolezza impareggiabili.
    sono daccordo
    ma questo avviene, secondo me, se si impara a conviverci,
    se si impara appunto a sentire pieno il valore delle cose impalpabili e perdute,
    se si impara l'equilibrio tra l'assoluto valore non attuabile e la pratica concreta
    dei limiti continui.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  6. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    24,589

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    Citazione Originariamente Scritto da emma2 Visualizza Messaggio
    posso osservare che il titolo è fuorviante: libero o nauseato. La nausea del libro è tutt'uno con la consapevolezza della libertà: è il fatto che ci si scopre liberi, che dà le vertigini (e la nausea!)...
    io lo ho interpretato in maniera leggermente differente.

    la libertà completa e totale non darebbe vertigine ne nausea.
    secondo me, è la consapevolezza di non averla la libertà completa a dare nausea.

    p.e.
    Liberi di gettarsi nel vuoto di un precipizio si andrebbe semplicemente nel vuoto,
    la consapevolezza di non poterlo fare senza conseguenze ci ferma sul ciglio
    e provoca le vertigini.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  7. Registrato da
    05/07/2008
    Messaggi
    494

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    sono daccordo
    ma questo avviene, secondo me, se si impara a conviverci,
    se si impara appunto a sentire pieno il valore delle cose impalpabili e perdute,
    se si impara l'equilibrio tra l'assoluto valore non attuabile e la pratica concreta
    dei limiti continui.
    Non so perchè, ma credo che la presa di coscienza della libertà, quella sensazione di nausea, siano paragonabili ad un lutto. Inizialmente c'è solo disperazione, dolore, spaesamento. Poi capisci che sopravvivere vuol dire dover conviverci, fare i conti anche con questo. E se ne esci, ne esci sicuramente segnato, ma più forte e più vivo, nonostante tu sappia che qualcosa è morto dentro di te.

  8. emma2 Ospite

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    io lo ho interpretato in maniera leggermente differente.

    la libertà completa e totale non darebbe vertigine ne nausea.
    secondo me, è la consapevolezza di non averla la libertà completa a dare nausea.

    p.e.
    Liberi di gettarsi nel vuoto di un precipizio si andrebbe semplicemente nel vuoto,
    la consapevolezza di non poterlo fare senza conseguenze ci ferma sul ciglio
    e provoca le vertigini.
    Ma non è questo quel che intendeva l'autore, io a quello mi riferivo, non alla mia interpretazione! Peraltro ricordo vagamente che nell'Essere e il Nulla, che non è un romanzo ma un bel tomo peso, viene fatto proprio l'esempio del precipizio che fai tu: la vertigine è data propio dalla consapevolezza di potersi sempre buttare...Comunque la concezione della libertà in sartre è complessa, ed è ovvio che una libertà "completa" come intendi tu non esiste: davanati al precipizio mi potrebbe anche venire il ghiribizzo di volare... ma certo non posso! Il tema della Nausea non è propriamente la libertà ma la contingenza, la gratuità dell'esistenza, che poi, è tutt'uno con la libertà

  9. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    24,589

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    Citazione Originariamente Scritto da emma2 Visualizza Messaggio
    Il tema della Nausea non è propriamente la libertà ma la contingenza, la gratuità dell'esistenza, che poi, è tutt'uno con la libertà
    si su questo concordo.
    ma si tratta di uno di quei testi che si sentono più o meno,in modo o in altro modo
    a seconda dello stato mentale del lettore.

    Io lo lessi in piena crisi esistenziale, riconoscendovi l'eco di tutto il mio sentire del momento.
    Nella Nausea più che nella "Peste" di Camus e più che in ogni altro testo
    ritrovai la sensazione del vuoto di vivere.
    Ma questo è un tema che andrebbe forse troppo oltre e sarebbe davvero per
    l'angolo letterario.

    Qui volevo solo prendere spunto per qualche concetto sulla libertà.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  10. Registrato da
    15/10/2006
    Messaggi
    31,637

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    mi spiace io non so di che parlate...
    Se al principio non mi trovi insisti,
    se non sono in un posto, cerca in un altro,
    io mi fermo da qualche parte ad aspettarti.

  11. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    24,589

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    Citazione Originariamente Scritto da sonic Visualizza Messaggio
    mi spiace io non so di che parlate...
    come no?
    parliamo di libertà!
    certo il concetto come lo esprime Sartre è molto significativo,
    ma non è impossibile averlo anche senza aver letto "la nausea"
    che peraltro appunto come dice emma, è focalizzato su altro.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  12. Registrato da
    15/10/2006
    Messaggi
    31,637

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    me lo dovrei leggere prima di rispondere allora
    Se al principio non mi trovi insisti,
    se non sono in un posto, cerca in un altro,
    io mi fermo da qualche parte ad aspettarti.

  13. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    24,589

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    La massima di Dado di oggi è fantastica....ed entra perfetta nel tema:
    Citazione Originariamente Scritto da dado Visualizza Messaggio
    La libertà non sta nello scegliere tra bianco e nero, ma nel sottrarsi a questa scelta prescritta.
    già ... essere obbligati ad una libera scelta ...non è libertà.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  14. emma2 Ospite

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    già ... essere obbligati ad una libera scelta ...non è libertà.
    Una delle frasi più famose di Sartre, per rimanere all'autore che hai citato, dice che "L'uomo è condannato ad essere libero". Sembra una contraddizione in termini e smentire quel che dici, ma non è così. Sottrarsi alla scelta, è pur sempre... una scelta! E qualche volta è anche fare la cosa giusta...
    Il tema della nausea, come dicevo, è sì la gratuità e contingenza dell'esistenza umana, ma queste sono anche tuttt'uno con la libertà umana: significa che l'esistenza umana non è giustificata né programmata a priori, perciò tocca a ciascun uomo darsi questa giustificazione , agendo non secondo un programma prestabilito, ma in base alle proprie scelte, appunto, dalle quali soltano la sua esistenza acquisterà un senso e una giustificazione

  15. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    24,589

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    Citazione Originariamente Scritto da emma2 Visualizza Messaggio
    Una delle frasi più famose di Sartre, per rimanere all'autore che hai citato, dice che "L'uomo è condannato ad essere libero"
    come non vederci l'eco del peccato originale?

    ma.......
    Citazione Originariamente Scritto da emma2 Visualizza Messaggio
    agendo non secondo un programma prestabilito, ma in base alle proprie scelte, appunto, dalle quali soltano la sua esistenza acquisterà un senso e una giustificazione
    se io mi guardo attorno, vedo questa condizione sempre più rara,
    mentre vedo sempre più frequente una "simil-libertà" di individui che agiscono
    in modo assolutamente programmato condizionato e prevedibilissimo.

    L'originale libertà di scelta, la conoscenza ed eleggibilità del male in alternativa
    ad un siddetto bene ...si vanno sempre più a perdere.

    il dramma è che usciti da un'ancestrale condizione programmata senza alternativa
    al bene.... raggiunta poi la capacità di discriminare e di scegliere....
    ora s'involve in una condizione condizionata a scegliere ...il male.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  16. mathman Ospite

    Riferimento: sei libero o nauseato?

    Citazione Originariamente Scritto da emma2 Visualizza Messaggio
    Non so bene di cosa dovremmo parlare in questo 3d, ma posso osservare che il titolo è fuorviante: libero o nauseato. La nausea del libro è tutt'uno con la consapevolezza della libertà: è il fatto che ci si scopre liberi, che dà le vertigini (e la nausea!)...
    Non ho letto il libro, ma azzardo un'interpretazione sperando non risulti troppo forzata. Una cosa non esclude l'altra. Mi piacerebbe mangiare una pizza o un gelato. Nulla mi vieta di mangiare entrambi. Uno può sentirsi libero, oppure nauseato. Oppure entrambe le cose, che vi sia o meno un collegamento tra l'una e l'altra.

Discussioni Simili

  1. il libero arbitrio
    Di dingoman nel forum Prendiamola con filosofia
    Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 08/10/2012, 09:32
  2. Finalmente libero
    Di daino nel forum Smettere di fumare
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 05/04/2011, 08:02
  3. Spazio Libero !
    Di diana1 nel forum Psicologia per tutti
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 24/03/2011, 21:01
  4. Libero, finalmente libero.
    Di pulce80 nel forum Smettere di fumare
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 01/11/2008, 10:27
  5. Nauseato Dal Calcio
    Di markolaf nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 08/06/2006, 17:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online