Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 13 di 13 PrimaPrima ... 3910111213
Risultati da 241 a 253 di 253

Discussione: Fermenti lattici - Yogurt probiotici

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Re: Prebiotici e salute

    Una corretta prebiosi come base dell’implementazione dello stato di salute

    (Tratto da: infomedicaintegrata. it - Dott. A.Bertuccioli il 10 giugno 2013)


    Numerosi lavori attribuiscono alla fibra solubile un ruolo immunostimolante e una riduzione dell’adesione dei patogeni secondaria all’effetto trofico sulle mucose(25-29).

    Per quanto riguarda l’effetto immunostimolante il principale meccanismo d’azione è da ascriversi all’azione della fibra solubile su cellule dendritiche (in particolare cellule M, una sottopopolazione del Tessuto Linfoide Associato alle Mucose) e macrofagi, dove viene riconosciuta da recettori della linea Dectina1 e toll-like (TLR), stimolando la produzione di citochine con l’effetto finale di stimolo di linfociti T e B.

    Questi effetti di immunostimolazione rappresentano uno dei primi meccanismi di difesa sia nella prevenzione di infezioni da parte di microrganismi che nella prevenzione della crescita di cellule tumorali.

    Alla luce di questi effetti la prebiosi si rivela sicuramente un prezioso strumento a cui va conferita una dignità pari, se non addirittura superiore alla probiosi, in quanto è un fattore alla base delle principali strategie di prevenzione nei confronti di innumerevoli patologie.

    segue..

  2. # ADS
    Fermenti lattici - Yogurt probiotici
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Re: Prebiotici e salute

    Una corretta prebiosi come base dell’implementazione dello stato di salute

    (Tratto da: infomedicaintegrata. it - Dott. A.Bertuccioli il 10 giugno 2013)


    Bibliografia

    1) Di Pierro F et al. (2007) Composizione prebiotica ad alta specificità per lattobacilli e bifidobatteri. In prevenzione e trattamento delle alterazioni della flora intestinale. Integr Nutr 12(2): 9-14
    2) Gibson GR. Prebiotics as gut microflora management tools. J Clin Gastroenterol.2008 Jul; 42 Suppl 2:S75-9
    3) Rastall RA. Bacteria in the gut: friends and foes and how to alter the balance J Nutr. 2004 Aug;134(8 Suppl):2022S-2026S.
    4) de Vrese M. et al.Probiotics, prebiotics, and synbiotics. Adv Biochem EngBiotechnol. 2008; 111:1-66
    5) Gibson, G. R., and M. B. Roberfroid. 1995. Dietary modulation of the humancolonic microbiota: introducing the concept of prebiotics. J. Nutr. 125:1401-1412.
    6) Knol J. et al. Colon microflora in infants fed formula with galacto and fructo-oligosaccharides: more like breast-fed infants. J Pediatr Gastroenterol Nutr. 2005 Jan;40(1):36-42.
    7) Shadid R et al. Effects of galactooligosacchari de and long-chain fructooligosaccharid e supplementation during pregnancy on maternal and neonatal microbiota and immunity a randomized, double-blind, placebo-controlled study. Am J Clin Nutr.2007 Nov;86(5):1426-37.
    8) Coussement PA. Inulin and oligofructose: safe intakes and legal status. J Nutr 1999 Jul;129(7Suppl): 1412S-7S
    9) Tuohy KM, et al. Modulation of the human gut microflora towards improved health using prebiotics assessment of efficacy. Curr Pharm Des. 2005;11(1):75-90
    10) Roberfroid MB. Health benefits of non-digestible oligosaccharides. Adv Exp Med Biol. 1997;427: 211-9.
    11) Roberfroid MB. Dietary fiber, inulin, and oligofructose: a review comparing their physiological effects. Crit Rev Food Sci Nutr. 1993;33(2):103-48

    segue..

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Re: Prebiotici e salute

    Una corretta prebiosi come base dell’implementazione dello stato di salute

    (Tratto da: infomedicaintegrata. it - Dott. A.Bertuccioli il 10 giugno 2013)


    Bibliografia

    12) Flamm G, et al. Inulin and oligofructose as dietary fiber: a review of the evidence. Crit Rev Food Sci Nutr. 2001 Jul;41(5): 353-62.
    13) Cherbut C. Inulin and oligofructose in the dietary fibre concept. Br J Nutr. 2002 May; 87 Suppl 2:S159-62
    14) García Peris P. et al. Evolution in the knowledge on fiber. Nutr Hosp. 2007 May;22 Suppl 2:20-5.
    15) García Peris P. et al Dietary fiber: concept, classification and current indications. Nutr Hosp. 1999 May;14 Suppl 2:22S-31S.
    16) Rastall RA, et al.Prebiotics and synbiotics: towards the next generation. Curr Opin Biotechnol. 2002 Oct;13(5):490-6.
    17) Vulevic J. et al Developing a quantitative approach for determining the in vitro prebiotic potential of dietary oligosaccharides. FEMS Microbiol Lett. 2004 Jul 1;236(1):153-9.
    18) Blaut M. Relationship of prebiotics and food to intestinal microflora. Eur J Nutr. 2002 Nov;41 Suppl 1:I11-6.
    19) Hiroyuki Mizubuchi, et al. Isomalto-Oligosaccharides Polarize Th1-Like Responses in Intestinal and Systemic Immunity in Mice J. Nutr. 135: 2857–2861, 2005
    20) T.T. Pham. et al. Effect of Lactulose on Biotransformationof Isoflavone Glycosides to Aglycones in Soymilk by Lactobacilli JFS M: Food Microbiology and Safety
    21) Oliveira RP, et al Effect of different prebiotics on the fermentation kinetics, probiotic survival and fatty acids profiles in nonfat symbiotic fermented milk. Int J Food Microbiol. 2008 Oct.
    22) Mortensen PB & Clausen MR (1996) Short-chain fatty acids in the human colon: relation to gastrointestinal health and disease. Scandinavian Journal of Gastroenterology 216, 132–148.

    segue..

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Re: Prebiotici e salute

    Una corretta prebiosi come base dell’implementazione dello stato di salute

    (Tratto da: infomedicaintegrata. it - Dott. A.Bertuccioli il 10 giugno 2013)


    Bibliografia

    23) Massimino S, Field CJ, Hayek MG, Sunvold GD & McBurney MI (1998) Fermentable dietary fiber increases GLP-1 secretion and improves glucose homeostasis despite increased intestinal glucose transport capacity in healthy dogs. Journal of Nutrition 128, 1786–1793.
    24) Katayama M, Xu D, Specian RD & Deitch EA (1997) Role of bacterial adherence and the mucus barrier on bacterial translocation: effects of protein malnutrition and endotoxin in rats. Annals of Surgery 225, 317–326.
    25) Spaeth G, Gottwald T, Specian RD, Mainous MR, Berg RD & Deitch EA (1994) Secretory immunoglobulin A, intestinal mucin, and mucosal permeability in nutritionally induced bacterial translocation in rats. Annals of Surgery 220, 798–808.
    26) Frankel W, Zhang W, Singh A, Bain A, Satchithanandam S, Klurfeld D & Rombeau J (1995) Fiber: effect on bacterial translocation and intestinal mucin content. World Journal of Surgery 19, 144–149.
    27) Deitch EA, Xu D, Lu Q & Berg R (1993) Elemental diet-induced immune suppression is caused by both bacterial and dietary factors. Journal of Parenteral and Enteral Nutrition 17, 332–336.
    28) Xu D, Lu Q & Deitch EA (1998) Elemental diet-induced bacterial translocation associated with systemic and intestinal immune suppression. Journal of Parenteral and Enteral Nutrition 22, 37–41.
    29) P. D. Schley and C. J. Field The immune-enhancing effects of dietary fibres and prebiotics British Journal of Nutrition (2002), 87, Suppl. 2, S221–S230


  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    I batteri intestinali alterano le funzioni cerebrali

    (Tratto da: lastampa.it - 30/05/2013)

    Una modifica della flora batterica intestinale per mezzo della dieta si è trovato alterare le funzioni del cervello. Una scoperta che apre nuove vie di comprensione dei meccanismi cerebrali e la loro modifica tramite interventi sul microbiota intestinale.


    Fateci caso, l’intestino assomiglia a un cervello. E, forse, proprio per questo ha un’influenza su quest’ultimo.
    Questa è un’idea che, da sempre, le antiche tradizioni hanno considerato: un intestino sano è alla base di un organismo sano, così come un intestino in “disordine” può essere causa di disordine mentale – mentre invece si è sempre pensato solo il contrario.

    Oggi, un nuovo studio, pone l’accento sul microbiota intestinale e su come questo possa realmente influenzare e alterare le funzioni cerebrali.
    Lo hanno scoperto i ricercatori dell’UCLA (l’Università della California a Los Angeles) dopo aver osservato l’alterazione delle funzioni del cervello in un gruppo di donne che consumavano con regolarità alimenti contenenti fermenti vivi e probiotici – come lo yogurt.

    Il team del Gail and Gerald Oppenheimer Family Center for Neurobiology of Stress e del Ahmanson–Lovelace Brain Mapping Center presso l’UCLA, ha pubblicato i risultati dello studio sulla rivista Gastroenterology e ritiene che questa scoperta possa aprire la strada verso nuovi interventi per migliorare le funzioni cerebrali nei pazienti, attraverso la dieta o interventi farmacologici che agiscano sulla flora batterica intestinale.

    segue..




  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Re: I batteri intestinali alterano le funzioni cerebrali

    (Tratto da: lastampa.it - 30/05/2013)

    Una modifica della flora batterica intestinale per mezzo della dieta si è trovato alterare le funzioni del cervello. Una scoperta che apre nuove vie di comprensione dei meccanismi cerebrali e la loro modifica tramite interventi sul microbiota intestinale.


    «Molti di noi conservano in frigo un contenitore di yogurt. Questo perché possiamo mangiarlo per il gusto di farlo, per il calcio o perché pensiamo che potrebbe favorire la nostra salute in altri modi – spiega la dott.ssa Kirsten Tillisch, professore associato di medicina presso la UCLA David Geffen School of Medicine e autore principale dello studio – I nostri risultati indicano che alcuni elementi contenuti nello yogurt possono realmente cambiare il modo in cui il nostro cervello risponde all’ambiente».

    «Quando consideriamo le implicazioni di questo lavoro – aggiunge Tillisch – i vecchi detti “Tu sei quello che mangi” e “Sentire con la pancia” assumono nuovi significati».

    Il legame cervello/intestino è noto da molto: sappiamo per esempio tutti come quando il cervello invia segnali di stress o emozioni di un certo tipo, l’intestino risponda magari con sintomi gastrointestinali più o meno eclatanti.
    Anche se questo era noto, a livello clinico non si era ancora provato – fatto salvo alcuni studi su modello animale.
    Questo nuovo studio si pone dunque come il primo ad aver osservato gli effetti sull’uomo, dimostrando che il legame è ambivalente: dal cervello all’intestino e viceversa.

    «Si sente ripetutamente da pazienti che non si sono mai sentiti depressi o ansiosi fino a quando non hanno iniziato ad avere problemi con il loro intestino – sottolinea Tillisch – Il nostro studio mostra che la connessione intestino/cervello è una strada a doppio senso».

    segue..

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Re: I batteri intestinali alterano le funzioni cerebrali

    (Tratto da: lastampa.it - 30/05/2013)

    Una modifica della flora batterica intestinale per mezzo della dieta si è trovato alterare le funzioni del cervello. Una scoperta che apre nuove vie di comprensione dei meccanismi cerebrali e la loro modifica tramite interventi sul microbiota intestinale.


    Lo studio è stato condotto su 36 donne di età compresa tra i 18 e i 55 anni che sono poi state suddivise a caso in tre gruppi.
    Il primo gruppo ha consumato due volte al giorno e per quattro settimane uno yogurt specifico contenente un mix di diversi probiotici e batteri intestinali, creato apposta per avere un effetto positivo sull’intestino.

    Il secondo gruppo ha assunto un latticino simile allo yogurt, ma che non conteneva probiotici. Infine, il terzo gruppo non ha consumato alcun prodotto del genere, facendo da gruppo di controllo.

    Le eventuali modifiche alle funzioni cerebrali sono state misurare e analizzate per mezzo della risonanza magnetica funzionale per immagini (fMRI).
    Alle partecipanti sono state eseguite delle scansioni cerebrali prima e dopo il periodo di studio di quattro settimane.
    I ricercatori hanno poi esaminato i cervelli delle donne in stato di riposo e in risposta a un compito visivo di riconoscimento emotivo che consisteva nel visionare delle immagini del volto di persone che mostravano diverse emozioni, tra cui rabbia, spavento eccetera.

    I risultati dello studio hanno mostrato che le appartenenti al primo gruppo manifestavano una diminuzione di attività in entrambe le insula – che elaborano e integrano le sensazioni interne del corpo, come quelle che formano l’intestino – e la corteccia somatosensoriale durante il compito di reattività emozionale, rispetto alle donne che non consumavano lo yogurt probiotico.

    segue..

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Re: I batteri intestinali alterano le funzioni cerebrali

    Tratto da: lastampa.it - 30/05/2013)

    Una modifica della flora batterica intestinale per mezzo della dieta si è trovato alterare le funzioni del cervello. Una scoperta che apre nuove vie di comprensione dei meccanismi cerebrali e la loro modifica tramite interventi sul microbiota intestinale.


    Inoltre, in risposta al compito visivo, queste donne avevano una diminuzione del coinvolgimento di una rete capillare nel cervello che comprende le aree legate all’emozione, la cognizione e i sensi.
    Per contro, le donne appartenenti agli altri due gruppi hanno mostrato un’attività stabile o in aumento in questa rete.

    Quando invece i ricercatori hanno scansionato il cervello in una situazione di riposo, si è osservato come nelle donne che avevano consumato lo yogurt con i probiotici vi fosse una maggiore connettività tra una regione cerebrale chiave conosciuta come la sostanza grigia periacqueduttale (o grigio periacqueduttale, GPA) e le aree cognitive associate alla corteccia prefrontale.

    Al contrario, le partecipanti del gruppo di controllo, hanno mostrato una maggiore connettività del grigio periacqueduttale con le regioni associate alle emozioni e alle sensazioni. Infine, il gruppo che aveva consumato il prodotto caseario senza probiotici ha mostrato risultati intermedi.

    Questi risultati mostrano come gli effetti sull’intestino coinvolgano aree che interessano non solo processi associati alle emozioni, ma anche sensoriali.

    Gli autori dello studio ritengono che la conoscenza di quanto avviene nel cervello, a seguito di una modifica del microbiota intestinale, possa portare a un ampliamento della ricerca volta a trovare nuove strategie per prevenire o trattare disturbi digestivi, mentali e neurologici.

    segue..

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Re: I batteri intestinali alterano le funzioni cerebrali

    Tratto da: lastampa.it - 30/05/2013)

    Una modifica della flora batterica intestinale per mezzo della dieta si è trovato alterare le funzioni del cervello. Una scoperta che apre nuove vie di comprensione dei meccanismi cerebrali e la loro modifica tramite interventi sul microbiota intestinale.

    «Ci sono studi che dimostrano che ciò che mangiamo può alterare la composizione e i prodotti della flora intestinale – spiega il dottor Emeran Mayer, professore di medicina, fisiologia e psichiatria presso la David Geffen School of Medicine alla UCLA e autore senior dello studio – Ora sappiamo che questo ha un effetto non solo sul metabolismo, ma anche che colpisce le funzioni del cervello».

    Se dunque un’alterazione della flora batterica intestinale può avere effetti sul cervello e le sue funzioni, si ritiene che questo effetto possa essere sia in positivo che in negativo – questo dipende dal tipo di dieta che seguiamo.
    Diversi studi, per esempio, si sono concentrati sugli effetti di alcuni tipi di probiotici sull’umore e l’ansia.

    Altri hanno ipotizzato che ripetuti cicli di antibiotici, così come alterano in negativo il microbiota intestinale, possano avere effetti negativi sul cervello.

    L’uso intensivo di antibiotici nei reparti di terapia intensiva in neonatologia o per trattare le infezioni delle vie respiratorie dei bambini, poi, si sospetta possano avere conseguenze a lungo termine sullo sviluppo del cervello.
    Tutte questioni a cui si spera i ricercatori possano dare presto una risposta.

  11. Registrato da
    30/08/2010
    Messaggi
    47

    Fermenti specifici per persone con stitichezza

    Salve dottore,
    io soffro di gonfiore addominale e stitichezza, ciclicamente uso come fermenti lattici le bustine di PROFLORA però vorrei chiederle per favore se vi sono fermenti più specifici per problemi di stitichezza cronica (già controllo l'alimentazione, il bere acqua, qualche rimedio omeopatico per esempio a base di nicotiana e carbone vegetabilis ma non bastano...).
    Grazie,

  12. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,073

    Re: Fermenti specifici per persone con stitichezza

    Puoi provare BIFISELLE (mix di BIFIDOBATTER)1 capsula dopo colazione x 2 mesi associato a SEROBIOMA 1 capsula dopo cena anche questo x 2 mesi, evitando in questa prima fase di apportare anche fibre prebiotiche.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  13. Registrato da
    30/08/2010
    Messaggi
    47

    Re: Fermenti specifici per persone con stitichezza

    Grazie provo senz'altro.
    Evitare fibre prebiotiche anche nell'alimentazione intende, oppure si riferiva ad eventuali altri integratori a base di fibra?
    Grazie

  14. Registrato da
    30/08/2010
    Messaggi
    47

    Re: Fermenti specifici per persone con stitichezza

    Grazie provo senz'altro.
    Evitare fibre prebiotiche anche nell'alimentazione intende, oppure si riferiva ad eventuali altri integratori a base di fibra?
    Grazie
    ------------------------------------
    Un'altra cosa scusi, dimeticavo: non so se siano capsule grandi, ma io ho problemi enormi a deglutire compresse e capsule, quindi volevo sapere se posso tagliarle in 3 parti, io faccio così con il multivitaminico della Solgar, smussando gli angoli con un coltello, e riesco a ingoiarle mangiando riso o altro cereale in zuppa.
    Per scrupolo: io ho pressione bassa di solito, e sono vegetariana, questo non comporta problemi per l'assunzione di questi fermenti vero?
    Grazie molte per la pazienza.

Pagina 13 di 13 PrimaPrima ... 3910111213

Discussioni Simili

  1. Probiotici per l'intestino - Colon irritabile (?)
    Di erika192 nel forum Malattie, Sintomi e Consigli
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 27/04/2015, 02:28
  2. torta allo yogurt senza yogurt
    Di maria*pia nel forum Dolci
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 28/04/2008, 20:58
  3. lo yogurt
    Di pameladuka nel forum Sono a dieta...
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 28/03/2007, 21:49
  4. Cocktail di FERMENTI
    Di luretta nel forum Medicine naturali
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17/11/2006, 21:24
  5. yogurt
    Di nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 25/04/2005, 03:52

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online