Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 5 di 7 PrimaPrima 1234567 UltimaUltima
Risultati da 81 a 100 di 122

Discussione: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Se protratta nel tempo può giungere a forme di colite spastica o cronica. Una conseguenza di questi disordini intestinali è spesso la presenza di muco, oltre che nell’intestino, al naso e ai bronchi.
    Disordini intestinali provocati dall’intolleranza al latte sono spesso alla base di altre intolleranze. In Italia le intolleranze al lattosio si attestano quasi al 50% della popolazione (maggiori al sud, minori al nord).


    • A queste intolleranze, facilmente misurabili mediante analisi del respiro dopo l’assunzione di lattosio, si aggiungono i problemi legati alle caseine, le proteine del latte. Proprio sulla caseina e sulla sua pericolosità per l’origine dei tumori sono evidenziate ricerche e studi nel libro di Campbell e Campbell: The China Study (Macro Edizioni). Non condivido l’estremismo della dieta del libro, ma le ricerche della prima parte sono di tutto rispetto.



    • L'ultimo problema, il più rilevante, è la presenza di percentuali elevate di grassi saturi. Assieme ai salumi sono il cibo che ne contiene di più. Formaggi come grana, fontina, emmental, ecc. hanno quasi il 30% di grassi, in prevalenza saturi. Con i danni per la salute a livello di infiammazione generale e di problemi cardiocircolatori facilmente immaginabili.


    segue..

  2. # ADS
    l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Possiamo mangiare formaggi?

    Uno studio clamoroso, uscito nel 2004, ha aperto una nuova prospettiva, che è stata chiamata Alpine Paradox.

    Son stati analizzati quaranta formaggi diversi:
    12 di origine alpina (Gstaad, in Svizzera),
    7 di Cheddar inglese industriale,
    6 con foraggio addizionato con semi di lino,
    7 di Emmental industriale, e
    8 di formaggio d'alpe con aggiunta parziale di insilati.

    La conclusione inaspettata:

    "I formaggi prodotti con latte da mucche ad esclusivo pascolo alpino hanno un profilo di acidi grassi più favorevole che tutti gli altri tipi di formaggio.
    Il formaggio alpino può essere una fonte rilevante di ALA
    (acido alfalinoleico, gli omega 3 dell'olio di lino per intenderci ndr) e di altri acidi grassi cardioprotettori" (C.B. Hauswirth, M.R.L. Scheeder, J.H.Beer: High Ω3 Fatty Acid Content in Alpine Cheese. The Basis for an Alpine Paradox, Circulation, 2004; 109; 103-107).

    In definitiva i formaggi alpini avevano quattro volte più acido linolenico del cheddar, ma anche più del doppio dei formggi alpini con insilati e del formaggio con semi di lino; e una quantità più ridotta di Ω3 della linea infiammatoria dell'acido arachidonico e un miglior rapporto Ω3/Ω6.

    In più presentavano una elevata quantità di acido linoleico coniugato, forte protettore cardiaco, e una più bassa presenza di acido palmitico. Le analisi promosse dalla nostra associazione hanno dato risultati analoghi anche per formaggi delle alpi italiane.

    segue..

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Al di là di questi dati tecnici risulta chiaramente una cosa: le mucche sono "costruite" dall'evoluzione a mangiare erba di prato e non tutti gli altri foraggi con cui oggi sono alimentate in tutti gli allevamenti industriali di pianura.
    E che anche l'aggiunta di altri mangimi all'erba del pascolo di montagna danneggia la qualità e le proprietà del latte e dei formaggi che ne derivano.

    La probabile spiegazione è probabilmente da attribuire a due fattori:


    • le erba di alta montagna, in particolare le fanerogame (erbe a fiore), oltre a dare un particolare aroma al latte, contengono una dose abbondante di Ω3 come le alghe del mare;
    • la flora batterica del rumine delle mucche cambia quando sono alimentate con mangimi diversi dall'erba (insilati o anche granaglia), danneggiando la qualità del latte prodotto.


    Conclusione

    Gli unici formaggi che consigliamo per la vostra alimentazione, comunque con moderazione, sono formaggi prodotti in alta montagna (più di 1.500 m di altitudine), meglio se in zone fredde.
    Rimane per ora impregiudicata la qualità di formaggi caprini e ovini di bestiame al libero pascolo con sola erba (non abbiamo ancora dati scientifici attendibili).

    segue..

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    È difficilissimo trovare produttori anche di alta montagna che non diano mangime agli animali: la tentazione di produrre più latte è irresistibile.
    Ecco la testimonianza di un veterinario molto attento al problema (abbiamo omesso i nomi delle persone citate)

    "Seguendo la tua richiesta, ho raccolto informazioni sulla possibilità effettiva di trovare formaggio prodotto con latte di animali nutriti solamente con erba e fieno.
    Il direttore del caseificio di XXXX, che annovera 30 conferenti, mi ha risposto quasi sarcastico dicendomi che una simile alimentazione farebbe crollare la produzione a 12-13 quintali all’anno per capo.
    Non è ovviamente vero, giacché se ne riuscirebbe invece a produrre almeno 25-30, come ammesso anche dal direttore del caseificio di YYY (che al momento conta 6 conferenti).
    Sono andato anche alla latteria di ZZZ, ma non ho trovato persone che sapessero l’italiano abbastanza bene.

    Parlando con gli allevatori, risulta chiaro il fatto che, dopo anni di indottrinamento da parte delle loro associazioni di categoria e degli enti di promozione delle varie razze, la massimizzazione della produzione è diventata un dogma, né più né meno di quanto avviene con la crescitain economia.
    Come in moltissimi altri campi, insomma, ci troviamo anche qui di fronte alla necessità di promuovere una cultura della qualità che riduca l’importanza del dogma della quantità.

    Secondo una corretta impostazione metodologica, dobbiamo riconoscerci ancora nella fase di sensibilizzazione. Di conseguenza, ogni proposta esterna appare una minaccia ai sacri dogmi.
    È dunque necessario far ragionare le persone e lasciare che siano loro a far emergere alcuni punti qualificanti.
    Il primo di questi, condiviso da molti allevatori, è che un animale nutrito solo di erba e fieno ha una vita produttiva all’incirca doppia rispetto a uno forzato con i mangimi.

    segue..


  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Bisogna poi considerare il risparmio in farine (con l’aumento del prezzo dei cereali, sono aumentate anche queste), farmaci (perché tali bovini sono meno stressati) e perdite dovute ai calori silenti (che si manifestano spesso in vacche allevate in modo poco naturale).
    Anche gli animali stessi costerebbero molto meno, visto che non ci sarebbe bisogno di comprarne di alta genealogia e, essendo meno specializzati per la produzione lattea, sarebbero anche più robusti (soprattutto nelle condizioni di alpeggio).
    I loro vitelli, infine, proprio perché meno “magri esoftalmici” (caratteristica delle superproduttrici), sarebbero più facilmente ingrassabili (ad esempio, nel caso siano maschi).
    Come vedi, gli spunti di riflessione non mancano".

    segue..

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Queste osservazioni mettono in luce la difficoltà a individuare allevatori che ottengono il latte solo da mucche alimentate con erba di pascolo.
    Ma esistono! Poiché siamo convinti che sia meglio mangiare poco formaggio ma di qualità, per non rinunciare a questo prelibato alimento e per sostenere l'attività di allevatori che sono tornati alle pratiche tradizionali, segnaliamo su questo sito ( kousmine.net ) gli indirizzi che abbiamo scoperto o i cambiamenti che abbiamo stimolato: infatti "Cibo è Salute" ha avviato una sperimentazione di fontina prodotto solo con erba di pascolo sopra i 2.000 metri a Champillod (comune di Doues) in Val d'Aosta.

    Le analisi hanno evidenziato una qualità analoga a quello dello studio sopracitato. Ripeteremo le analisi con altri formaggi fatti in analoghe condizioni: formaggi dell'Ossola (Bettelmat in primis), Bitto delle Antiche Valli, tome valsesiane di qualità.
    La condizione per la segnalazione è: l'impegno da parte dei produttori di non aggiungere mangimi al foraggio degli animali al pascolo sopra i 1500 metri: un impegno dichiarato e sottoscritto. Saranno fatte analisi random per controllare la qualità dei formaggi.

    (NB: Nel sito - Kousmine.net - sono segnalati alcuni produttori di formaggio a latte crudo)


  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    I GRASSI


    I grassi (lipidi) hanno funzioni essenziali nel nostro organismo:

    • come fornitura e stoccaggio di energia
    • per la costruzione delle membrane cellulari, centro di comunicazione fondamentale con l'esterno della cellula (nutrimento, respirazione, difesa…) e del sistema nervoso
    • per veicolare le vitamine liposolubili
    • per rallentare la digestione, soprattutto dei carboidrati. Questo aspetto è stato presentato negativamente nella teoria della dieta dissociata: in realtà, se i grassi sono assunti in maniera ragionevole, il rallentamento (soprattutto dei carboidrati) è positivo, perché riduce i picchi glicemici.
    • da ultimo - ma non di scarsa importanza - per rendere gustosi i cibi


    segue..

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    L'alimentazione moderna occidentale è particolarmente disordinata nell'uso dei grassi:

    quantità eccessive. I lipidi non dovrebbero superare il 20% delle calorie: ricordiamo che i grassi hanno il doppio delle calorie dei carboidrati e delle proteine;

    cattiva qualità: troppi grassi saturi. I grassi saturi sono presenti prevalentemente nei prodotti animali e in alcuni oli vegetali (cocco e palma). Non tutti sono dannosi. Lo sono solo quelli a catena lunga, mentre quelli a catena media sono accettabili o addirittura salutari. L'olio vergine di cocco o di palma fanno parte di questi ultimi e possono quindi essere utilizzati nell'alimentazione;

    cattiva qualità anche nei polinsaturi essenziali: gli oli industriali, prodotti ad alte temperature, vedono trasformato il loro acido linoleico (uno dei due acidi grassi essenziali) da cis-cis (la forma utilizzabile per il nostro organismo) a cis-trans (una forma non utilizzabile o utilizzabile con danni);
    grassi fritti: gli oli riscaldati ad alta temperatura per tempi prolungati sono tutti dannosi: limitatene il consumo a eventi sporadici. Devono essere un'eccezione, non la regola.
    Riscaldare gli oli fino a poco più di 100° non provoca normalmente trasformazioni dannose nel grasso interessato;

    la dicitura grassi (o oli) vegetali non è garanzia automatica di buona salute. Evitate assolutamente tutti gli oli idrogenati, anche se sono vegetali: sono gravemente dannosi.
    Le conseguenze sono gravi: disturbi cardiocircolatori, obesità, danni alle cellule con rischio di tumore e malattie autoimmuni. Proprio per questo il metodo Kousmine è particolarmente attento all'equilibrio dei lipidi.

    ATTENTI PERÒ ! Il problema non è consumare pochi grassi, ma aumentare i grassi buoni e diminuire quelli cattivi.

    segue..

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    In pratica: quale grassi usare come condimento?

    Il normale olio alimentare deve essere l'olio extra vergine di oliva, meglio spremuto a freddo.
    È un olio che interferisce poco con il nostro metabolismo, ha un alto punto di cottura, tiene pulite le arterie.
    Se ne può consumare anche un discreto quantitativo senza problemi.
    Ma l'olio di oliva è privo di omega-3 (acido alfa-linolenico) ed è scarso di acido linoleico, due acidi grassi essenziali, senza dei quali alcune funzioni dell'organismo non possono funzionare: devono essere implementati con piccoli quantitativi di altri oli. In aggiunta all'olio extravergine di oliva noi consigliamo :

    - un cucchiaio al giorno di olio di girasole oppure di soia o di sesamo o di mais;
    - o mezzo cucchiaio di olio di cartamo. Ovviamente spremuti a freddo e bio.
    - Può essere sostituito (in meglio) da un pugnetto di semi oleosi (noci, mandorle, nocciole, semi di girasole o di zucca…) ovviamente non tostate, alternati tra di loro.

    - 2 cucchiaini al giorno di olio di lino o, meglio, un cucchiaio e mezzo di semi macinati al momento.
    L'olio di girasole e l'olio di lino non devono essere visti come normali oli alimentari, ma come integratori: non superate le giuste dosi.


    segue..

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Ê grande merito della dott. Budwig aver denunciato per prima che gli oli di semi di produzione industriale sono privi di acidi grassi essenziali del tipo utilizzabile dal nostro organismo (cis-cis); diventano perciò fonte di gravi malattie.
    Occorre perciò assumere oli spremuti a freddo. Li trovate in tutte le erboristerie e nei principali supermarket. Devono riportare in etichetta la dizione: spremuti (o ricavati) a freddo.

    Ovviamente tutti questi oli è meglio anche usarli a freddo, salvo rarissime eccezioni (poche gocce di olio EV di oliva ben stese con pazienza sul fondo di una padella; olio o burro in qualche dolce).
    L'olio va aggiunto preferibilmente a fine cottura sul piatto o nella zuppiera di servizio.
    È vero che l'esposizione ad una temperatura moderata non "rovina" un olio. Ma in una padella sul fuoco le temperature possono salire molto rapidamente, al di là di ogni tollerabilità.

    Saltuariamente può essere usato burro di qualità CRUDO in piccoli quantitativi (15-20 gr 2 o 3 volte alla settimana).

    segue..

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Una straordinaria possibilità: l’ ANALISI LIPIDOMICA

    L’analisi lipidomica degli acidi grassi presenti nei lipidi della membrana (FAT PROFILE) è stata messa a punto dai ricercatori del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Bologna per la LIPINUTRAGEN, spin-off del CNR.

    Questa analisi permette di entrare nel vivo delle funzioni cellulari, focalizzando l’interesse alla membrana e controllandone la situazione esistente nel soggetto in esame, al fine di verificare se esiste un equilibrio ottimale tra struttura e funzionalità.

    La membrana cellulare è il “pacemaker metabolico” ovvero ricopre il ruolo di regolatore di scambi e di segnalazioni che sono cruciali al buon funzionamento metabolico.
    Un deficit oppure uno sbilanciamento dei componenti della membrana cellulare corrispondono alla perdita della condizione normale, e quindi alla creazione di uno stato di disagio cellulare, che può essere la base di una scadente qualità della vita fino alla conseguenza di vere e proprie patologie.

    D’altra parte, la Natura ha dato alla membrana cellulare un’intrinseca capacità di ricambio e rigenerazione del suo ottimale equilibrio, tramite l’alimentazione ed il ricorso a principi nutrizionali adeguati, e quindi è molto importante sfruttare questa naturale opportunità mettendo in atto le strategie opportune.

    L’analisi lipidomica della membrana è uno strumento di diagnostica a livello molecolare che evidenzia quindi la situazione di questo importante compartimento cellulare.

    segue..

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Grazie alle numerose ricerche effettuate nel campo dei lipidi di membrana, sono noti i valori di normalità ed anche gli “indici di squilibrio lipidico” riferite alla membrana eritrocitaria. Un allontanamento dai valori normali può precocemente indicare una situazione di difficoltà cellulare, anche senza che si siano manifestati evidenti sintomi di deficienza enzimatica o dietetica riguardanti gli acidi grassi.

    A maggior ragione in caso di patologie o di terapie farmacologiche, l’analisi permette di individuare se la membrana cellulare ha subito alterazioni dovute allo stato del soggetto, e di intervenire sugli scompensi esistenti con una strategia personalizzata basata su nutrizione e principi nutrizionali sotto forma di supplementi nutraceutici.

    Alcuni nostri operatori sono autorizzati dalla LIPINUTRAGEN a predisporre per i nostri pazienti l’analisi lipidomica e a seguirli nelle terapie conseguenti. Rivolgersi all’associazione per avere indicazioni.

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Le FIBRE


    Per fibre si intende tutto il complesso dei carboidrati non digeribili dagli enzimi dell'intestino tenue.
    Sono quasi esclusivamente contenuti nelle pareti vegetali: cellulosa, emicellulosa, pectina - che sono glucidi complessi - ma anche zuccheri semplici come il sorbitolo; carboidrati particolari come l'inulina della cipolla o del topinambour o gomme.

    Fino a poco tempo fa erano considerati indigeribili ed utili solo a facilitare il transito delle feci nell'intestino.
    In realtà non vengono digerite nel tenue ma nel crasso e non ad opera dei nostri enzimi, ma di quelli della flora batterica intestinale; e rivestono un'importanza fondamentale nella protezione contro i tumori dell'intestino (ma non solo) e nell'equilibrio dell'assorbimento dei lipidi e quindi nella protezione cardiovascolare.

    L'aumento nel mondo occidentale delle malattie cardiocircolatorie e dei tumori intestinali va ascritto prevalentemente al progressivo impoverimento di fibre nei nostri alimenti: farine bianche, riso brillato, scarsità di cereali, abbandono o quasi del consumo di legumi, hanno ridotto l'apporto di fibre ben al di sotto dei 20 gr. giornalieri, considerati ottimali.

    Non ci fermiamo sui tipi diversi di fibre. Ê importante sapere che il nostro intestino ha bisogno di diverse forme: cellulosa (o meglio emicellulosa), gomme, mucillagini, pectine, ecc sono tutte importanti per l'azione diversa che svolgono.
    Non è ottimale una alimentazione che utilizza un solo tipo di fibre
    : per esempio consumare verdure, ma non cereali integrali; o cereali integrali, ma pochi legumi…

    segue..

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Per i nostri scopi divulgativi e pratici teniamo conto soprattutto della distinzione in base alla solubilità in acqua:

    Fibre solubili: sono quelle almeno parzialmente solubili in acqua: avena e crusca di avena, semi oleosi (noci, nocciole, mandorle, ecc.), semi, ortaggi, fagioli, piselli secchi, lenticchie, ceci, mele, frutti di bosco, ecc.

    Fibre insolubili; sono quelle che non sono neppure parzialmente solubili in acqua, come cereali integrali (tranne l'avena), semi, semi oleosi, carote, cetrioli, zucchini, sedano, pomodori.



    Effetti positivi delle fibre

    L'azione delle fibre è duplice:
    Fisico-chimico, mediante l'idratazione e la formazione di gelatine, con effetto emolliente e fluidificante del contenuto intestinale;
    Chimico-fermentativo, mediante la produzione da parte dei batteri intestinali di acidi grassi a catena corta (SCFA), che favoriscono la riproduzione cellulare delle pareti del colon, inibiscono i processi cancerogeni o comunque degenerativi.

    segue..

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Malattie legate alla carenza di fibre:

    - Malattie cardiovascolari
    Cardiopatia
    Ipertensione
    Infarto
    vene varicose
    trombosi venosa profonda
    embolia polmonare

    - Malattie intestinali
    Stipsi
    Appendicite
    Diverticolite
    Emorroidi
    Colon irritabile
    Colite ulcerosa, morbo di Crohn

    (gli ultimi studi hanno smenito l'affermazione che le fibre diminuiscano il rischio di cancro al colon: Fuchs CS, Giovannucci EL, Colditz GA, et al. Dietary Fiber and the Risk of Colorectal Cancer and Adenoma in Women. N Engl J Med.1999; 340:169–176.
    Park Y, Hunter DJ, Spiegelman D, et al. Dietary Fiber Intake and Risk of Colorectal Cancer: A Pooled Analysis of Prospective Cohort Studies. JAMA. 2005; 294:2849–2857.)

    - Malattie metaboliche
    Obesità
    Diabete
    calcoli renali
    calcoli biliari

    - Altre malattie
    Carie dentarie

    - Malattie autoimmuni
    Anemia perniciosa
    Tirotossicosi
    Varie malattie della pelle

    segue..

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Effetti generali

    Rallentamento dello svuotamento gastrico = minor aumento della glicemia dopo i pasti
    Aumento della sazietà
    Consistenza positiva della massa fecale, con aumento di peso e di elasticità
    Riduzione del tempo di transito intestinale
    Maggior pulizia dell’intestino
    Miglioramento della digestione
    Aumento delle secrezioni pancreatiche
    Maggiore solubilità della bile
    Riduzione dei lipidi plasmatici
    Stimolazione della microflora eubiotica intestinale
    Migliore assimilazione
    Più forte protezione contro le infezioni.

    Effetti protettivi
    Aumento della produzione di acidi grassi a catena corta e di acido acetico e propionico = trasportati al fegato per la produzione di energia e di acido butirrico = fonte di energia per le cellule dell’intestino e anticancerogeno.

    segue..

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Come aumentare le fibre:
    Molte malattie sono causate da carenza di fibre . Aumentare le fibre (almeno 20 gr al giorno) è un forte presidio per la nostra salute.


    Per ottenere ciò:
    Aumentare il consumo di verdura e frutta
    Non sostituite i centrifugati alle verdure e frutta intere; eventualmente aggiungerli nei casi in cui dovete aumentare molto l'apporto di bioflavonoidi (terapie antitumorali, ecc.)
    Consumare regolarmente legumi
    Sostituite di tanto in tanto il piatto di cereali con abbondanti verdure
    Sostituire ai prodotti con farine raffinate i cereali integrali biologici
    Se ancora scarseggiano le fibre, aggiungere preparati a base di fibre miste. Evitate la crusca di grano e preferite quella di avena.


    segue..

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    Gli ORTAGGI

    Gli ortaggi - siano essi foglie, fiori, gemme, germogli, radici, tuberi, frutti, ... sono un componente insostituibile del pasto kousminiano. Essi, oltre a carboidrati e a tracce di proteine, apportano nutrienti indispensabili come :

    • molte vitamine
    • i flavonoidi e affini
    • ottime fibre solubili e insolubili.

    Proprio per questo, senza un consumo abbondante e variato di ortaggi, la dieta del metodo Kousmine non può funzionare correttamente.
    Uno dei cambiamenti dell'alimentazione che proponiamo è appunto aumentare gli ortaggi, soprattutto crudi, e variarli continuamente sulla tavola, in modo da evitare intolleranze e apportare maggiore ricchezza di nutrienti diversi.

    segue..

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)

    La stagionalità

    Un' altra importante avvertenza è quella di rispettare le stagionalità.
    Oggi è possibile trovare nei negozi le principali specie di ortaggi quasi in ogni stagione. Ciò è dovuto a diversi fattori:

    • la facilità delle importazioni da paesi caldi o agli antipodi
    • le conservazioni oggi tecnicamente più facili: surgelazione, liofilizzazione, che si aggiungono alle tecniche già collaudate nel passato: sterilizzazione in vaso o in scatola, conservazione in ambienti freschi e ad atmosfera condizionata
    • i trattamenti chimici antimuffa
    • le mutazioni genetiche, che creano OGM resistenti alla marcescenza e quindi di lunga durata, anche se spesso si tratta di pericolose apparenze.


    Non raccomanderemo mai abbastanza il rispetto delle stagionalità.
    Consumare le verdure e la frutta solo secondo le stagioni significa:

    • sintonizzare il nostro nutrimento con i cambiamenti che le caratteristiche stagionali - caldo e freddo, luminosità, durata del giorno - inducono nei cibi e nel nostro stesso organismo
    • consumare i vari alimenti nel momento della massima presenza di nutrienti (vitamine, zuccheri, flavonoidi, ecc), che raggiunge la quota ottimale nella maturazione naturale
    • rispettare tempi di astinenza, che coincidono con quelli di non produzione stagionale, che assicurano il non insorgere di intolleranze alimentari.
    Interrompere per esempio per tutto l'inverno e la primavera il consuno di pomodori o melanzane interompe per qualche mese l'assunzione di allergeni presenti in questi frutti (peraltro ricchi di nutrienti), evitando il rischio di pericolose intolleranze
    • non ultimo, risparmiare.

    segue..

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: l Metodo Kousmine per una sana e naturale alimentazione

    (Tratto da : metodokousmine.it)


    Consumiamo molte verdure crude !

    Non tutte le verdure si possono consumare crude.
    Alcune sono pericolose o indigeste se non passano attraverso la distruzione di componenti termolabili attraverso la temperatura o la scomposizione di molecole difficilmente digeribili attraverso l'azione del calore.
    Anche il gusto stesso di alcuni ortaggi (come i broccoli) consumabili crudi, migliora con la cottura.

    Ma la cottura danneggia anche alcuni nutrienti come certe vitamine, acidi grassi polinsaturi e alcuni bioflavonoidi, diminuendone la presenza o alterandone la composizione.

    Aumentare la quantità di ortaggi crudi negli alimenti quotidiani migliora certamente la qualità del nostro cibo.
    Usciamo dalle abitudini antiche: alcuni ortaggi (penso al cavolfiore, alle rape, ai piselli immaturi, ai cavoli...) sono buonissimi anche crudi e costituiscono una nota diversa e gustosa, oltre che salutare, nei nostri piatti.
    Senza trascurare naturalmente le verdure cotte…

    segue..

Pagina 5 di 7 PrimaPrima 1234567 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Ottimismo cieco o sana consapevolezza?
    Di SP@RROW nel forum Chiacchiere politiche
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 12/05/2009, 19:16
  2. sana alimentazione
    Di emma2 nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 05/11/2008, 12:20
  3. Per una vita sana...
    Di sofix74 nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 02/10/2008, 17:33
  4. Un po' di sana paura dei fantasmi...
    Di stefano28 nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 14/01/2008, 20:42
  5. Dieta sana
    Di russelpro nel forum Sono a dieta...
    Risposte: 65
    Ultimo Messaggio: 02/05/2007, 10:35

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online