Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 7 di 10 PrimaPrima ... 345678910 UltimaUltima
Risultati da 121 a 140 di 190

Discussione: olio di oliva

  1. Registrato da
    14/09/2005
    Messaggi
    518
    Nella più comune pratica, si preleva a caso un campione di 100 olive su 10 piante. Il Dacus oleae, in alcune annate, può infestare anche il 100% delle olive; tuttavia il danno è assai meno rilevante di quanto si possa ritenere, in quanto la larva del dittero consuma circa 50-100 mg di polpa, con una perdita in olio variabile dal 3 al 20%. Sotto l’aspetto qualitativo si ha un aumento dell’acidità dell’olio anche di 4 volte in rapporto al numero dei fori di uscita del Dacus. Mentre, livelli di infestazione sino al 30% alla raccolta non sortiscono effetti apprezzabili sul valore commerciale dell’olio.

  2. # ADS
    olio di oliva
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    14/09/2005
    Messaggi
    518
    Il controllo del Dacus oleae può effettuarsi mediante trattamenti chimici tradizionali solo quando si raggiungono le soglie di intervento indicate, oppure si può ricorrere all’uso di esche proteiche avvelenate con l’aggiunta di insetticidi a media-lunga persistenza, usati a basse dosi, distribuite in vario modo.
    Un prodotto interessante, non utilizzabile però sulla coratina (l'oliva tipica della zona in cui abita calimero) è il dimetoato. è un prodotto chimico idrosolubile. il che significa che non si scioglie nei lipidi e va via con l'acqua di vegetazione durante il processo di estrazione dell'olio, non lasciando residui.

  4. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,607
    Citazione Originariamente Scritto da eyes
    Nella più comune pratica, si preleva a caso un campione di 100 olive su 10 piante. Il Dacus oleae, in alcune annate, può infestare anche il 100% delle olive; tuttavia il danno è assai meno rilevante di quanto si possa ritenere, in quanto la larva del dittero consuma circa 50-100 mg di polpa, con una perdita in olio variabile dal 3 al 20%. Sotto l’aspetto qualitativo si ha un aumento dell’acidità dell’olio anche di 4 volte in rapporto al numero dei fori di uscita del Dacus. Mentre, livelli di infestazione sino al 30% alla raccolta non sortiscono effetti apprezzabili sul valore commerciale dell’olio.
    Non so se stai ancora scrivendo...ma come mai sento i contadini che certi anni si lamentano per la mosca.
    Sento dire che fanno cadere le olive.
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  5. Registrato da
    14/09/2005
    Messaggi
    518
    per cali.
    la mosca dell'olivo è un insetto il cui sviluppo dipende da diversi fattori, come la temperatura e l'umidità. Ad esempio, l'insetto non si riproduce a temperature superiori ai 32°C . In certi anni, ci sono condizioni ottime per lo sviluppo della mosca e si assiste ad un aumento vertiginoso delle popolazioni dell'insetto che , chiaramente producono molti danni agli agricoltori. Altre stagioni, caratterizzate da un clima caldo e secco, le mosche si sviluppano assai poco e quindi non attaccano.

  6. Registrato da
    14/09/2005
    Messaggi
    518
    Ho una curiosità: quanto pagate per un litro di olio extravergine di oliva?

  7. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,607
    io lo pago € 6/7 il kg.Perchè è in famiglia.Ma se lo compro ad Andria,e lo voglio extravergine,lo vendono anche €10 il kg.Se è a litro,allora costa di meno....per forza,a chilo è di più in volume
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  8. Registrato da
    14/09/2005
    Messaggi
    518
    infatti. il peso specifico dell'olio varia da 0,913 a 0,925 ..

  9. Registrato da
    14/09/2005
    Messaggi
    518
    La Tignola delle olive - Prays oleae - è un microlepidottero che svolge 3 generazioni ben distinte, rispettivamente a carico delle foglie (generazione fillofaga), dei fiori (generazione antofaga) e dei frutti (generazione carpofaga). Gli adulti che danno luogo alla generazione fillofaga compaiono in autunno e depongono le uova sulle foglie; le larve che ne sgusciano praticano delle gallerie nel parenchima fogliare. Le larve mature, subito l’incrisalidamento, danno luogo agli adulti che produrranno la generazione antofaga.

  10. Registrato da
    14/09/2005
    Messaggi
    518
    Essi compaiono in aprile-maggio, in corrispondenza della fioritura dell’olivo e le uova vengono deposte sui vari elementi fiorali provocando danneggiamenti all’antesi (ogni larva può attaccare 30-40 fiori), ed alla fine dello sviluppo si incrasildano tra le infiorescenze. I nuovi adulti sfarfallano in maggio-giugno allorquando la pianta ospite presenta frutti piccoli di circa 0.5 cm (grani di pepe). Essi depongono le uova su questi frutticini e le larve neonate vi penetrano raggiungendo il seme di cui si nutrono. Lo sviluppo larvale termina a fine agosto-settembre provocando la cascola delle olive. I trattamenti si possono eseguire con triclorfon per colpire gli adulti, le uova e le larve.

  11. Registrato da
    14/09/2005
    Messaggi
    518
    Cocciniglia mezzo grano di pepe - Saissetia oleae - e Cocciniglie cotonose - Lichtensia viburni - . Il ciclo biologico della cocciniglia è abbastanza semplice. Lo svernamento avviene negli stadi giovanili di 2° e 3° età, che raggiungono lo stadio di femmina adulta da aprile a luglio, allorquando avviene la ovodeposizione. I danni diretti imputabili alla cocciniglia sono dovuti alla sottrazione di linfa dagli organi vegetali attaccati ed al conseguente sviluppo delle fumaggini.
    La lotta si esegue in due periodi: il primo verso la fine di luglio e il secondo nella prima metà di settembre.

  12. Registrato da
    14/09/2005
    Messaggi
    518

    Aspetti nutrizionali

    grossa parte della salute dell’uomo è condizionata dall’alimentazione, in particolare per quanto riguarda la dieta lipidica.
    I lipidi posseggono diverse proprietà alimentari, tra cui:
     costituiscono una delle forme insostituibili di energia;
     rappresentano la forma principale di acidi grassi essenziali, indispensabili in quanto non metabolizzati dall’organismo;
     sono i supporti indispensabili per le vitamine liposolubili;
     sono le maggiori fonti aromatiche degli alimenti;
     regolano i centri della fame, contribuendo alla sensazione di sazietà che si avverte dopo i pasti;

  13. Registrato da
    14/09/2005
    Messaggi
    518
    Per quanto concerne, più specificatamente l’olio di oliva, si aggiungono altre importanti qualità biologiche:
     è il più stabile di tutti gli oli;
     è l’olio che meglio conserva le caratteristiche organolettiche tipiche del frutto;
     è l’olio più ricco in antiossidanti;
     è l’olio più ricco in vitamine liposolubili;
     è l’olio più ricco in ac. oleico in posizione 2 del gliceride;
     è l’olio più ricco in ß-sitosterolo e squalene;
     è l’olio che possiede le quantità ottimali in acidi grassi essenziali ;

  14. Registrato da
    14/09/2005
    Messaggi
    518
    Per i motivi di cui sopra, l’olio di oliva possiede le seguenti qualità: è il più digeribile; riduce l’invecchiamento cellulare; previene la formazione di calcoli biliari; favorisce lo sviluppo cerebrale (gangliosidi); manifesta un effetto antitrombico ed ipocolesterolemizzan te; si degrada meno degli altri lipidi quando sottoposto a riscaldamento.

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    pr eyes

    grazie milllle eyes!

    vorrei aggiungere qualcosa anch'io, posso?

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    Con l’olio d’oliva passa il dolore

    Si è scoperto che l’olio extravergine d’oliva contiene un composto con un’azione antidolore molto simile a quella dell’ibuprofene, un farmaco antinfiammatorio non steroideo. Lo studio (condotto da ricercatori americani e pubblicato sulla rivista “Nature”) ha calcolato che 50 g. al giorno di olio d’oliva equivalgono circa al 10% della dose quotidiana di ibuprofene raccomandata agli adulti. Un motivo in più, concludono gli autori, per puntare sulla dieta mediterranea.

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    altri particolari sull'olio del Garda

    Lo so che eyes ha già nominato gli ulivi del lago di Garda, ma visto che è qui, più o meno verso i miei paraggi, vorrei aggiungere qualche particolare in più.


    Il lago di Garda deve il suo successo ad una straordinaria singolarità climatica, talmente particolare che sulle sue sponde cresce l’olivo, una tipica coltivazione mediterranea che non trova riscontro in Val Padana.


    L'olivo secolare presente nel cortile di una azienda agricola, di cui non dico il nome per non fare della pubblicità, puo' dare, a chi si sofferma a guardarlo, una sommaria idea della tradizione e della lunga e costante attivita' che da sempre e' presente attorno ad esso.
    E' un olivo antichissimo che la tradizione vuole sia stato il primo olivo ad essere coltivato sulla sponda orientale del Lago di Garda.

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    In olio salus

    l'olio extravergine che sia un prodotto prezioso per la salute è noto sin dall'antichità, ma il grande pubblico spesso lo conosce solo superficialmente. Energetico, antiossidante, ricco di vitamine, importante nella prevenzione dell'osteoporosi, sono alcuni degli aggettivi che si addicono al prodotto.

    Fonte: tigulliovino.it/news/notizia

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    Olio e ulivi

    Vigne ed olivi dominano il paesaggio agricolo della riviera orientale del Garda. L'olivo è signore incontrastato del tratto settentrionale. La parte meridionale è il regno della vigna, qui e là inframmezzata dall'oliveto.A quando risale la coltivazione dell'olivo sul Lago di Garda? Con sicurezza, all'età altomedievale. Furono i grandi monasteri dell'epoca a favorirne ed incentivarne la coltura.

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    Gli ordini religiosi

    avevano bisogno d'olio per l'illuminazione delle chiese e per i riti sacri, ma dal Mediterraneo non ne arrivava a sufficienza. Cominciarono così a far piantare olivi ovunque fosse possibile, e i laghi prealpini si mostrarono particolarmente adatti. "Garda deputavit ad olium" statuì nell'835 Wala, l'abate del potente monastero di San Colombano di Bobbio: è forse la data d'inizio dell'olivicoltura intensiva sulla riviera benacense.

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,993

    marchio DOP

    L'olio extravergine d'oliva del Garda ha ora il marchio europeo della DOP, la denominazione d'origine protetta.

    È un olio che si caratterizza per la straordinaria leggerezza, la facile digeribilità, i delicati toni fruttati: un gioiellino. Quand'è appena spremuto, la tradizione vuole che lo si provi sulla bruschetta oppure sulle patate
    lesse.
    Terzo test tradizionale: un'insalata di solo radicchio rosso di Verona condita con olio, aglio e un trito finissimo d'acciughe. In tavola accompagna tutta la cucina tipica del territorio, insieme col Groppello.

    Fonte: hotelportadelsole.it/olio

Pagina 7 di 10 PrimaPrima ... 345678910 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Olio 31
    Di vivalitalia nel forum Medicine naturali
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 13/07/2016, 19:00
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01/04/2010, 00:15
  3. L'olio di colza.
    Di frederika nel forum Alimentazione
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 01/04/2010, 00:01
  4. Olio extravergine di oliva
    Di dingoman nel forum I love shopping
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 02/12/2009, 19:59
  5. Olio d' oliva , help!
    Di ulisse69 nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 29/03/2008, 00:35

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online