Ciao a tutte!

oramai credo che sia la linea comune di tutte le ostetriche... spazio all'allattamento a richiesta! Quindi al primo ueeeeee ueeeeee i nostri piccolini andrebbero nutriti. Il che è molto romantico e tenero, rafforzerà sicuramente il legame fra mamma e bambino, ma diventa una tortura se il pargolo in questione si lamenta spesso.

io un giorno ho allattato Francesca 16 volte! dopodiché, presa dallo sconforto, mi sono convinta che questa storia dell'allattamento a richiesta fosse un po' una moda e ho chiesto un po' in giro.
E qui s'è aperto un mondo:
stando alla leche league, i maggiori promotori del metodo, il bambino va nutrito a ogni sua richiesta, non è contemplato il fatto che il bambino possa lamentarsi anche per altro, o aver semplicemente voglia di ciucciare. Come interpretare i pianti, ovviamente, non è spiegato .
le poppate dovrebbero essere tra le 8 e le 12... e se poi sembra volerne di più che si fa?

interpellando varie ostetriche ho scoperto che... "sì allattala quando richiede, ma fai passare almeno 2 ore"..."no anzi, fai passare almeno 3 ore"..."dalle il ciuccio e quando lo sputa dalle da mangiare"..."sì sì, a richiesta, ma massimo 10 volte al giorno!"
Insomma, una gran confusione! Perciò ho fatto da me e cerco di dare a Francesca un minimo di regole, in modo da non sovraccaricare il suo apparato digerente... ma è un metodo del tutto empirico!

Voi che ne pensate dell'allattamento a richiesta? Siete riuscite a portarlo avanti fino a che i vostri bimbi si sono regolarizzati o avete fatto un po' di testa vostra come me?

Ciao, ciao
Lucrezia