Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 2 di 153 PrimaPrima 1234561252102 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 3053

Discussione: Candida Albicans (seconda parte)

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    L’ecosistema vaginale

    La regione vaginale è colonizzata da un’abbondante flora batterica, dove coesistono in perfetto equilibrio diverse specie di microrganismi aerobi e anaerobi.

    L’ecosistema vaginale è influenzato dal livello di estrogeni, dal pH vaginale, dalla composizione del microfilm che riveste la vagina e dall’attività sessuale.

    La produzione di estrogeno tipica dell’età puberale induce la formazione di uno strato superficiale di cellule a livello dell’epitelio squamoso della vagina contenenti un’abbondante quantità di glicogeno.
    I lattobacilli utilizzano il glicogeno, producendo acido lattico ed acido acetico con conseguente sviluppo di un ambiente acido ( pH = 4-4.5 ).
    Di conseguenza, la flora batterica vaginale, con prevalenza di lattobacilli, rappresenta un’importante forma di difesa della mucosa vaginale.

  2. # ADS
    Candida Albicans (seconda parte)
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Il variare dei livelli di estrogeni

    durante il ciclo mestruale modifica la concentrazione di lattobacilli ( maggiore durante il ciclo mestruale e minore durante la fase luteale ) e ciò fa sì che si abbia un aumento dell’incidenza di vaginosi batteriche in fase post-mestruale.

    L’effetto esercitato dalla debole fluttuazione dei livelli di progesterone favorisce le infezioni da Candida e da Chlamydia.

    Il pH inferiore a 4.5 riduce lo sviluppo della Gardnerella vaginalis, mentre valori di pH superiori a 4.5 favoriscono l’invasione di patogeni saprofiti.

    I fattori che possono alterare il pH a livello della vagina sono: i bassi livelli di estrogeni, il sangue mestruale, le abitudini sessuali, il liquido seminale e il numero di partner sessuali.

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    effetto protettivo

    Un ulteriore effetto protettivo viene esercitato dalla secrezione fisiologica di muco, dal microfilm biologico, dall’aumento del volume dei cuscinetti adiposi labiali, dall’avvicinamento delle piccole labbra, dall’avvicinamento delle pareti vaginali che presentano pliche.

    Tra questi fattori esiste una stretta relazione e minimi squilibri possono favorire l’innescarsi di un processo infettivo.

    Le vulvovaginiti maggiormente osservate in età adolescenziale sono le candidosi ( 51.3% ), seguite dalle vaginosi batteriche ( 19.7% ), Trichomonas vaginalis ( 6.7% ), forme batteriche aspecifiche ( 6.1% ), vulviti non infettive ( 3.5% ).

    Per approfondire cliccare qui:
    Ultima modifica di francyfre; 14/12/2011 alle 14:41

  5. Registrato da
    07/02/2006
    Messaggi
    12

    Occhiolino Variazione PH

    Grazie Anna e Sammy per le risposte!

    Erano settimane che cercavo su internet per capire nel dettaglio la variazione del PH in base al momento del ciclo: avevo già letto quasi tutto quello che hai postato ma uno dei messaggi (quello più dettagliato) è proprio quello di cui avevo bisogno!!!!
    Ora vado a studiarmelo con calma!
    A parte lo stress sono infatti convinta che nel mio caso la maledetta torni a causa del mio ciclo irregolare (42 gg circa)!

    Comunque mi conforta tanto sapere che ce l'hai fatta e che la perseveranza e una vita sana guariscono!!!

    Sammy, come hai fatto a farti fare il vaccino? Avevo capito che era ancora in sperimentazione!
    Posso chiederti che tipo di vaccino hai fatto?

    Grazie mille a tutti,
    Simo
    Ultima modifica di anna1401; 18/06/2008 alle 17:05

  6. Registrato da
    07/02/2006
    Messaggi
    12

    Domanda

    Ciò su cui mi resta il dubbio è (come leggo anche nell'ultimo post di Anna):

    "Il pH inferiore a 4.5 riduce lo sviluppo della Gardnerella vaginalis, mentre valori di pH superiori a 4.5 favoriscono l’invasione di patogeni saprofiti."

    Siamo sicuri quindi che il bicarbonato faccia bene?
    Forse nella fase acuta??!!!

    Simo
    Ultima modifica di anna1401; 18/06/2008 alle 17:06

  7. Registrato da
    26/04/2005
    Messaggi
    282

    x simo vaccino a Udine

    dunque simo il vaccino che ho fatto io non è in sperimentazione ma lo fanno da 10 anni e ora solo al laboratorio di microbiologia dell'ospedale di Udine.

    Ne ho parlato in maniera dettagliata nei vecchi post. cmq devi andare a Udine a fare un prelievo del secreto vaginale quando hai la candida.
    Poi da lì ti preparano un autovaccino suddiviso in 4 dosi che mi hanno spedito.

    Gli effetti si intravedono dopo circa 2 mesi di terapia.
    nel frattempo ti viene data una crema vaginale che preparano loro che è davvero miracolosa x la candida, e devi fare delle lavande con acqua borica prima del ciclo e dopo eventuali rapporti col patner.

    io ho fatto l'ultima dose a gennaio e non mi è più tornata la candida ma sappi che il vaccino non la leva x sempre ma riduce di molto le ricadute magari a 3- 4 all'anno e non funziona su tutte le donne.

    se sei interessata posso poi darti il num del medico che se ne occupa e puoi parlarne con lui è molto disponibile.
    in bocca al lupo. ciao
    Ultima modifica di anna1401; 18/06/2008 alle 17:08

  8. Registrato da
    16/01/2006
    Messaggi
    22
    grazie anna! in effetti mi sembra un buon consiglio quello di fare un test tradizionale x le intolleranze e confrontarli, mi informerò di +!

    per quanto riguarda la demoralizzazione direi che è scomparsa era un momento così,e comunque se vogliamo vederla da un altro punto di vista sto imparando a fare tante ricette nuove e non x questo cosi disgraziate come si possa pensare, specie con il pesce...! e in più la bellezza di non avere la "maledetta" da natale ormai...

    Anna ha proprio ragione ragazzi, tenere alto l'umore è importante davvero, pensate che tutto serve al totale ripristino delle condizioni normali del nostro organismo, dopo di allora la candida per noi sarà solo un nome di donna(che peraltro non auguro a nessuno!) ...e se questo vi sembra poco...

    Avrei un altra questione da porre a tutte voi e cioè se ne sapete nulla di un composto chiamato KUZU che serve come addensate in cucina al posto delle uova. un bacione!!
    Ultima modifica di anna1401; 18/06/2008 alle 17:09

  9. Registrato da
    16/01/2006
    Messaggi
    22
    ...dimenticavo che il kuzu rende alcalino l'ambiente intestinale...

    ciaoooooooo
    Ultima modifica di anna1401; 18/06/2008 alle 17:11

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    alcuni chiarimenti sulle variazioni di PH

    Per simo: usare il bicarbonato nelle fasi acute, serve per cercare di innalzare leggermente il valore troppo acido che si è creato nell'ambiente vaginale.

    Ecosistema vaginale (pagina della dr.saa Grazziottin)

    In età fertile, il germe dominante che regola la sua salute e la capacità di difendersi - entro certi limiti - da altri germi invasori è il bacillo di Döderlein, la cui presenza dipende dagli estrogeni (i principali ormoni femminili - n.d.r.). Parlare del Döderlein al singolare, tuttavia, è una semplificazione: in realtà si tratta di una popolazione batterica di germi variegata, che elabora il glicogeno, uno zucchero complesso che sovrintende alla produzione di acido lattico. È proprio grazie all'acido lattico che il pH vaginale si mantiene intorno a 4, un valore corretto per garantire una convivenza pacifica dei germi che popolano la zona. Quando gli estrogeni scarseggiano o sono assenti, o ancora quando l'ecosistema vaginale è alterato, il pH vaginale sale a 5 o 6: un problema è in agguato!
    Ultima modifica di anna1401; 18/05/2018 alle 19:01

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    continua

    la stipsi, o costipazione (meno di quattro evacuazioni alla settimana), facilita l'alterazione degli ecosistemi vulvare e vaginale.
    Anche il liquido spermatico, che ha pH 7.39, se abbondante e/o frequente potrebbe alterare il pH vaginale e causare irritazione vestibolare. L'alterazione del pH vaginale e vulvare, lo squilibrio degli ecosistemi, "l'effetto serra" genitale e la maggiore vulnerabilità della mucosa infiammata e microtraumi genitali possono concorrere a causare la vestibolite vulvare.
    [B][U]
    Per approfondimento cliccare qui:
    Ultima modifica di francyfre; 14/12/2011 alle 14:40

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    L'età fertile

    L’azione estrogenica rende le mucose ipertrofiche e ricche di glicogeno, situazione che favorisce la popolazione dei lattobacilli. Questi microrganismi determinano l’acidità del pH vaginale, che si attesta intorno a 4,4. Durante il flusso mestruale in genere l’acidità tende ad abbassarsi lievemente, per il "lavaggio" operato dalle mestruazioni. I giorni immediatamente successivi al ciclo sono per questo leggermente più a rischio di infezioni.
    Ultima modifica di francyfre; 14/12/2011 alle 14:40

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Gruppi a rischio

    Forti variazioni ormonali, per esempio in gravidanza e in menopausa, sono tipiche di alcune fasi della vita della donna e costituiscono fattori che possono favorire l'insorgere delle infezioni vaginali.

    In gravidanza, ad esempio, con l'aumento degli estrogeni e del progesterone, aumenta anche la quantità di glicogeno nelle cellule della vagina: questa concentrazione di zucchero rappresenta un terreno particolarmente favorevole per lo sviluppo dei germi.
    Durante la gestazione è molto importante curare tempestivamente le infezioni, poiché possono causare un parto prematuro. I virus e i batteri, infatti, passando dalla vagina all'utero, possono infettare il liquido amniotico e provocare la rottura anticipata della placenta ("rottura delle acque")

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    continua

    Dopo la menopausa la causa che favorisce l'insorgere delle infezioni è la diminuzione della mucosa vaginale, dovuta alla carenza di estrogeni, con assottigliamento delle pareti, scomparsa dei lattobacilli e conseguente ph più elevato. A volte si tratta solo di fenomeni legati ad un alterato stato nutritivo dell'organismo dovuto a insufficiente apporto alimentare, senza alcun coinvolgimento di agenti patogeni, quindi è inutile e dannoso trattarli con antibiotici.

    per approfondimento cliccare qui: [url]http://www.angelini.it/cgi-bin/portal/portal/ep/browse.do?channelId=-
    Ultima modifica di francyfre; 14/12/2011 alle 14:42

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Smile informazioni sul KUZU

    È l'estratto, ricco d'amido, della radice di Pueraria, viene utilizzato nella cucina macrobiotica come addensante per dolci, budini e zuppe. Svolge un'azione curativa per l'apparato intestinale.



    Un importante amido con proprietà curative è il kuzu che si presenta in blocchetti solidi e che, combinato con sciroppo d'acero e succo di limone, è utile nei casi di influenza o di sintomi influenzali.
    Il kuzu viene da sempre utilizzato nella medicina orientale sia per le sua qualità di addensante per zuppe e budini, sia per le sue proprietà antiacide e protettive della mucosa gastrica (acidità di stomaco, bruciore, gastrite, pesantezza).
    1 cucchiaino di kuzu sminuzzato in acqua a freddo, 2 volte al giorno, per i bruciori di stomaco. Come addensante aggiungere in cottura fino al raggiungimento della densità desiderata.


    Bevete anche durante la giornata un decotto di kuzu, un amido che protegge le pareti dello stomaco e dell’intestino. Utilissimo anche in caso di diarrea, il Kuzo, è un alimento e non un prodotto erboristico. Di norma si acquista presso i centri di alimentazione naturale.
    Ultima modifica di francyfre; 14/12/2011 alle 14:42

  16. Registrato da
    24/10/2005
    Messaggi
    21
    grazie anna per tutte queste informazioni.....

  17. Registrato da
    07/02/2006
    Messaggi
    12

    Occhiolino per sammy - vaccino

    Grazie Sammy per le interessanti informazioni sul vaccino che hai provato.
    Quello che mi hai descritto lo conoscevo, anche se non sapevo in dettaglio di cosa si trattasse.
    In questo periodo mi sento un pò meglio grazie all'erboristeria ma in caso di 'crisi' il numero del doc di cui mi parlavi mi potrebbe essere mooolto utile!
    Saresti così gentile da potermelo dare?

    Io avevo sentito parlare di un vaccino ricavato da un alga in fase di sperimentazione da quest'inverno e pensavo si trattasse di quello!
    Ne hai sentito parlare? Che ne pensi?

    Simo
    Ultima modifica di anna1401; 18/06/2008 alle 17:12

  18. Registrato da
    07/02/2006
    Messaggi
    12

    Smile per Anna

    Anna se una fonte inesauribile di informazioni!
    Domani vado a fare un tampone con antimicogramma... vediamo un pò che cosa ci dice!
    Da quello che leggo gli ormoni laggiù fanno bei guai! Farò caso a tutti i cambiamenti durante il ciclo!

    Ti posso chiedere da quanto soffrivi di candida recidivante e quanto ci hai messo a debellarla?

    Simo

  19. Registrato da
    07/02/2006
    Messaggi
    12

    Messaggio variazioni PH

    Qui ho trovato spiegazioni dettagliate ed ottimi schemi. (non solo nella pagina specifica del link!)

    Simo
    Ultima modifica di francyfre; 14/12/2011 alle 14:42

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    per simo

    GRAZIE SIMO! Ottimo lavoro, bel link!

    Dunque, per rispondere alle tue domande:
    Ho avuto disturbi da candida per parecchi anni, circa una ventina, e mi hanno sempre curata solo localmente. Ho incominciato con sporadici episodi di cistite che poi man mano col tempo si sono intensificati. Ho dovuto assumere parecchi antibiotici per tenerli sotto controllo e da lì ho incominciato ad avere la candida, che anche questa con l’andar del tempo diventava sempre più insistente e recidivante.
    Quando sono arrivata al punto che il mio organiscmo non sopportava più medicinali, mi sono decisa a dare una svolta alla mia situazione buttandomi nelle cure naturali. Quelle convenzionali le avevo già provate e senza sucesso, non mi rstava altro che cambiare vedute... Ho provato a guardare la situazione da un altro punto di vista e mi sono detta: “forse non serve solo bloccare i sintomi aggredendo il corpo con medicinali potenti che indeboliscono il fisico, ma forse è meglio rinforzare il corpo così è in grado di resistere alle aggressioni delle malattie...”
    E con queste riflessioni, mi sono affidata ad una brava dottoressa specializzata in naturopatia indicatami da una mia amica

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    continua

    Di fatti, mi ha disintossicata, curata e riequilibrata lentamente, un po’ alla volta, perchè la natura richiede i suoi tempi, ci avevo messo anni per intossicarmi e non bastavano pochi giorni o mesi per disintossicarmi! Mi ha ripulita a “strati” mi ha spiegato proprio così!
    Dapprima ho avuto ancora qualche ricaduta, ma notavo che man mano diventavano sempre più leggere e diradate, fino a sparire, finalmente!
    Dunque, in totale ci avrò messo un buon annetto di cure; di preciso non si può dire perchè: si incomincia a vedere i primi risultati positivi, e il morale incomincia a risalire vertigginosamente, ma poi subentra una qualche ricaduta... e lì di colpo il morale va in cantina.... poi si risale lentamente, ci si rincuora un po’ intravvedendo ancora una speranza... poi zac, un’altra ricaduta, però più leggera... e allora si incomncia a pensare “forse sto migliorando, i sintomi riesco a sopportarli meglio”.. e da lì si risale col fisico e col morale fino ad arrivare ad un certo punto che.... ci si accorge di non aver avuto più nessuna ricaduta per parecchio tempo, e allora si pensa “ sono guarita”!

Pagina 2 di 153 PrimaPrima 1234561252102 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Topamax-Topiramato ( seconda parte )
    Di diana1 nel forum Le cefalee
    Risposte: 162
    Ultimo Messaggio: 28/08/2019, 00:27
  2. Candida Albicans (terza parte)
    Di anna1401 nel forum Candida Albicans
    Risposte: 3495
    Ultimo Messaggio: 10/07/2019, 00:14
  3. milano seconda parte
    Di parisi nel forum I love shopping
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06/02/2009, 14:37
  4. Candida Albicans (prima parte)
    Di anna1401 nel forum Candida Albicans
    Risposte: 1783
    Ultimo Messaggio: 08/09/2007, 10:44
  5. Che delusione..........( seconda parte)
    Di zack nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 13/04/2006, 13:26

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online