Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 29

Discussione: (indice e riepilogo) Candida - COS'E' ?

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Domanda (indice e riepilogo) Candida - COS'E' ?

    Riepilogo di quanto è stato detto fin ora nella discussione sulla Candida Albicans.

    La Candida è un MICETE, ovvero un FUNGO, appartenente all'ordine degli Pseudolieviti. Forma colonie bianche e pastose e si riproduce tramite filamenti detti IFE.
    La Candida Albicans e' un normale saprofita (ossia utilizza come nutrimento la sostanza organica in decomposizione) del cavo orale, del tratto gastro.intestinale e della vagina; raramente si trova anche su cute normale . Può occasionalmente diventare patogena per diversi motivi.

    La Candida vive nell'intestino sottoforma non patogena di LIEVITO, (detta "candida buona") e svolge un ruolo importante nella metabolizzazione degli zuccheri.
    Se l'ambiente in cui vive diventa molto favorevole alla sua crescita (per svariate cause), questo LIEVITO si trasforma in forma patogena di MICETE (fungo), e incomincia a riprodursi velocemente emettendo dei filamenti dette IFE con le quali può insinuarsi tra le cellule dei tessuti.
    L'eccessiva crescita di questo fungo dà origine alla CANDIDOSI
    Ultima modifica di anna1401; 13/02/2014 alle 14:55

  2. # ADS
    (indice e riepilogo) Candida - COS'E' ?
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Nel nostro intestino vivono circa 400 diverse specie di microrganismi; tra questi i funghi, che, a loro volta, comprendono le muffe e i lieviti. Di tutti i ceppi di lieviti che abitano il corpo umano, il più prolifico è la Candida , che trova nell'ambiente caldo e umido del tubo digerente, dalla bocca all'ano, un luogo ideale per la crescita e lo sviluppo. Altre sedi favorite sono gli organi escretori del sistema urinario e gli organi genitali femminili. Anche le pieghe della cute, come quelle a livello inguinale, ascellare, intergluteo, sottomammario, rappresentano sedi molto gradite al fungo.

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Che cos'è un fungo?

    La famiglia dei funghi include muffe e lieviti. I lieviti sono dei funghi unicellulari di dimensioni comprese tra i 4 ed i 6 micron, che si moltiplicano molto rapidamente in un ambiente acido (ph = 4), ricco di zuccheri ed amidi.
    Queste muffe crescono dalle dimensioni di un grano di miglio e vengono definite spore, fino a sviluppare dei lunghi filamenti denominati hiphae.
    Una cellula madre può formare numerosi tralci che possono indirizzarsi in tutte le direzioni, fino a quando poi il bocciolo madre diviene di volume così importante da strangolarsi e separarsi dalla cellula madre stessa per formare un'ulteriore cellula figlia.
    Si tratta di semplici piante carenti di clorofilla che vivono da saprofiti cibandosi indifferentemente sia di materia vivente che morta.
    I lieviti sono organismi monocellulari che si riproducono per scissione e possiedono enzimi capaci di convertire lo zucchero in etanolo (alcol).

    Tale processo definito fermentazione provoca il rilascio di ossido di carbonio (CO2).
    Nel processo di panificazione per esempio il pane si rigonfia a causa della produzione di questo gas. Altri prodotti del metabolismo fermentativo del fungo sono tre molecole dal nome altisonante: l'acido citrico, l'acido ossalico, e l'acido butirrico.
    Nell'intestino sano, adeguati quantitativi di quest'ultimo acido grasso, l'acido butirrico, sono prodotti dall'azione di alcuni batteri sulle fibre provenienti dalla dieta.

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    La mucosa dell'intestino possiede alcune cellule tra le più veloci nell'accrescimento e l'acido butirrico fornisce ingenti energie indispensabili per far fronte a tale esigenza e nei casi patologici per perseguire più rapidamente la guarigione.
    Bassi livelli di acido butirrico predispongono all'insorgenza di malattie intestinali in soggetti predisposti.

    I funghi producono spore che a loro volta possono produrne altre ancora; è inoltre possibile per questi microorganismi la disseminazione con il vento.
    I funghi sono ubiquitari: li troviamo nel nostro organismo, nel terreno, nell'aria; alcuni sono utili per la digestione, per la cucina domestica, per la panificazione, per produrre antibiotici; altri ancora sono responsabili di patologie negli esseri umani, negli animali e nelle piante.
    E’ solo la Candida che può causare problemi? Assolutamente no.
    Sono noti ben oltre 250 tipi di lieviti diversi di cui almeno 140 possono vivere in simbiosi sull'uomo. Di questi, almeno una settantina sono capaci di essere patogeni, ovvero dannosi, per l'essere umano.
    Allorché l'organismo viene indebolito dall'accrescimento eccessivo di Candida a livello intestinale, allora ben altri funghi possono attecchire sul terreno individuale indebolito e provocare l'incremento della virulenza di alcuni batteri o virus potenzialmente pericolosi.

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Tipi di candidosi

    La candidosi è definita cutanea, orale o genitale, in relazione alla regione del corpo che viene interessata dalla micosi.

    La candidosi cutanea si localizza soprattutto nelle aree particolarmente calde ed umide del distretto cutaneo, per esempio le ascelle, l'inguine, le pieghe mammarie, le pieghe glutee e gli spazi interdigitali. Inoltre, può interessare anche le unghie delle mani e dei piedi. Si manifesta, in genere, con eritema, essudazione e desquamazione.

    La candidosi del cavo orale è particolarmente frequente nei lattanti (mughetto) ed è caratterizzata dalla formazione di placche bianche e cremose sulla mucosa infiammata della bocca, della gola e della lingua.

    La candidosi degli organi genitali provoca nella donna una vulvo-vaginite caratterizzata da un'infiammazione della regione vaginale accompagnata da prurito, perdite vaginali biancastre dalla consistenza simile alla ricotta, bruciore e, talvolta, dolore durante l'emissione dell'urina e nei rapporti sessuali. Nell'uomo la micosi può causare una balanite o una balanopostite caratterizzata dalla comparsa sui genitali di eritema e pustole con secrezione di materiale biancastro e prurito intenso.

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Vari tipi di Candida

    Candida albicans
    La C. albicans si diffonde in modo ubiquitario. Nei tessuti si trovano le blastospore e i miceli. Ancora oggi si discute su quale forma sia quella invasiva; a seconda del tipo di acetosi e di inquinamento dei liquidi tessutali colonizzati, varia il tipo di candida che vi si insedia, tutte le forme sono in grado di invadere.
    Un ulteriore criterio di differenziazione è la divisione in sierotipi A, B e C. In Europa si trova per il 95% il sierotipo A e solo per il 5% il sierotipo B.
    La Candida albicans provoca circa il 90% di tutte le micosi da Candida e negli ultimi anni vi sono delle indicazioni che lo spettro dell’agente patogeno si sta ulteriormente spostando. La C. albicans presenta la maggiore aderenza alla mucosa rispetto agli altri tipi di Candida.

    Candida tropicalis
    La C. tropicalis è meno patogena della C. Albicans, forma delle ife e pseudoife e necessita di più ossigeno rispetto alla C. Albicans.
    L’agente patogeno può proliferare sulle mucose senza che si possano osservare particolari segni di malattia.
    Compare però anche come agente patogeno di endocardite fungina e Sepsis fungina.
    La C. tropicalis si trova anche in colture miste insieme alla C. Albicans ed è estremamente resistente alle terapie.

    Candida pseudotropicalis
    La C. pseudotropicalis si trova nella saliva e negli strisci di mucosa. Questo tipo di fungo porta ad un vero e proprio saprofitismo della mucosa.
    Ultima modifica di anna1401; 02/08/2009 alle 23:16

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Candida parapsilosis
    La C. parapsilosis (sinonimo C. parakrusei) si trova nelle onicomicosi e dermatomicosi, più raramente sulle mucose, ma viene sempre identificato come agente patogeno di una endocardite fungina.

    Candida glabrata
    La C. glabrata (vecchia denominazione: Torulopsis glabrata) si presenta raramente nella coltura insieme ad altri funghi e dopo la C. albicans è l’agente patogeno più frequente di infezioni fungine alle vie urinarie.
    Essa non forma psudomiceli e presenta una comunanza antigena con la C. albicans. Il germe si trova spesso come causa di micosi vaginale.

    Candida guilliermondii
    La C. guillermondii è un germe dell’aria presente ovunque
    (aria, acqua, piante) anche come agente contaminante negli alimenti.
    Può eccezionalmente metabolizzare molte fonti di carbonio.
    Il fungo è altamente patogeno, può provocare endocardite nei tossicodipendenti, setticemia dopo intervento cardiovascolare, meningite, onicomicosi e affezioni cutanee.

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Candida krusei
    La C. krusei viene isolata dalla saliva, dalle unghie, dai bronchi, dalle feci e dalla vagina.
    È presente nelle endocarditi e provoca diarrea nei bambini.
    Negli ultimi anni le infezioni da questo fungo sono aumentate.

    I nomi che vengono usualmente dati riguardo alle varie candide (Candida Albicans, krusei, glabrata, tropicalis ecc.), sottovalutano il fatto che derivano tutte da un unico capostipite il quale, quando muta geneticamente per attaccare l’ospite, diventa ora questo ora quel ceppo a seconda del tipo di intossicazione e acidosi del terreno (liquidi, extra e intracellulare) .
    Tratto da Collana medica - Named srl

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Cosa può provocare la crescita della Candida?

    Allorché la Candida o qualsiasi altro lievito colonizzano l'intestino, dove risiedono delle sostanze chiamate enzimi, indispensabili per digerire ed assimilare i cibi quotidiani, questa funzione fondamentale viene inibita. Ciò provoca rallentamento della digestione, intolleranze alimentari, meteorismo (aria nell'intestino) ed altri sintomi a carico del sistema digerente. L'eccessivo accrescimento di questi parassiti intestinali interferisce anche con l'assorbimento ed il metabolismo dei nutrienti essenziali: aminoacidi, vitamine e minerali.
    Tali sostanze sono determinanti per edificare cellule, ormoni, tessuti ecc. e mantenere l'equilibrio armonico dell'organismo.
    L'infezione da Candida è il motivo per il quale molte persone che seguono una dieta perfettamente bilanciata ed equilibrata possono presentare ciononostante deficienze dei principali nutrienti, evidenziabili con lo studio dell'età biologica cellulare attraverso la valutazione quantitativa degli antiossidanti circolanti.

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Quando ci troviamo di fronte ad una proliferazione di Candida, possiamo osservare dei mutamenti strutturali di questo microorganismo che variano dalla forma semplice che ricorda molto l'aspetto di un uovo fritto, denominata blastospora, ad una forma molto più complicata ed invasiva caratterizzata da tentacoli in accrescimento, denominati hiphae, capaci di penetrare come rami di un'edera attraverso le pareti intestinali alterandone la permeabilità selettiva, predisponendo l'organismo ad infezioni ed allergie
    Questa situazione consente alle tossine (incluso l'alcool) elaborate dalla Candida di circolare liberamente e di raggiungere i più disparati distretti corporei colonizzandoli a loro volta e sviluppando ulteriori infezioni.
    Cercare di mantenere in equilibrio perfetto il corpo, con alimentazione sana e comportamenti corretti, equivale a tenere sotto controllo le malattie.

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    I lieviti della nostra flora intestinale possono causare disturbi?

    lieviti per lo più vivono in simbiosi con il corpo umano e sono organismi microscopici che si moltiplicano velocemente quando si trovano in un ambiente acido e ricco di zuccheri. Si riproducono dividendosi, si nutrono di materiale vivente e non, purchè sia presente dello zucchero (sotto forma di glucosio o di amido), che viene digerito da particolari enzimi producendo energia e, come prodotti di scarto, alcool e diossido di carbonio (CO2). È proprio la liberazione di questo gas che consente il rigonfiamento (lievitazione) del pane, mentre nell'industria vinicola è la parte alcolica della reazione a produrre il risultato desiderato per la fermentazione del vino o dell'aceto. La principale occupazione per questi funghi non è certo quello di disturbare l'uomo, con cui preferiscono convivere in modo saprofitico. Non solo, in un organismo equilibrato i funghi esercitano l'utile funzione di aiuto nella rimozione e nel riciclaggio di detriti e sostanze di scarto.
    I funghi hanno piuttosto i loro problemi di convivenza con le altre specie di microrganismi (altre specie di funghi o flora batterica) che abitano lo stesso territorio: l'elevato numero di specie in uno spazio necessariamente limitato impone una competizione per l'occupazione dello spazio e l'approvigionamento del cibo. Il sistema immunitario dell'organismo gioca un ruolo chiave nel far sì che le varie popolazioni trovino un loro equilibrio di pacifica convivenza che non provochi danno all'organismo ospite.

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Come gli altri lieviti, la Candida non è patologica per l'uomo in condizioni di normale benessere, ma quando la stabilità e l'efficienza del corpo e del suo sistema immunitario sono alterate, quando il corpo è troppo esausto per mantenere una condizione di equilibrio, la proliferazione fungina supera le indebolite barriere di difesa umane e può causare diversi stati di malattia.

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Quali disturbi può causare la candida?

    L'iperproliferazione della Candida può determinare disturbi localmente, ma anche a distanza, perchè il fungo è in grado di produrre delle tossine che entrano nella circolazione sanguigna e agiscono sui diversi apparati e sistemi. I sintomi evidenti sono quelli a livello anale, vaginale e intestinale: si tratta di una situazione piuttosto frequente, per cui questi pazienti cercano aiuto presso diversi specialisti, anche perchè frequentemente non viene riconosciuta la vera causa .
    La candidiasi intestinale si associa spesso a quella sindrome conosciuta come "colon irritabile": i pazienti riferiscono situazione di stipsi alternata a diarrea, dolori addominali crampiformi, senso di abnorme gonfiore addominale, meteorismo con presenza di abbondante gas nell'intestino, e un fastidioso "gorgoglio". Le feci a volte, possono contenere sangue o muco.

    A questa condizione si accompagna frequentemente quella di candidiasi ano-perianale: il paziente lamenta prurito e/o bruciore nella regione anale, a volte più evidente durante le ore notturne (il calore sotto le coperte può favorire la proliferazione dei funghi). La pelle che ricopre l'ano presenta una colorazione rosacea e lucida, mentre nei casi più gravi le aree cutanee colpite hanno un colore rosso-lampone acceso.

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Spesso la pelle è macerata e presenta numerosi piccoli taglietti, o ragadi, che causano dolore soprattutto dopo l'evacuazione; nei casi che datano da lungo tempo la pelle diviene "lichenificata", ossia più spessa della norma, e presenta lesioni da grattamento.

    A volte l'infiammazione si estende alla piega tra i due glutei o alle pieghe inguinali, spesso con vere e proprie "spaccature" della pelle. Nella donna, la distanza tra retto e vagina è breve, e spesso vi è uno scambio di lieviti in entrambi i sensi. In questi casi è possibile osservare la presenza di una secrezione cremosa, biancastra e lattescente in vagina, sulla cui superficie si possono osservare delle chiazze grigio-biancastre o delle vere e proprie ulcerazioni, che si accompagnano a sintomi come prurito, bruciore o dolore.
    Esistono poi i sintomi "a distanza", come acne, alopecia, cefalea, cistite cronica, prostatite, eczemi, faringite cronica, otite, sinusite, infezioni delle unghie, faticabilità e stanchezza cronica, irritabilità e sonnolenza.

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    candidosi e candida sistemica

    La candida può attaccare moltissimi tipi di tessuti. In ogni forma di candidosi c’è la presenza della candida intestinale. Questo fungo s’instaura nell’intestino di tutti gli esseri umani in genere poco dopo la nascita e vi rimane sempre presente. In condizioni normali è benefico, normalmente è un simbionte, quindi appartiene alla flora batterica “amica” e partecipa alla digestione degli zuccheri tramite un processo di fermentazione. Nella forma patologica invece, diventa un parassita e tramite la mucosa intestinale può entrare nel flusso sanguinio parassitando zone prevalentemente acide. In questo caso, prende il nome di candida sistemica.

    CAUSE della candidosi
    Sono molte. Dalla disbiosi ad un indebolimento dl sistema immnnitario (antibiotici, vaccini, malattie debilitanti , metalli pesanti, inquinamento ecc.) anche al contagio per via parentelare (sangue). Ci sono casi in cui tra due partner si verifica un continuo contagio reciproco tra la candida vaginale e irritazioni o dermatiti del pene, che magari si presentano solo come un senso di fastidio o di bruciore, oppure può provocare una balanopostite (numerose chiazze eritematose rosse spesso ricoperte di materiale biancastro, piccole, vellutate, lucide, localizzate al glande ed al prepuzio accompagnate da prurito e bruciore.

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Candida sistemica - SINTOMI

    Il primo sintomo della candidosi sistemica è uno stato di affaticamento anormale con concomitanza di irritabilità. Il secondo sintomo è uno stato distaccato della mente nel quale una persona può osservare cosa gli sta avvenendo, ma non può far niente per risolvere la situazione.
    L'individuo ha una grande difficoltà a concentrarsi su qualsiasi cosa; ci sono grossi problemi di memoria; prendere decisioni diventa un problema gigantesco. Il terzo sintomo è la comparsa in età adulta di allergie. All'inizio ci sono limitate allergie al cibo, poi queste diventano più intense e più numerose. L'individuo non è più in grado di tollerare alcun tipo di odore chimico.
    Altri sintomi comuni sono: gonfiore ai legamenti, prurito alla pelle, acne, occhi che bruciano e che lacrimano, infezioni ricorrenti e congestione nasale.

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Candidosi ORALE

    Aspetti clinici
    La candidosi orale presenta aspetti clinici variabili.
    Le manifestazioni cliniche principali sono:
    - la forma pseudomembranosa
    - la forma eritematosa (o atrofica)
    - la forma cronica iperplastica
    - la cheilite angolare.

    Candidosi pseudomembranosa
    La candidosi pseudomembranosa consiste in placche bianche (pseudomembrane) che compaiono specie sulla mucosa orofaringea e sulla mucosa vestibolare, sul palato e sul dorso linguale.
    Le placche hanno un aspetto circinato o tondo e sono simili alla ricotta. Con il grattamento si distaccano dalla superficie mucosa lasciando un'area sottostante eritematosa.
    Le placche sono composte da detriti, ammassi di ife e spore e cellule desquamate.
    I sintomi associati sono bruciore e sapore metallico. La candidosi pseudomembranosa si osserva specie nei bambini (mughetto) e nei pazienti sottoposti a terapia con antibiotici a largo spettro.
    Nei pazienti sottoposti a terapia antiblastica o affetti da infezione da HIV la candidosi rappresenta una delle infezioni orali più frequenti.
    Ultima modifica di anna1401; 02/08/2009 alle 23:22

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Candidosi eritematosa
    Candidosi eritematosaLa candidosi eritematosa appare soprattutto sul dorso linguale e sul palato con l'aspetto di aree rosse e può avere un'insorgenza acuta, per esempio dopo terapia antibiotica. In questi casi è associata a un intenso bruciore e perdita sulla lingua delle papille filiformi (atrofia). Tra le forme croniche di candidosi eritematosa sono da annoverare quelle associate alla protesi mobile. In questi casi si osservano aree eritematose multiple più frequenti sulle aree del palato a contatto con la protesi e sul dorso linguale. Un'altra condizione predisponente comune è il diabete. Oggigiorno anche la glossite romboidea mediana è considerata una forma localizzata di
    candidosi atrofica. Le ife della candida possono essere identificate negli strati superficiali dell'epitelio e la lesione regredisce con la terapia antimicotica.

    Candìdosi cronica iperplastica
    Questa forma di candidosi è la più rara e si riscontra quasi esclusivamente nei forti fumatori a livello delle zone di mucosa retrocommissurale. Le placche sono fortemente adese alla superficie
    mucosa e non si distaccano con lo scraping. Queste lesioni sono state definite anche come forme di leucoplachia con superinfezione da C. albicans. La diagnosi definitiva di questa forma di candidosi di solito necessita della biopsia e di colorazioni speciali come il PAS.

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Cheilite angolare (perlèche)
    Si osserva nei pazienti anziani portatori di protesi ed è caratterizzata da eritema, fissurazione e desquamazione delle commissure labiali. Nell'eziopatogenesi di questa lesione oltre alla C. albicans gioca un ruolo importante anche lo stafilococco aureo. Infatti questo germe si isola da solo o in associazione con la C. albicans nell'80% dei casi.

    La candidosi orale - Stomatite
    Infezione delle membrane mucose della bocca causata da un fungo, normalmente presente nel cavo orale, chiamato Candida Albicans che in determinate condizioni può proliferare provocando le lesioni caratteristiche. Esiste una forma di candida, chiama eritematosa, che si presenta con macchie rosse sulla lingua.
    Una forma più frequente di candida, chiamata pseudomembranosa, può presentarsi con estese placche bianche interessanti la mucosa buccale, la lingua, il palato e l’uvula. La loro rimozione lascia una superficie eritematosa e sanguinolenta.

    Fonte: odontoclinic.it CANDIDA - Stomatite bocca albicans infiammazione mucose
    Ultima modifica di anna1401; 02/08/2009 alle 23:21

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Situazioni responsabili della crescita eccessiva della candida

    Una dieta di scarsa qualità: la grande maggioranza delle persone con problemi correlati alla Candida seguono una dieta ricca di cibi contenenti zucchero. Lo zucchero può essere assunto come tale, o in cibi che lo contengono in elevata quantità, come sciroppi, marmellate, cioccolato, ma anche pane, pasta, biscotti, pizze, frutta fresca e secca o sotto forma di succo. Anche gli alcolici sono ricchi di zucchero. Il latte di mucca e i suoi derivati caseari contengono uno zucchero, il galattosio, che viene metabolizzato dall'organismo ad un'altro zucchero che nutre i lieviti.

    L'impiego di alcuni farmaci: l'uso degli antibiotici e dei chemioterapici ha contribuito notevolmente a diffondere il fenomeno della Candidiasi. La distruzione indiscriminata da parte di questi farmaci di batteri patogeni, ma anche di quelli "alleati", lascia la libertà ai lieviti, non toccati dalla terapia, di colonizzare gli ampi spazi intestinali lasciati liberi dalla normale flora batterica distrutta. Anche i farmaci steroidei (cortisone e derivati), avendo un'azione diretta di inibizione del sistema immunitario, favoriscono la comparsa di infezioni fungine.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. (indice e riepilogo) Candida - LETTURE
    Di anna1401 nel forum Candida Albicans
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 07/10/2010, 15:45
  2. (indice e riepilogo) Candida - TERAPIE
    Di anna1401 nel forum Candida Albicans
    Risposte: 61
    Ultimo Messaggio: 07/08/2008, 18:18
  3. (indice e riepilogo) Candida - CAUSE
    Di anna1401 nel forum Candida Albicans
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 03/06/2008, 16:35
  4. (indice e riepilogo) Candida - PSICOSOMATICA
    Di anna1401 nel forum Candida Albicans
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 04/12/2007, 10:34
  5. (indice e riepilogo) Candida - ALIMENTAZIONE
    Di anna1401 nel forum Candida Albicans
    Risposte: 73
    Ultimo Messaggio: 13/09/2007, 16:08

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online