Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota

Pagina 3 di 7 PrimaPrima 1234567 UltimaUltima
Risultati da 41 a 60 di 134

Discussione: Emicrania (con o senza aura) cure "alternative"

  1. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Pollice in su

    Ogni tanto si trovano notizie tipo questa che ho postato qui sopra o quella che avevi trovato tu riguardo al vaccino, che poi però è finita ...nel nulla
    Non so cosa dire....ognuno fa le sue ipotesi.....chissà però che prima o poi arriveranno a scoprire le cause reali....
    Non disperiamo Calimero.......

  2. # ADS
    Emicrania (con o senza aura) cure "alternative"
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many


     
  3. Registrato da
    03/04/2005
    Messaggi
    163

    Messaggio

    Ma il problema resta oltre che l'emi anche l'aura!!!!! Quando scopriranno qualcosa su questa nostra amica? Cmq brava Diana ottimo lavoro

  4. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Smile

    Gaetano accontentiamoci ........già non avere dolore è una gran bella cosa certo, ad essere proprio sincera.......non so cosa pagherei per non avere l'aura.....
    Il passerotto e la piccola gazza ci seguiranno nel nostro navigare
    pensa che bello vederli volare felici

  5. Registrato da
    03/04/2005
    Messaggi
    163

    Parlando

    Già e speriamo che volino alti cara Diana, lontano da pericoli vari....Cmq qui da noi siamo circondati da gazze che a volte litigano con le cornacchie, pensa che confusione qui . Oggi ho usato le compresse che ho acquistato, devo dire che hanno un sapore disgustoso , come i bambini le inghiotterò con il naso turato .

  6. Registrato da
    18/06/2005
    Messaggi
    81
    x calimero
    ho preso il libro di Raul Vergini "curarsi con il magnesio"che parla del cloruro di magnesio sono osservazioni fatte da un medico francese tale Pierre Dalbett nei primi del 900 e tradotte in italiano.
    La cosa più fastidiosa è ingurgitare circa 3 grammi al giorno di cloruro...vi assicuro che ha un gusto terribile.
    Comunque è molto interessante

  7. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,609

    Occhiolino

    Infatti nel sito che ho trovato io,parla di prepararlo in una brocca,e di berne 2 tazzine da caffè al giorno....con un poco di arance o limone spremuto.Deve essere di 33gr per litro....anche in questo sito consigliano le compresse,che si chiamano SANTIVERI....produtt ore IBERSAN.....ma io parlo di cloruro di magnesio....ciao....
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  8. Registrato da
    18/06/2005
    Messaggi
    81
    x Diana
    ho visto che hai trovato un articolo del dott. D'Andrea
    D'Andrea è stato il mio ultimo neurologo ,
    non sapevo fosse diventato così famoso.
    Se in futuro avete intenzione di andare ad Este per farvi visitare passate a salutarmi
    ciao

  9. Registrato da
    18/06/2005
    Messaggi
    81
    Dopo le prime assunzioni di carbonato di magnesio ho provato il cloruro di magnesio in polvere ,
    dopo un pò di tempo che lo prendevo l'emicrania è riaffiorata
    e sono ripassato al carbonato e sto da Dio.
    In ogni caso leggo di molte persone che lo usano con ottimi risultati

  10. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Messaggio Un'analisi del sangue per stabilire il tipo di mal di testa

    Un esame del sangue può stabilire se il dolore che proviamo è un vero mal di testa oppure qualche altro disturbo.
    Sono state soprannominati i "tre moschettieri" elusivi le amine responsabili di forme specifiche di mal di testa.
    Le Amine Eusive sono così chiamate perché sono sempre sfuggite ad ogni indagine di laboratorio. Esse sono realmente implicate nel mal di testa e non solo nell'emicrania, ma anche nella cefalea a grappolo, tristemente nota come cefalea da suicidio, dove la loro concentrazione sale di quasi dieci volte e ciò spiegherebbe anche perché questa cefalea si accompagna a tutto un corteo di sintomi vegetativi (lacrimazione, congestione e gocciolamento nasale, arrossamento oculare, ecc. ) che l'emicrania non ha .
    Grazie a una metodica sviluppata da Giovanni D'Andrea (appena eletto Presidente ANIRCEF) basta un prelievo sanguigno, per individuarle nel plasma e nelle piastrine.
    Si tratta dell'Octopamina e la Sinefrina, trasmettitori nervosi importantissimi negli invertebrati e che, finché non furono individuate qualche anno fa anche nell'uomo, sembravano presenti solo in piccole tracce negli animali superiori dove finivano per essere indicate addirittura col termine di Falsi Neurotrasmettitori.
    L'octopamina invece si concentra soprattutto nell'ipotalamo e nel locus coeruleus del cervello dell'uomo.
    segue

  11. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    Le ultime ricerche di D'Andrea hanno completato il gruppo con la Tiramina, ben più nota e risultata implicata soprattutto nella cefalea a grappolo. E' soprattutto in quest'ultimo mal di testa, ancor più che nell'emicrania, che si rilevano alterate concentrazioni di queste sostanze nelle cellule nervose e queste alterazioni si osservano parallelamente anche nelle piastrine circolanti nel sangue, che, dal punto di vista biochimico, sono un po' lo specchio dei neuroni cerebrali: ecco perché basta un prelievo per vedere, di riflesso, cosa succede nei processi biochimici cerebrali. Le tre amine elusive alterano l'attività dei circuiti della serotonina, il neurotrasmettitore finora universalmente riconosciuto come principale imputato nel mal di testa.
    Lo ha spiegato Giovanni D'Andrea, direttore dal Centro Cefalee e Comorbidità del Dipartimento di Patologia Clinica dell'Ospedale Este-Monselice, che molti ricorderanno per la stretta collaborazione con Kenneth Michael Anthony WELCH dell'Henry Ford Center di De****t e oggi Presidente della Finch University della Chicago Medical School, che, già nell'80, aveva segnalato la possibilità di un legame fra amine elusive ed emicrania e anch'egli presente al congresso di Monza con uno studio che conferma l'accumulo di ioni ferro nel grigio periacqueduttale degli emicranici da lui individuato qualche anno fa.
    segue

  12. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    Queste amine possiedono propri recettori specifici denominati TARS (cioè trace amine receptors) concentrati soprattutto nelle aree cerebrali chiamate amigdala e ipotalamo.
    Progettando farmaci capaci di agire su questi recettori, così come oggi i noti antiemicranici chiamati triptani vanno ad agire sui recettori della serotonina, si apre una nuova era nella lotta al mal di testa perché si potranno correggere meccanismi ancora più a monte dell'alterazione della serotonina. E come sempre, più si agisce a monte, migliore è l'effetto che si ottiene.
    Lo studio di D'Andrea sarà pubblicato sul prossimo numero di Neurological Sciences.

  13. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,609

    Pollice in su

    mA è STUPENDA QUESTA NOTIZIA.Ulteriore prova che si cerca di risolvere l'emicrania,e le cefalee.Questa notizia non l'avevo letto....interessant issima.Spero che anche i nostri centri,riescono ad aggiornarsi.Tutto dipende anche dei fondi disponibili.
    Grazie Diana!!
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  14. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Pollice in su

    Calimero come vedi c'è chi sta lavorando per noi, quindi non bisogna perdere le speranze ma avere fiducia Sai che il dott. D'Andrea era il neurologo di P1n0 ? Come va tua figlia ?

  15. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Pollice in su La Medicina Biologica

    Il termine "Medicina Biologica" è stato coniato negli anni '90 per sostituire termini ormai inadeguati riguardanti un certo tipo di medicina detta "alternativa" o "naturale" o anche "non convenzionale".

    La Medicina Biologica comprende un insieme di metodiche, sia in campo diagnostico che terapeutico, il cui principio guida è la salvaguardia del "biosistema uomo" ed ha l'obiettivo di curare sostenendo e ripristinando le capacità di guarigione proprie della persona, rispettandone l'equilibrio e l'integrità.

    La Medicina Biologica considera i disturbi e le malattie reazioni dell'organismo necessarie ed utili per riequilibrare lo stato di salute; ogni sintomo patologico è considerato come un "segnale d'allarme" necessario per comprendere le reali cause della malattia che sono associate a componenti non solo fisiche della persona, ma anche psicologiche ed ambientali.

    Nel fare ciò la Medicina Biologica integra tutte le discipline di cui dispone con gli strumenti diagnostici convenzionali: in quest'ottica la vecchia distinzione tra medicina alternativa e medicina convenzionale non ha più senso in quanto la vera differenza è rappresentata dall'approccio al paziente, che non è più considerato come un caso clinico, ma come una persona in cui sintomi vanno capiti, interpretati e curati alla radice più che soppressi.

  16. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    La medicina, ovvero "la scienza delle malattie e l'arte del guarire", solo recentemente è stata interpretata come scienza biologica e non più come scienza esatta. L'uomo, da una somma di elementi materiali misurabili e classificabili, viene promosso a individuo con la propria complessità biologica e un destino comune con un proprio ambiente. Infatti, nel corso degli ultimi due secoli, i medici e gli scienziati hanno cercato di oggettivare la salute e la malattia, che invece sono aspetti soggettivi ed individuali, dimenticando l'origine e il fine della medicina stessa: l'uomo.

    Eppure il medico della Grecia antica aveva una visione olistica, cioè globale, del malato ed era convinto che la salute del corpo fosse strettamente legata a quella della mente: "il grande errore dei medici del nostro tempo: tenere l'anima separata dal corpo", diceva Platone.

    Nell'ottica della medicina moderna, le malattie sono studiate in base ai sintomi e gli individui sono considerati classificazioni numeriche estrapolate da dati statistici, riducendo la persona ammalata ad un elemento di casistica e non riconoscendo come scientifico il singolo caso osservato.

  17. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    segue

    Nello studio della vita e degli esseri viventi si fa l'errore metodologico di trasformare la complessità dei sistemi biologici in semplici grandezze matematiche con il paradosso di ritornare ai sistemi complessi rielaborando statisticamente dei dati matematici.

    Nella realtà, alla medicina sono collegate non solo le leggi della chimica e della biochimica, ma tutte le leggi universali, dalla fisica alla meccanica quantistica: infatti l'esplorazione del mondo atomico e subatomico ha indotto una revisione dei vecchi modelli della fisica a favore di modelli nuovi in cui il mondo fisico viene considerato come un insieme integrato piuttosto che come una serie di parti separate.

    Con l'approccio meccanicistico e analitico dei secoli passati, da Newton in poi gli scienziati avevano creduto che tutti i fenomeni della fisica potessero essere ridotti alle proprietà di particelle materiali rigide e solide.

  18. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    La fisica quantistica invece ci mostra che non è possibile scomporre il mondo in unità elementari indipendenti l'una dall'altra e che il mondo naturale appare come una trama complessa di relazioni tra le varie parti di un tutto unificato.

    In contrapposizione all'approccio analitico, il pensiero sistemico della fisica moderna non si concentra quindi solo sull'analisi dei mattoni elementari che compongono un sistema, ma pone il sistema in un insieme integrato che non può essere compreso attraverso la sola analisi.

    Tutto ciò è quanto mai valido anche in campo medico: infatti, per rapportarsi più correttamente all'uomo, la medicina deve tener conto non solo delle componenti materiali, ma anche energetiche e psico emotive: se essa si limita ai settori materiali della vita, diventa una medicina riduttiva; se poi restringe l'orizzonte ai processi materiali lineari monocausali, diventa una medicina semplicistica.

  19. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    segue

    Una tale medicina può avere nella ricerca di base i suoi vantaggi e la sua giustificazione, ma è destinata a fallire nella pratica terapeutica.

    La vera medicina implica una conoscenza della natura e dei suoi fenomeni: chi recepisce solo le cose materiali misurandole con i metodi formali (statistica) è ben lungi dalla scienza della natura: la medicina è una scienza biologica che, applicata l'uomo, diventa arte medica solo se include elementi umanistici.

    Invece la cosiddetta medicina scientifica ha già da tempo abbandonato la natura e lotta in prevalenza con mezzi innaturali contro isolati sintomi patologici che altro non sono che segnali d'allarme nell'organizzazione armoniosa del biosistema uomo.

    Di conseguenza, la terapia convenzionale è diventata in gran parte una terapia sintomatica, limitata all'eliminazione dei singoli sintomi: quanto più elementari sono i rapporti lineari tra farmaco ed effetto, tanto più agevolmente possono essere misurati; quanto più facile è la misurazione, tanto più scientifica e dichiarata la terapia.

  20. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    segue

    Tuttavia viene ignorata una nozione elementare: i sintomi patologici sono in gran parte segnali d'allarme dell'organismo, anelli terminali di una lunga catena patogenetica in cui anelli iniziali risiedono in dimensioni più profonde e sono spesso molto lontani dall'anello terminale definito "sintomo".

    La Medicina Biologica è invece una scienza medica che, in fase sia di diagnosi che di terapia, si rivolge alle funzioni vitali e attua i suoi interventi curativi in sintonia con le capacità naturali di rigenerazione, adattamento e autoguarigione dell'organismo.

    Il suo criterio principe e l'integrità della persona.

    Avvalendosi e inserendosi nel campo dell'enzimologia, della biologia molecolare, della fisica atomica e perfino della meccanica quantistica, la Medicina Biologica cerca al contrario di individuare le leggi della vita non per opporvisi ma per assecondarle.

  21. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Messaggio Cefalea Ed Emicrania

    Con i termini CEFALEA ed EMICRANIA si codificano in maniera scientifica quei sintomi più comunemente noti come "mal di testa".

    La medicina convenzionale riesce a descriverne i sintomi ed eventualmente le alterazioni biochimiche ma non è in grado di capire i motivi reali che lo determinano: infatti, anche le alterazioni dei mediatori biochimici che caratterizzano un mal di testa non possono essere considerati il motivo scatenante, bensì solo un epifenomeno del problema stesso.

    Di conseguenza c'è l'impossibilità di effettuare una reale diagnosi causale, cioè di andare realmente alla radice del problema e al medico non rimane altro che prescrivere farmaci sintomatici che, spesso, per effetto della loro forte tossicità, specie sul fegato, determinano anche un circolo vizioso.

    In questo documento sono spiegate tutte le possibili cause che possono essere alla base di un mal di testa e tutte le possibili cure.

Pagina 3 di 7 PrimaPrima 1234567 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 25/03/2009, 19:25
  2. ma quando avremo le ricariche telefoniche senza "pizzo"?
    Di 123stella nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 02/03/2007, 23:33
  3. "amore sono indisposta" alternative
    Di ginevra84 nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 70
    Ultimo Messaggio: 01/07/2006, 02:55
  4. emicrania "trasformata" e meditazione
    Di Xs4u nel forum Emicrania
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 07/04/2006, 00:27
  5. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 16/03/2006, 23:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online