Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota

Pagina 1 di 7 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 134

Discussione: Emicrania (con o senza aura) cure "alternative"

  1. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Messaggio Emicrania cure "alternative", notizie, curiosità.

    Anziché intervenire per prevenire o eliminare il dolore dell'emicrania, perché non cercare di identificare la causa dell'emicrania, magari diversa nelle varie persone? In alcuni casi potrebbero essere coinvolti problemi posturali o di masticazione, o carenze di determinate sostanze.

    L'emicrania non è considerata come definitamente curabile, ma come trattabile e controllabile. Spesso peraltro i medicinali usati danno luogo ad effetti collaterali considerevoli. Non mi soffermo sui trattamenti usuali (vi sono centri di trattamento e ricerca molto avanzati per questo problema, in Italia, tra i quali quello del policlinico universitario di Perugia, di Bari, ed il Centro per le cefalee del Policlinico Gemelli, a Roma) e accenno solamente ad alcuni trattamenti che potrebbe valere la pena di provare, magari in aggiunta a quelli classici.

    Ecco ora alcuni alcuni approcci “alternativi”
    1) Quando sembra esservi un nesso tra l’alimentazione e gli attacchi d’emicrania potrebbe essere utile effettuare un’analisi dettagliata delle intolleranze alimentari per identificare meglio gli alimenti responsabili.
    2) E' consigliabile rivolgersi ad un bravo posturologo per poter escludere o confermare la responsabilità di fattori relativi alla postura e, in particolare se si è notato che gli attacchi sono iniziati o si sono aggravati dopo una brutta caduta o dopod un colpo della frusta, conviene far fare un controllo da un bravo osteopata.

  2. # ADS
    Emicrania (con o senza aura) cure "alternative"
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many


     
  3. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    3) Vale la pena di menzionare che nel 2001 la FDA in America ha approvato un piccolo dispositivo per la soppressione di tensioni neuromuscolari, che viene piazzato da un dentista dietro i denti frontali e che si porta mentre si dorme. Questo dispositivo impedisce il digrignare dei denti durante il sonno che, a quanto si sospetta, svolge un ruolo in numerosi casi di emicrania. In un trial clinico di otto settimane , per l ‘ 82% dei pazienti si è ottenuta una riduzione drammatica della sensibilità al suono ed alla luce, della nausea e dell'esigenza di farmaci. . Un altro aggeggio del genere è stato elaborato da un dentista; visto che il dolore dell’emicrania si presenta spesso solo da un lato, gli è sembrato logico cercare di correggere i possibili difetti e squilibri dovuti ad una masticazione unilaterale.
    A questo scopo ha disegnato uno strumento recentemente introdotto in Germania, il “Head Balance”,
    Partendo dalla constatazione che la mascella e le deviazioni nelle posizioni mascellari svolgono un ruolo importante nelle tensioni muscolari lungo tutta la spina dorsale, la nuca e le spalle, il dentista Pfennig ha osservato che, a seguito della masticazione unilaterale si sviluppa una muscolatura per la masticazione di forza diversa sui due lati.
    Ultima modifica di francyfre; 23/04/2012 alle 11:13

  4. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    Questo squilibrio provoca ripercussioni su tutta la zona muscolare della testa, nuca, e schiena, il che può provocare nevralgie, tinnito e, appunto, emicrania L’apparecchio “Head Balance”, tramite un addestramento della muscolatura addetta alla masticazione, mette riparo a questa situazione di squilibrio, stimolando la muscolatura del lato sottosviluppato. Una serie di esercizi consiste in 15 movimenti di masticazione sull’apparecchio con il viso rivolto in avanti, 15 con la testa girata verso sinistra e 15 verso destra.
    Infine il Dott. Mark Friedman, un dentista di New York, crede che le emicranie siano causate da un' infiammazione sopra i due ultimi molari superiori, che causano un rigonfiamento ed una pressione sul nervo della mascella, che scatena l’attacco. Ha pertanto disegnato un aggeggio che pompa acqua fredda attraverso dei tubi di plastica, raffreddando una punta di metallo che è disposta sulla zona infiammata.

  5. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    L'applicazione del metallo freddo riduce l'infiammazione e sembra contribuire ad impedire le emicranie. Il dentista consiglia inoltre un gel antinfiammatorio che i pazienti possono usare a casa per impedire l'infiammazione e l’attacco di emicrania o per contribuire a fermarlo. I suoi risultati sono stati pubblicati nella rivista Heart Disease, con la conclusione che sono necessarie sperimentazioni più estese prima che si possa raccomandare in via generale questo trattamento. Vale però indubbiamente la pena di far controllare da un bravo dentista lo stato dei denti e gengive, la presenza di eventuali paradontosi, ed eliminare nervi devitalizzati che, anche quando non sono la causa primaria dell’emicrania, sono comunque una fonte di irritazione per l’organismo.

  6. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    4) Piante efficaci:
    La radice del farfaraccio ( Petasites hybridus, agisce, grazie al suo effetto antispasmodico, sui vasi sanguigni. In una prova in doppio cieco in Germania (Grossman ed altri. 2001) si è constatao che può far diminuire la frequenza, la durata ed il dolore degli attacchi di emicrania fino al 60% con un grado superiore di tolleranza e di sicurezza rispetto alla maggior parte delle droghe farmaceutiche
    5) Un’altra pianta che può valere la pena di provare è l’ estratto di Tanacetum Parthenium usato ampiamente nel Regno Unito ed in Germania. Funziona inibendo l'aggregazione dlle piastrine del sangue e la secrezione di serotonina. Studi in doppio cieco condotti in Israele hanno indicato che il Tanacetum ha causato una riduzione significativa dell'intensità del dolore rispetto a placebo. I sintomi, quali il vomito, la nausea e la sensibilità a rumore ed a luce inoltre sono stati ridotti drammaticamente (Palevitch et al. 1997). Altri studi in doppio cieco hanno indicato che “il trattamento con Tanacetum è stato associato con una riduzione del numero e della severità media degli attacchi” senza effetti secondari seri (Murphy et. Al. 1988).

  7. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    6) Supplementazione con varie sostanze:
    Il magnesio: il ruolo del magnesio nella patogenesi dell'emicrania è stato studiato estesamente. Il meccanismo d’ azione è stato presentato in un abstract riportato su Medline: “La concentrazione di magnesio ha un effetto sui ricevitori e neurotrasmettitori che interessano l’emicrania. Le analisi indicano che fino al 50% dei sofferenti d’emicrania ha bassi livelli di magnesio ….. L'infusione di magnesio provoca un sollievo rapido e duraturo degli attacchi d’ emicrania acuta in tali pazienti.„ Lo studio ha anche constatato tramite sperimentazione in doppio che la supplementazione orale con magnesio può ridurre la frequenza degli attacchi di emicrania. Il rapporto ha concluso, “a causa di un profilo eccellente di sicurezza e di basso costo e malgrado la mancanza di studi definitivi, riteniamo che una supplementazione orale del magnesio possa essere suggerita alla maggioranza dei sofferenti di emicrania” (Mauskop ed altri. 1998).

  8. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    Il magnesio è usato ampiamente nel Canada come regime preventivo. All'ospedale Henry Ford, la ricerca sulla patogenesi dell'emicrania ha trovato che il magnesio può proteggere dall'emicrania tramite una varietà di meccanismi. „ (Welch 1997). Nei casi di emicrania giovanile con bassi livelli di magnesio, è stato trovato che un trattamento di 20 giorni con magnesio ha sembrato normalizzare il 90% dei pazienti. I dati suggeriscono che la mancanza di magnesio nel cervello può essere collegata con l'emicrania (Aloisi ed altri. 1997).

    L'acido folico (folato), a quanto accertato da scienziati dell'Università di Wellington, in Nuova Zelanda, che hanno avviato ulteriori sperimentazioni più dettagliate in proposito, sarebbe efficace per prevenire gli attacchi d'emicrania.
    La vitamina B2 (riboflavina) è usata come trattamento profilattico per l'emicrania. Negli studi intrapresi all'università di Liegi (Belgio), reparto di neurologia, è stato postulato che poiché i cervelli dei sofferenti di emicrania sono caratterizzati da fosforilazione mitocondriale ridotta, la riboflavina potrebbe essere usata con un effetto profilattico, dato il suo potenziale nell’aumentare aumentare il rendimento energetico mitocondriale.

  9. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    Un gruppo di 49 pazienti è stato studiato: hanno ricevuto 400 mg. di riboflavina come singola dose orale per almeno 3 mesi. Il miglioramento globale medio è stato del 68.2%. Si è concluso che la riboflavina ad alta dose potrebbe essere un trattamento profilattico efficace e a basso costo per l'emicrania, privo dii effetti secondari . (Schoenen ed altri. 1994). CoQ10
    Secondo i ricercatori, l'inizio dell'emicrania può essere causato da una disfunzione nei mitocondri. Il CoQ10, un elemento essenziale nella catena di trasporto mitocondriale degli elettroni, potrebbe essere un agente efficace nell'impedire l'emicrania. In una prova clinica condotta presso la fondazione della Cleveland Clinic, in 31 pazienti si è constatata una riduzione significativa del numero medio di giorni con l'emicrania, dopo 3 mesi di trattamento (da 7.34 a 2.95 giorni). La frequenza degli attacchi è calata da 4.85 a 2.81 alla conclusione di studio. La dose amministrata era di 150 mg. quotidiani. Nessun effetto secondario è stato osservato (Rosen 2002). Picamilon
    Il Picamilone è una sostanza, scoperta e ampiamente studiata in Russia, formata da niacina (vitamina B3, legata all’ acido gamma amminobutirrico (GABA). Quando la niacina è collegata al GABA, genera una molecola che penetra prontamente la barriera sangue-cervello, e riesce ad la circolazione cerebrale e periferica (Mirzoian ed altri. 1989).

  10. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116
    È stato constatato che il picamilone ha un effetto pronunciato sul dolore dell’emicrania. (Kolosova et al. non pubblicato).
    7) Ormoni
    La melatonina, formata nella ghiandola pineale, è un metabolita fisiologicamente attivo della serotonina. Oltre al suo uso, ormai popolare, contro l’insonnia e, secondo alcuni, per il ringiovanimento, è stata segnalata la sua efficacia nel ridurre l'incidenza degli attacchi di emicrania e per trattare l'emicrania attiva. Uno studio ha indicato che quattro su sei donne che soffrivano di emicrania aveva una funzione compromessa della ghiandola pineale e quindi della produzione di melatonina. (Claustrat et al. 1997). Non mi soffermo qui sull’importanza degli ormoni femminili anche in relazione all’emicrania; appare comunque opportuna una analisi dei livelli di questi ormoni nelle donne che in particolare soffrono di attacchi in determinati periodi del mese, o che hanno constatato un inizio o un aggravamento degli attacchi in coincidenza con la menopausa.

  11. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,609
    Brava Diana......anche se lo avevo già letto,nei vari siti.Ricerca perfetta per chi non vuole prendersi la briga di cercare di persona in internet,...eccoli allora serviti.Si fa capire che l'emicrania è un sintomo,della quale bisogna "cercare"se è possibile la causa.Che da come si vede,ce ne possono essere tanti.Anche il rivolgersi presso un centro cefalee,è importante.Perchè i medici tramite internet,si scambiano le informazioni,da una parte dal globo all'altro.
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  12. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Lampadina

    Ciao Calimero, lo so che tu sei super informata su tutto ormai ma ho pensato di postarlo per chi non ha voglia di cercare in internet, così affacciandosi al nostro forum può trovare qualche informazione utile. Era ora di iniziare una nuova discussione perchè l'altra si stava facendo troppo lunga e mi sembrava di vedere il nostro Pippofranco che arrivava a chiuderla.......così l'ho preceduto.....
    Gaetano grazie per il corso di elettricista di ieri sera mi sono fatta spiegare meglio da mio marito il problema del ventilatore. Praticamente l'elettricità non arriva al punto in cui è appeso.Quando rifacemmo fare l'impianto elettrico ci misero un apparecchietto che dovrebbe comandare il ventilatore ma non comanda nulla perchè non si accende nulla Domani proverà a farmi un impianto provvisorio come hai suggerito tu, se avremo dei problemi proverò a scriverti
    P1n0 mi fa piacere essere nella lista amici anche se ad essere sincera non l'ho mai usata nemmeno io..... Ora che sai cos'è l'Arca ti aspettiamo
    Mercoledì mi arriva il carbonato....speriam o.....
    Accendo le luci e .................... .......si parte.......
    Ciaoooo

  13. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Pollice in su

    Buongiorno a tutti, come va ? Fa già un bel caldo anche oggi.....ma non lamentiamoci troppo.......è estate !
    Vorrei invitare chi ci legge ed ha avuto miglioramenti con le cure alternative, a raccontarci la sua storia. Uno scambio di notizie è sempre utile......prima o poi arriveremo, se non proprio alla soluzione, ma vicino vicino......
    Buona continuazione, a più tardi

  14. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Pollice in su

    Buongiorno a tutti, ho appena chiamato la farmacia, il carbonato di magnesio è arrivato oggi pomeriggio vado a prenderlo e poi comincio......
    Spero di leggere presto qualche testimonianza di chi ha provato qualche cura "alternativa", fatevi sentire ....un saluto a tutti a dopo

  15. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Pollice in su

    Eccomi di ritorno.....ho ritirato il carbonato di magnesio.....altro che 15 Euro,
    ne ha voluti ben 29 ero tentata di lasciarglielo lì, poi invece l'ho comprato.......mi ha detto che la ditta gli ha fatto un prezzo più alto....la marca è Caelo ( tedesca),. Andrò a guardarlo.
    Ora cerco i post di P1n0 perchè non ricordo le dosi.
    A dopo
    Ultima modifica di francyfre; 23/04/2012 alle 11:14

  16. Registrato da
    03/04/2005
    Messaggi
    163

    Messaggio

    Ciao Diana, mi sembra molto alto il prezzo del magnesio..... , questi farmacisti non vorrei che se ne approfittassero . Però se funziona.... lo spero proprio, in bocca al lupo. Io continuo sempre con le compresse ti faccio compagnia.
    Ciaooooo.

  17. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Lampadina

    Ciao Gaetano,sì, il prezzo è molto alto rispetto a quello che invece ha pagato P1n0.......Ma è una confezione da 1 kg. e credo che durerà anni.......
    Cosa non si fa nella speranza di liberarci dall'aura......
    Accendo le luci e .....partiamo anche stasera.......chi vuole salga a bordo....si parte

  18. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Pollice in su Metilsulfonilmetano ( MSM) nella cura dell'emicrania

    Il metilsulfonilmetano (sigla: MSM) non è un medicinale, è la forma naturale di zolfo organico che si trova anche nel latte e latticini, nella frutta e nei vegetali, nella carne e nel pesce. Si sostiene che il MSM e i composti collegati, DMSO (dimetilsulfossido) e DMS (dimetilsolfuro), forniscano l'85% dello zolfo che si trova in tutti gli organismi viventi. Si presenta sotto forma di polvere bianca inodore e insapore. Si trova in notevoli quantità anche nelle crocifere: broccoli, cavolo cappuccio e cavolfiore. Purtroppo durante la preparazione dei cibi si perdono notevoli quantità, essendo il MSM un minerale idrosolubile viene drasticamente eliminato sia tramite il lavaggio che durante la cottura. L'alternativa sarebbe quella di mangiare cibi crudi e senza lavarli; per ovvi motivi, oggi questa opportunità non è da prendersi nemmeno in considerazione.

  19. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Pollice in su

    Lo zolfo è il quarto minerale come quantità presente nel nostro corpo. È quindi di fondamentale importanza per tutte le funzioni delle nostre cellule. Se siamo carenti di zolfo organico, il nostro organismo non riesce a produrlo da solo per ricostruire delle cellule sane e flessibili. Uno dei suoi compiti è quello di fare in modo che le cellule siano più "permeabili". Questo significa che le cellule possono eliminare più facilmente "i rifiuti" che si formano al loro interno e altrettanto facilmente assorbire le sostanze nutrienti. Questa caratteristica di aumentare la permeabilità delle cellule può spiegare le capacità dell' MSM di lenire il dolore che spesso è causato da un accumulo di sostanze tossiche nelle articolazioni, nei muscoli e nei liquidi.Una nuova forma di zolfo per affrontare il dolore alle articolazioni e molto altro....

    Allergie
    Artrite reumatoide, artrosi e mal di schiena cronico
    Lupus eritematoso sistemico
    Borsiti e tendiniti
    Sindrome del tunnel carpale
    Acidità di stomaco
    Disfunzioni polmonari
    Dolori muscolari e crampi
    Diabete Pelle, capelli e unghie
    Fibromialgia
    Costipazione
    EMICRANIA CRONICA
    Cancro al seno e al colon

  20. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Pollice in su

    In biologia il MSM è classificato come una delle sostanze meno tossiche, ha un grado di tossicità simile a quello dell'acqua. Il comune sale da tavola è molto più tossico. La dose letale per topi di laboratorio è stata di 20 grammi per chilogrammo di peso. Quando è stato somministrato a dei volontari, non si sono verificati episodi di tossicità con 1g per chilo per 30 giorni di somministrazione. All'università Oregon Health Sciences University di Portland (USA) è stato eseguito uno studio sulla tossicità del MSM: più di 12.000 pazienti sono stati trattati con dosi di 2 grammi di MSM al giorno per più di sei mesi e non si sono riscontrati seri casi di tossicità.

  21. Registrato da
    02/04/2005
    Messaggi
    7,116

    Pollice in su

    Una dose singola non è efficace per migliorare i sintomi. Perciò il MSM è somministrato periodicamente durante il giorno. Risultati apprezzabili di solito si ottengono entro tre settimane. Le dosi consigliate variano da 100 a 1000 mg. La dose totale giornaliera può variare da 100 a più di 5000 mg.
    Il dosaggio effettivo dipende dalla natura, dalla gravità dei sintomi e dal livello di MSM già presente nel sangue. Le persone sane sembrano avere livelli di MSM di almeno 1 PPM (parti per milione), mentre pazienti con i sintomi sopradescritti spesso hanno valori molto più bassi. Comunque, non è necessario sottoporsi ad analisi del sangue per trovare il livello di MSM, una quantità in eccesso non è dannosa, vista l'assoluta non tossicità di questa sostanza.

    Può essere somministrato sotto forma forma di polvere cristallina oppure nella sua soluzione acquosa. Generalmente però viene consumato in capsule o tavolette da 100 a 1000 mg l'una.

Pagina 1 di 7 12345 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 25/03/2009, 19:25
  2. ma quando avremo le ricariche telefoniche senza "pizzo"?
    Di 123stella nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 02/03/2007, 23:33
  3. "amore sono indisposta" alternative
    Di ginevra84 nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 70
    Ultimo Messaggio: 01/07/2006, 02:55
  4. emicrania "trasformata" e meditazione
    Di Xs4u nel forum Emicrania
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 07/04/2006, 00:27
  5. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 16/03/2006, 23:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online