Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 4 di 18 PrimaPrima 1234567814 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 80 di 348

Discussione: epperò Matteo non le manda a dire...

  1. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,261

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    no non è tanto er quello,

    Con l'euro abbiamo ottenuto due cose apparentemente positive ma che nel tempo si sono ritorte contro:

    La prima è stato il vantaggio economico nell'ecquistare prodotti stranieri a poco prezzo,
    certo nell'immediato sembra bello... ma la conseguenza è che i prodotti nazionali si fanno di meno
    le aziende licenziano chiudono o non assumono...e perdere il lavoro è molto peggio che pagare di più le cose
    quando perdi il lavoro non puoi più pagare nulla!
    Io penso invece che spesso gli imprenditori diano la colpa all'euro per giustificare cose che avrebbero fatto comunque. Anche senza Euro stavano già da tempo spostando la produzione in Cina. Quindi secondo me non sarebbe cambiato nulla da questo punto di vista.

    L'Euro tra l'altro all'inizio è stata una moneta relativamente debole. Ricordo che rispetto al dollaro si deprezzò molto.
    Si è rafforzato solo più tardi, perché gli Americani erano in difficoltà già prima del 2008 e allora Trichet non aveva la stessa determinazione di Draghi per imporre ai governi europei una politica monetaria più sensata.

  2. # ADS
    epperò Matteo non le manda a dire...
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,261

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    L'altra cosa è quella cui mi riferivo più specificatamente prima,
    è che entrati nella comunità i titoli di stato italiani si sono diffusi molto di più all'estero,
    sembra cosa buona
    ma mentre prima eravamo indebitati fondamentalmente con noi stessi e quindi l'eventuale inflazione aveva un effetto relativo
    adesso siamo col cappio al collo poichè se dovessimo far ripartire una forte inflazione non riusciremmo più a pagare i debiti verso l'estero.
    Il problema inflazione tassi debito non è tanto il fatto che è in mano estera. Non lo sarebbe per molto se l'Italia tornasse alla lira.
    Il problema è che proprio non sta in piedi il ciclo economico, perché il PIL non potrebbe crescere più dell'inflazione, anche aumentando il debito per sostenerlo. La moneta svaluterebbe così tanto da annullare con l'inflazione eccessiva anche gli eventuali vantaggi per lo Stato del signoraggio, ovvero diventerebbe addirittura sconveniente stampare moneta.

    Purtroppo questa non è fantaeconomia, sono effetti che si sono visti in pratica un molti paesi del Sud America... e prima di ancora in Germania tra le due guerre mondiali.

  4. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    27,716

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da zar2086 Visualizza Messaggio
    Io la vedo in un altro modo.
    Grazie alla moneta unica abbiamo scoperchiato tutta una serie porcate fatte in almeno cinquant'anni dai nostri governi e più in generale dalla nostra classe dirigente..
    Parto da qui ... perchè qui concordo.

    Io non voglio certo tornare alle vecchie porcate,
    il punto è che le vechie porcate non sono state eliminate con l'euro, hanno solo trovato nuovi modi e nuovi attori sempre più numerosi.


    Purtroppo parlo ma non ho speranze... è sempre stato nel DNA dell'italico credere di uscire dai guai vendendo il didietro prima a questi poi a quelli...
    passando così nella storia da una dominazione all'altra ... austiaci spagnoli francesi (non ricordo in che ordine)
    il che forse è necesario per il fatto che non sappiamo dominare noi stessi...
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  5. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    27,716

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da zar2086 Visualizza Messaggio
    Il problema inflazione tassi debito non è tanto il fatto che è in mano estera. Non lo sarebbe per molto se l'Italia tornasse alla lira.
    Il problema è che proprio non sta in piedi il ciclo economico, perché il PIL non potrebbe crescere più dell'inflazione, anche aumentando il debito per sostenerlo. La moneta svaluterebbe così tanto da annullare con l'inflazione eccessiva anche gli eventuali vantaggi per lo Stato del signoraggio, ovvero diventerebbe addirittura sconveniente stampare moneta.

    Purtroppo questa non è fantaeconomia, sono effetti che si sono visti in pratica un molti paesi del Sud America... e prima di ancora in Germania tra le due guerre mondiali.
    bravo....
    tra le due guerre mondiali ...dopo il '29 tutte le nazioni industrializzate erano in una gravissima crisi,
    la stessa germania appunto ... che era anche gravata dei debiti di guerra della prima mondiale, aveva una inflazione spaventosa...

    eppure ... da li a poco molto prima di tutte le altre nazioni uscì dalla crisi diventando la potenza mondiale che potè pensare
    di essere tanto forte da poter sfidare il mondo .
    Ci riusci producendo del "denaro virtuale" direttamente nelle mani degli imprenditori, che poterono emettere titoli pagabili garantiti dallo stato.

    In pratica generò un debito ulteriore che però fece decollare l'economia tedesca.

    Questo significa ...che si può fare ... ma solo se oltre alla capacità di farlo c'è l'indipendenza.....

    se invece c'è da riunirsi al tavolo dei mille ...accodare la richiesta alle altre 10.000 in discussione
    e al momento di discuterne (che è già tardi) si assiste ai balletti mediatori dove ognuno pretende una fetta dell'utile
    trovandosi a dover cedere subito 200 per un utile che forse potrebbe essere 100.

    Capisci almeno che questa strada porta alla distruzione?
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  6. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    27,716

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da zar2086 Visualizza Messaggio
    Il problema inflazione tassi debito non è tanto il fatto che è in mano estera. Non lo sarebbe per molto se l'Italia tornasse alla lira.
    Il problema è che proprio non sta in piedi il ciclo economico, perché il PIL non potrebbe crescere più dell'inflazione, anche aumentando il debito per sostenerlo. La moneta svaluterebbe così tanto da annullare con l'inflazione eccessiva anche gli eventuali vantaggi per lo Stato del signoraggio, ovvero diventerebbe addirittura sconveniente stampare moneta.
    Questo è vero se il debito come per Agentina ecc è in mani straniere, e il paese non ha ricchezza interna e non è produttivo.

    è ovvio che se produci debito (come faceva appunto l'Italia della lira) emettendo buoni a tassi esorbitanti
    solo per mantenere privilegi di varie caste che non producono,
    regalando babypensioni, regalando ricchissimi appalti accettando pessima qualità ecc
    ecco in questo modo distruggi il paese e il suo futuro.

    Ma non è colpa dell'indipendenza e della moneta propria....

    la verità è che l'italiano medio è terrorizzato dall'idea che possa arrivare qualcuno abbastanza forte da poter metter fine alla corruzione
    al degrado sociale e istituzionale .... ne ha paura perchè sa che dovrebbe rinunciare all'eccesso di libertarieta che si permette a danno di tutti.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  7. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,261

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    Parto da qui ... perchè qui concordo.

    Io non voglio certo tornare alle vecchie porcate,
    il punto è che le vechie porcate non sono state eliminate con l'euro, hanno solo trovato nuovi modi e nuovi attori sempre più numerosi.


    Purtroppo parlo ma non ho speranze... è sempre stato nel DNA dell'italico credere di uscire dai guai vendendo il didietro prima a questi poi a quelli...
    passando così nella storia da una dominazione all'altra ... austiaci spagnoli francesi (non ricordo in che ordine)
    il che forse è necesario per il fatto che non sappiamo dominare noi stessi...
    Non penso che si tratti di "vendere il didietro" quanto di generale disillusione nei confronti dell'autorità. Penso che sia un lontanissimo residuo della lenta decadenza dell'Impero, mitigata solo in parte là dove i regni barbari seppero sostituirsi efficacemente al governo romano. E' in sostanza l'arte di arrangiarsi, che troppo spesso è stata utile ed è quindi diventata una filosofia di vita.

    Io comunque voglio ancora credere sia possibile cambiare, perché oggi, anche grazie all'Europa, i giovani non sono più solo Italiani. Viaggiano di più, vivono e si confrontano con i loro coetanei Tedeschi, Francesi, Inglesi... molto più di quanto non facessimo noi.
    Quindi c'è speranza.

  8. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,261

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    bravo....
    tra le due guerre mondiali ...dopo il '29 tutte le nazioni industrializzate erano in una gravissima crisi,
    la stessa germania appunto ... che era anche gravata dei debiti di guerra della prima mondiale, aveva una inflazione spaventosa...

    eppure ... da li a poco molto prima di tutte le altre nazioni uscì dalla crisi diventando la potenza mondiale che potè pensare
    di essere tanto forte da poter sfidare il mondo .
    Ci riusci producendo del "denaro virtuale" direttamente nelle mani degli imprenditori, che poterono emettere titoli pagabili garantiti dallo stato.

    In pratica generò un debito ulteriore che però fece decollare l'economia tedesca.

    Questo significa ...che si può fare ... ma solo se oltre alla capacità di farlo c'è l'indipendenza.....
    Penso che tu stia dando un'interpretazione della storia un po' distorta.
    La Germania non uscì mai dalla sua spirale inflattiva della Repubblica di Weimar, non nel modo che hai detto, ma attraverso la dittatura nazista che confiscò il patrimonio di tutti i cittadini di religione ebraica e li usò per una colossale manovra espansiva militare.

    Quindi no, NON si può fare, a meno che tu non voglia quel tipo di soluzione.

  9. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,261

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    ...
    se invece c'è da riunirsi al tavolo dei mille ...accodare la richiesta alle altre 10.000 in discussione
    e al momento di discuterne (che è già tardi) si assiste ai balletti mediatori dove ognuno pretende una fetta dell'utile
    trovandosi a dover cedere subito 200 per un utile che forse potrebbe essere 100.

    Capisci almeno che questa strada porta alla distruzione?
    Una distruzione comunque meno distruttiva di quella che generò il nazismo.

    La Democrazia e ancor più quella tra gli Stati è certamente qualcosa di estremamente complesso, ma non impossibile. Certo permangono mille interessi particolari, lo vediamo già al livello delle nostre regioni. La Lombardia che rinfaccia alle altre regioni di pagare per il loro sprechi. Il Veneto che è convinto di essere l'unica parte sana d'Italia e vuole separarsi... e il Sud che rinfaccia al Nord di essere stato depredato.
    Sì, li conosciamo già questi problemi.
    Semplicemente non penso che la soluzione ad essi sia dividersi. In Europa, come in Italia dobbiamo imparare a gestirli.

  10. Registrato da
    06/05/2009
    Messaggi
    2,403

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da zar2086 Visualizza Messaggio
    Io la vedo in un altro modo.
    Grazie alla moneta unica abbiamo scoperchiato tutta una serie porcate fatte in almeno cinquant'anni dai nostri governi e più in generale dalla nostra classe dirigente..
    E ovviamente concordo anch'io, se c'è una "colpa" gravissima che l'europa ha, è di averci costretto ad aprire gli occhi e ammettere che il re era nudo, ma non solo lui: anche il gran ciambellano, i duchi, i conti, le dame di corte (e qui non sarebbe poi solo un male!), i vassalli, i valvassori, i valvassini e pure il buffone di corte.
    Non che prima non lo sapessimo eh, solo che abbiamo dovuto ammetterlo ad alta voce.
    Quindi la vera e unica questione alla fine è: sarebbe possibile tornare indietro dall'Europa senza ritornare allo stesso tempo alle vecchie por(bip)e abitudini?
    Secondo me la risposta è abbastanza impietosa: rimarremmo nudi ma in un tranquillo e rassicurante silenzio (più somigliante ad una specie di omertà).

  11. Registrato da
    06/05/2009
    Messaggi
    2,403

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    (...) è sempre stato nel DNA dell'italico credere di uscire dai guai vendendo il didietro prima a questi poi a quelli...
    passando così nella storia da una dominazione all'altra ... austiaci spagnoli francesi (non ricordo in che ordine)
    il che forse è necessario per il fatto che non sappiamo dominare noi stessi...
    Per fortuna sono sicuro che non è una questione di DNA (so che lo dicevi metaforicamente), ma "solo" di cultura, e quella per fortuna si può modificare.
    Come? Sicuramente non tornando al passato e ripetendo gli stessi errori, Einstein definiva follia il ripetere sempre la stessa cosa aspettandosi risultati differenti; quindi non resta che guardare avanti prendendo nota di quanto di buono è stato fatto, perchè follia sarebbe anche buttare al macero cose buone e cattive indistintamente.
    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    (...)Purtroppo parlo ma non ho speranze(...)
    Un po' capisco la disillusione, sarà un po' crudo da ammettere, ma le generazioni più mature su certi obiettivi hanno fallito, normale ci mancherebbe, su altri hanno trionfato e nessuno può riuscire in tutto.
    E le generazioni intermedie (tipo la mia)? Mi sa che non sono nemmeno entrate in campo (per responsabilità loro e di altri), o lo hanno fatto tardivamente e quindi dovranno sicuramente rassegnarsi ad un lavoro sporco, ingrato e anonimo per rimediare a errori precedenti e scavare le fondamenta di una ricostruzione futura.
    Ma le generazioni più giovani? Possiamo permetterci di decidere tutto per loro?
    Secondo me no.
    Quindi devi sforzarti di avere ancora speranze, e se non ci riesci devi almeno coltivare la speranza che ci sia una speranza. Se non per te lo devi fare per i tuoi figli, se ne hai, o comunque per chi, avendo il tempo dalla sua parte, ha ancora una possibilità di cambiare le cose. Ma almeno devono averla questa possibilità. Questo glielo devi.

  12. Registrato da
    06/05/2009
    Messaggi
    2,403

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da zar2086 Visualizza Messaggio
    (...)La Lombardia che rinfaccia alle altre regioni di pagare per il loro sprechi. Il Veneto che è convinto di essere l'unica parte sana d'Italia e vuole separarsi... e il Sud che rinfaccia al Nord di essere stato depredato.
    Sì, li conosciamo già questi problemi.
    Semplicemente non penso che la soluzione ad essi sia dividersi. In Europa, come in Italia dobbiamo imparare a gestirli.
    Evidenzio la parte che mi riguarda, che dire? Purtroppo è vero.
    Ma la cosa più ridicola è quanto sento inneggiare al ritorno alla Serenissima, agli antichi fasti di quando il Veneto era una superpotenza...Di solito a questo punto devo chinarmi per cercare sotto i mobili gli sferisteri caduti sul pavimento...per alcune persone sembra davvero difficile capire che di quel passato sono solo i discendenti, ma non certo gli eredi.

  13. Registrato da
    12/12/2008
    Messaggi
    26,290

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Secondo me, anche se si uscisse dall'EU, comunque non torneremmo a come eravamo prima, sarebbe qualcosa di diverso.

  14. Registrato da
    04/09/2006
    Messaggi
    10,324

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da zar2086 Visualizza Messaggio
    Quanto alla democrazia interna del Partito Democratico, al di là delle scelte e delle capacità dell'attuale segreteria, penso ci sia molto che gli altri Partiti (Movimenti) debbano imparare. Il PD fa primarie e congressi in cui viene scelta liberamente la classe dirigente. Mentre gli altri maggiori Partiti(Movimenti) hanno dei leader auto-nominatisi.
    Totale disaccordo con quanto evidenziato:
    1) non è possibile staccare la massa di iscritti al partito e di elettori del PD dall'attuale segreteria e dal governo Renzi (ma anche Prodi e Letta), a tal riguardo mi è stato confermato, da ex iscritti del partito, che nel PD chiunque NON è in sintonia con i piani alti viene messo a tacere o reso comunque ininfluente ed usato come numero per il partito. Di democratico, in primarie manipolate e soprattutto riservate di fatto a pochi che possono candidarsi, c'è ben poco, sicuramente nulla di più rispetto ad altri movimenti o partiti dove è presente un leader forte che viene acclamato dal popolo, si tratta solamente di una ridondanza elettiva utile solo ai vertici del partito per come è organizzata. D'altro canto, non mi sembra che la massa dei sostenitori PD si opponga in modo deciso (arrivando a minacciare di non iscriversi al partito) se non viene ascoltata. Quindi, colpa in primo luogo dei vertici, in secondo, come sempre, di chi continua a supportarli nonostante non lo meritino.

    segue
    Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

  15. Registrato da
    04/09/2006
    Messaggi
    10,324

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    2) se tu ti autodefinisci "democratico" non puoi permetterti la minima strumentalizzazione o storpiatura di tale concetto, esattamente come un partito populista non può permettersi di non seguire il volere del popolo, un parito democratico non può permettersi di creare un leader ed un governo con caratteristiche che appartengono ad altri partiti al solo fine di raccogliere voti. Vedi qui c'è il solito tentativo, da sempre tentato in Italia, di forzare e storpiare il volere del popolo, bisogna invece capire che se gli italiani hanno tante vedute così diverse tra loro sulla politica, serve un compromesso.

    P.S. inizia ad esserci chi vorrebbe dichiarare, con opportuna riforma della costituzione, incostituzionale il PD al pari del partito fascista, può sembrare ridicolo ed irreale ma effettivamente la nostra costituzione ha già commesso l'errore di fare un'eccezione in nome dello statalismo al di sopra del volere popolare, negando così il concetto stesso di democrazia, io non trovo particolarmente strambo o ridicolo il paragone tra i danni causati da partito fascista e quelli che il PD ancora non ha finito di causare. Ricordo che il PD e l' eurocrazia sono molo più criminali di hiltler, la peggior dittatura è quella che si spaccia per democrazia...
    Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

  16. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    27,716

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da kennet Visualizza Messaggio
    E ovviamente concordo anch'io, se c'è una "colpa" gravissima che l'europa ha, è di averci costretto ad aprire gli occhi e ammettere che il re era nudo, ma non solo lui: anche il gran ciambellano, i duchi, i conti, le dame di corte (e qui non sarebbe poi solo un male!), i vassalli, i valvassori, i valvassini e pure il buffone di corte.
    Non che prima non lo sapessimo eh, solo che abbiamo dovuto ammetterlo ad alta voce.
    Quindi la vera e unica questione alla fine è: sarebbe possibile tornare indietro dall'Europa senza ritornare allo stesso tempo alle vecchie por(bip)e abitudini?
    Secondo me la risposta è abbastanza impietosa: rimarremmo nudi ma in un tranquillo e rassicurante silenzio (più somigliante ad una specie di omertà).
    di fatto concordo .... siamo portati a stare in quella spece di silenzio.... di fatto è ciò che stiamo già vivendo ora in europa.


    c'è però un aspetto da considerare, secondo me,
    cioè che non si può semplicemente uscire dall'europa, non è semplice nemmeno pensarlo.

    Uscendo dall'europa resteremmo da subito senza la più piccola foglia di fico, e avremmo solo due opzioni,
    -la prima è morirci sotto,
    -l'alternativa è darci finalmente una svegliata.

    Siamo un popolo pigro, ci adattiamo con l'erte di arrangiarci finchè troviamo uno spazietto dove rintanarci,
    ma io ho fiducia nelle nostre capacità.... che però tiriamo fuori solo quando siamo proprio alle strette.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  17. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    27,716

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da zar2086 Visualizza Messaggio
    Penso che tu stia dando un'interpretazione della storia un po' distorta.
    La Germania non uscì mai dalla sua spirale inflattiva della Repubblica di Weimar, non nel modo che hai detto, ma attraverso la dittatura nazista che confiscò il patrimonio di tutti i cittadini di religione ebraica e li usò per una colossale manovra espansiva militare.

    Quindi no, NON si può fare, a meno che tu non voglia quel tipo di soluzione.
    diciamo che qui:
    http://www.bocachicaplaya.com/grande...esco_1933.html
    vengono dette cose un po' diverse,
    probabilmente la fonte è di parte..... ma come sono di parte le fonti contrarie che nel divulgare le idee hanno l'enorme vantaggio
    di essere i vincitori ....e si sa che la storia è scritta dal punto di vista dei vincitori.

    Per cui io che mi ostino a vole avere la mente libera, cerco di analizzare le cose in modo logico razionale e distaccato
    e credo che ci sia del vero in quello scritto.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  18. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    27,716

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da zar2086 Visualizza Messaggio
    Una distruzione comunque meno distruttiva di quella che generò il nazismo. .
    Forse sarebbe meglio evitare qualsiasi distruzione.....
    ma credo che saggiamente sia comunque meglio una piccola dolorosa distruzione ora, piuttosto che una devastante enorme catacombe.

    é più facile fare come gli struzzi e mettere la testa sotto la sabbia che guardare in faccia una dura realtà,
    e la realtà è che, in questa UE, si stanno caricando gli innesci di enormi esplosivi, generando tensioni, cercando di soffocare a forza i soffi antiUE
    mantenendo con la forza del denaro gli squilibbri, e continuando a caricare pesi sui deboli.

    Più si andrà avanti così e più la situazione diventerà insostenibile
    se non si sceglie razionalmente di trasformarla in meglio
    reggerà continuando a caricare energie esplosive, solo finchè non ci sarà un evento scatenante che farà deflagrare tutte le tensioni,
    e a quel punto potrebbe esserci una devastazione peggiore anche di quella nazista.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  19. Registrato da
    06/05/2009
    Messaggi
    2,403

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    di fatto concordo .... siamo portati a stare in quella spece di silenzio.... di fatto è ciò che stiamo già vivendo ora in europa. (...)
    E che di fatto vivevamo già da molto tempo, solo che le congiunzioni economiche erano decisamente più favorevoli di adesso, quindi potevamo permetterci di fingere che andava tutto bene e casomai rimandare il problema (in pratica lasciarlo, con gli interessi, alle generazioni future).
    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    (...)c'è però un aspetto da considerare, secondo me,
    cioè che non si può semplicemente uscire dall'europa, non è semplice nemmeno pensarlo.(...)
    Se non ho capito male quindi, per te l'uscita dall'Europa potrebbe essere la scossa adatta per far finalmente uscire il paese dal torpore? Per carità, potrebbe anche succedere, niente è impossibile, tuttavia si tratta senza dubbio di un azzardo; per quel che mi riguarda non riesco a trovaare un solo indizio che potrebbe far pensare ad un cambiamento in quella direzione, secondo me un po' di tempo per assorbire il prurito della scossa e si tornerebbe in quella bellissima, confortante nudità silenziosa.

  20. Registrato da
    06/05/2009
    Messaggi
    2,403

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    Uscendo dall'europa resteremmo da subito senza la più piccola foglia di fico, e avremmo solo due opzioni,
    -la prima è morirci sotto,
    -l'alternativa è darci finalmente una svegliata.
    Questo è il punto fondamentale al quale sono arrivato anch'io:
    Quindi la vera e unica questione alla fine è: sarebbe possibile tornare indietro dall'Europa senza ritornare allo stesso tempo alle vecchie por(bip)e abitudini?
    Solo che a questa domanda siamo arrivati a due conclusioni molto diverse, tu a quanto pare sei fiducioso per questo motivo:
    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    Siamo un popolo pigro, ci adattiamo con l'erte di arrangiarci finchè troviamo uno spazietto dove rintanarci,
    ma io ho fiducia nelle nostre capacità.... che però tiriamo fuori solo quando siamo proprio alle strette.
    Io invece, proprio per questo motivo, sono praticamente certo che tornando indietro torneremmo a comportarci come abbiamo sempre fatto.
    Perchè in fondo non siamo cambiati di un'acca. Perchè siamo un popolo che sembra adorare le emergenze (fin quasi a cercarle) e dare il meglio solo in circostanze drammatiche, ignorando quasi del tutto l'ordinaria amministrazione, qualcuno (forse Longanesi, ma non ne sono certo) diceva che ”Gli italiani preferiscono l’inaugurazione alla manutenzione”.

  21. Registrato da
    06/05/2009
    Messaggi
    2,403

    Re: epperò Matteo non le manda a dire...

    In sintesi: se proprio vogliamo stare da soli, impariamo a badare a noi stessi e dopo isoliamoci; ma non isoliamoci prima di aver imparato a badare a noi stessi.

Pagina 4 di 18 PrimaPrima 1234567814 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Mi presento, mi chiamo Matteo e soffro di aura emicranica
    Di matteo27 nel forum Aura senza emicrania
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 22/07/2014, 18:00
  2. Matteo Renzi troppo entusiasmo o...
    Di iron76 nel forum Chiacchiere politiche
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04/01/2014, 19:26
  3. Che dire?
    Di Seba82 nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 31/01/2010, 23:40
  4. ....E' ora di dire basta
    Di niko2005 nel forum Verginità e psicologia
    Risposte: 231
    Ultimo Messaggio: 24/05/2008, 23:21
  5. mi manda rai 3
    Di nel forum Smettere di fumare
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24/05/2004, 13:06

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online