Ciao a tutti sono nuova del sito, scrivo perché ho bisogno di esporre una situazione delicata e difficile, tanti psicologi ma nessun aiuto. Vivo in un quartiere difficile, coi classici "bulli di quartiere" sai che novità direte. Ma io vivo a Napoli, la situazione e' un inferno sotto questo punto di vista. Parto dalle basi, seno' e' difficile capirmi e me ne rendo conto. Ho uno zio mentalmente invalido, da sempre preso in giro NON per la sua forma d'invalidità (anche), ma per una situazione che forse ha del singolare....(ma neanche tanto, visto che viviamo in Italia..). Finita la premessa. Mio zio tifa per una squadra, l'Avellino, e come si sa da sempre due squadre della stessa regione spesso non vanno d'accordo (Vedere Bari col Lecce). E visto che tutti sanno di questa sua ossessione, viene deriso, ma non solo lui, ma TUTTA la famiglia. Ma non ci si ferma al SEMPLICE SCHERZO, purtroppo no. Gente che quando ti incontra per strada ti minaccia, ti insulta, ti offende, o peggio fanno degli scherzi poco carini alla tua automobile (rompere un vetro, non sto scherzando...purtrop po no.). E' un ossessione di tutti i ragazzi del quartiere, siamo la caricatura del quartiere, il passatempo, la barzelletta, il teatrino da sfottere gratuitamente....tan to c'è la CAMORRA a coprire tutto ciò. E si avete capito bene, non ci si può difendere. Perche' anche la legge se ne sbatte. Quante volte ho chiamato la polizia, per questioni GRAVI che mi sono accadute al riguardo, e manco vengo presa sul SERIO. Purtroppo non ho i soldi necessari per cambiare abitazione. Ma ribadisco la questione NON SI FERMA AL SEMPLICE "GIOCO " E "SCHERZO".
Si va a finire su cose estremamente gravi. Vorrei solo dei consigli su come affrontare la situazione e vi chiedo una cortesia, gradirei di essere presa sul serio e non come una bambina handicappata che perde tempo a raccontare sciocchezze perché credetemi, tutto sto tempo da perdere non ce l'ho proprio. Grazie a chi ha letto fin qui.