Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 21 a 30 di 30

Discussione: timore colonscopia

  1. Registrato da
    11/03/2011
    Messaggi
    7,396

    Re: timore colonscopia

    l'esame è andato benissimo fortunatamente niìo c'è nulla

    adesso le fanno fare la TAC addominale per vedere se è quella ciste al rene che comprime una parte di intestino o se è un "groviglio" dell'intestino stesso.....
    **..sempre. e..comunque... **

  2. # ADS
    timore colonscopia
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    28/11/2013
    Messaggi
    1

    Re: timore colonscopia

    Buonasera a tutti. Beh credo sia normale avere paura della colonscopia, non credo che nella pisiche di qualsiasi persona possa essere facilmente accettata una tipologia di esame di questo tipo. Io faccio regolamente una colonscopia all'anno in quanto devo mantenermi sotto controllo, ho risolto facendo la colonscopia virtuale. Praticamente è una tac non invasiva e nulla a che vedere con la colonscopia tradizionale, il risultato è pressoche identico. Ciao
    Ultima modifica di Evoh; 29/11/2013 alle 08:57 Motivo: no link

  4. Registrato da
    13/01/2015
    Messaggi
    5

    Re: timore colonscopia

    salve gente, un mesetto fa ho fatto una cistoscopia(esame dolorosissimo!) e ieri la colonscopia per escludere la presenza di polipi(fortunatament e non cerano!),ero molto impaurito,ma devo dire che con una leggera sedazione è un esame sopportabile(è molto piu fastidiosa la preparazione,con la purga!);niente a che vedere con la cistoscopia. Perciò state tranquilli!

  5. Re: timore colonscopia

    Buongiorno, ad oggi credo che la paura di effettuare una coloncopia sia superata, in quanto ci sono davvero tantissimi centri dove poterla effettuare in sedazione parziale o totale, così da non sentire davvero nulla durante le operazioni. E’ impotante che la sedazione o l’anestesia sia correttamente eseguita e opportunamente studiata per le caratteristiche del paziente. Cordiali saluti.

  6. Registrato da
    25/05/2017
    Messaggi
    4

    Re: timore colonscopia

    Ciao a tutti!
    Vi scrivo qui perchè fino a ieri ero io a cercare info su internet per capire come si sarebbe svolta la mia prima colonscopia.
    Vi racconto la mia esperienza:
    dopo aver avuto tre settimane di mal di pancia con frequenti episodi di diarrea sono andata a fare esami del sangue e delle feci, che sono risultati positivi al sangue occulto. Ho così ripetuto l'esame sui tre campioni, di cui solo il primo è risultato positivo.
    Mi è stata quindi prescritta una colonscopia con bollino verde che, anche se dovrebbe essere fatta entro tre giorni, mi è stata fissata per il mese successivo presso la struttura Mater Domini di Castellanza (VA).
    Questo lunedì ho quindi iniziato la preparazione: primo e secondo giorno dieta libera esclusa verdura, frutta e cereali (che per una vegana, è praticamente equivalente a una dieta molto restrittiva: per quei due giorni ho mangiato the, biscotti senza fibre, pasta in bianco e pastina in brodo), terzo giorno solo pastina in brodo a pranzo, digiuno la sera e purga -effetto semi istantaneo- con beverone (sono riuscita a berlo tutto senza problemi, avevo sentito gente che si lamentava di non essere riuscita, mah.. certo non era una bibita che berrei ogni giorno ma neanche una cosa orripilante.. sembrava un gatorade annacquato), quarto giorno purga e beverone al mattino ed esame fissato per le 10.30.

  7. Registrato da
    25/05/2017
    Messaggi
    4

    Re: timore colonscopia

    -parte 2-
    Arriva il mio turno, entro con un'unica preoccupazione: ho la fobia degli aghi e non voglio sedazione (per stare vigile durante l'esame, perchè chi l'aveva fatta senza non aveva sentito grossi dolori, perchè reputo che se non è estremamente necessario meno sostanze inutili si introducono nel corpo meglio è, e perchè non voglio un ago nel braccio) per l'esame in se ero tranquilla, diciamo che non sono una che per un pò di fastidi si lamenta, anche le carie dal dentista le faccio senza anestesia.
    Appena entrata mi dicono di togliermi pantaloni e mutande in una stanza piena di persone in attesa divise da tendine semiaperte... attendo che mi diano i loro pantaloncini azzurri monouso "bucati dietro" prima di togliermi gli slip.. un pò di privacy!
    Faccio subito presente che non voglio anestesia nè aghi nel braccio, l'inserviente mi dice che devo parlarne con l'anestesista e mi predispone comunque il flacone della flebo (?) sul mio lettino.
    Mi portano nella stanza dell'esame e rifaccio presente che vorrei fare l'esame senza sedazione e chiedo loro cosa consigliano di fare. L'anestesista mi guarda male e mi chiede i motivi, io rispondo che voglio restare vigile e che odio gli aghi, quindi se non è indispensabile preferirei evitare.
    Mi risponde che se voglio può evitare di sedarmi ma l'accesso venoso me lo deve comunque fare per "eventualità"... ... aggiungendo "se no l'esame non glielo faccio! quindi, cosa sceglie?!"
    Non posso che accettare, visto che avevo già fatto tutta la preparazione (NB. SULLE CARTE CONSEGNATE ALL'ATTO DELLA PRENOTAZIONE C'ERA SCRITTO CHE SEDAZIONE E ACCESSO VENOSO SAREBBERO STATI FATTI SOLO SE CONCORDATI COL PAZIENTE - a saperlo prima avrei cambiato struttura!) quindi l'anestesista Giuliana Voto mi infila la flebo nel braccio sinistro, controlla il liquido e dice "toh, si è rotta la vena! non capita mai!" nel frattempo passa il medico Bianchetti Mario che mi effettuerà la colonscopia e aggiunge "già, capita solo ai cagasotto!" (?!?!)

  8. Registrato da
    25/05/2017
    Messaggi
    4

    Re: timore colonscopia

    -parte 3-
    Decisamente alterata, capisco di essere nelle mani di gente che non vuole "collaborare e aiutare il paziente" come scritto sui fogli che mi han fatto firmare in accettazione e ne deduco che è meglio stare zitta e buona per evitare di essere offesa ulteriormente.
    Mi infilano la flebo nel braccio destro contenente un blando sedativo vista la mia agitazione -presunta solo da loro- (2 mg di midazolam, che scopro poi essere una benzodiazepina totalmente inutile per quanto riguarda eventuali dolori durante l'esame) che non mi fa alcun effetto e il medico inizia l'esame.
    Per chi non ha mai provato, posso dire che l'endoscopio non crea dolori, l'unico fastidio che ho provato è stato quando è arrivato alla prima curva, sentivo che spingeva ma non passava, quindi mi hanno fatto girare due volte, ma niente di insopportabile... Le fitte che ho quando mi capita di andare in diarrea sono 10 volte più forti e dolorose!!!
    Il medico, visto che non mi sono mai lamentata come già presumevo sarebbe accaduto, mi fa "ma allora non eri agitata per l'esame!" ...ma va?? e' quello che ho detto appena entrata..! Rispondo: "no, solo per l'ago nel braccio"
    Mosso a pietà, presumo, e dopo essersi accorto che cercavo di sbirciare il monitor per vedere le immagini (sono curiosa di vedere come sono fatta e l'avevo detto anche all'inizio) ruota lo schermo una volta arrivato all'ileo e mi dice che non ha notato nessun polipo nè altri problemi.
    Sfila il tubo e dopo mia domanda, mi dice che non ci sono neanche emorroidi (quindi non mi spiego il sangue occulto nelle feci..mah!) aggiungendo che magari era solo un episodio di colite...

  9. Registrato da
    25/05/2017
    Messaggi
    4

    Re: timore colonscopia

    -parte 4-
    Portano fuori il mio lettino, l'inserviente mi chiede come sto (bene) e mi dice di restare lì un pò distesa.
    Passano 15 minuti quindi, visto che non sono sedata e che non ho alcun disturbo, chiedo all'inserviente quando si affaccia se posso andarmene.. mi dice di aspettare.
    Successivamente si affaccia la simpatica (!) anestesista, alla quale chiedo quando posso andare e se mi possono sfilare la schifosa flebo dal braccio; mi risponde acida "ma se poi lei sta male io come faccio???" quindi la sento dire di farmi aspettare ancora.
    Passa altro tempo e decisamente irritata resto sdraiata come una scema (sana e non sedata) ad aspettare che mi dimettano; finalmente torna l'inserviente che mi dice di sedermi, mi chiede se mi viene da svenire (no) e mi toglie grazie a Dio la flebo -il liquido tra l'altro era finito da almeno mezz'ora- facendomi due volte il giro del braccio con lo scotch.
    Esco, portano l'esito ai miei e mi dicono di aspettare ancora lì fuori una decina di minuti senza motivo.
    Decisamente irritata dal modo in cui mi hanno trattato e offeso senza motivo, solo perchè ho chiesto di non essere sedata e di non avere aghi nelle braccia, mi incammino verso l'uscita, con una vena rotta e un'esame in mano che non spiega i miei problemi intestinali.
    A saperlo avrei volentieri evitato, non per la colonscopia in sè o per la preparazione (a parte i crampi di fame solo la sera prima, il tutto si è svolto senza problemi) ma proprio per la sgarbatezza gratuita di medici che, anche se vedono pazienti ogni giorno, dovrebbero essere gentili e cortesi e confortare chi hanno davanti. Specie poi se non si mettono a lamentarsi, ma chiedono solo come ho fatto io.
    Se dovessi ripetere questo esame andrò di sicuro presso un'altra struttura, sperando di trovare gente più umana. Vi consiglio di fare lo stesso.

  10. Registrato da
    07/08/2017
    Messaggi
    1

    Re: timore colonscopia

    A me hanno somministrato tutto il Cocktail : Midazolam+Antropina Solfato+Rociverina+F lumazenil senza alcun tipo di accertamento, inoltre, mi è stato detto "le diamo questo (singolare) contro il dolore" e non "questi" e per cortesia la prossima volta gradirei una descrizione dettagliata degli effetti del Midazolam tra cui l'assoluta perdita delle normali facoltà e la perdita temporanea della memoria che nel mio caso ho vissuto come cosa davvero spiacevole al punto da chiedere un consulto preventivo con il mio legale per verificare le basi di una causa di natura penale ovviamente. Cari signori, mi spiace, ma non avete la fortuna di avere solo pazienti in età avanzata con pensione a € 500,00 al mese, timorosi e accodiscendenti nei confronti del camice bianco.
    Il livello di disinformazione sulla colonscopia è davvero imbarazzante e l'idea diffusa in campo medico è essenzilamente quella di divulgare il minor numero di informazioni possibili col timore che più cose vengone riferite e più il paziente si spaventa come si fa con i bambini o gli idioti. L'esistenza invece di un numero così elevato di forum di discussione a tale riguardo sta a dimostrare l'esatto contrario ossia che il timore e la paura viene esattamante dalla mancata conoscenza dell'argomento. In vista della preparazione alla colon a cui mi sono sottoposto le informazioni me le sono trovate io per mio conto utilizzando Wikipedia, ma è mai possibile?.

  11. Registrato da
    28/07/2018
    Messaggi
    1

    Re: timore colonscopia

    Ciao,
    la colonscopia più che dolorosa direi che è fastidiosa e si è possibile farla sotto sedazione.
    Io l'ho fatta due volte, l'ultima volta ho effettuato la robotica, te la consiglio perchè è indolore e non necessita di alcuna sedazione. Prima di farla ho letto tutte le informazioni qui: http://www.lacolonscopia.it dai un'occhiata, può esserti utile!
    Ultima modifica di anna1401; 28/07/2018 alle 21:12

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Discussioni Simili

  1. colonscopia
    Di normanna nel forum Endoscopia digestiva - Gastroscopia e colonscopia
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 10/09/2018, 01:59
  2. Colonscopia
    Di nadiuccia nel forum Gastroenterologia - Chirurgia colon-proctologica
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 23/02/2013, 18:57
  3. Colonscopia con videocapsula
    Di anna1401 nel forum Malattie, Sintomi e Consigli
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28/01/2010, 15:11
  4. [19 anni] timore di un tumore al pene
    Di silverdavide nel forum Andrologia e urologia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 09/03/2009, 12:19
  5. colonscopia
    Di normanna nel forum ... di tutto un po'
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 02/10/2007, 13:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online