Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 45

Discussione: Luce solare: Effetti della luce sulla Pelle

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Filtri Solari e Abbronzatura

    (Tratto da: my-personaltrainer.it - a cura di AmbrosiaLAB)

    Melanociti e Melanina

    Nella zona di connessione tra epidermide e derma sono presenti delle cellule di derivazione nervosa, i melanociti, in grado di sintetizzare un pigmento scuro, chiamato melanina, la cui attività è volta a proteggere la cute dalle radiazioni solari.
    Ogni melanocita, se opportunamente stimolato dalle radiazioni UV, è in grado di sintetizzare e trasferire questo pigmento a numerosi cheratinociti (cellule fondamentali dell'epidermide), dando così origine alla caratteristica colorazione scura che appare in seguito all'esposizione solare.
    Il gruppo costituito dal melanocita e dai cheratinociti ad esso collegati viene chiamato unità epidermica di melanizzazione.

    segue..

  2. # ADS
    Luce solare: Effetti della luce sulla Pelle
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Filtri Solari e Abbronzatura

    (Tratto da: my-personaltrainer.it - a cura di AmbrosiaLAB)


    Colore della Pelle: da cosa dipende?

    Caratteristica della pelle è la pigmentazione; il colore della pelle è principalmente determinato dal tipo e dalla distribuzione dei pigmenti melaninici.

    Altri fattori che contribuiscono al colore cutaneo sono il grado di efficienza del microcircolo superficiale e le variazioni di ossigenazione del sangue (emoglobina ossidata e ridotta), che possono provocare cambiamenti visibili nel colore della pelle;

    anche i carotenoidi che introduciamo con gli alimenti di origine vegetale, se assunti in dosi elevate, tendono ad accumularsi nell'ipoderma, conferendo alla pelle un colorito tendenzialmente giallastro.

    Il principale pigmento cutaneo rimane comunque la melanina: da essa dipendono le differenti colorazioni della pelle nelle varie razze, oltre che la diversa tonalità del colorito cutaneo caratteristica di ogni individuo.

    Differenti tipi di melanine sono responsabili dei diversi colori di cute e capelli umani: nero, bruno, rosso, giallo e bianco (assenza di melanina).

    I fattori genetici individuali giocano un ruolo importante nella determinazione del normale grado di pigmentazione della pelle, sia costituzionale che indotta.

    Le principali differenze citogenetiche tra i diversi individui riguardano dimensione, forma e numero dei melanosomi, e loro distribuzione nei cheratinociti.

    segue..

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Filtri Solari e Abbronzatura

    (Tratto da: my-personaltrainer.it - a cura di AmbrosiaLAB)


    Effetti della Luce solare

    La formazione di melanina aumenta in risposta a stimoli esterni, come l'esposizione ai raggi ultravioletti: i melanociti diventano più grandi mentre i dendriti, le lunghe braccia con cui i melanociti si allargano tra i cheratinociti, crescono in lunghezza e si estendono tutt'intorno al corpo cellulare.

    I melanosomi migrano fino alla punta dei dendriti, dove vengono fagocitati dai cheratinociti basali e si pongono, al loro interno, a ricoprire il nucleo cellulare a mo di mantello.

    Il ruolo di questa specie di cappuccio è stato attribuito alla necessità di protezione del DNA dai raggi ultravioletti, dal momento che è stata osservata una capacità di assorbimento della melanina massima proprio nella zona dello spettro UV.

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Scottature solari

    (Tratto da: my-personaltrainer.it - a cura di AmbrosiaLAB)


    Cosa Fare


    • Idratare la pelle arrossata con lozioni, latti o creme specifiche e di qualità. Per ottenere un maggior sollievo, si consiglia di raffreddare il prodotto (es. in frigorifero) prima di applicarlo sulla pelle arrossata dalla scottatura solare
    • Accendere un ventilatore è un rimedio efficace per alleviare immediatamente la sensazione di dolore bruciante che pervade il corpo dopo un eritema solare. L'effetto di freschezza è comunque temporaneo, dato che svanisce non appena ci si allontana dal ventilatore
    • Fare una doccia fredda o strofinare delicatamente una borsa del ghiaccio (avvolta su un panno morbido di cotone) sulla pelle colpita dalla scottatura solare. La crioterapia è un rimedio molto efficace per attenuare temporaneamente il dolore generato dall'eritema solare
    • Assumere un antidolorifico può dar sollievo al bruciore persistente tipico dell'eritema solare
    • Applicare direttamente sulla pelle impacchi calmanti (i rimedi naturali sono particolarmente efficaci)
    • Avvolgere braccia e gambe con un panno inumidito di acqua fresca. Sostituire il panno con un altro non appena si avverte nuovamente la sensazione di calore


    segue..

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Scottature solari

    (Tratto da: my-personaltrainer.it - a cura di AmbrosiaLAB)


    Cosa Fare


    • Dopo la doccia od un bagno fresco, asciugare delicatamente la pelle con un panno estremamente soffice, in modo da evitare di graffiare o irritare ancor più la cure arrossata
    • Dopo la doccia, nutrire la pelle con un olio specifico
    • Bere molti liquidi è indispensabile durante e dopo l'esposizione solare per prevenire la disidratazione
    • Utilizzare creme idratanti e nutrienti nei 7-10 giorni successivi all'eritema. Difatti, la pelle colpita dall'eritema solare tende a desquamarsi; pertanto, l'applicazione regolare di creme specifiche favorisce la guarigione in tempi più brevi
    • Bagnare la scottatura solare immergendo la zona ustionata in acqua corrente conferisce un immediato sollievo
    • Consultare il medico in caso di eritema solare particolarmente esteso ed in presenza di processi infiammatori



    segue..

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Scottature solari

    (Tratto da: my-personaltrainer.it - a cura di AmbrosiaLAB)


    Cosa NON fare

    • Continuare ad esporsi al sole nei giorni successivi all'eritema solare
    • Graffiare e grattare la pelle. È estremamente importante resistere dallo strofinare la cure arrossata dall'eritema solare nel (vano) tentativo di porre rimedio al prurito. Un simile comportamento può perfino peggiorare l'infiammazione e l'arrossamento
    • Rompere eventuali vescicole o bolle formatesi sulla pelle. Lo scoppio delle vescicole, ripiene di liquido, aumenta il rischio d'infezione e dilata i tempi di guarigione dall'eritema solare
    • Utilizzare creme a base di benzocaina (anestetico locale) in caso di allergia o ipersensibilità al prodotto
    • Applicare creme a base di benzocaina ai bambini di età inferiore ai 2 anni (salvo diversa indicazione del medico)
    • Asciugare la pelle con panni di spugna ruvida. Anche se (estremamente) allettante, si sconsiglia vivamente di asciugare la pelle colpita da eritema solare con asciugamani ruvidi, dato che possono aggravare l'arrossamento. Dopo la doccia, si consiglia piuttosto di asciugare la pelle umida con impacchi leggeri e delicati
    • Bere acqua ghiacciata: un simile comportamento aumenta il rischio di congestione
    • Peeling e scrub della pelle: queste procedure vanno evitate in presenza di eritema solare
    • Sottoporsi a sedute abbronzanti (docce/lettini a lampada UV) nei giorni seguenti all'eritema solare


    segue..

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Scottature solari

    (Tratto da: my-personaltrainer.it - a cura di AmbrosiaLAB)

    Cosa Mangiare

    • Un'alimentazione specifica per gli eritemi solari può favorire il recupero della salute in tempi brevi minimizzando, nel contempo, il rischio di complicanze. I rimedi alimentari più indicati per il pre/post-esposizione solare sono:
      • Assumere tanta frutta e verdura, in quanto ricca di antiossidanti alimentari (vitamina C ed E)
      • Se necessario, integrare la dieta con una supplementazione di vitamina C ed E: è stato dimostrato che queste vitamine sono in grado di ridurre l'entità della scottatura dopo un'esposizione controllata ai raggi UV
      • Assumere alimenti ricchi di beta-carotene (vitamina A) protegge la pelle da eventuali scottature solari (nel lungo termine)
      • Bere tanta acqua per prevenire la disidratazione

    segue..

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Scottature solari

    (Tratto da: my-personaltrainer.it - a cura di AmbrosiaLAB)

    Cure e Rimedi naturali

    I rimedi naturali contro l'eritema solare sono piuttosto efficaci per accelerare la guarigione e conferire un sollievo rapido alla pelle arrossata e pruriginosa:

    • Amamelide (Hamamelis virginiana) → proprietà astringenti, antiedematose
    • Aloe vera gel → rimedio naturale molto sfruttato nella cosmesi per alleviare arrossamento e bruciore originato da eritemi solari
    • Olio essenziale di menta (Mentha piperita), eucalipto (Eucalyptus globulus) → proprietà balsamiche, rinfrescanti, antisettiche (disinfettanti). Gli oli essenziali balsamici vengono spesso addizionati a formulazioni cosmetiche dopo-sole, dato che assicurano alla pelle un effetto di freschezza
    • Impacchi con infuso freddo di camomilla (Matricaria recutita) → proprietà lenitive, antiflogistiche locali, antimicrobiche, cicatrizzanti e dermopurificanti. Dopo aver raffreddato l'infuso (è possibile velocizzare il raffreddamento aggiungendo del ghiaccio all'infuso), si consiglia di fare impacchi di camomilla direttamente sulla pelle colpita da eritema solare
    • Patata → antico rimedio popolare, tuttora utilizzato in fitoterapia per le proprietà antinfiammatorie, antipruriginose e decongestionanti per trattare gli eritemi solari


    segue..

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Scottature solari

    (Tratto da: my-personaltrainer.it - a cura di AmbrosiaLAB)

    Cure e Rimedi naturali


    • Tra i rimedi naturali per gli eritemi solari, ricordiamo anche alcuni particolari preparazioni fai-da-te:
      • Emulsione casalinga composta da latte magro (1 tazza), acqua e ghiaccio (4 tazze). Bagnare alcune garze o fazzoletti di cotone con il latte, ed applicarli direttamente sulla cute arrossata dall'eritema solare
      • Miscela di acqua + farina d'avena/farina di mais da applicare sulla pelle
      • Bagno in una vasca d'acqua fresca a cui è stata addizionata una tazza di aceto bianco
      • Bagno in una vasca d'acqua fresca a cui è stato aggiunto una generosa quantità di bicarbonato di sodio
      • Mescolare il frullato di un cetriolo (Cucumis sativusI) - dalle proprietà rinfrescanti e depurative - con un cucchiaio di acqua di rose (proprietà rinfrescante, tonificante, lenitiva ed astringente) e mezzo di glicerina


    segue..

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Scottature solari

    (Tratto da: my-personaltrainer.it - a cura di AmbrosiaLAB)


    Cure Farmacologiche


    • FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei):
      • Ibuprofene (es. Brufen, Moment, Subitene)
      • Acido acetilsalicilico (es. Aspirina, salicina, Vivin C, Ascriptin)
      • Naproxene (Aleve, Naprosyn, Prexan, Naprius)

    • Alcuni FANS sono disponibili anche sotto forma di creme per uso topico
    • Farmaci corticosteroidi ad azione topica: esercitano una potente attività antinfiammatoria. Il rimedio farmacologico dev'essere prescritto dal medico ed è indicato per gli eritemi solari molto gravi:
    • Idrocortisone 0,5% (es. Locoidon)
    • Antibiotici (applicazione topica). Le creme antibiotiche si possono rendere necessarie in caso di scoppio di vescicole e bolle formatesi dopo la scottatura solare
    • Benzocaina (es. Foille) → consultare il medico
    • Lidocaina (es. Lidoc C, Ortodermina, Elidoxil)
    • Anestetici topici: rimedi farmacologici indicati per placare dolore e bruciore originati dall'eritema solare:

    Cloroxilenolo composto antisettico spesso reperibile in associazione con anestetici locali (es. Foille sole)

    segue..

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Scottature solari

    (Tratto da: my-personaltrainer.it - a cura di AmbrosiaLAB)

    Prevenzione

    • Durante l'esposizione al sole, applicare una generosa quantità di crema protettiva solare (con filtri UVA e UVB, protezione 15 o superiore) almeno ogni due ore
    • Evitare di esporsi al sole dalle ore 10.00 alle ore 15.00: in queste ore, il rischio di eritema solare è maggiore
    • Applicare la crema solare dopo ogni bagno in acqua
    • Evitare l'esposizione diretta al sole (rimedio particolarmente indicato per i bambini piccoli, evidentemente più vulnerabili ai raggi solari)
    • Indossare sempre un cappello o una bandana durante l'esposizione al sole
    • Durante l'esposizione solare, proteggere gli occhi con occhiali da sole
    • Utilizzare una protezione solare molto elevata, soprattutto durante le primissime esposizioni al sole, per minimizzare il rischio di eritema solare


    segue..

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Scottature solari

    (Tratto da: my-personaltrainer.it - a cura di AmbrosiaLAB)

    Trattamenti medici

    Oltre all'applicazione di creme antidolorifiche, lenitive, rinfrescanti e nutritive, il rimedio più efficace per allontanare l'eritema solare è l'attesa: con un po' di pazienza, la cute arrossata ed infiammata dal sole riprenderà appieno la naturale elasticità e tornerà in piena salute.

    Ricordiamo, tuttavia, che eritemi frequenti sono correlati ad un possibile aumento del rischio di melanoma.
    A detta di ciò, ben si comprende come la prevenzione dalle scottature solari sia importante per proteggersi da eventuali complicanze future.

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Come abbronzarsi velocemente

    (Tratto da: rodiola.it)


    Fondamentale è preparare la pelle, ricorrendo a tutte le possibilità offerte dall’alimentazione, dalla natura e dalla cosmesi.
    La protezione solare con filtro adeguato al fototipo della persona va applicata rigorosamente quando si sta al sole, ma anche prima si può fare qualcosa, per arrivare pronti all’appuntamento con la bella stagione.

    Preparare la pelle prima dell’esposizione, significa aiutarla a prendere il meglio dal sole.
    Si può agire per via interna oltre che esterna, iniziando almeno un mese prima dell’estate ad assumere degli integratori che offrano all’organismo le sostanze utili per affrontare al meglio i raggi solari.

    Particolarmente utili sono gli integratori ad azione antiossidante, che contengono ad esempio beta-carotene, licopene o vitamina C. Sia i carotenoidi che la vitamina offrono infatti nutrimento e idratazione, e sono attivi nel contrastare l’azione nociva dei radicali liberi.
    Sulla stessa lunghezza d’onda è anche il sulforafano, che in natura si trova nei vegetali appartenenti alla famiglia delle Brassica: i cavoli, i broccoli e i cavolfiori sono quindi degli alleati contro l’invecchiamento cellulare, e non solo sulla tavola.

    segue..

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Come abbronzarsi velocemente

    (Tratto da: rodiola.it)


    Alimenti che fanno bene all'abbronzatura

    In cucina però si gioca un ruolo fondamentale per rafforzare la pelle e le sue difese. Scegliere gli alimenti giusti diventa fondamentale per proteggere la pelle in modo anturale oltre che con gli integratori.

    In questo senso i riflettori sono puntati su alcune classi di alimenti in particolare, ricchi di sali minerali, vitamine e antiossidanti.

    I cibi giusti per una perfetta abbronzatura sono ricchi di betacarotene, il precursore della vitamina A, che ha la capacità di stimolare la formazione di melanina, la sostanza responsabile del colore della pelle quando ci si espone al sole.
    Betacarotene e melanina sono strettamente legati, e il carotenoide protegge anche la pelle dai raggi solari nocivi.

    segue..

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Come abbronzarsi velocemente

    (Tratto da: rodiola.it)


    Alimenti che fanno bene all'abbronzatura

    Gli alimenti che ne contengono di più appartengono ai vegetali e alla frutta di colore giallo e arancione, come le albicocche, le pesche, il melone, l’anguria, carote, i peperoni e la lattuga.

    Tra i carotenoidi anche il licopene occupa un posto speciale: presente soprattutto nei pomodori, è di grande aiuto per preparare la pelle all’esposizione al sole e per ottenere un’abbronzatura dorata e uniforme.
    Nei pomodori il licopene abbonda, e si mantiene integro anche dopo la cottura nelle passate e nei sughi, ed è presente in piccole quantità anche nelle albicocche e nelle arance rosse.

    Altre sostanze importanti sono gli acidi grassi ‘buoni’ (Omega 3 e 6, acido linoleico….), che mantengono la pelle in salute, apportano nutrienti che favoriscono lo sviluppo delle cellule e rallentano l’invecchiamento.
    Particolarmente utili le mandorle e le noci ogni giorno, in piccole quantità: non più di 4 al giorno dell’una o dell’altra.

    Acqua. L’idratazione non è mai troppa, 1 litro al almeno al giorno durante l'anno, e poi, durante l'esposizione, di più con la sudorazione aumentata durante l’estate. L’ideale è bere lontano dai pasti, ma non ci sono limiti, anche perché l’acqua oltre a idratare la pelle favorisce la diuresi e la aiuta così a liberarsi dalle impurità.

    segue..

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Come abbronzarsi velocemente

    (Tratto da: rodiola.it)


    Idratazione della pelle dall’esterno

    Prima di tutto esfoliare per eliminare le cellule morte, poi fornire alle pelle sali minerali e vitamine attraverso sostanze naturali e oli essenziali.

    Tra i rimedi naturali più efficaci per idratare e nutrire la pelle:

    Miele: ammorbidisce e leviga la pelle. Con il miele si può fare uno scrub una volta alla settimana, massaggiandolo sulla pelle con movimenti circolari e lasciandolo agire per almeno 10 minuti prima di risciacquare con acqua tiepida.

    Uovo: idrata e nutre in profondità. Le uova sono fonti di vitamine, soprattutto A, E, D, e alcune del gruppo B. Tutto nutrimento per la pelle, che arriva all’appuntamento con i raggi solari sana e ricca di vitamine che la proteggono dall’invecchiamento.

    Rosa mosqueta: è un naturale strumento di cura e protezione della pelle, grazie alla vitamina A, agli Omega 6 e al beta-carotene. Massaggiare direttamente sulla pelle sia prima che dopo l’esposizione al sole.

    Olio di argan: elasticizzante, anti-rughe, nutriente. Ed è anche antiossidante, contrasta i radicali liberi e mantiene la pelle giovane e idratata.

    Burro di karitè: idrata, nutre, è antinfiammatorio e antibatterico, attenua e previene le rughe, protegge dai raggi solari. Utile sia per preparare la pelle che dopo il sole, per re-idratarla.

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Far durare l’abbronzatura più a lungo..

    (Tratto da: rodiola.it)


    Docce fredde

    Probabilmente avrai sentito dire che la doccia lava via l’abbronzatura: perché allora consigliamo la doccia fredda come rimedio per far durare la pelle scura più a lungo?
    In realtà è stare ammollo, soprattutto in acqua calda, che favorisce la desquamazione della pelle.
    Quindi si alle docce fredde e veloci che sono anche tonificanti.
    Meglio se dopo aver trattato la pelle con un olio idratante prima, che aiuta anche a proteggere la pelle dall’azione aggressiva di alcuni bagnoschiuma.


    Pelle idratata, pelle abbronzata

    Non c’è modo migliore per far durare l’abbronzatura che mantenere la pelle idratata. Il sole secca l’epidermide quindi bisogna porre rimedio. Non dimenticarsi di bere almeno due litri di acqua al giorno.


    Esfoliare la pelle aiuta a mantenere l’abbronzatura più a lungo

    L’importanza dell’esfoliazione viene spesso sottovalutata. Quest’azione è invece molto utile per rimuovere le cellule morte e preparare la pelle ad un’abbronzatura più duratura.

    segue..

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Far durare l’abbronzatura più a lungo..

    (Tratto da: rodiola.it)


    Lampade facciali

    Il viso è la prima parte del corpo che si nota. Ecco perché è di cruciale importanza mantenere il colore soprattutto in faccia anche attraverso l’aiuto di lampade facciali (senza esagerare) al rientro dalle vacanze.


    Abbronzarsi gradualmente per far durare il colorito più a lungo

    Abbronzarsi in modo graduale. E’ buona regola non esporsi troppo a lungo nei primi due-tre giorni. Soprattutto all'inizio della vacanza, non bisognerebbe restare più di tre quarti d’ora di sole al giorno: in ogni caso oltre questo limite, non viene prodotta altra melanina quindi oltre che potenzialmente dannoso per la pelle, sarebbe anche inutile ai fini dell’abbronzatura.
    Tieni presente che l’abbronzatura superficiale dei primi giorni è dovuta alla melanina da subito disponibile, ma è destinata a sparire altrettanto rapidamente. Solo dopo circa una settimana inizia a formarsi l’abbronzatura duratura.


    Bronzer per una pelle colorata in modo naturale


    Il trucco in estate va usato in modo parsimonioso e strategico. No a creme coloranti che appesantiscono l’incarnato, si invece ad un velo di bronzer che dà colorito e luminosità al volto. Esistono diversi tipi di bronzer: liquido, in crema, in gel o in stick.

    segue..

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Re: Far durare l’abbronzatura più a lungo..

    (Tratto da: rodiola.it)


    Bere molta acqua e mangiare carote (ma non solo)

    Altri due consigli per mantenere più a lungo l’abbronzatura riguardano quello che mangiamo e beviamo.
    Mangiare alimenti arancioni per stimolare il beta-carotene. Si alle carote nell’alimentazione dopo l’abbronzatura. Ma non solo: questo prezioso pigmento arancione si può trovare in molte varietà di frutta e di verdura. Quando lo ingeriamo, una volta raggiunto l’intestino il beta-carotene si trasforma in vitamina A, che è di fondamentale importanza per la salute e la bellezza della pelle e degli occhi. Per quello che in questa sede maggiormente interessa è anche un aiuto per abbronzarsi in modo graduale. Cercate di inserire nell’alimentazione i pomodori, la zucca gialla, il cocomero, i meloni, le ciliege e le fragole, senza trascurare verdure come ad esempio la lattuga, la cicoria, l’insalata o ortaggi come i peperoni e i cavoli.
    Se l’alimentazione non è sufficiente considerate integratori alimentari a base di beta carotene e vitamine (soprattutto vitamina D, E ma anche C).
    Come abbiamo visto sopra l’idratazione è fondamentale: ricordarsi di bere almeno due litri di acqua al giorno.


    Vestirsi di bianco per far risaltare l’abbronzatura


    Attenzione ai colori scelti per l’abbigliamento. E’ vero che il bianco esalta l’abbronzatura ma non vi farà sembrare abbronzate se non lo siete! Da sfoggiare quindi solo a fine vacanza. Altre nuance che risaltano la pelle abbronzata e vanno molto di moda in estate sono il senape e il rosso watermelon (ovvero la tonalità di rosso che richiama il colore dell’anguria).

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,941

    Cura dei capelli al sole con gli oli

    (Tratto da: rodiola.it)


    In estate siamo abituati a proteggere la pelle dal sole, ma non sempre ricordiamo che la stessa protezione va offerta anche ai capelli. Le nostre chiome sono infatti a rischio perché i raggi del sole indeboliscono sia il bulbo che il fusto dei capelli giorno dopo giorno, soprattutto se l’esposizione è continua come accade quando siamo in vacanza.

    Per fortuna abbiamo a disposizione un vero e proprio arsenale per combattere la battaglia in favore dei capelli, a partire dai prodotti cosmetici già pronti e preparati con formulazioni specifiche, fino ai rimedi offerti dalla natura.

    Di particolare utilità risultano gli oli, poiché riescono a nutrire al meglio i capelli, penetrando in profondità nelle fibre capillari e restituendo nutrimento e idratazione ai capelli provati dai raggi solari.

    Si può scegliere inoltre tra oli protettivi e oli riparatori: i primi si applicano sul cuoio capelluto durante l’esposizione al sole, soprattutto sulla spiaggia, mentre i secondi si usano al ritorno, per far riprendere i capelli.

    segue..

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. L'importanza dell'esposizione alla luce solare
    Di luca468 nel forum Medicine naturali
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10/04/2015, 02:42
  2. Epilatore a luce pulsata
    Di gingerina nel forum I love shopping
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 17/03/2013, 16:16
  3. Luce spenta o accesa
    Di marcombk nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 05/03/2007, 23:34
  4. luce accesa - luce spenta
    Di claudioge nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 11/10/2006, 00:18
  5. Il vuoto e la luce
    Di nel forum Smettere di fumare
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 31/03/2005, 20:22

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online