Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 5 di 5 PrimaPrima 12345
Risultati da 81 a 99 di 99

Discussione: Cellulite e problemi relativi

  1. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,042

    Riferimento: Cellulite e problemi relativi

    Citazione Originariamente Scritto da xena Visualizza Messaggio
    Se si esercita una lieve pressione con il dito e ne rimane l'impronta molto più chiara, che significa? E’ ritenzione idrica o cellulite,a quale stadio?
    Bisogna vedere la sede dove si esercita la pressione, se rimane una fossetta, se la pressione evoca dolore.
    dr. vincenzo valesi
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  2. # ADS
    Cellulite e problemi relativi
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    29/08/2009
    Messaggi
    34

    Riferimento: Cellulite e problemi relativi

    Citazione Originariamente Scritto da vvalesi Visualizza Messaggio
    Bisogna vedere la sede dove si esercita la pressione, se rimane una fossetta, se la pressione evoca dolore.
    dr. vincenzo valesi
    La zona interessata sono gli arti inferiori, niente fossette, nè dolore, rimane soltanto l'impronta del dito più chiara.

  4. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,042

    Re: Riferimento: Cellulite e problemi relativi

    La cellulite è un fenomeno che interessa il tessuto adiposo o grasso sottocutaneo. La maggior parte degli autori è d’accordo sul fatto che tutto parte da un’alterazione della circolazione capillare. Anche a livello del grasso, la microcircolazione è caratterizzata dalla presenza di arteriole (le ultime ramificazioni delle arterie), capillari e venule (le piccolissime vene iniziali). A livello dei capillari, che si trovano dopo le arteriole e prima delle venule, avvengono gli scambi respiratori e metabolici fra cellule e sangue: i capillari distribuiscono ossigeno e nutrienti e ricevono anidride carbonica e scorie di provenienza dalle cellule, in questo caso soprattutto adipociti o cellule adipose.
    Tratto da " I Rimedi naturali del medico di famiglia"del dr. Vincenzo Valesi (edito da Macroedizioni)
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  5. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,042

    Re: Riferimento: Cellulite e problemi relativi

    Ecco cosa si verifica nella sostanza: un aumento della pressione all’interno dei capillari con conseguente fuoriuscita nella matrice di sostanze proteiche che normalmente sono presenti nel plasma sanguigno (che non dovrebbero uscire).
    Il plasma è la parte liquida del sangue, senza la parte corpuscolata (globuli rossi, globuli bianchi, piastrine).
    Questo compromette gli scambi metabolici e respiratori con difficoltà a portare nutrienti e a eliminare le sostanze di rifiuto, degli adipociti.
    Si verifica cioè una condizione per cui nella sostanza fondamentale fra le cellule (matrice) rimangono depositate particelle o sostanze tossiche non gradite le quali innescano, a livello della matrice, in cui sono immersi anche gli adipociti (cellule di grasso) una reazione infiammatoria.
    Tratto da " I Rimedi Naturali del Medico di famiglia" (Dr. Vincenzo Valesi, edito da Macroedizioni)
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  6. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,042

    Re: Riferimento: Cellulite e problemi relativi

    La causa di questo iniziale aumento della pressione dei capillari può essere dovuta a due ordini di cause:1) Eccessivo aumento dell’afflusso di sangue ai capillari per alterata regolazione dei cosiddetti sfinteri precapillari, specie di valvole o rubinetti che regolano quanto sangue deve passare dalle arteriole ai capillari; tali elementi di regolazione hanno una struttura muscolare liscia e appaiono al microscopio con aspetto di bottoni o cuscinetti. In persone affette da cellulite, anche molto giovani, queste strutture andrebbero incontro a sclerosi (cioè rigidità) perdendo la capacità di regolare il microcircolo.
    2) Compressione meccanica sulle venule, con conseguente aumento della pressione del sangue nei vasi capillari a monte: per esempio jeans troppo stretti, protratta posizione eretta da fermi.
    Progredendo l’evoluzione del processo si determina un ulteriore danno di questi vasi (arteriole, venule e capillari): si possono vedere i cosiddetti “capillari” (dilatazione delle venule), sfiancamenti arteriolari (aneurismi), microemorragie e fuoriuscita anche di globuli rossi.
    Ciò determina un’ulteriore sofferenza degli adipociti che reagiscono liberando i grassi in essi contenuti nello spazio fra le cellule e assumono un aspetto “vacuolizzato”(cioè bucherellato).
    Il tessuto interstiziale fra gli adipociti reagisce infiammandosi e producendo più fibre reticolari e collagene per cui si formano i primi micronoduli contenenti fibre e adipociti, i quali poi a loro volta vanno a comprimere i capillari dall’esterno. I micronoduli non sono palpabili.
    È possibile comunque in questa fase che ci sia dolorabilità spontanea o provocata da manovre di pizzicamento.

    Tratto da " I Rimedi Naturali del Medico di Famiglia" del dr. Vincenzo Valesi (Macroedizioni)
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  7. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,042

    Re: Riferimento: Cellulite e problemi relativi

    Coll’ulteriore progredire del processo, più micronoduli si riuniscono in noduli di dimensioni maggiori o macronoduli, i quali sono palpabili e dolorabili anche alla compressione manuale. In questa fase si manifesta l’aspetto “a buccia d'arancia”, il quale è dovuto al fatto che questa reazione che produce più fibre collagene e reticolari, e che in termini tecnici si chiama “sclerosi”, invade anche il derma (che si trova più superficialmente), il quale viene così stirato in basso e in conseguenza di ciò la pelle assume quel caratteristico aspetto “poroso” che ricorda l’agrume.

    Per fortuna questa fenomenologia non interessa tutta la cute in maniera simultanea, ma “a mantello di Arlecchino”, cioè c’è alternanza fra zone sane e zone malate.
    Tratto da " I Rimedi Naturali del Medico di Famiglia" del dr. Vincenzo Valesi (Macroedizioni)
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  8. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,042

    Re: Riferimento: Cellulite e problemi relativi

    Il percorso patologico appena descritto e' riassunto nel nome attribuito alla CELLULITE:PEFS ovvero PANNIC ULOPATIA EDEMATOFIBROSCLEROTI CA: si tratta cioè di una vera e propria patologia del tessuto adiposo(PANNIC ULOPATIA) che partendo da una situazione di EDEMA evolve verso la FIBROSI e la SCLEROSI.
    Ultima modifica di vvalesi; 30/09/2014 alle 19:28
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  9. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,042

    Re: Riferimento: Cellulite e problemi relativi

    Quindi la PEFS è una vera e propria patologia infiammatoria del tessuto adiposo cioè del grasso sottocutaneo, che ha il suo momento iniziale in una turba del microcircolo, sulla quale possono incidere diversi fattori: circolatori, ormonali, tossici.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  10. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,042

    Re: Cellulite e problemi relativi

    La ADIPOSITA' LOCALIZZATA invece è una modificazione in senso quantitativo del tessuto adiposo, consiste cioè in un aumento di volume degli adipociti, localizzata spesso in certe aeree come l'addome, i fianchi, o anche le stesse sedi della cellulite, ma si tratta fondamemntalmente di grasso sano. Spesso residua dopo una dieta dimagrante, rappresentando un codiddetto "zoccolo duro" da risolvere.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  11. Registrato da
    12/10/2014
    Messaggi
    2

    Aumento di peso, cellulite e rienzione idrica

    Dott. Valesi,

    soffro di ipertiroidismo e prendo l'Eutirox ormai da due anni. Negli ultimi due anni ho preso 10kg e non c'è modo di ridurre il peso. ho provato con palestra, dietologi, intolleranze, ma nulla, tutti sono buchi nell'acqua. Inoltre soffrendo di cellulite e ritenzione idrica tutto si moltiplica. Ha qualche consiglio?
    grazie mille!!

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Aumento di peso, cellulite e rienzione idrica

    Ciao flowerval, ho copiato il tuo messaggio in questa discussione : http://www.sanihelp.it/forum/estetic...ml#post1613577 dove potrai leggere la risposta del dr Valesi.

  13. Registrato da
    18/05/2015
    Messaggi
    2

    Riattivare il metabolismo e drenare

    Gentile dottore, sono un'insegnante di scuola elementare e mamma di un bimbo di due anni. La scorsa estate sono riuscita con una buona dieta a perdere 8 chili nel giro di due mesi e poi di mentenere questo risultato per tutto l'inverno. Me ne mancano altri 7 da perdere ma aspetto giugno e la fine della scuola per rimettermi a dieta. Ne frattempo vorrei fare qualcosa per riattivare il metabolismo e per drenare i ristagni di liquidi che ho su cosce e glutei. In farmacia mi hanno dato pilosella compositum e tinutura madre di fucus da prendere disciolte in acqua 20 gocce di ciascuna una volta a metà mattina e un'ora prima di cena. Va bene o devo aggiungere altro? Grazie mille.

  14. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,042

    Re: Riattivare il metabolismo e drenare

    In una bottiglia da 1-1,5 litri di acqua minerale naturale a basso residuo fisso da bere distribuendola nel corso della giornata, versare GALIUM HEEL+LYMPHOMYOSOT+GU NA SOLIDAGO 30 gocce di ognuno, tutti i giorni, per due mesi.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  15. Registrato da
    18/05/2015
    Messaggi
    2

    Re: Riattivare il metabolismo e drenare

    Forse non ho capito..questi in aggiunta a Pilosella e Fucus 20 gocce al giorno che già prendo? nella stessa bottiglia? Grazie e mi scuso per il disturbo.
    Ultima modifica di anna1401; 26/05/2015 alle 23:36

  16. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,042

    Tre stadi evolutivi della cellulite e conseguenti terapie

    I)Cellulite dura- È la fase iniziale,di ritenzione di liquido che trasuda dai capillari e che impregnando i tessuti conferisce loro una consistenza dura e uniformemente liscia, con dolorabilità alla pressione.
    In questa fase, come terapia domina l’azione dei prodotti drenanti connettivali e linfatici e di composti attivi sulla circolazione micro e macro(infatti anche un’insufficienza venosa determina aumento della pressione a livello dei capillari) e favorenti il drenaggio dei liquidi.


    II)Cellulite intermedia o di transizione- È lafase di evoluzione intermedia fra quella iniziale e quella terminale, processi che comunque non possono essere nettamente distinti e che a un certo punto si trovano contemporanea mente presenti, per cui sarà utile agire sia sull’ aspetto di edema e ritenzione idrica, sia sulla tendenza a organizzare proliferazioni e indurimenti sclerotici.

    III)Cellulite molle- È la fase terminale del processo in cui gli elementi prevalenti sono i micro e macronoduli, disseminati in maniera non uniforme con consistenza molle e nodulare, mentre le fibre reticolari proliferano e determinano una progressiva ulteriore sofferenza degli adipociti e del microcircolo, con cedimento del tessuto.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  17. Registrato da
    28/08/2017
    Messaggi
    3

    Cellulite: carbossiterapia, mesoterapia e drenanti

    Salve dottore, soffro da anni di fastidio alle gambe. Non riesco a stare seduta per troppo tempo che sento come uno strozzamento nella circolazione all altezza del ginocchio (dietro) e dopo parecchio tempo iniziano a formicolare e devo alzarmi e camminare. Se sto ferma in piedi avverto dolore sempre dietro le ginocchia.

    Avendo la cellulite e sentendo parlare della Carbossiterapia ho fatto 9 sedute e mi sono ritrovata peggiorata con cellulite sparsa dappertutto in maniera disomogenea con aumento delle "onde" cellulitiche nella parte posteriore della coscia scendendo sino al ginocchio e nella parte anteriore della coscia ho tutti buchetti piccolini.
    Un estetista mi ha detto che ho scollato la cellulite dal tessuto ma non sono riuscita a buttarla fuori.

    Adesso volevo provare con la mesoterapia ma non so se peggiorare la situazione oppure no oppure avere pazienza e continuare con la Carbossiterapia (che ho interrotto da un mese) cercando di avere pazienza perché è una fase transitoria.

    Volevo chiederLe cosa posso usare per drenare ed espellere tutta questa cellulite e le tossine che non riesco ad espellere autonomamente.
    La ringrazio di cuore
    Sabrina
    Ultima modifica di anna1401; 05/07/2018 alle 21:27

  18. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,042

    Re: Cellulite: carbossiterapia, mesoterapia e drenanti

    L'aspetto infiammatorio della matrice del derma profondo e soprattutto del tessuto adiposo è molto importante nella genesi della cellulite. Il trattamento mesoterapico può dare buoni risultati se c'è un appropriato inquadramento della fase evolutiva. Il trattamento mesoterapico locale da ancora migliori risultati se viene associato e/o preceduto a una detossinazione generale della matrice connettivale.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  19. Registrato da
    08/03/2019
    Messaggi
    3

    Re: Tre stadi evolutivi della cellulite e conseguenti terapie

    Buonasera Dr Valesi , Avrei bisogno di un suo consiglio. Ho 56 anni a luglio, sono una sportiva corro tre giorni a settimana e altri tre mi alleno in palestra per la tonicità muscolare. Sono vegan e mi cibo di frutta e verdura essenzialmente cruda, estratti , frullati e assumo le proteine del pisello in polvere! Con micro e macro nutrienti equilibrati. Ho fatto da poco le analisi e sono molto buone con una vit B12 a 450, la vit D a 67 (senza integrazione) omocisteina a 8. Insomma tutto ok. Sono magra 165 per 52 kg. Il mio problema è quella fastidiosa cellulite credo al 2° stadio, perchè non è tesa ma nemmeno nodulosa, la tipica buccia d'arancia morbida al tatto e non dolorosa localizzata sopratutto sul quadricipite e poi un accumulo di grasseto vecchissimo sotto le ginocchia (interno ginocchio) resistente anche alla mesoterapia. Volevo provare con le gocce di Galium-Lymphomysot- Guna solidago come consiglia ma non so se nel mio caso andrebbe meglio il Sempervivum Sigma al posto del Solidago oppure se è la stessa cosa, o se scegliere R7 che lavora sul fegato, avendo cmq da sempre problemi di peristalsi pigra ed evacuazioni non troppo soddisfacenti, malgrado la mia alimentazione e il tanto movimento! Vorrei un consiglio da le se è possibile e la posologia delle gocce. Grazie mille le auguro una felice serata!

  20. Registrato da
    08/03/2019
    Messaggi
    3

    Cellulite localizzata

    Buonasera Dr Valesi , Avrei bisogno di un suo consiglio. Ho 56 anni a luglio, sono una sportiva corro tre giorni a settimana e altri tre mi alleno in palestra per la tonicità muscolare.
    Sono vegan e mi cibo di frutta e verdura essenzialmente cruda, estratti , frullati e assumo le proteine del pisello in polvere! Con micro e macro nutrienti equilibrati.

    Ho fatto da poco le analisi e sono molto buone con una vit B12 a 450, la vit D a 67 (senza integrazione) omocisteina a 8. Insomma tutto ok. Sono magra 165 per 52 kg. Il mio problema è quella fastidiosa cellulite credo al 2° stadio, perchè non è tesa ma nemmeno nodulosa, la tipica buccia d'arancia morbida al tatto e non dolorosa localizzata sopratutto sul quadricipite e poi un accumulo di grasseto vecchissimo sotto le ginocchia (interno ginocchio) resistente anche alla mesoterapia.

    Volevo provare con le gocce di Galium - Lymphomysot - Guna solidago come consiglia, ma non so se nel mio caso andrebbe meglio il Sempervivum Sigma al posto del Solidago oppure se è la stessa cosa, o se scegliere R7 che lavora sul fegato, avendo comunque da sempre problemi di peristalsi pigra ed evacuazioni non troppo soddisfacenti, malgrado la mia alimentazione e il tanto movimento! Vorrei un consiglio da lei se è possibile e la posologia delle gocce.
    Grazie mille le auguro una felice serata!
    Ultima modifica di anna1401; 11/03/2019 alle 20:11

Pagina 5 di 5 PrimaPrima 12345

Discussioni Simili

  1. Cellulite...?
    Di EleonoraMaggio nel forum Consigli di bellezza
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 04/07/2019, 22:46
  2. thermage x la cellulite?
    Di moreagirl nel forum Consigli di bellezza
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 31/05/2009, 12:44
  3. cellulite
    Di kate60 nel forum Consigli di bellezza
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26/01/2008, 08:57
  4. Cellulite e endermologie
    Di monarella nel forum Consigli di bellezza
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 05/05/2007, 12:01
  5. cellulite
    Di malvinca1976 nel forum Sono a dieta...
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07/02/2005, 11:45

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online