Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 23 di 23 PrimaPrima ... 131920212223
Risultati da 441 a 456 di 456

Discussione: Come dimagrire?

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Come dimagrire e cellulite

    Citazione Originariamente Scritto da Maleficent Visualizza Messaggio
    Credo di non aver più speranza di avere delle informazioni...
    non preoccupati Maleficent, abbi fede!
    Ultima modifica di vvalesi; 30/04/2016 alle 20:03

  2. # ADS
    Come dimagrire?
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,069

    Re: Ritenzione idrica, cellulite e 10 kg in più

    Citazione Originariamente Scritto da Maleficent Visualizza Messaggio
    Buongiorno dott. Valesi. Io soffro molto di ritenzione idrica e cellulite e ho qualche kg in più (10 per l'esattezza) Vorrei un'informazione. secondo lei i sali di Schussler sono validi? Leggendo ho Natrium sulphuricum e Kalium phosphoricum ho letto che posso aiutarmi sia per il drenaggio che per aiutare il metabolismo inoltre ho letto che se a questi due si abbina il Natrium phosphoricum si hanno anche dei benefici durante il sonno. Inoltre vorrei sapere se prendendoli, i benefici si possono percepire subito o quanto tempo occorre prima che si percepiscano i primi risultati. Grazie anticipatamente

    Sarei anche interessata a sapere dottor Valesi se R59 è un valido aiuto per me che negli ultimi mesi non solo non riesco a dimagrire ma ho preso un paio di kg. Nonostante dieta sana e attività fisica, bevo due litri di acqua al giorno... Gli esami della tiroide sono perfetti (FT3, FT4, TSH) però soffro di tiroidite di Hashimoto, è possibile assumete R59 nonostante questo? Cosa mi consiglia lei? Grazie mille anticipatamente
    I SALI DI SCHUESSLER citati possono essere utili per i problemi di cellulite e ritenzione idrica. Non è possibile quantificare i tempi di risposta, e comunque ogni caso deve essere individualizzato in base a una valutazione clinica.Anche per R 59 bisogna valutare, pur essendo normali gli esami, in che ambito della normalità si trovano, non essendo a mio avviso opportuno apportare uno stimolo sulla tiroide, se non necessario.Meglio mirare a un equilibrio raggiungibile con drenaggi della matrice e cura dell'ambiente intestinale. Come consiglio posso raccomandare la MESOTERAPIA con farmaci omotossicologici che a mio avviso può dare risultati interessanti.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  4. Registrato da
    19/01/2015
    Messaggi
    9

    Re: Ritenzione idrica, cellulite e 10 kg in più

    La ringrazio dottor Valesi per la sua risposta. In cosa consiste la Mesoterapia con farmaci omotossicologici? C'è una terapia che potrebbe consigliarmi?

  5. Registrato da
    19/01/2015
    Messaggi
    9

    Re: Ritenzione idrica, cellulite e 10 kg in più

    Il mio problema più grande è che nonostante i valori della tiroide ft3, ft4 e tsh) siano nella norma ho gli anticorpi anti tiroidei molto alti da almeno 10 anni e detto questo ho molti sintomi evidenti come diradamento dei capelli, gonfiori, disturbi del sonno, a volte dolori alle ossa e stanchezza con sbalzi d'umore... Spesso faccio fatica a riuscire ad alzarmi dal letto perché mi sento stanca e ho difficoltà ad ingranare la giornata. Ma ciò che mi crea più problemi sono le gambe, gonfie dove presento dei gonfiori intorno al malevolo non indifferenti. E la cellulite si concentra per di più nei fianchi... In corrispondenza della zona '' coulotte de cheval'' a volte questi cuscinetti li sento dolenti quasi ''bruciare'' come se avessi una scottatura... Ho già provato più di un ciclo di drenaggio lymphomyosot + gallium+solidago, che un tempo mi hanno dato beneficio ma ultimamente no... Vorrei qualche consiglio su come potermi districare con questa situazione.. Dimenticavo di dire che soffro spesso di stitichezza..

  6. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,069

    Re: Ritenzione idrica, cellulite e 10 kg in più

    Citazione Originariamente Scritto da Maleficent Visualizza Messaggio
    Il mio problema più grande è che nonostante i valori della tiroide ft3, ft4 e tsh) siano nella norma ho gli anticorpi anti tiroidei molto alti da almeno 10 anni e detto questo ho molti sintomi evidenti come diradamento dei capelli, gonfiori, disturbi del sonno, a volte dolori alle ossa e stanchezza con sbalzi d'umore... Spesso faccio fatica a riuscire ad alzarmi dal letto perché mi sento stanca e ho difficoltà ad ingranare la giornata. Ma ciò che mi crea più problemi sono le gambe, gonfie dove presento dei gonfiori intorno al malevolo non indifferenti. E la cellulite si concentra per di più nei fianchi... In corrispondenza della zona '' coulotte de cheval'' a volte questi cuscinetti li sento dolenti quasi ''bruciare'' come se avessi una scottatura... Ho già provato più di un ciclo di drenaggio lymphomyosot + gallium+solidago, che un tempo mi hanno dato beneficio ma ultimamente no... Vorrei qualche consiglio su come potermi districare con questa situazione.. Dimenticavo di dire che soffro spesso di stitichezza..
    La MESOTERAPIA consiste nell'iniettare nel derma, cioè nello strato di tessuto connettivo sottostante l'epidermide, farmaci, in questo caso omotossicologici, in modo da evocare una reazione biologica antiinfiammatoria riparatrice , eutrofizzante, regolarizzante le turbe del microcircolo che sono il primum movens della cellulite o PEFS( panniculipatia edematio fibrosclerotica), che è una vera e propria malattia infiammatoria del tessuto adiposo.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  7. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,069

    Cellulite

    La CELLULITE è un fenomeno che interessa il tessuto adiposo o grasso
    sottocutaneo
    . La maggior parte degli autori sono d’accordo sul fatto che tutto
    parte da un’alterazione della circolazione capillare .

    Anche a livello del grasso la microcircolazione è caratterizzata dalla presenza
    di arteriole(le ultime ramificazioni delle arterie), capillari, e venule(le piccolissi-
    me vene iniziali). A livello dei capillari, che si trovano dopo le arteriole e prima
    delle venule, avvengono gli scambi respiratori e metabolici fra cellule e sangue
    i capillari distribuiscono ossigeno e nutrienti e ricevono anidride carbonica e scorie di
    provenienza dalle cellule: in questo caso soprattutto ADIPOCITI o CELLULE ADIPOSE.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  8. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,069

    Malattia infiammatoria del tessuto adiposo sottocutaneo

    In conseguenza di quanto detto sopra verifica un aumento della pressione all’interno dei capillari con
    conseguente fuoriuscita all'esterno di essi di sostanze proteiche normalmente presenti nel plasma sanguigno
    ( le quali non dovrebbero uscire) : questo compromette gli scambi
    metabolici e respiratori
    con difficoltà anche a eliminare le sostanze di rifiuto
    Si verifica cioè una condizione per cui nella sostanza fondamentale (MATRICE) fra le
    cellule, in questo caso adipose, rimangono depositate particelle o sostanze tossiche

    le quali innescano una reazione infiammatoria.
    Quindi la CELLULITE è una vera e propria patologia infiammatorio del tessuto adiposo sottocutaneo.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  9. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,069

    Cause dell'aumento di pressione nei capillari

    Questo iniziale aumento della pressione nei capillari può essere do-
    vuto a due ordini di fattori:
    1) Eccessivo ’afflusso di sangue ai capillari per alterata regolazione
    dei cosiddetti sfinteri precapillari, specie di valvole o rubinetti che regolano quanto
    sangue deve passare dalle arteriole ai capillari(in pratica dei "modulatori della quantità di sangue che deve passare nei capillari stessi) Tali elementi di regolazione hanno una struttura muscolare liscia
    e appaiono al microscopio con aspetto di bottoni o cuscinetti.
    In persone affette da cellulite, anche molto giovani,, queste strutture
    andrebbero incontro a fenomeni di sclerosi(cioè rigidità) perdendo questacapacità
    di regolare il microcircolo.
    2) Compressione meccanica sulle venule, con conseguente aumento della
    pressione del sangue nei vasi capillari a monte: per es. jeans troppo stretti
    protratta posizione eretta da fermi.
    L’evoluzione del processo determina ulteriore
    danno di questi vas
    i(arteriole, venule e capillari): si possono vedere i cosid-
    detti “capillari”(dilatazi one delle venule), sfiancamenti arteriolari(aneurism i),
    microemorragie e fuoriuscita di globuli rossi.
    Cio’ determina ulteriore sofferenza degli ADIPOCITI che reagiscono
    liberando grassi in essi contenuti nello spazio fra le cellule
    e assumono
    un aspetto “vacuolizzato”( cioè bucherellato)
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  10. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,069

    Dalla cellulite dura alla cellulite molle

    Il tessuto interstiziale fra gli ADIPOCITI reagisce infiammandosi e producendo
    più fibre reticolari e collagene per cui i si formano
    i primi MICRONODULI contenenti fibre e adipociti
    i quali poi a loro volta vanno ulteriormente a comprimere i
    capillari dall’esterno.
    i micronoduli non sono palpabili.
    E’ possibile comunque che in questa fase
    ci sia dolorabilità spontanea o provocata da manovre di pizzicamento.

    Coll’ ulteriore progredire del processo più micronoduli si riuniscono
    in noduli di dimensioni maggiori o MACRONODULI i quali sono PALPABILI
    e DOLORABILI ANCHE ALLA COMPRESSIONE MANUALE.
    in questa fase si manifesta l’aspetto “ A BUCCIA D’ARANCIA”: il qua-
    le è dovuto al fatto che questa reazione infiammatoria "cronica"che produce più fibre collagene e
    reticolari ,e che in termini tecnici si chiama “ fibrosclerosi”, invade anche il derma
    ( strato di pelle soprastante,) il quale viene così stirato in basso e in
    conseguenza di ciò la pelle assume quel caratteristico aspetto “poroso” della buccia dell'agrume.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  11. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,069

    Mantello d'arlecchino

    Questa fenomenologia non interessa tutta la cute in maniera si-
    multanea,
    nel tempo e nella localizzazione ma “a mantello di arlecchino”, cioè c’è alternanza fra zone sane e zone malate, più o meno diffuse in mezzo a zone di cute più o meno sana
    e nell'ambito della stessa zona malata il processo evolutivo non è uniforme ma può presentasi in varie fasi
    di gravità.
    Di questo deve tenere conto la terapia
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  12. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,069

    Tre stadi evolutivi della cellulite e conseguenti terapie

    I)Cellulite dura- È la fase iniziale,di ritenzione di liquido che trasuda dai capillari e che impregnandoi tessuti conferisce loro una consistenza dura e uniformemente liscia, con dolorabilità alla pressione.
    In questa fase, come terapia domina l’azione dei prodotti drenanticonnettivali e linfatici e di composti attivi sulla circolazione micro e macro (infatti anche un’insufficienza venosa determina aumento della pressione a livello dei capillari) e favorenti il drenaggio dei liquidi.


    II)Cellulite intermedia o di transizione- È lafase di evoluzione intermediafra quella iniziale e quella terminale, processi che comunque nonpossono essere nettamente distinti e che a un certo punto si trovanocontemporanea mente presenti, per cui sarà utile agire siasull’ aspetto di edema e ritenzione idrica, sia sulla tendenza aorganizzare proliferazioni e indurimenti sclerotici.

    III)Cellulite molle- È la fase terminale del processo in cui gli elementi prevalenti sono i micro e macronoduli, disseminati in maniera non uniforme con consistenza molle e nodulare, mentre le fibre reticolari proliferano e determinano una progressiva ulteriore sofferenza degli adipociti e del microcircolo, con cedimento del tessuto.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  13. Registrato da
    03/02/2017
    Messaggi
    1

    Re: Come dimagrire?

    Gentile dottore, sono una ragazza di 32 anni alta 1,67 per al momento 71 kg. Ipotiroidismo in cura con eutirox si mantengono i valori ematici nella norma. Le spiego cosa mi è successo. Ho avuto negli ultimi mesi una situazione di stress costante a causa di un problema familiare (la salute di mio figlio che ha due anni) ;da 63 kg ho iniziato a lievitare dietro alle crisi di pianto e al malessere della diagnosi arrivando a 71 kg. Ho provato a fare dieta ma non ho perso un grammo. Mangio regolare ,sono un ex.sportiva che ha sempre mangiato tutto senza grandi restrizioni. Ma adesso anche una semplice pizza aumenta il mio peso. Il mio corpo sembra essersi bloccato.

  14. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,069

    Re: Come dimagrire?

    Cara Amica, la parola "dimagrire" è un termine molto equivoco.Non dobbiamo cioè mai limitarci infatti alla semplice valutazione dell'indice di massa corporea(BMI) il quale ha un significato molto approssimativo, perchè ci parla solo dei rapporti fra peso e altezza , ma dovremmo considerare anche la IMPEDENZIOMETRIA CUTANEA perchè questa ci parla di massa magra, massa grassa, acqua corporea. L'aumento di peso, perchè forse è più corretto parlare di questo, vede fra le sue cause non solo un aumento della massa grassa cioè del tessuto adiposo che può essere sottocutaneo e viscerale, ma anche un aumento dell'acqua corporea a sua volta legata a un fatto infiammatorio cronico. E qui si apre un altro grande capitolo, quello dell'INFIAMMAZIONE, per il quale ti invito ad ascoltare con attenzione questa due conferenze brevi da me tenute sul mio canale youtube:https://www.youtube.com/watch?v=CsM7b4IDTjw.
    https://www.youtube.com/watch?v=jka-7xiYP28
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  15. Registrato da
    07/04/2010
    Messaggi
    1

    Aumento di 5 kg

    Buonasera, dott. Valesi sono sempre stata magra, ho 46 anni e da circa sei anni non ho la tiroide.
    Negli ultimi anni ho messo cinque kg. Pur essendo normopeso non mi sento a mio agio.
    Faccio movimento e la mia alimentazione non è cambiata. In passato ho trovato molto beneficio dall'assunzione di Lymphomyosot e Galium (ho spesso ritenzione idrica)
    Mi domandavo se l'assunzione di R59 potrebbe aiutarmi o se, non avendo io la tiroide, sarebbe assolutamente ininfluente.
    Grazie
    Ultima modifica di anna1401; 14/02/2017 alle 22:53

  16. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,069

    Re: aumento di 15 kg

    L'assunzione di R 59 potrebbe comunque essere utile, perchè si tratta di un farmaco composto la cui azione non è orientata solo sulla stimolazione della tiroide ma anche di altri organi apparati come il fegato (NATRUM CARBONICUM),l'intest ino(CROTON TIGLIUM), e altri fenomeni associati all'obesità come la ritenzione di liquidi, anche con modalità omeopatica legata alla costituzione carbonica(vedi GRAPHITES e CALCIUM CARBONICUM)
    Ultima modifica di anna1401; 27/02/2019 alle 13:25
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  17. Registrato da
    24/04/2019
    Messaggi
    1

    Suggerimenti per sbloccre il metabolismo?

    Buongiorno ho 48 anni e da un paio di anni il mio peso lievita benché continui a controllare l’alimentazione.
    Ho ancora il mestruo è solo in questo periodo sembra io cali ma poi torna tutto come prima!
    Sono diventata ipertesa, ho avuto una tiroidite nel periodo invernale e neppure con quella sono dimagrita!
    Qualcuno può darmi suggerimenti su cosa potrei assumere che sblocchi il metabolismo!
    Mi sento gonfia come una palla, grazie 😊

Pagina 23 di 23 PrimaPrima ... 131920212223

Discussioni Simili

  1. dimagrire per l'estate
    Di lucy83 nel forum Sono a dieta...
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 14/07/2010, 16:58
  2. Dimagrire in Viso!
    Di brandon1227 nel forum Sono a dieta...
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22/09/2007, 12:45
  3. Come si fa a dimagrire?!?
    Di francesca86 nel forum Sono a dieta...
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 11/01/2007, 19:53
  4. dimagrire !
    Di miriam1000 nel forum Sono a dieta...
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 25/01/2005, 23:50
  5. dimagrire
    Di nel forum Sono a dieta...
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 26/11/2004, 10:41

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online