Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 4 di 23 PrimaPrima 1234567814 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 80 di 456

Discussione: Come dimagrire?

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Obesitá - Cos'é E Cosa Provoca

    In molti Paesi europei, più di un terzo della popolazione è in sovrappeso. Nonostante ci sia una grande consapevolezza dell'importanza della dieta, l'obesitá e il sovrappeso rappresentano un problema molto serio.

    Un uomo alto 1,80m che pesa più di 100 kg, o una donna di 1,60m che pesa più di 77 kg sono obesi. In meno di vent'anni, l'obesitá fra le donne inglesi è passata da 8 a 16% e dal 6 al 13% fra gli uomini.

  2. # ADS
    Come dimagrire?
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Si parla di obesitá quando l'indice della massa corporea (BMI) è superiore a 30. L'in

    Si parla di obesitá quando l'indice della massa corporea (BMI) è superiore a 30. L'indice si calcola dividendo il peso corporeo per il quadrato dell'altezza (kg/m2).

    "Le persone obese hanno seri problemi di salute come ipertensione, diabete senza dipendenza da insulina, alti livelli di colesterolo e altri lipidi, malattie cardiache, cancro al seno e all'intestino crasso", sostiene il Dott. Andrew Prentice del Medical Research Centre nel Regno Unito. Gli esperti sostengono che in alcuni Paesi le malattie legate all'obesitá assorbono tra il 3 e l'8% delle spese sanitarie complessive, una cifra pari a quella investita nei programmi sanitari per il cancro e l'AIDS.

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Sette uomini e otto donne su 10 non fanno attivitá fisica.

    Se da un lato la componente genetica gioca in alcuni casi un ruolo importante, i fattori ambientali contribuiscono molto all'obesitá.
    Oggi la dieta tipica europea, ricca di cibi energetici e ad alto contenuto di grassi, unita ad uno stile di vita sempre più sedentario, può portare all'obesitá.

    C'è uno squilibrio tra consumo di energia, sotto forma di attivitá fisica, e assunzione di energia. E non è tutto: questa tendenza preoccupante rigurada oggi i bambini e gli adolescenti.

    Le persone obese preferiscono cibi ad alto contenuto di grassi. Ma il grasso sazia in misura minore, anche se contiene più del doppio delle calorie, a paritá di grammi, dei carboidrati o delle proteine. Mentre è facile mangiare grasso, è molto più difficile bruciarlo, poiché l'organismo preferisce bruciare carboidrati.

    D'altro canto è stato notato che l'assunzione complessiva di energia e grassi sta diminuendo, e ci si chiede quindi cosa provochi l'attuale obesitá diffusa.
    Gli esperti attribuiscono la colpa al nostro stile di vita sempre più sedentario. L'esercizio fisico non cura l'obesitá ma sembra favorire l'ossidazione dei grassi, un processo che nelle persone obese non si svolge in modo corretto.

    La diagnosi degli esperti: "unire la dieta all'attivitá fisica. É un ottimo punto di partenza per vincere l'obesitá", aggiunge il Dott. Prentice.

    Fonte: .eufic.org/it
    Ultima modifica di anna1401; 19/11/2008 alle 19:34

  5. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,072

    maieutica

    ci sono tanti aspetti da prendere in considerazione, alcuni dei quali già segnalati da Anna: io vorrei sottolinearne uno dietologico molto importante:
    quello dell'ABUSO DI ZUCCHERI SEMPLICI, sia sotto forma di saccarosio, sia di preparazioni dolciarie, succhi e bevande a cui viene aggiunto zucchero.
    Ritornerò sull'argomento perchè non vorrei stancare, e per il momento termino con una domanda su cui vi prego di riflettere: dove trovate in natura così elevate concentrazioni di SACCAROSIO? Cercate una risposta...

  6. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,072

    giri viziosi

    l'assunzione di zuccheri semplici è seguita da picchi di glicemia, in risposta ai quali la parte a secrezione interna di una ghiandola chiamata PANCREAS immette nel torrente sanguigno dei picchi di INSULINA, un ormone che serve per utilizzare lo zucchero presente nel sangue favorendone la penetrazione all'interno delle cellule. In risposta a questi picchi di Insulina si ha un abbassamento del livello di zucchero nel sangue fino a valori anche molto bassi: di conseguenza l'individuo sente fame, spesso una fame violenta, che lo spinge ad assumere nuovamente zuccheri semplici: si crea così un meccanismo perverso, un cosiddetto giro vizioso, che si ripete molte volte nel corso della giornata, e spesso si perpetua per tutta la vita.

  7. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,072

    liposintesi

    il rapporto con l'obesità è legato al fatto che l'insulina non serve solo per favorire la penetrazioine del glucosio all'interno delle cellule ma ha anche la proprietà di favorire la sintesi dei grassi.

  8. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,072

    stress

    anche lo stress prolungato, attraverso la produzione di cortisone endogeno, fabbricato cioè dalla corteccia della nostra ghiandola surrenalica, favorisce la sintesi dei grassi, che vanno a depositarsi soprattutto a livello gluteo-femorale nella donna (obesità ginoide), e alivello addominale (obesità di tipo androide) nell'uomo.

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    obesità androide e ginoide

    Obesità androide più frequente ma non esclusiva dell’uomo, è caratterizzata da una più abbondante distribuzione del grasso in corrispondenza del tronco, della radice degli arti, della nuca, del collo e della faccia.

    L’obesità ginoide, più frequente ma non esclusiva della donna, è accompagnata invece da pallore cutaneo e adipe flaccido in corrispondenza dei fianchi, dei glutei, delle cosce e delle gambe.

    Questa distribuzione può essere spiegata dal differente effetto che gli ormoni steroidei hanno sul tessuto adiposo dei maschi e delle femmine; in particolare, il testosterone riduce il numero di adipociti, mentre gli estrogeni con la loro azione determinano un aumento sia del numero che del volume delle cellule lipidiche nella parte bassa del corpo; effetto contrario ha il cortisolo che aumenta il volume degli adipociti nella parte alta del corpo.

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Indice di massa corporea

    L’obesità è definita come un eccesso di grasso corporeo in relazione alla massa magra. Questo eccesso è problematico sia in termini della sua quantità assoluta, che della sua distribuzione in punti precisi del corpo.

    La distribuzione del grasso corporeo può essere effettuata con diversi metodi, dalla misura delle pieghe della pelle, al rapporto tra la circonferenza della vita e dei fianchi, o con tecniche più sofisticate come gli ultrasuoni, la tomografia computerizzata o la risonanza magnetica.

    La classificazione della popolazione in diverse classi di peso (sottopeso, normopeso, sovrappeso o, appunto, obeso) si fa in base all’uso di un indice, quello di massa corporea, che mette in relazione il peso all’altezza e che è considerato, pur con le dovute eccezioni, oggi il più rappresentativo della presenza di grasso corporeo in eccesso.

    L’indice di massa corporea (BMI = body mass index, secondo la definizione americana) è calcolato rapportando il peso corporeo all’altezza, secondo la formula:

    BMI = peso (in kg)/quadrato dell’altezza (in metri).
    Ultima modifica di anna1401; 19/11/2008 alle 19:36

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899
    La suddivisione della popolazione in diverse classi di massa corporea è fatta in relazione a quello che è considerato in termini medici un BMI desiderabile, cioè compatibile con la minore probabilità di rischi per la salute.

    Sviluppato, in prima istanza, dalle compagnie assicurative che volevano individuare alcuni valori indicativi di maggiori o minori rischi per la salute e per la stessa probabilità di vita, il BMI è oggi l’indice più accreditato dalle principali istituzioni sanitarie, dall’OMS, al NIH e ai CDC americani.

    Le classi di peso indicate dal BMI sono le seguenti:

    BMI < 18.5 sottopeso
    18.5 – 24.9 normopeso
    25.0 – 29.9 sovrappeso
    > 30 obesità
    Ultima modifica di anna1401; 19/11/2008 alle 19:40

  12. Registrato da
    24/05/2005
    Messaggi
    49

    Domanda Dimagrire solo in alcune zone del corpo?!

    Vorrei esporre a chiunque mi possa rispondere questa curiosità:
    tempo fa lessi su un libro che è possibile dimagrire in modo mirato anche solo in alcune zone del corpo , tipo le gambe, il sedere o il busto, evitando determinati cibi e preferendone invece altri. Secondo voi è una cosa vera o si tratta solo di una delle tante schiocchezze che si leggono in giro? A volte si vorrebbe essere un pò più magri solo in alcuni punti mentre gli altri sono ok e se si segue una dieta normalmente si dimagrisce un pò ovunque, anche in zone che starebbero meglio con qualche kg in più, come per esempio il viso o il seno che sono i primi a sgonfiarsi....Cosa ne pensa anche lei dr. Valesi, a prescindere comunque dal fatto che l'attività fisica è la migliore per armonizzare il fisico? Grazie per le riposte...ciao a tutti.

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    per trudy

    ciao trudy, in attesa della risposta del dottor Valesi, posso dire la mia opinione?
    Se occore togliere appena un po' di ciccia solo in alcuni punti, non resta altro che fare dei trattamenti locali, da decidere con esperti del mestiere!
    ciao, anna

  14. Registrato da
    24/05/2005
    Messaggi
    49
    ciao anna, certo che puoi rispondere! anzi ti ringrazio....la cosa che mi incuriosiva era il discorso legato agli alimenti e da ciò che avevo capito si diceva che ci sono alcuni alimenti che fanno ingrassare di più in certi punti che in altri come se fossero indicati a colpire determinate zone.
    Penso anche io che i trattamenti localizzati siano adatti a ridurre alcune parti del corpo senza per forza dimagrire dappertutto.
    Ciao !

  15. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,072
    sinceramente non so dire se esistano cibi che favoriscono l'accumulo di adipe in alcune parti del corpo preferenzialmente e selettivamente rispetto ad altre: al riguardo però mi permetto di essere un pò scettico. Esistono tuttavia trattamenti omeobiomesoterapici per l'adiposità localizzata, cioè per quegli accumuli selettivi di grasso in alcune zone, residui dopo un trattamento dietetico per diminuire la massa grassa totale.

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    differenze tra uomini e donne

    Chiaramente, esistono delle differenze tra uomini e donne, e quindi i valori si modificano leggermente. Le donne tendono ad avere più grasso corporeo rispetto agli uomini a pari valori di BMI, e così la popolazione anziana rispetto a quella giovane. Inoltre, ad esempio, un fisico di tipo sportivo potrà avere un peso maggiore proprio grazie alla massa muscolare molto sviluppata, ma non rientrare per questo nella categoria sovrappeso o obesità.

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    evitare autodiagnosi

    E’ chiaro che nella diagnosi di obesità, e soprattutto in tutte le successive terapie e trattamenti dietologici, è necessario evitare autodiagnosi ed è richiesta la consulenza di un medico specialista che può determinare non solo l’esistenza di una condizione di obesità, ma anche gli eventuali rischi probabili legati alle condizioni di salute del paziente.

  18. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,072

    flashes

    a prescindere dalle varie e possibili strategie dietetiche bisognerebbe evitare
    comunque di "soffrire la fame", perchè se l'organismo realizza l'arcaico segnale di mancanza di cibo, automaticamente tende a rallentare il metabolismo per risparmiare risorse; e cercare di non intaccare la massa magra, perchè se questo si verifica, l'organismo, che tende a ripristinare l'omeostasi, cioè il precedente equilibrio, quando si ritorna a una dieta meno restrittiva, tende a ricostituire la massa magra, per cui si riprende facilmente i chili perduti (effetto jo-jo).
    L'attività fisica, adeguata all'età e alle problematiche individuali, è comunque
    fondamentale per bruciare i grassi nel lavoro muscolare: è difficile perdere tessuto adiposo stando seduti in poltrona.

  19. Registrato da
    24/05/2005
    Messaggi
    49
    La ringrazio....un saluto.

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Obesità infantile

    Un problema particolarmente grave è quello dell’insorgenza dell’obesità tra i bambini e gli adolescenti. Nell’ultima decade infatti, il numero di bambini obesi è aumentato e l’eccesso di peso è diventato uno dei principali problemi di salute per i bambini e gli adolescenti. Anche se non c’è sempre accordo tra gli studi epidemiologici sulla stessa definizione di obesità per i bambini, molti studi hanno esaminato la prevalenza di questa condizione nelle popolazioni.

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,899

    Cause di obesità

    Se non ci sono altre ragioni specifiche, l’obesità è causata da comportamenti e abitudini alimentari e di vita scorrette. L’alimentazione è fortemente influenzata dalle condizioni sociali, economiche, culturali in cui si trova a vivere l’individuo ed è per questo che una delle azioni più importanti per contrastare comportamenti scorretti è quella di una educazione e formazione delle persone affinché modifichino le loro abitudini alimentari quando queste sono scorrette, e adottino stili di vita più sani.

Pagina 4 di 23 PrimaPrima 1234567814 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. dimagrire per l'estate
    Di lucy83 nel forum Sono a dieta...
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 14/07/2010, 17:58
  2. Dimagrire in Viso!
    Di brandon1227 nel forum Sono a dieta...
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22/09/2007, 13:45
  3. Come si fa a dimagrire?!?
    Di francesca86 nel forum Sono a dieta...
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 11/01/2007, 20:53
  4. dimagrire !
    Di miriam1000 nel forum Sono a dieta...
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 26/01/2005, 00:50
  5. dimagrire
    Di nel forum Sono a dieta...
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 26/11/2004, 11:41

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online