Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 2 di 7 PrimaPrima 123456 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 130

Discussione: Fibromialgia

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Almeno due studi hanno documentato l'efficacia del biofeedback elettromiografico, metodica che ha il limite di essere poco diffusa e quindi per lo più sconosciuta ai pazienti.

    Un altro argomento che suscita interesse e quello della omeopatia che, negli ultimi anni, anche in Italia è andata sempre più diffondendosi. Alcuni studi hanno studiato l'effetto di uno specifico rimedio omeopatico il "Rhus Tox" con risultati variabili: è necessario però chiarire che tale trattamento non è adatto a tutti i pazienti, ma solo ad una piccolo sottogruppo con caratteristiche ben definite.

    La terapia non farmacologica che negli ultimi anni ha però radicalmente cambiato l'approccio terapeutico e la prognosi della FM è certamente la terapia di rilassamento muscolare: training autogeno di Schultz, terapia cognitivo-comportamentale, terapia di rilassamento basata su tecniche ericksoniane.

    Le prime due tecniche di rilassamento hanno un limite nella scarsa adesione dei pazienti al programma terapeutico a causa della lunga durate dello stesso e della complessità dell'approccio.

    La terapia di rilassamento di tipo ericksoniano (terapia breve) è invece preferibile per la rapidita' dell'effetto terapeutico (entro la quinta seduta) per l'efficacia su tutti i parametri esaminati (numero di punti tender, disturbi del sonno, astenia, dolore globale) e per la durata dell'effetto almeno fino al 6° mese dal termine del trattamento.

  2. # ADS
    Fibromialgia
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Può essere utile la fitoterapia per il trattamento della Fibromialgia?

    Per chi ama la medicina naturale ed in particolare le erbe medicinali, è stato proposto il seguente infuso che sembra essere efficace su alcune delle manifestazione della FM, e quindi può risultare utile come supporto ad altre terapie:

    * Panax quinquefolium 2 parti
    * Astragalus mongolicus 2 parti
    * Angelica sinensis (Dong quai) 2 parti
    * Ginko biloba 1 parte
    * Cimicifuga racemosa (Black cohosh) 1 parte
    * Passiflora incarnata (Passion flower)1/2 parte
    * Betonica officinalis (Wood betony) 1/2 parte
    * Matricaria chamomila (Chamomile) 1/2 parte
    * Zizyphus sativa (Jujube red dates) 1/2 parte

    Questa tisana agisce come tonico contro la stanchezza cronica, l'ansia, la cefalea, i disturbi del sonno e ripristina il flusso sanguigno alle estremità.

    E' consigliabile assumerla due volte al giorno lontano dai pasti alla dose di un cucchiaino da tè.
    Poiché alcuni componenti sono difficili da reperire in Italia (tale formulazione è tratta da un testo americano) è possibile sostituirli con componenti dalle caratteristiche simili.

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    L'attività fisica è indicata nella Fibromialgia?

    In numerosi testi specialistici, anche recenti, si legge che l'attività fisica e la ginnastica sono fondamentali per la terapia della FM.
    In realtà molti pazienti fibromialgici hanno riferito un netto peggioramento dei sintomi (dolore e stanchezza) con l'attività sportiva, tale da doverla per lo più sospendere: questo in effetti non stupisce in quanto l'aumentata tensione dei muscoli dei pazienti fibromialgici provoca una diminuzione del flusso sanguigno con conseguente deficit di ossigeno e minore capacità di sopportare lo sforzo.

    D'altra parte la immobilità, come già ricordato, porta ad un marcato aumento della rigidità muscolare e del dolore.
    Per tali motivi la raccomandazione da fare ai pazienti con FM è quella di svolgere senza limitazioni le normali attività quotidiane (purché non troppo gravose), evitare prolungati periodi di inattività e dedicarsi ad attività sportive moderate in base all'allenamento del singolo soggetto:

    occorre in pratica mantenersi in movimento senza raggiungere il limite di affaticabilità del muscolo. Per coloro che ne hanno la possibilità è consigliata l’attività motoria in acqua termale, che aiuta molto a rilassare la muscolatura.

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Esiste una dieta per la Fibromialgia?

    Numerosi pazienti affetti da FM hanno riferito un miglioramento dei sintomi nel corso di diete a basso contenuto di grassi che stavano seguendo per perdere peso.
    Non esiste una dieta specifica per la FM, ma certamente per una patologia che si esprime con dolore e stanchezza muscolare l’alimentazione ha un ruolo decisivo.

    Delle numerose proposte di regimi dietetici quella che più corrisponde alla esperienza di numerosi pazienti è quella del Dr. Thomas Weiss, il quale ha recentemente pubblicato un testo monografico sull’argomento (non disponibile però in italiano), del quale vengono riportate le indicazioni principali nel nuovo sito dei Fibroamici (vedere sezione Links nel sito).

    I consigli alimentari utili ai pazienti affetti da FM possono quindi essere così riassunti:

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    1) ridurre il più possibile lo zucchero, specie se bianco e raffinato, dunque anche i dolci, merendine, marmellate industriali; impiegare di preferenza lo zucchero di canna non raffinato

    2)
    una dieta vegetariana (con l’adeguato apporto di proteine vegetali) o comunque con pochissima carne rossa è più favorevole, data la scarsa capacità di drenaggio delle tossine dai tessuti, propria del fibromialgico.
    Fonti di proteine animali da preferire: pesce, pollame, coniglio, uova, latticini e formaggi se non si hanno intolleranze al lattosio o colesterolo alto.

    3)
    mangiare molta frutta e verdura fresca di stagione, meglio se da agricoltura biologica, per l'azione antiossidante delle vitamine e per l'apporto di sali minerali.

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    4) ottimo l'impiego di cereali integrali (pasta integrale, riso, farro ecc.) ben cotti; in presenza di disturbi gas****ntestinali, questi andranno introdotti nella dieta poco a poco, all'inizio con tempi di cottura ancora più lunghi.

    Meglio condirli con olio d'oliva (per la presenza di vitamine e acidi grassi insaturi) e ci si può sbizzarrire nell’uso di tutte le erbe aromatiche.
    Da limitare l'impiego delle solanacee (pomodori, melanzane, patate, peperoni) perchè facilmente scatenanti reazioni di intolleranza alimentare con manifestazioni a livello muscolare.

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    5)
    ridurre l'apporto di sale per evitare i ristagni e gli edemi, frequenti nella FM;
    per la stessa ragione, bere molto: non bevande zuccherine (Coca Cola, aranciata ecc.) nè succhi di frutta ma preferibilmente acqua, infusi, tisane. Limitare l’uso di caffè e tè, preferire il tè verde e l’orzo o il malto.
    Non ha contro.indicazioni un bicchiere di vino ai pasti, meglio se rosso (ha proprietà antiossidanti); evitare invece i superalcolici.
    Per supplire alla mancanza del caffè è possibile utilizzare altre sostanze che diano più tono senza eccitare il sistema nervoso.

    Complessi vitaminici, la pappa reale, l'alga spirulina (quest'ultima a condizione che il fegato sia in buone condizioni, e non per lungo tempo).
    Poco indicato invece il Ginseng: è un tonico efficace, in genere, ma nella FM può aumentare la contrattilità muscolare e il livello di dolore, ed eventualmente le difficoltà a riposare la notte.
    Ultima modifica di anna1401; 13/11/2008 alle 16:21

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Fibromialgia in gravidanza

    Poiché la FM colpisce prevalentemente donne in età fertile, è frequente che le pazienti già in terapia per tale patologia consultino lo specialista per l’insorgenza della gravidanza, anche perché non sembra che la malattia influenzi in alcun modo la fertilità.

    In alternativa, molte pazienti si chiedono se con questa malattia possono affrontare tranquillamente una eventuale gravidanza. Esistono pochi studi pubblicati che indagano i rapporti tra gravidanza e FM e si tratta di lavori su numeri esigui di pazienti.

    In generale viene sottolineato che nella maggior parte dei casi la gravidanza comporta un peggioramento dei sintomi della FM, soprattutto nell’ultimo trimestre, non vengono però valutate le terapie che eventualmente le pazienti hanno seguito.

    In realtà, basandosi sulla esperienza riferita direttamente dalle pazienti, difficilmente la gravidanza di per sé comporta un peggioramento dei sintomi della malattia, anzi alcune pazienti riferiscono uno stato di benessere nel corso di tutta la gravidanza.

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Ciò probabilmente dipende, almeno in parte, da come questo evento viene vissuto a livello emotivo.
    Un’altra possibile spiegazione è che il miglioramento sia correlato all’aumentata produzione di un ormone, la relaxina, che è in grado di migliorare i sintomi muscolari.

    Il problema maggiore è piuttosto relativo alla necessità di sospendere alcuni dei farmaci che vengono comunemente utilizzati nella terapia della FM e che contribuiscono allo stato di benessere delle pazienti prima della gravidanza.

    I sintomi più spesso lamentati dopo sospensione dei farmaci sono: peggioramento del sonno, peggioramento dei dolori, in particolare dolore al collo ed alla schiena, cefalea.
    La spiegazione di ciò sta nel fatto che questi stessi sintomi possono essere favoriti dalla gravidanza in pazienti non fibromialgiche.

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Cosa si può dunque suggerire alle pazienti fibromialgiche già in terapia e che affrontano una gravidanza?

    In modo schematico i punti sono i seguenti:

    1) Se la terapia in corso è limitata all’uso di miorilassanti e/o analgesici, è preferibile sospendere tutti i farmaci. Al bisogno si potrà assumere solo del paracetamolo (Efferalgan®, Tachipirina®).

    2) Se la terapia in corso è basata sull’uso di SSRI (fluoxetina, paroxetina, ecc.) in generale questi farmaci vanno sospesi, a meno che la paziente non li assuma per la coesistenza di una grave sindrome depressiva, nel qual caso possono essere proseguiti sotto controllo medico

    3) Per i disturbi del sonno si può utilizzare la melatonina o in alternativa tisane rilassanti; in caso di mancata risposta si possono assumere benzodiazepine a basso dosaggio (Valium®, Xanax®, ecc.). Nelle pazienti che da tempo assumono triciclici in singola dose serale, tali farmaci possono essere continuati sotto controllo medico.

    5)
    In generale sono permessi in gravidanza i farmaci omeopatici (ad eccezione della nux vomica): in particolare risulta utile per i dolori l’arnica

    5) Di fondamentale importanza risulta essere l’attività fisica, che può aiutare a ridurre la rigidità mattutina, l’astenia ed il dolore.

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    6) Altrettanto importante la dieta, che può ricalcare quella già suggerita per la malattia, e che deve limitare l’aumento ponderale che può incidere negativamente sulla stanchezza e sul dolore lombare ad agli arti inferiori

    7) Per ultimo ricordiamo le terapie di rilassamento. In generale tutte le tecniche di rilassamento possono avere effetti benefici. Le terapie di rilassamento muscolare profondo sono doppiamente indicate in quanto, oltre a ridurre i sintomi della FM, possono essere utili come preparazione al parto.

    Infine una ultima raccomandazione: non bisogna dimenticare che le pazienti affette da FM avvertono il dolore in modo più intenso (iperalgesia). Per questo motivo è necessario programmare un parto indolore, possibilmente con anestesia per via epidurale.
    Ultima modifica di pippofranco; 09/07/2015 alle 11:16

  13. Registrato da
    30/07/2008
    Messaggi
    10,055
    Quindi i rimedi possibili sarebbero? Come si può fare a rilassare i muscoli?
    Ed ha un decorso?
    Ti amo non tanto per ciò che sei, bensì per ciò che io sono quando sono con te.
    Ti amo con il respiro i sorrisi e le lacrime di tutta la mia vita.

  14. Registrato da
    07/04/2004
    Messaggi
    7,054
    Terapie di rilassamento, trainaing autogeno, tecniche di respirazione, agopuntura, modificazione delle proprie abitudini di vita, sonno e attività fisica regolari, massaggi leggeri, farmaci
    quali IGNATIA, CUPRUM, MAGNESIA PHOSPHORICA, fiori di Bach e australiani, e altri secondo la sempre opportuna individualizzazione del caso.
    dr. vincenzo valesi
    ____________________ ____________________ _______
    dr. vincenzo valesi sanihelp

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Fibromialgia e agopuntura

    I pazienti che non traggono alcun beneficio da una terapia basata sui medicinali dovrebbero provare l’agopuntura”, afferma Dott. Daniel Feldman, reumatologo brasiliano.

    Sanihelp.it - Secondo una ricerca presentata al meeting annuale dell’ American College of Rheumatology , l’ agopuntura aiuterebbe ad alleviare i dolori e la depressione nelle donne affette da una malattia cronica chiamata fibromialgia.

    La fibromialgia è una patologia che causa dolori muscolari, spossatezza ed indolenzimento per ragioni ancora sconosciute. Colpisce circa il 2% degli americani, in prevalenza donne.

    Durante lo studio i ricercatori hanno suddiviso, in modo casuale, 60 donne sofferenti di fibromialgia in tre gruppi. A tutte le pazienti è stato somministrata amitriptillina, un antidolorifico spesso usato per la cura dei sintomi della fibromialgia, in unica dose prima di coricarsi, per 16 settimane.

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    20 donne sono state sottoposte,come terapia aggiuntiva, a sessioni di agopuntura della durata di 30 minuti una volta alla settimana, mentre un secondo gruppo di 20 pazienti subiva un trattamento con “falsa agopuntura” ovvero gli aghi venivano inseriti in punti senza alcun effetto sui dolori causati da questa malattia.

    Personale sanitario non a conoscenza dei diversi trattamenti a cui le pazienti venivano sottoposte, ha valutato ogni mese il dolore, la depressione e la qualità di vita.
    Le pazienti sottoposte alla “vera” agopuntura sono state le uniche a mostrare un miglioramento statisticamente significativo dei livelli di dolore, depressione e salute mentale generale dopo il primo mese.

    “La cosa sorprendente è che non è un effetto placebo”, dice Feldman.
    Infatti i benefici durano per 16 settimane, periodo dopo il quale le pazienti riferiscono una diminuzione lenta di efficacia e sono necessarie sessioni supplementari di agopuntura, afferma Feldman.
    Ultima modifica di pippofranco; 09/07/2015 alle 11:16

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Fibromialgia

    (Dott.ssa Fiamma Ferraro)


    Di fronte a questa malattia, che limita fortemente la qualità della vita, con dolori diffusi in tutto il corpo, la medicina tradizionale, non conoscendo le cause, si limita a curare i sintomi, che non raramente provocano effetti collaterali.
    Vi sono tuttavia anche degli interventi "alternativi" con i quali non raramente è possibile migliorare o risolvere la situazione.

    Si tratta di una malattia in forte aumento, caratterizzata da dolori diffusi in buona parte dei muscoli e giunture, ai quali si possono aggiungere altri disturbi come rigidità, depressione, stanchezza, allergia, emicrania ed altri.
    Dal 2 al 4% della popolazione dei paesi industrializzati dell’occidente ne soffre, e l’80-90% dei colpiti è di sesso femminile.

    Poiché i sintomi della fibromialgia sono comuni anche ad altre malattie è necessaria una diagnosi iniziale approfondita per escludere l’esistenza delle altre malattie con le quali la fibromialgia potrebbe essere confusa.
    Ultima modifica di pippofranco; 09/07/2015 alle 11:17

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Inizio tuttavia con una nota positiva:

    si tratta di una malattia di durata prolungata, ma non necessariamente permanente. Le statistiche dimostrano infatti che metà dei colpiti, anche senza far nulla di speciale, guarisce comunque nel lasso di due anni.

    Le cause della fibromialgia sono sconosciute e sono state formulate varie ipotesi.
    Il fatto che colpisca quasi esclusivamente le donne induce a ritenere che entrino sicuramente in gioco dei fattori ormonali.
    Le ricerche più recenti si sono peraltro concentrate sul sistema nervoso centrale.

    Secondo gli ultimi studi (Bennett R 2005; Gerwin RD 2005) si tratterebbe di una malattia caratterizzata da una sensibilizzazione del midollo spinale e del sistema nervoso centrale.
    Questa sensibilizzazione potrebbe verificarsi perché delle citochine infiammatorie scatenano un fattore chiamato INOS (inducible nitric oxide synthase) nei muscoli; ciò provocherebbe una stimolazione eccessiva dei recettori del dolore ed un aumento dei fattori ossidanti e radicali liberi.

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Le forme di fibromialgia si associano pertanto in genere ad uno stato infiammatorio generalizzato.
    Altri fattori che possono scatenare o aggravare gli squilibri ormonali femminili e la sensibilizzazione del sistema nervoso centrale sono:

    - una potenziale disbiosi intestinale caratterizzata dalla presenza di Candida Albicans;
    - la presenza di metalli tossici (mercurio, piombo, alluminio ed altri)
    - In certi casi, vi può essere una componente infettiva - uno studio fa riferimento alla presenza del Mycoplasma Tuber****sis, altri alla Borreliosi.

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Il trattamento

    Poiché la causa non è conosciuta, la medicina classica si concentra sulla lotta ai sintomi, prescrivendo antidolorifici e a volte antidepressivi ed antinfiammatori.
    Senza soffermarmi su questi trattamenti classici già abbastanza noti, vorrei indicare alcuni approcci diversi.

    Il fatto che la fibromialgia colpisca quasi esclusivamente le donne rende innanzitutto importante effettuare un’analisi della situazione ormonale, per verificare se vi siano eventuali carenza o eccessi da correggere.

    In vari siti iternet vengono riferiti dei successi ottenuti con integratori alimentari:
    indipendentemente dal nome commerciale dei vari preparati esistenti, le seguenti sono regole importanti, in linea generale e non solo per la fibromialgia, per un uso appropriato degli integratori.
    Gli integratori non devono essere presi “a casaccio”, per un “sentito dire”, come a volte capita.

    Nel corpo umano vi sono migliaia e migliaia di processi metabolici interconnessi ed interdipendenti.
    Ogni integratore influisce ad un determinato livello biochimico; questo è il motivo per cui occorre effettuarne una selezione accurata per ogni paziente.
    E’ opportuno ordinare i prodotti presso ditte serie, e solo dopo aver consultato il proprio medico.

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Integratori specifici per la fibromialgia

    Melatonina - forte antiossidante; favorisce anche il miglioramento del ciclo sonno-veglia, spesso disturbato nei pazienti affetti da fibromialgia.
    Si trova nelle farmacie, 3-6 mg prima di andare a letto.

    S-adenosilmetionina (SAME), L-tiamina, Acido Malico, Cetil Miristoleato, Complesso Vit. B, Carnosina

    In particolare il D- ribosio (un semplice zucchero), ha dimostrato risultati positivi in una recente sperimentazione (non del tutto attendibile perché non in doppio cieco) condotta presso il Centro terapeutico per la Fibromialgia e la Sindrome di Stanchezza cronica di Annapolis, su 41 pazienti il 70% dei quali ha indicato, dopo 28 giorni, rilevanti miglioramenti.

    Volendo, si possono assumere questi prodotti tutti insieme, oppure in cicli di 2-4 alla volta, alternando. E cercando di accertare quale sia il più efficace.

Pagina 2 di 7 PrimaPrima 123456 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Fibromialgia: diagnosi e cura
    Di margot1982 nel forum ... di tutto un po'
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 19/08/2009, 23:47
  2. ipotiroidismo autoimmune e fibromialgia
    Di emanuelagiovio nel forum ... di tutto un po'
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 13/06/2009, 18:53
  3. Emicrania e fibromialgia
    Di sendyourblue nel forum Emicrania
    Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 28/04/2008, 09:25
  4. Fibromialgia??!!
    Di NATY22 nel forum ... di tutto un po'
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 04/11/2007, 12:34
  5. FIBROMIALGIA ora è possibile guarire!
    Di imma nel forum ... di tutto un po'
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 14/02/2005, 16:52

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online