Buongiorno a tutti cerco di esporre la mia perplessità nel modo più chiaro possibile. A fine novembre dopo un periodo di infiammazione intestinale causata da un antibiotico preso per lungo tempo ho avuto un problema anale. In passato ho sofferto di ragadi anali , i sintomi assomigliavano a quelli che purtroppo conosco bene. Non trovando rimedio in tempi ragionevoli mi sono recata da un proctologo. In effetti il medico ha riscontrato una ragade anale che ha definito cronica però in fase di guarigione. Mi ha prescritto movicol per aiutare l'intestino, fermenti lattici per la flora intestinale e almeno 4 mesi di dilatazioni per guarire la ragade. Ha sospettato che la ragade avesse potuto creare una "fistoletta" superficiale. Al momento della visita non c'era orefizio esterno; ma neppure uno interno al canale anale. Praticamente la sola cosa esistente era questa ragade cronica. Io devo dire che non ho mai avuto un ascesso che so essere presente in caso di fistola. Dopo due mesi di dilatazioni devo dire che io non ho disturbi. Non c'è infiammazione e la cute è rosea. La ragade non è ancora chiusa del tutto ma è molto molto più piccola. La mia domanda è questa. Se la ragade avrà completa guarigione, è possibile che la sospetta "fistoletta" guarisca da sola? E' un evento possibile? Le fistole superficiali possono guarire da sole ? Grazie mille a chi risponderà e scusate per il post un po' lungo