Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 5 di 7 PrimaPrima 1234567 UltimaUltima
Risultati da 81 a 100 di 121

Discussione: Fantasilandia 2(Ideatore Cinque)

  1. Registrato da
    12/07/2006
    Messaggi
    8,906
    "La nebbia agli irti colli......" caspita,x quanto mi sforzassi , non riuscivo a ricordare di chi fosse questa poesia. Oggi la giornata con questo primo impatto negativo con il cervello, non sarebbe stata x niente buona. Infatti.....guardand o dalla finestra vidi in prossimità della foresta, il cielo incupirsi. Tra poco fulmini e saette avrebbero invaso il cielo. Che fare ? Ritornare sotto le coltri ancora calde aspettando lui o indossare le scarpe nuove col tacco per poi farmi spogliare ? decise che l'opzionemigliore fosse..........

    melanzana,carte, supporto

  2. # ADS
    Fantasilandia 2(Ideatore Cinque)
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    29/04/2008
    Messaggi
    2,934
    Con quel vestitino viola melanzana avrei fatto un figurone al matrimonio, era davvero splendido, shantung di seta che mi ricopriva fino ai piedi, sarei stata la testimone di mia sorella.
    Non stavo più nella pelle, dopo averlo acquistato ero già a casa a toglierlo dal supporto e riprovarlo davanti a lui.
    Mi guardava come se non ci fosse cosa più bella, stranito da quell'insolito vestito che probabilmente non avrei più messo, abituato com'era a vedermi con i jeans.
    Il suo sguardo si fece subito malizioso, inutile dire che il sangue iniziò a ribillirmi nelle vene, il cuore ad accellerare..Si era alzato dalla sedia ed oramai il suo respiro era sul mio collo, non capii più nulla inebriata com'ero dal suo profumo e dalla voglia che oramai offuscava il cervello. Le carte oramai cadevano lievi sul pavimento, uniche testimoni del nostro amore.

    trucco, neve, telefono
    ___la parte migliore che puoi recitare...è quella di te stesso___

  4. mathman Ospite
    Il suono del telefono mi fece vagamente trasalire, più per avermi strappata dai miei pensieri che per la cattiva notizia che sapevo preannunciava. Mio padre era morto ed io ero lontana. Qualche sera prima, negli ultimi attimi di coscienza, mi aveva finalmente liberata dal peso di una vita di menzogna. Immaginate, essere l'ultima di sette figlie femmine di un potente uomo musulmano che non riesce ad avere un erede maschio da sua moglie. L'ultima perché la moglie muore di parto. Un patto segreto con la levatrice, le mie sorelle lontane e io non sono mai stata femmina per un solo istante della mia vita, ma il figlio maschio che mio padre voleva disperatamente avere. Doveva avere. Sono stato amato per oltre vent'anni più di tutte le mie sorelle messe insieme che per questo mi hanno sempre odiato, io, l'erede maschio,. In fin di vita lui ha detto "non ha più importanza, sei libera di essere ciò che vuoi, va via, dimentica, comincia a vivere". Così ho fatto, ma troppo presto, non ho neppure aspettato che morisse. Una vita di menzogne non si dimentica nei pochi istanti di coscienza che un moribondo ha prima di sprofondare nel sonno che precede la morte. Mentre ero lontana ho perdonato mio padre, così ho deciso di essere mschio ancora per un giorno, per lui per il suo funerale. Ecco, ricevuta quella telefonata mi sentii di nuovo pronto a quell'ultima menzogna e tornai per seppellire mio padre.

  5. mathman Ospite
    Il giorno del funerale le mie sorelle non facevano che piangerlo e io durante la cerimonia tenni l'elogio funebre con una calma innaturale nel cuore. Guardavo i fratelli di mio padre, i suoi amici, gli uomini con cui era in affari. Mentre parlavo non provavo alcun dolore, e nemmeno il senso di liberazione che avrei pensato di provare compiendo l'atto conlusivo di quella commedia che non avevo mai scelto di interpretare. Improvvisamente mi fu chiaro cosa avrei dovuto fare, cosa avrebbe voluto anche mio padre, la liberazione da quell'incubo, la sua ultima volontà. Smisi di parlare. Poco a poco l'attenzione di tutti si focalizzò in maniera quasi fisicamente tangibile su di me, sentivo letteralmente gli sguardi di tutti sulla mia persona. Un silenzio assoluto ingombrava l'aria, tutti mi guardavano senza capire perché li fissavo ad uno ad uno senza dire nulla, senza che alcuna emozione trapelasse dalla mia espressione.

  6. mathman Ospite
    Quando fui certo, anzi, certa che tutti mi stessero guardando, cominciai a sciogliermi il turbante, a lasciare che i capelli lunghissimi mi ricadessero fino ai fianchi, a sciogliere le vesti, a lasciare che per la prima volta il mio seno vedesse il mondo. Intanto guardavo i loro volti, i loro occhi. Alcuni, probabilmente turbati in passato dalla tumidezza delle mie labbra o dalla dolcezza del mio sguardo, vedevano finalmente svelato il trucco e si rincuoravano del fatto di aver desiderato un ragazzo. Le mie sorelle erano inorridite, consumate dall'odio nei miei confronti non sapevano fare altro. Un'anziana che nemmeno ricordavo di conoscere svenne quando fui completamente nuda.
    Il giorno in cui morì mia madre, venni al mondo la prima volta, nuda come tutti e la mia nudità rimase nascosta fino al giorno in cui morì mio padre e venni al mondo una seconda volta, nuda come semrpe quando si nasce, questa volta di fronte a tutti.
    Camminando in mezzo alla folla inerte, me ne andai senza mai voltarmi indietro e cominciai davvero a vivere come mi disse mio padre prima di morire, lasciando che la mia vita vecchia si sciogliesse come neve al sole.

    corallo... canestro... firma...

  7. Registrato da
    29/04/2008
    Messaggi
    2,934
    ma te?? chi ti batte???

    Era notte fonda ed ancora si aggirava per le strade della città.
    Sperava con tutto il cuore di non trovare nessuno a quell'ora altrimenti non si sarebbe trattenuto, non sarebbe riuscito a placare quella sete che oramai lo attanagliava da giorni..doveva bere assolutamente, avrebbe captato una presenza anche a metri e metri di distanza solo al profumo del sangue che avrebbe amanato.
    Josh era disperato, lei se n'era andata, aveva perso le staffe e le aveva messo paura.
    Scappando, aveva gettato il canestro di frutta in modo da non impedirle la corsa...l'aveva davvero ferita.
    Ed ora? cosa rimaneva della sua inutile vita? senza lei nulla sarebbe stato come prima.
    Nelle sue mani, un piccolo anello con al centro un corallo, doveva regalarglielo per il matrimonio..si, una firma e lei sarebbe stata sua senza doversi più nascondere.
    Doveva trovarla assolutamente.

    respiro - chiavi - partita
    ___la parte migliore che puoi recitare...è quella di te stesso___

  8. mathman Ospite
    Grazie, ma questa volta non è solo merito mio. La storia è di Ben Jelloun, io ne ho solo dato una rilettura.

    Tornato a casa dopo la partita di calcetto del mercoledì, gli caddero le chiavi quando stava per aprire la porta. Mentre imprecava chiandosi per raccoglierle sentì il respiro della bestia nell'orecchio, il suo fiato fetido nel naso. Senza quasi muoversi girò gli occhi e vide i suoi occhi ferini brillare nell'oscurità. Sono morto, pensò semplicemente. Il panico lo invase, cercò una soluzione in pochi secondi ma non ne venne nemmeno una. Sopraffatto dall'imminenza della fine si liberò della borsa, lasciò perdere le chiavi e cominciò a correre, rendendosi immediatamente conto che così era morte certa. La bestia balzò fuori, poche zampate potenti e la sentì portarsi di fianco a lui e spiccare il balzo. Chiuse gli occhi, l'impatto fu violentissimo, si sentì trascinare via. Le fauci della bestia gli si chiusero attorno al collo che si spezzò con due chiocchi secchi. Sentì le zanne penetrare a fondo e non potè fare nulla perché non comandava più il proprio corpo. Poi la bestia lo lasciò improvvisamente andare e cadde a terra inacapace di fare qualsiasi cosa. Sentì lontanissima una lotta, la bestia guaì, poi un tonfo ovattato e la testa mostruosa della bestia rotolò silenziosa davanti ai suoi occhi. Qualcuno gli girò la testa e si ritrovò a guardare un'essere umano coperto dal sangue della bestia che reggeva un'enorme lama insanguinata.

  9. mathman Ospite
    L'essere umano parlò, ma lo sentì troppo debolmente per capire cosa dicesse. Aveva freddo e il suo respiro usciva lentissimo, gli sembrò di vedere che l'essere umano si stava praticando un taglio sul braccio con la lama, ma i sensi lo stavano abbandonando rapidamente. Sentì qualcosa sulle labbra e poi il gusto metallico del sangue, ma non sembrava il suo. Venne trafitto da mille aculei gelati, aprì gli occhi e urlò come se gli stessero strappando l'anima. Vedeva, sentiva di nuovo, rimase quasi assordato dal suo stesso urlo. Stava bene, anche il suo respiro... il suo respiro? Non c'era più. Il cuore era fermo. Lessere umano lo stava fissando e gli tendeva la mano per aiutarlo a rialzarsi. Afferrò quella mano e si tirò in piedi. Vedeva tutto un po' sbilenco, così si prese la testa tra le mani e la rimise dritta con uno schiocco secco. L'altro continuava a fissarlo.
    - Sono... morto? - gli chiese frastornato.
    - No, - rispose l'altro, - anzi, sei appena rinato! - e sorrise mostrando dei canini esremamente sviluppati.

    esodo... topo... frangia...

  10. Registrato da
    12/07/2006
    Messaggi
    8,906
    "uffa " era la terza volta che con un coltello cercavo di sistemarmi la frangia e poi guardandomi nel vetro della finestra era sempre troppo lunga.Volevo che tutti vedessero i miei occhi: unico metodo di seduzione,dietro quelle sbarre in cui sarei stata rinchiusa per molti anni. Nella cella di isolamento avevo fatto amicizia con un topo..... che squittendo, ogni tanto annunciava la sua venuta facendo capolino non si sa da dove e tenendomi così compagnia. Mi ero affezionata a quel topo , nonostante fosse ripugnante. Intanto ormai era arrivata anche la prima estate e i secondini sembravano avessero una pacata bonarietà......ogni tanto dal corridoio arrivava una musica incerta e qualche notizia sconnessa......in ogni caso avevo capito che eravamo in agosto il mese dell'esodo.

    notte,quadro,rubinet to

  11. Registrato da
    29/04/2008
    Messaggi
    2,934
    Si svegliò di soprassalto nella notte, la luce d'emergenza rifletteva il corridoio di una luce azzurrognola...che era successo? perchè mancava la luce? non vi era ombra di temporale nemmeno in avvicinamento.
    Decise di alzarsi dal letto per andare a controllare. Non era possibile. Il quadro del matrimonio appeso sopra la testata del letto era sparito.. ma cosa??? Un rumore metallico la fece sobbalzare, come se un rubinetto fosse caduto nel secchiaio già in cucina.
    Il respiro si fece più flebile, ora che sarebbe successo?
    Scese le scale lentamente, le sue doti di ballerina non le fecero fare il minimo rumore... qualunque cosa fosse stata in cucina l'avrebbe spaventata facendo cadere il vaso sulla credenza in salotto..poi, qualcosa si aggrappò ai pantaloni del piagiama..che cosa diavolo?... "Buhhh!" un urlo soffocato da una mano portata prontamente alla bocca. Sgranò gli occhi e stava per perdere i sensi, quando Mirko la girò verso di se.
    Eccolo li. Ancora travestito da scheletro che se la rideva sotto i baffi.
    Uno scherzetto ben congeniato quella sera del 31 ottobre!

    schiena - nano - palma
    ___la parte migliore che puoi recitare...è quella di te stesso___

  12. vafly Ospite
    lavava la sua sally con dedizione, passava i sabati lavando, asciugando e lucidando la sua cromata MOTOCICLETTA!!! anche d'estate, quando la temperatura superava i 45° e il suo collo grondava dal sudore......anche quel giorno che, con estrema veemenza, doveva raggiungere gli amici al mare......gli dissero "ma smettila di pulire sempre quella trappola infernale e vieni a tuffarti con noi"....e così fece volle accellerare, perchè non voleva apparire il solito sally-dipendente....si voltò per cercare la spugna....guardò sotto la PALMA lì vicino nel giardino quando con il piede sopra la sua spugna un ruzzolone lo scaraventò sul NANO eolo da giardino......di SCHIENA poi!!!? e così pensò: "eh si la mia sally è proprio come una donna: è gelosa.....e mi vuole sempre lì solo con lei!!!?!?"

    pc - safari - governo

  13. Registrato da
    12/07/2006
    Messaggi
    8,906
    Il mio pc ormai diventato medioevale , stava tirando gli ultimi. Mi dispiaceva rimpiazzarlo, dopo che per tanti anni mi aveva tenuto compagnia nelle serate piovose e grigie. Avevo sentito, però, che il governo inglese aveva bandito un safari per coloro che avessero messo all'asta il proprio computer. Con la morte nel cuore lo feci ....e alla fine mi ritrovai in Kenia. L'esperienza non fu tra le migliori .......ma che importa ... ora avevo un nuovo amico


    curiosità ,foglio, carte da gioco

  14. cinque Ospite
    Tempo addietro creai questo 3D Fantasilandia, mi piaceva l'idea che si potesse creare qualcosa di nostro con qualche semplice parolina, la mia CURIOSITA' mi spingeva a capire gli altri e a mettere alla prova anche me stesso....come buttare su un FOGLIO qualche nostro pensiero,qualche desiderio ... si valuta anche chi partecipa e chi ha dentro di se la capacità di soddisfare anche il proprio ego....un modo come un altro per riflettere e relazionarsi con gli altri....una sfida semplice ed innocua come una serata con amici...un bicchiere un mazzo di CARTE DA GIOCO e tante risate


    risposta.......ambie nte.......elettrica

  15. Registrato da
    30/07/2008
    Messaggi
    10,055
    Questa storia risale a solo non molto tempo fa...quando le streghe ancora fabbricavano le pozioni da sole, e i Re uscivano al crepuscolo con le loro sembianze di drago...i principi nuotavano beatamente nei loro satgni attendendo le dolci fanciulle e i loro baci..
    Ebbene tra tutti questi, ed in un AMBIENTE assolutamente singolare...c'era anche Zred, un giovane inventore, oh...di grande, grande talento che non faceva altro che cercare di trovare il suo vero amore, cercare una RISPOSTA al suo messaggio, di colei, che lui era sicuro, da qualche parte si trovava...
    Colei che potesse capirlo, sostenerlo, amarlo e renderlo felice...
    E così ,nel mentre aspettava, accarezzava ogni giorno la sua gattina che lo guardava trasognante...
    Un giorno qualcosa come una scossa ELETTRICA, gli salì x la schiena...ma non capì bene di che si trattava..


    FARETRA - SOGNO - PIETRA
    Ti amo non tanto per ciò che sei, bensì per ciò che io sono quando sono con te.
    Ti amo con il respiro i sorrisi e le lacrime di tutta la mia vita.

  16. Registrato da
    12/07/2008
    Messaggi
    728
    .. Pervaso da un senso vago di intorpedimento, non riusciva bene a mettere a fuoco gli oggetti nella stanza.. Tutto così opaco come in un SOGNO.
    Provò con una certa fatica ad alzarsi dalla sedia che ne sosteneva il peso.
    Gli arti piano a piano ricominciarono ad acquistare l'energia naturale.
    Ciò che lo lasciò assolutamente sbigottito fu la scena che gli si materializzò, magica, dinnanzi a se: Sofia, la splendida gattina maculata che seguiva i suoi esperimenti con fusa e calore, si era trasformata, attraverso una repentina metamorfosi, in una meravigliosa ragazza dalla pelle ambrata, i capelli color rame sciolti sulle spalle, gli occhi verdi che lo osservavano, sognante, con espressione felina, la stessa che da gattina adoperava quando le veniva accarezzato il pelo.

    Comprese, incantato da tanta bellezza, che quella su cui si erano concentrati i suoi esperimenti, altro non era che la PIETRA filosofale di cui aveva letto su antichi testi di stregoneria.

    Fantastica nel realizzare i desideri tanto bramati ma, allo stesso tempo, pericolosa come la FARETRA dell'aratro poichè...

  17. Registrato da
    12/07/2006
    Messaggi
    8,906
    bruco , ti sei dimenticato di menzionare le tre parole.....

  18. mathman Ospite

    Senza parole (se non ci sono, non ci sono... :D)

    A volte capita di restare senza parole. Tipo quando la tipa che hai corteggiato per cortesia in vacanza, per stare al gioco di lei che faceva la fighissima pur non essendolo affatto, ti dice chiaro e tondo che in vacanza aveva la speranza di conoscere qualcuno, ma che quelli che c'erano non valevano assolutamente la pena. Rimani senza parole, forse perché nemmeno vale la pena di spenderle due parole; insomma: uno specchio a casa tu ce l'hai, ce l'avrà pure lei, non serve sprecare fiato. Pur senza parle, un esame di coscienza te lo fai comunque, perché venir presi a pesciate in faccia così gratis qualche dubbio lo lascia. Magari un motivo c'è. Ma non vale la pena nemmeno con se stessi di spendere due parole sull'argomento, quindi alla fine si lascia perdere. Poi capita che ci si ritrova tutti di nuovo, le sciocchezze si dimenticano in fretta, e si chiede alla *******a come va, se ha conosciuto qualcuno, ecc. Lei risponde sorridendo soddisfatta che conosciuto no, diciamo approfondito delle conoscienze. Chiacchierando viene fuori il nome di un lui e tu ti chiedi per curiosità come sarà fatto quest'essere così superiore a te da essere invece meritevole di cotanta attenzione. Beh, il destino a volte è divertente, così capita che il tipo lo si incontri nell'arco della serata e ci si tolga la curiosità. Il tipo è normale, decisamente senza capelli, ma normale. Cioè, proprio normale, per quanto lo scruti non scorgi nulla di superlativo.

  19. mathman Ospite
    Quindi smetti di fissarlo, perché sta diventando equivoca la cosa, e fai finta di nulla. Poi lei te lo presenta:
    - Lui è Tizio! -
    Tizio ti dà una mano piuttosto inerte e umidiccia. Non stringe, è come afferrare una lumaca moribonda. Andiamo bene!, pensi, ma poi c'è qualcos'altro che ti fa capire perché lui ha una marcia in più: è senza parole! Letteralmente. Per quello l'ha presentato lei, lui non parla, non parla mai, tutti si presentano, lui porge da stringere il suo cadavere a cinque dita, fa un cenno del capo e alza un sopracciglio, ma non parla mai. Poi ci lascia e passa tutto il tempo con una ragazza decisamente interessante che prala a ritmo coi movimenti del suo capo e del suo sopracciglio, ovviamente senza parole. Ad un certo punto si alzano, la per niente fighissima che sta approfondendo la sua conoscienza si allerta. Lui con un cenno del capo indica la porta.
    - Andate via? - chiede lei in bilico tra lo sconforto e l'atteggiamento della fighissima che rimande indifferente al fatto che, oltre a non averla badata per più di cinque minuti, il suo cavaliere se ne sta palesemente andando con un altra con cui ha conversato senza parole per tutto il tempo.

  20. mathman Ospite
    Lui annuisce e al ciao di lei risponde con un cenno della mano, poi infila la porta con l'altra. A quel punto è lei che rimane senza parole, si rabbuia e si chiude in se stessa. A te di parole ne vengono a fiotti, invece, con tanto di risate di cuore. Per un attimo ci pensi, sei lì che ridi di gusto con te stesso, ma poi te stesso ti dà una pacca sulla spalla e tu sei subito d'accordo. Tra tutte le parole che ti vengono, peschi quelle più carine, le accompagni alle risate più sincere e vai a tirare su il morale a quella poverina con l'aria da cane bastonato.

    spina... pizzo... dama...

  21. vafly2 Ospite
    E venne la sera. Il freddo pungente dell'inverno calò sulla città regno di luci colorate e sonori pendagli....i 2 babbi natale, in giro per le vie del centro, chiudevano il loro affannoso shopping prenatalizio. Uno di loro, ad un tratto pensò: "mmmmhh non vale la pena uscire pure stasera.....il freddo potrebbe gelare perfino i miei pensieri!!?propongo una serata da me con pizza, birra giochi di società e le nostre pulzelle....."e l'amico, con un mezzo sorrisino beffardo, esclamò: "non potrei essere più d'accordo di cos', ma...... pongo un'unica condizione: questa sera mi sento troppo fortunato e dunque ho deciso di distruggerti a DAMA!!!"
    "se pò fa, se pò fa......ma prima........2 rose per le dame.... "

Pagina 5 di 7 PrimaPrima 1234567 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Auguri cinque
    Di blondie nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 05/07/2010, 11:07
  2. cinque mesi
    Di catevic nel forum Smettere di fumare
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 13/07/2009, 12:33
  3. Auguri Cinque
    Di patty12 nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 07/07/2008, 08:58
  4. Cinque mesi :)
    Di faby75 nel forum Smettere di fumare
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 30/03/2008, 14:40
  5. fantasilandia
    Di cinque nel forum Giochi nella rete
    Risposte: 438
    Ultimo Messaggio: 19/03/2008, 20:25

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online