Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 32

Discussione: Stragi del sabato sera & figli

  1. Registrato da
    28/11/2005
    Messaggi
    4,007

    Stragi del sabato sera & figli

    Ho da sempre un tema in testa, che una notizia recente ha enfatizzato + di altre occasioni.

    Premetto: ho la passione per l'ingegneria applicata all'automobile, è sempre stato così, sin da piccolo smontavo le auto, mio padre mi ha sempre regalato modellini di tutti i tipi e sono sempre riuscito a costruirli da solo, a volte con settimane passate per capire come si incastravano i pezzi ... una passione. Sono Ing, ma non meccanico, ma rimango un pignolino con la passione della tecnica.

    Facile descrivere la situazione attuale: ho una splendida auto (bmw), con caratteristiche ingegneristiche, stradali e velocistiche fuori media. La conosco nei dettagli, progettuali prima che fisici e pratici. Mi godo la mia passione, potendo fortunatamente.

    Inutile dire ai miei due figli (maschi) sto trasferendo la passione per le auto, che - al solito - stanno recependo + di quanto pensassi ...

    Ho ancora anni davanti prima che uno dei due mi chieda l'auto di casa, ma il pensiero di mettere in testa (prima che in mano) ai miei 2 figli un oggetto che potrebbe domani costargli la vita - o variazioni sul tema, non meno tragiche - tradisce ed a volte mette in dubbio la mia passione.
    Ultima modifica di diego70; 04/03/2007 alle 19:06 Motivo: .

  2. # ADS
    Stragi del sabato sera & figli
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    28/11/2005
    Messaggi
    4,007
    Non ho velleità superiori, non mi illudo che: i miei insegnamenti e la mia attenzione basteranno per far crescere i due con la testa quadrata.

    Faranno i loro errori, come ho fatto io, sperando che non succeda nulla. Non mi tranquillizza, la cosa, ma so che un bel giorno seguiranno la propria testa, e l'unica cosa che potrò fare è sperare di aver fatto un buon lavoro nel frattempo.

    Non perdo occasione per fargli notare quanta "Fisica" è applicata all'auto, quali sono i rischi, quanto è importante applicare la prudenza prima della perizia, etc.

    Ma quell'incidente recente, nella quale 4 ragazzi su una bmw 645 sono morti nel percorrere una curva con asfalto viscido, devo ammettere che mi ha segnato una tacca in + nel cervello.

    Tralascio considerazioni del tipo "può cadermi un vaso in testa appena esco di casa": in questo caso sono io che sto in qualche modo influendo sulla passione dei miei due piccoli.

    Lo faccio anche per altre cose (sport: sci, sub, etc.), che hanno comunque i loro rischi, ma qui credo che la cosa sia diversa.

    Scusate la lunga premessa: passo alla domanda.

  4. Registrato da
    28/11/2005
    Messaggi
    4,007
    Avevo in testa, fra un pò di anni, di far fare un pò di pratica in sicurezza ai miei due, es. su piste da kart, in modo che abbiano la possibilità d sperimentare le basi senza mettersi in gioco in tangenziale durante uno necessariamente striminzito corso di scuola guida.

    Ma ora non sono + sicuro che sia una buona idea.

    Un ragazzo che a 18 anni ha già sperimentato un pò di guida è un guidatore spavaldo e troppo sicuro di sè o è un guidatore che ha già sperimentato ed in qualche modo si è confrontato con i propri limiti naturali ?

  5. Registrato da
    06/02/2007
    Messaggi
    68
    anche io ho qualche figlio fai bene ha preoccuparti perche oggi non è più un problema da sabato sera ma di traffico, di mobilità individuale che non é più sostenibile secondo me tutti noi dovremmo cominciare a ragionarci sopra ,tu dici che sei appassionato di auto ,ma non pensi che forse bisogna cominciare a perderla per non creare dei (falsi)miti per i nostri figli.350 cv per fare che cosa ? se si guarda nei nostri paesini prova a mettere un piede in strada se non ti schiantano come minimo ti becchi una bella strombazzata . Pensa che i pedoni sono spessissimo vittime inermi delle auto . Vedi tu pensi al pericolo guidando, ma il traffico é un pericolo molto molto più grande.....

  6. Registrato da
    28/11/2005
    Messaggi
    4,007
    Citazione Originariamente Scritto da inadatto Visualizza Messaggio
    anche io ho qualche figlio fai bene ha preoccuparti perche oggi non è più un problema da sabato sera ma di traffico, di mobilità individuale che non é più sostenibile secondo me tutti noi dovremmo cominciare a ragionarci sopra ,tu dici che sei appassionato di auto ,ma non pensi che forse bisogna cominciare a perderla per non creare dei (falsi)miti per i nostri figli.350 cv per fare che cosa ? se si guarda nei nostri paesini prova a mettere un piede in strada se non ti schiantano come minimo ti becchi una bella strombazzata . Pensa che i pedoni sono spessissimo vittime inermi delle auto . Vedi tu pensi al pericolo guidando, ma il traffico é un pericolo molto molto più grande.....
    Tutto condiviso.

    Con loro, la velocità o la potenza non è (volutamente) mai il tema, condividiamo differenze di schema di trazione, differenze di resa tra motori, pregi/difetti progettuali tra le varie bmw, audi, alfa, etc., schemi di design, etc.

    L'altro giorno i + grande mi faceva notare che la 147 2Q, pubblicizzata alla tv, aveva gli ammortizzatori anteriori a quadrilatero alto ... dove cacchio lo avrà sentito ... Nemmeno io lo sapevo, forse in qualche trasmissione ... questo mi dice che l'argomento è "già" particolarmente sentito ...

  7. Registrato da
    28/11/2005
    Messaggi
    4,007
    Ed è comunque inutile nascondersi dietro ad un dito: tra le qualità tecniche di un'auto ci sono potenza, coppia, velocità ... quindi il tema in realtà c'è sempre.

    Oltre ai 160 km/h non c'è freno o auto che tenga se c'è un ostacolo, e comunque la maggior parte degli incidenti mortali avviene in città, a velocità media di 42 km/ h ...

    A cosa serve un'auto stradale da 300 cv ? A poco di per sè stessa, se non per la qualità del motore che li permette, per l'equilibrio complessivo, etc. Tutte qualità poco razionali per chi non sente questa passione, ma che diversamente non richiedono giustificazioni nel confronto.

    Rimane invece il tema: come affrontare l'evoluzione di questa passione, cercando di rendere consapevolezza dei lati negativi di questa ... scienza ?

  8. Registrato da
    28/12/2005
    Messaggi
    7,543
    Ed io cosa dovrei dire allora? Ho due figli, uno di 23 anni e l'altro di 7.
    Il mio garage è sempre stato pieno di moto. Le auto mi ispirano meno, o meglio mi ispirano solo le sportive ma ormai per strada non si può più viaggiare con l'auto.
    Mio figlio grande è quasi sdegnato dalle moto, come nauseato e di questo sono contentissimo. Lui ha preso da mia moglie. Ha un carattere mite e anche in auto viaggia tranquillo.
    Il piccolo mi preoccupa invece. Già vuole la minimoto, in bici sembra un dannato ed ha un carattere ribelle ed irrequieto come il mio. Cosa dovrei fare secondo voi, legarlo?
    Sono preoccupato, perchè quando avrà 20 anni io ne avrò 60 e chi lo ferma più.

  9. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    24,945
    Diego,tu ne parli come se fosse non intervengono altri fattori.Come se i ragazzi dell'incidente fossero in una situazione normale!
    Già l'essere in gruppo in macchina,fa perdere d'occhio la prudenza,Ci vogliono molti anni finche un ragazzo capisce che non è vunerabile,non immortale,e che di vite ne abbiamo 1 solo.
    Mio nipote giuda in maniera favoloso,è prudente...quando è con noi famiglia.
    Ma quando è con i suoi amici si trasforma.
    Aggiungi la strada viscido di una pioggiarellina,la stanchezza,e quel maledetto piede che schiaccia il pedale,mentre i riflessi sono rallentati,il traffico di fronte ti abbaglia....
    Secondo me tu imparili la prudenza,la velocità,il saper agire in situazioni estremi.....e poi ti devi affidare a fato.
    Perchè come per affrontare la vità si danno consiglio,con la giuda si fa la stessa cosa.
    Finche sono con te,puoi proteggerli,e poi ti devi arrendere...che è la parte più difficile per ogni genitore.
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  10. Registrato da
    28/11/2005
    Messaggi
    4,007
    Citazione Originariamente Scritto da richarson Visualizza Messaggio
    Ed io cosa dovrei dire allora? Ho due figli, uno di 23 anni e l'altro di 7.
    Il mio garage è sempre stato pieno di moto. Le auto mi ispirano meno, o meglio mi ispirano solo le sportive ma ormai per strada non si può più viaggiare con l'auto.
    Mio figlio grande è quasi sdegnato dalle moto, come nauseato e di questo sono contentissimo. Lui ha preso da mia moglie. Ha un carattere mite e anche in auto viaggia tranquillo.
    Il piccolo mi preoccupa invece. Già vuole la minimoto, in bici sembra un dannato ed ha un carattere ribelle ed irrequieto come il mio. Cosa dovrei fare secondo voi, legarlo?
    Sono preoccupato, perchè quando avrà 20 anni io ne avrò 60 e chi lo ferma più.
    Abbiamo le stesse preoccupazioni ...

  11. Registrato da
    28/11/2005
    Messaggi
    4,007
    Citazione Originariamente Scritto da frederika Visualizza Messaggio
    ... Finche sono con te,puoi proteggerli,e poi ti devi arrendere...che è la parte più difficile per ogni genitore.
    Sono considerazioni che ho iniziato a razionalizzare da quando qualcuno, in un qualsiasi discorso serale, ha fatto eccheggiare la parola "incinta" ... ;-))

    Il tema è il seguente: la conoscenza fa (troppa) sicurezza o fa (più) consapevolezza ... in un ragazzo ?

    Pensare a qualche esperienza con i kart o similari fornisce maggiori strumenti di ... prudenza o di ... incoscienza in un ragazzo ?

  12. Registrato da
    28/12/2005
    Messaggi
    7,543
    A volte anch'io ci penso e dico di essere il responsabile di un eventuale passione motociclistica per mio figlio.
    Io assimilai la passione per le due ruote da mio padre che correva in salita.
    Ci penso e mi preoccupo e nemmeno poco perchè specie con la moto conosco bene la sua pericolosità.
    Il problema è che spesso a 20 anni ci si sente invulnerabili. Io ho fatto tante di quelle cavolate che non so come abbia fatto a raggiungere l'età attuale. Ci vuole anche tanta fortuna secondo me.

  13. Registrato da
    28/11/2005
    Messaggi
    4,007
    Citazione Originariamente Scritto da richarson Visualizza Messaggio
    A volte anch'io ci penso e dico di essere il responsabile di un eventuale passione motociclistica per mio figlio.
    Io assimilai la passione per le due ruote da mio padre che correva in salita.
    Ci penso e mi preoccupo e nemmeno poco perchè specie con la moto conosco bene la sua pericolosità.
    Il problema è che spesso a 20 anni ci si sente invulnerabili. Io ho fatto tante di quelle cavolate che non so come abbia fatto a raggiungere l'età attuale. Ci vuole anche tanta fortuna secondo me.
    Pensa a cosa può avere nel cuore il padre che ha lasciato l'auto al figlio, per ... quella sola particolare occasione.

    Ed i padri dei figli che sono morti con lui.

    E' una responsabilità pesantissima.

    Ma ... lo stesso può essere detto anche per altre cose: ogni domenica mattina i miei "due" hanno corso in piscina, andiamo spesso a sciare, ... se succedesse qualcosa in questi ambiti ne sentirei la responsabilità in maniera equivalente ? Non credo, con l'auto la sento diversa.

  14. Registrato da
    06/02/2007
    Messaggi
    68
    Citazione Originariamente Scritto da diego70 Visualizza Messaggio
    Ed è comunque inutile nascondersi dietro ad un dito: tra le qualità tecniche di un'auto ci sono potenza, coppia, velocità ... quindi il tema in realtà c'è sempre.

    Oltre ai 160 km/h non c'è freno o auto che tenga se c'è un ostacolo, e comunque la maggior parte degli incidenti mortali avviene in città, a velocità media di 42 km/ h ...

    A cosa serve un'auto stradale da 300 cv ? A poco di per sè stessa, se non per la qualità del motore che li permette, per l'equilibrio complessivo, etc. Tutte qualità poco razionali per chi non sente questa passione, ma che diversamente non richiedono giustificazioni nel confronto.

    Rimane invece il tema: come affrontare l'evoluzione di questa passione, cercando di rendere consapevolezza dei lati negativi di questa ... scienza ?
    a me la tecnica anche motoristica affascina molto e sicuramente ero anche appassionato ma il punto é che a questo punto dobbiamo cambiare deve cadere il mito auto. gurda la pubblicita che é palesemente in contrasto con il buon senso .I suv raggiungono quote di mercato sempre maggiori malgrado la loro evidente inutilità, nessuno le usa fuori strada al massimo certe mamme ci portano i bimbi all'asilo perche anno paura delle macchine!!!!!

  15. Registrato da
    28/11/2005
    Messaggi
    4,007
    Citazione Originariamente Scritto da inadatto Visualizza Messaggio
    a me la tecnica anche motoristica affascina molto e sicuramente ero anche appassionato ma il punto é che a questo punto dobbiamo cambiare deve cadere il mito auto. gurda la pubblicita che é palesemente in contrasto con il buon senso .I suv raggiungono quote di mercato sempre maggiori malgrado la loro evidente inutilità, nessuno le usa fuori strada al massimo certe mamme ci portano i bimbi all'asilo perche anno paura delle macchine!!!!!
    Si, ma se uno ha la passione per l'ingegneria, quindi auto non come mezzo di marketing ma di pura tecnica applicata, cosa deve fare ? Ci castriamo tutti i piaceri per la preoccupazione delle loro con****ndicazioni ?

    Sono + propenso a ragionare su come godermeli (e farli godere a loro), con la dovuta testa.

    A questo punto non porto i figli a sciare per paura di vederli schiantare contro un palo, non li faccio nuotare perchè temo affoghino, non li porto al museo di scienze naturali perchè temo che me li tirino sotto al semaforo ...

    Ma questa non è vita, ed il piacere di vedere mio figlio che passa da spazzaneve a sci uniti è anche nell'idea che un giorno potrà dare continuità alle sue passioni (non necessariamente introdotte da me).

    Quello che mi sforzo di fare è di trovare una linea di condivisione sul "lato oscuro" di ogni passione, non per negarla o vincolarla, ma per renderla consapevole.

    Purtroppo potrei svegliarmi una notte e scoprire che le cose nn sono andate come speravo.

  16. Registrato da
    06/02/2007
    Messaggi
    68
    [Sono + propenso a ragionare su come godermeli (e farli godere a loro), con la dovuta testa.

    A questo punto non porto i figli a sciare per paura di vederli schiantare contro un palo, non li faccio nuotare perchè temo affoghino, non li porto al museo di scienze naturali perchè temo che me li tirino sotto al semaforo ...

    Ma questa non è vita, ed il piacere di vedere mio figlio che passa da spazzaneve a sci uniti è anche nell'idea che un giorno potrà dare continuità alle sue passioni (non necessariamente introdotte da me).

    Quello che mi sforzo di fare è di trovare una linea di condivisione sul "lato oscuro" di ogni passione, non per negarla o vincolarla, ma per renderla consapevole.

    Purtroppo potrei svegliarmi una notte e scoprire che le cose nn sono andate come speravo.[/QUOTE]

    non deve succedere ,dobbiamo fare qualcosa prima ,io correvo in moto ma ora non rimpiango assolutamente di aver cambiato passione, hai comunque ragione ,una passione fa battere il cuore ma non puoi negare che l'auto deve "andare", se fosse una miniera eccitante di tecnologia ma andasse a 40 kmH non sarebbe poi cosi interessante il tuo campo d'interesse ,la tecnica è davvero sconfinato ,magari anche per migliorare questo mondo . Io spero che tu abbia la possibilità di svolgere sempre qualcosa che ti appassiona ma....

  17. Registrato da
    07/11/2006
    Messaggi
    5,144
    [QUOTE=richarson;6765 34] Già QUOTE]

    forse te lo gia' detto altre volte...alcune passioni dei padri vengono rifiutate , per istinto ribelle dei ns figli....e per i problemi che procurano spesso in famiglia. Mio suocero ha speso la sua vita a comprar macchine nuove, semplici woskvagen e non aveva altri interessi , o attenzioni perla casa, per fare poi cosa con la macchina ..andare a lavorare e fare dei giri nel paese..con la sorella ...e nipoti non moglie e figli....e forse per un'altra persona.....era gelosissimo della macchina..anche se pioveva non la dava mai!appena le macchine perdevano un po' d valore le cambiava, diceva lui, mettendoci poca differenza aveva macchina nuova e sicura. Lui non ama i meccanici , le imperfezioni alle macchine, come se cambiare un motore è un problema!!!si cammina comunque!I figli hanno avuto danni da questo vizio e in piu' non si trovano niente! una volta ha venduto un immobile di cui meta' era suo in eredita' , e ha comprato la macchina, i figli gli dissero invece di comprare l 'altra meta' dell'immobile.
    Una volta gli abbiamo chiesto un prestito per comprare un garage del ns condominio per non far venire un estraneo e disse che era la verde! appena il garage si vendette , ha comprato un'altra machina! *******!e diceva di non avere i soldi per l'universita' al figlio..
    iL GARAGE è DEL TIPO..(..PURE SUO PARENTE....) CHE odia il ns cane perche' abbaia quando lo vede .

  18. Registrato da
    07/11/2006
    Messaggi
    5,144
    Mio marito e la sorella sono nauseati da questa storia delle macchine preferite ad altri beni e spesso mia suocera faceva sacrifici per farli mangiare.
    Il problema è che questa passione , un po' per carattere, un po' per le illusioni e il materialismo di mio suocero, la sta prendendo mio figlio primogenito!!!
    Inoltre penso che tuo figlio piccolo ami di piu' le moto perche' forse..forse...sta vivendo la tua passione in maniera piu' positiva all'interno della famiglia..nel senso che adesso che se non hai problemi economici, tipici dei primi anni di matrimonio, dove ci sono delle precedenze , e l'acquisto di un mezzo per passione... dovrebbe essere in secondo piano e quindi scatena anche delle discussioni...adesso invece lo si acquista piu' pacificamente...
    BOh ..ci hai capito niente?
    a parte che poi ogni figlio poi puo' somigliare di piu' o di meno a uno dei genitori...o prenderlo piu' o meno a modello...

  19. Registrato da
    07/11/2006
    Messaggi
    5,144
    Citazione Originariamente Scritto da inadatto Visualizza Messaggio
    a me la tecnica anche motoristica affascina molto e sicuramente ero anche appassionato ma il punto é che a questo punto dobbiamo cambiare deve cadere il mito auto. gurda la pubblicita che é palesemente in contrasto con il buon senso .I suv raggiungono quote di mercato sempre maggiori malgrado la loro evidente inutilità, nessuno le usa fuori strada al massimo certe mamme ci portano i bimbi all'asilo perche anno paura delle macchine!!!!!
    Infatti spesso noi genitori siamo i primi ad essere esibizionisti..io ho unavecchi a 126 e spesso mi chiedono quando la cambio...vi diro' piu' me lo chiedono e piu' mi ostino a tenerla!

  20. Registrato da
    07/11/2006
    Messaggi
    5,144
    Citazione Originariamente Scritto da diego70 Visualizza Messaggio
    .

    ...

    Ma questa non è vita, ed il piacere di vedere mio figlio che passa da spazzaneve a sci uniti è anche nell'idea che un giorno potrà dare continuità alle sue passioni (non necessariamente introdotte da me).

    Quello che mi sforzo di fare è di trovare una linea di condivisione sul "lato oscuro" di ogni passione, non per negarla o vincolarla, ma per renderla consapevole.

    Purtroppo potrei svegliarmi una notte e scoprire che le cose nn sono andate come speravo.
    Sulle macchine è diverso, siamo tempestati di pubblicita' tanto da inculcare nei ragazzi che la macchina è uno status simbol.. epoi asoiano anche il tornar tardi, l'esser spericolati, con alcol e spesso sostanze varie!
    Io sinceramente non vedo maturita' nei 18 anni di un ragazo attuale, non solo nel concetto macchine ma intuttal avisione della vita..io se fossi al governo darei la maggiore eta' a 21 anni come una volta quando nvece potevano essere maggiorenni a 1, erano piu' marturi, responsabili e molti ormai ernao inseriti al lavoro....
    Adesso è scintificamente provato che a 18 anni non siè maturi...tutto si trasferisce in base all'aumento della longevita', dei benefici economici ricevuti dai genitori, dal fatto che si è ancora studenti,....pero' nonostante tutto hanno gia'la macchina anche se non se la possono mantenere a proprie spese!

  21. Registrato da
    28/12/2005
    Messaggi
    7,543
    Per Godilia.
    Mio figlio piccolo si comporta come facevo io da bambino. Prende una sedia, si mette girato verso la spalliera e la usa come un manubrio. Fa il rumore della moto e piega come vede fare in tv, fino a che non cade. Pensa che io cerco di smontarli il mito della moto. Dico che la marmitta ustiona, che ci si fa male; gli ho fatto vedere il gesso al polso e ho detto che è stato la moto, ma niente ieri batteva i piedi perchè voleva la minimoto da cross.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. I soliti ignoti del sabato sera.
    Di richarson nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 85
    Ultimo Messaggio: 05/02/2008, 19:41
  2. Riflessioni post sabato sera
    Di stefano28 nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 84
    Ultimo Messaggio: 18/10/2007, 15:25
  3. Sabato sera del disadattato
    Di luca468 nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 133
    Ultimo Messaggio: 03/04/2007, 11:43
  4. Sabato Sera Insieme...
    Di titti65 nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 717
    Ultimo Messaggio: 04/03/2007, 01:30
  5. Buon sabato sera...
    Di ninfa nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 16/10/2005, 11:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online