Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 2 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 106

Discussione: noi che..........(un po' di nostalgia)

  1. Registrato da
    04/01/2007
    Messaggi
    4,648

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Il magistrale di Trapani era alloggiato in un vecchio convento del 16° o 17° secolo,che negli anni, come un organismo vivente, aveva generato ripostigli, stanzette, soffitte, solai, sottotetti con abbaini dai quali si poteva scorrazzare sui tetti delle case adiacenti (chissà se c'è ancora qualcuno che se lo ricorda). In uno dei tanti locali vuoti attrezzammo un alloggio di fortuna in attesa di trovare una casa. La cosa non andò a buon fine perchè la mancata conquista di Malta, attrezzata come munitissima base aerea da cui partivano bombardieri che tempestavano la città, rese necessario evacuarla. Noi restammo ancora tre o quattro settimane perchè mio padre doveva raccogliere e riordinare tutti i documenti da portare via. Nel frattempo ci eravamo trasferiti nel, chiamiamolo così, rifugio antiaereo dell'istituto che consisteva in un corridoio rinforzato, si fa per dire, da travi di legno e sacchi di sabbia. Ad ogni bombardamento le travi ballavano e la sabbia scendeva in rivoletti. Ma tanto non c'era nulla di meglio e ci si faceva l'abitudine. Al mattino, poi, noi ragazzi correvamo sulle case distrutte per cercare le schegge delle bombe. Divertimento QUASI innocuo per bambini scemi.

  2. # ADS
    noi che..........(un po' di nostalgia)
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    04/01/2007
    Messaggi
    4,648

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Queste mie noterelle di costume sono tutte basate su miei ricordi personali e nel metterle giù mi accorgo che non sempre riesco a collocarle temporalmente. A volte sono flashes legati a date storiche o avvenimenti familiari: la guerra di Spagna, la caduta del fascismo, il tifo che quasi si porta via le mie sorelle, il trasferimento dalla Sicilia al Nord Italia, il suicidio di mia madre ecc. A volte sono episodi profondamente incisi nella mia memoria ma ai quali non riesco ad attribuire una data precisa. Uno di questi, da collocare fra il 1943 ed il 1945, è quello dell'uovo. Oggi che uno dei problemi dei bambini è l'obesità pare impossibile che una volta FOSSE DIFFICILE PREPARARE UN PASTO.

  4. Registrato da
    04/01/2007
    Messaggi
    4,648

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Mio padre, ma questa è un'altra storia abbastanza divertente da raccontare, era stato "epurato" in quanto fascista (lui ed un'altra dozzina su tutti gli abitanti della provincia) e quindi privato dello stipendio per cui in sei si campava con quello di mia madre e sulle lezioni private che mio padre, sospeso dall'incarico era, grazie a Dio, autorizzato a dare (di solito veniva pagato in natura visto che con le AM-lire non si riusciva a comprare quasi niente di quel pochissimo che c'era sul mercato). Un giorno, ricordo che eravamo in estate, uno studente portò sei uova, oggetti che i nostri occhi non vedevano da lunga, lunga pezza. Imbandita la tavola, fu dapprima messa nei piatti la zuppa di piselli americana (una cosa obbrobriosa ma nutriente e che veniva distribuita dall'UNRRA) che tutti ingollarono a tutta velocità tranne me che la trovavo tanto repellente da mangiarla a cucchiaini. Tolte cinque delle sei fondine, mia madre mise al centro della tavola il piatto con le sei uova cotte al tegamino (al cereghin direbbero a Milano) con l'acqua visto che anche l'olio, in Sicilia !, era sparito. Io sto ancora lì a cincischiare la mia zuppa, mia madre, mio padre, sorelle e fratello si mangiano il loro uovo mentre il mio resta, solingo e abbandonato, nel piatto.

  5. Registrato da
    04/01/2007
    Messaggi
    4,648

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Mamma e papà parlano di politica, di scuola, i ragazzi chiacchierano fra di loro ed io finalmente finisco la zuppa. Alzo gli occhi verso il piatto delle uova e lo vedo vuoto: Il mio uovo, strillo. Dov'è il mio uovo ? Mia madre guarda me, guarda gli altri, e scoppia a piangere: l'uovo se l'era mangiato lei.
    Potete pensare che io possa avere nostalgia di quei tempi ?
    Ah, a margine, adesso, retaggio di quella fame, ho sempre in frigorifero almeno sei uova se non di più ed una scorta di roba da mangiare da fare spavento.

  6. Lucianina Ospite

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Citazione Originariamente Scritto da collenuccio Visualizza Messaggio
    Mi sento un po' come la particella di sodio che nuota nell'acqua minerale. Vox clamantis in deserto. Sono imbarazzato a monopolizzare il 3d. Fra i 174 visitatori ce n'è qualcuno che voglia che continui a raccontare le mie stupidate ?

  7. Registrato da
    19/01/2006
    Messaggi
    8,359

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    sono racconti di un periodo che non ho vissuto se non nei racconti - analoghi - di genitori e nonni....
    fa bene leggere queste cose, anzi, dovrebbe essere obbligatorio per i ragazzi che vanno a scuola.....
    Da ciò che è in lotta nasce la più bella armonia. Tutto si realizza attraverso la discordia. (Eraclito)

  8. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,607

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Citazione Originariamente Scritto da zeneize Visualizza Messaggio
    sono racconti di un periodo che non ho vissuto se non nei racconti - analoghi - di genitori e nonni....
    fa bene leggere queste cose, anzi, dovrebbe essere obbligatorio per i ragazzi che vanno a scuola.....
    non cambia nulla.Perchè sarebbe solo la conferma del vecchio proverbio del "Chi è sazio non crede a chi sta a digiuno"!
    Sono nata 2 mesi prima alla fine della guerra.L'ultimo anno di guerra in Olanda venne chiamata l'inverno della fame.
    La gente andava in giro sulle bici senza gomme a cercare farina,legumi o altre produzioni agricole nelle masserie sparsi nei polders e campagne.Mio padre trovò da un fioricoltore montagne di bulbi di tulipani.
    E se li portò a casa,perchè mia madre era in attesa di me.Come fece mio padre,cosi fecero in tanti...si mangiò per fame tutta la produzione dei bulbi di fiori.
    Ecco che sono una vera figlia dei fiori
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  9. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,607

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Citazione Originariamente Scritto da mirjam64 Visualizza Messaggio
    Confermo il si di mirjam...Perchè tu descrivi un mondo per me triste,ma che tu da bambino lo vivevi per l'appunto da bambino.
    Perchè i bambini si adeguano alla circostanze...chi non conosce di meglio,non può fare confronti con una realtà mgliore.
    Da bambini ti aiuta la fantasia,che viene stimolata dal avere poco.Una volta il giocattolo si giocava.Oggi il giocattolo gioca il bambini!
    Credo che nella povertà di una volta,si era più ricchi dei bambini di oggi!!!
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  10. Registrato da
    04/01/2007
    Messaggi
    4,648

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Dicevo della mia scorta di vettovaglie: fra queste non c'è una sola scatoletta di tonno o qualche insalata di tonno e fagioli o comunque qualcosa che abbia a che fare col tonno. Nell'intervallo fra il 3 luglio e circa metà agosto del 1943, cioè fra lo sbarco degli alleati e la completa conquista della Sicilia, tutte le autorità civili e militari si dileguarono come la neve in forno. Con le tessere annonarie potevi farci di tutto meno che acquistare roba da mangiare. I tedeschi, partendo, avevano dato fuoco ad un treno merci carico delle provviste occorrenti per Trapani e provincia. Fu il saccheggio. Davanti al locale dove mio padre aveva allestito presidenza e segreteria del magistrale passano quattro soldati che si tirano dietro un carretto carico di scatole di tonno da 5 e 10 chili. In cambio chiedono vestiario civile e coperte. Affare fatto: provate ora ad aprire una scatola da dieci chili di tonno, in estate e senza frigorifero. Tonno a colazione, tonno a pranzo, tonno a cena, tonno di nuovo a colazione, sempre tonno a pranzo e, per cambiare, tonno anche a cena. Altro non c'era se non pomidoro, perini da salsa. Mia madre cercava di escogitare piatti il più possibile variati, facendoli freddi o caldi, con e senza contorno di pomidoro ma per più di un mese non fu altro che tonno (ce ne voleva per mangiarne 35 chili, ma, una volta aperta la scatola o la finivi o la buttavi). Ancora oggi il tonno non mi piace.

  11. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,607

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Citazione Originariamente Scritto da collenuccio Visualizza Messaggio
    Dicevo della mia scorta di vettovaglie: fra queste non c'è una sola scatoletta di tonno o qualche insalata di tonno e fagioli o comunque qualcosa che abbia a che fare col tonno. Nell'intervallo fra il 3 luglio e circa metà agosto del 1943, cioè fra lo sbarco degli alleati e la completa conquista della Sicilia, tutte le autorità civili e militari si dileguarono come la neve in forno. Con le tessere annonarie potevi farci di tutto meno che acquistare roba da mangiare. I tedeschi, partendo, avevano dato fuoco ad un treno merci carico delle provviste occorrenti per Trapani e provincia. Fu il saccheggio. Davanti al locale dove mio padre aveva allestito presidenza e segreteria del magistrale passano quattro soldati che si tirano dietro un carretto carico di scatole di tonno da 5 e 10 chili. In cambio chiedono vestiario civile e coperte. Affare fatto: provate ora ad aprire una scatola da dieci chili di tonno, in estate e senza frigorifero. Tonno a colazione, tonno a pranzo, tonno a cena, tonno di nuovo a colazione, sempre tonno a pranzo e, per cambiare, tonno anche a cena. Altro non c'era se non pomidoro, perini da salsa. Mia madre cercava di escogitare piatti il più possibile variati, facendoli freddi o caldi, con e senza contorno di pomidoro ma per più di un mese non fu altro che tonno (ce ne voleva per mangiarne 35 chili, ma, una volta aperta la scatola o la finivi o la buttavi). Ancora oggi il tonno non mi piace.
    Hai gli anticorpi al tonnoFenomenale!!!
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  12. Registrato da
    04/01/2007
    Messaggi
    4,648

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Prima ho detto che tutte le autorità civili e militari si erano dileguate. Le ultime resistenze contro l'avanzata americana si conclusero con una battaglia a cannonate fra, suppongo, americani ed italiani (o tedeschi) alla quale la popolazione del paese, balcone sulla pianura sottostante, assistette con interesse molto blando. Non era come al cinema: vedevi uno sbuffo di fumo, sentivi bum, vedevi un altro sbuffo e sentivi un altro bum e non capivi se fumo e rumore venissero di qua o di là. La battaglia finì poco prima del tramonto, probabilmente vinta dagli americani che l'indomani arrivarono in paese. Anche loro passarono davanti al "locale presidenza", un magazzino comunale sulla cui parete mio padre aveva steso la grande bandiera nazionale, sia per non farla mangiare dalle tarme sia per nascondere lo stato pietoso del muro. La pattuglia americana è guidata da un, suppongo, tenente che vede il vessillo, entra e domanda a mio padre che c.... ci fa col tricolore. Dopo una tribolata conversazione papà dà agli americani le indicazioni per trovare, giù a Trapani, municipio e prefettura.........
    Continua.

  13. Registrato da
    04/01/2007
    Messaggi
    4,648

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Premetto che mentre quello che ho scritto finora è frutto di mie esperienze personali, riportate con l'obiettività possibile a testimoni oculari implicati nelle vicende riferite, quanto sto per scrivere l'ho saputo da mio padre e, ovviamente, non saprei come controllarne la veridicità (forse lo potrebbe fare Thor come militare). Comunque, vero o inventato che sia, il fatterello merita di essere raccontato come sintomo del completo marasma della Sicilia occidentale allo sbarco degli Americani. Un paio di giorni dopo il passaggio della pattuglia alleata davanti al tricolore, arriva un secondo gruppo di militari comandato da un ufficiale superiore che, tramite un interprete, comunica a mio padre che dal prefetto ai podestà, dal comandante della piazza all'ultimo degli ufficiali di complemento si sono tutti squagliati e che lui, mio padre, risulta essere l'unico "funzionario dello stato" in servizio e quindi la sola persona in grado di firmare la resa della provincia. Papà affermava che, di conseguenza, aveva firmato il documento esibitogli dall'ufficiale americano, sancendo la resa della provincia.

  14. Registrato da
    04/01/2007
    Messaggi
    4,648

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    In qualche modo, comunque, mio padre aveva aiutato gli alleati tanto che questi poterono requisire ed assegnare a noi una casa ricavata dalla suddivisione, alquanto balorda, di un appartamento signorile dell'ottocento, adiacente al consolato generale norvegese. Stanze enormi, con tetti stratosferici, una infilata nell'altra, a cannocchiale ma mille volte meglio dei due locali di fortuna che ci avevano ospitato durante lo sfollamento. Unico problema erano gli abitanti della casa: centinaia e centinaia di scarafaggi alati, la blatta orientalis di color zucchero caramellato, lunga anche 4 centimetri, che evidentemente si erano moltiplicati a spese della colla (allora di farina) usata per la carta da parati. Uno schifo che non vi dico. La casa era anche frequentata dai topi: quelli neri, il rattus norvegicus, che scoprimmo entrare (in effetti fu mia sorella a scoprirlo lanciando un urlo che probabilmente fu sentito anche a Messina) attraverso le fognature usando come porta d'ingresso la tazza del WC.

  15. Registrato da
    04/01/2007
    Messaggi
    4,648

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Quello dei ratti non era problema solo nostro: nel periodo in cui la città era stata evacuata ancora con centinaia di morti sotto le macerie, le bestiacce si erano moltiplicate a dismisura tanto che scorrazzavano tranquillamente anche di giorno. Gatti non ce n'erano più, fuggiti o finiti in pentola. Gli americani ne fecero arrivare un bel numero e li sguizagliarono per la città. I ratti invece di scappare si nascosero e di notte assalivano, tre o quattro uniti nella caccia, i gatti che rapidamente scomparvero. Fu solo l'impiego dei fox-terrier a sconfiggere i roditori. Il cane li affrontava ringhiando, gli addentava la schiena e con uno scrollone gli spezzava la spina dorsale; ci volle più di un mese ma alla fine i topi non furono più un problema.

  16. Registrato da
    05/03/2005
    Messaggi
    6,445

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Citazione Originariamente Scritto da collenuccio Visualizza Messaggio
    Mi sento un po' come la particella di sodio che nuota nell'acqua minerale. Vox clamantis in deserto. Sono imbarazzato a monopolizzare il 3d. Fra i 174 visitatori ce n'è qualcuno che voglia che continui a raccontare le mie stupidate ?
    mi spiace perchè ho aperto il 3d e non posso essere presente per vari motivi...
    Non ho molto tempo per scrivere ma ti assicuro che leggo...e quello che scrivi tu è sempre interessante e utile....
    Continua...grazie!
    Vivi come credi. Fai cosa ti dice il cuore...ciò che vuoi,
    Canta, ridi, balla e ama e vivi intensamente ogni momento della tua vita,
    prima che cali il sipario e l'opera finisca senza applausi

  17. Lucianina Ospite

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Citazione Originariamente Scritto da collenuccio Visualizza Messaggio
    Quello dei ratti non era problema solo nostro: nel periodo in cui la città era stata evacuata ancora con centinaia di morti sotto le macerie, le bestiacce si erano moltiplicate a dismisura tanto che scorrazzavano tranquillamente anche di giorno. Gatti non ce n'erano più, fuggiti o finiti in pentola. Gli americani ne fecero arrivare un bel numero e li sguizagliarono per la città. I ratti invece di scappare si nascosero e di notte assalivano, tre o quattro uniti nella caccia, i gatti che rapidamente scomparvero. Fu solo l'impiego dei fox-terrier a sconfiggere i roditori. Il cane li affrontava ringhiando, gli addentava la schiena e con uno scrollone gli spezzava la spina dorsale; ci volle più di un mese ma alla fine i topi non furono più un problema.
    sembra la trama di un film dell'orrore

  18. Registrato da
    04/01/2007
    Messaggi
    4,648

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Citazione Originariamente Scritto da mirjam64 Visualizza Messaggio
    sembra la trama di un film dell'orrore
    Cara Mirjiam, non c'è film dell'orrore che sia in grado di dire che cosa è veramente una guerra per ci sta dentro. Cosa ne diresti del fatto, vero e documentato, che molti convogli di truppe partiti dai porti di Trapani, Marsala, Ragusa, Porto Empedocle ecc. (venivano sparpagliati per essere meno evidenti alla ricognizione anglo-maltese) vennero affondati portando in fondo al mare migliaia di soldati ? Cosa ne diresti del fatto che durante tutto il periodo bellico i tappeti di mine impedirono l'uscita al largo dei pescherecci ? Che ne diresti del fatto che, sminate le acque e ripresa la pesca, ci siamo mangiati sarde lunghe un palmo e tonni di quattro metri che per tre anni e più si erano mangiati fanti, marinai ed avieri, nostri ed avversari, finiti in fondo al mare ? Film dell'orrore ? Cannibalismo ?

  19. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,607

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Con la guerra i governi danno il meglio di se.....nel modo peggiore.In quei momenti l'uomo è totalmente insensibile verso il suo prossimo...popolo=ca rne da macello.
    Se riesci ancora a trovare qualche sopravissuto della guerra in Russia...ti racconta piangendo.....perchè li spedirono con divise estive in pieno inverno,e suole di cartone sotto gli stivali!!!
    Che dire...
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  20. Registrato da
    04/01/2007
    Messaggi
    4,648

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Ripristinata, più o meno (più meno che più) una parvenza di vita civile, mio padre riprende la direzione del magistrale e quando gli alleati gli propongono di assumere la carica di provveditore agli studi (quello vecchio era morto sotto le bombe) lui che amava più insegnare che dirigere rifiuta l'incarico e segnala il nome di un altro professore con maggiore anzianità (lo ricordo ma non lo scrivo). Nel frattempo arrivano il 25 luglio ("Finìu, Mussulino si sdirrubbau" fu l'urlo che le signorine Fontana lanciarono per la strada sentendo la notizia), l'8 settembre con militari che buttavano via le armi e le divise, il governo Badoglio e l'epurazione.

  21. Registrato da
    04/01/2007
    Messaggi
    4,648

    Riferimento: noi che..........(un po' di nostalgia)

    Con Badoglio, tornarono a galla i vecchi becchini della democrazia prefascista, Orlando, Nitti, Bonomi, Croce e compagni che facendo finta di credere che il fascismo fosse stato un regime del terrore e che i fascisti fossero tutti complici di orrende nefandezze, decretarono che tutti i funzionari dello stato che si erano "compromessi col regime" dovessero essere sollevati dall'incarico così da "epurare" la pubblica amministrazione. Com'è come non è, una bella mattina mio padre trova al magistrale un paio di carabinieri che gli vietano l'ingresso alla presidenza e gli comunicano che è stato epurato per aver partecipato alla Marcia su Roma.
    Continua......

Pagina 2 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Nostalgia canaglia
    Di Seba82 nel forum Verginità e psicologia
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 12/05/2011, 11:00
  2. Nostalgia di Napoli
    Di callisto nel forum I nostri viaggi
    Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 14/05/2010, 20:51
  3. nostalgia
    Di markolaf nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01/07/2009, 17:06
  4. La nostalgia
    Di dado nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17/12/2008, 12:32
  5. nostalgia
    Di amoilmare nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 25/10/2005, 12:24

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online