Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: malasanità, o cosa?

  1. Registrato da
    27/09/2007
    Messaggi
    104

    Triste malasanità, o cosa?

    Vi racconto per sommi capi cos'è successo.....
    Mio fratello, stava male, tanto, andò dal suo medico curante dicendole che sputava sangue e non si sentiva bene, lei di tutto punto gli rispose, la sera drogati di meno...!!! (mai fatto uso di nulla...!! sarebbe già da denunciare)

    Lo porto dal mio medico curante e come lo vede, richiede subito il ricovero per accertamenti, dopo una lastra all'addome, gli dicono che è pieno di feci e lo mandano a casa con un lassativo. (Pesaro)
    Convinti che avesse problemi intestinali, lo ricoveriamo in un centro a Verona, e lì viene fuori il peggio; sindrome MEN2B che ha circa dall'eta di 4/5 anni e NESSUNO se ne è mai accorto...!!!! (maledetti)
    Viene trasferito a Pisa, lo operano, lo curano e fanno il possibile.
    Purtroppo la situazione è critica, ma sperano in un farmaco disponibile da settembre.
    Dopo mesi di ricovero a Pisa dove abbiamo trovato personale a dir poco SPETTACOLARE, decidiamo per ovvi motivi di portarlo a casa, che tanto a Pisa non avrebbero fatto nulla di più che non potevano fargli quì, ovvero un ciclo di chemio ogni 20 giorni circa.
    Lo porto qui, resta in ospedale per una settimana e gli prende un edema polmonare, e sta gente mi dice, che i pazienti in queste condizioni, non vengono rianimati.
    Potevano dirmelo subito che lo avrei ricoverato altrove?
    Morale, mio fratello dopo mesi dove NON è successo nulla a Pisa, è morto il 2 luglio perché qui a Pesaro, NON rianimano.
    37 anni buttati al vento....!!!

  2. # ADS
    malasanità, o cosa?
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    10/10/2007
    Messaggi
    21,438
    Citazione Originariamente Scritto da nowhereman Visualizza Messaggio
    Vi racconto per sommi capi cos'è successo.
    Mio fratello, stava male, tanto, andò dal suo medico curante dicendole che sputava sangue e non si sentiva bene, lei di tutto punto gli rispose, la sera drogati di meno...!!! (mai fatto uso di nulla...!! sarebbe già da denunciare)Lo porto dal mio medico curante e come lo vede, richiede subito il ricovero per accertamenti, dopo una lastra all'addome, gli dicono che è pieno di feci e lo mandano a casa con un lassativo.(Pesaro)Co nvinti che avesse problemi intestinali, lo ricoveriamo in un centro a Verona, e lì viene fuori il peggio; sindrome MEN2B che ha circa dall'eta di 4/5 anni e NESSUNO se ne è mai accorto...!!!!(maled etti)Viene trasferito a Pisa, lo operano, lo curano e fanno il possibile.Purtroppo la situazione è critica, ma sperano in un farmaco disponibile da settembre.Dopo mesi di ricovero a Pisa dove abbiamo trovato personale a dir poco SPETTACOLARE, decidiamo per ovvi motivi di portarlo a casa, che tanto a Pisa non avrebbero fatto nulla di più che non potevano fargli quì, Lo porto qui, resta in ospedale per una settimana e gli prende un edema polmonare, e sta gente mi dice, che i pazienti in queste condizioni, non vengono rianimati.Potevano dirmelo subito che lo avrei ricoverato altrove?Morale, mio fratello dopo mesi dove NON è successo nulla a Pisa, è morto il 2 luglio perché qui a Pesaro, NON rianimano.37 anni buttati al vento....!!!
    E ci sono lacrime di gioia e risate
    avvelenate, perché nulla é semplice...
    Paul Valéry

  4. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,607
    Mi dispiace,perdere un fratello cosi giovane,è terribile.Se poi c'è il dubbio che avete dovuti combattere il muro di gomma della sanità....oh si come lo capisco.
    Cmq,non do critiche affrettati,perchè non sono un medico,e meno mai uno specialista.Ti consiglio giusto per toglierti ulteriori dubbi,di cercare informazioni in rete,presso il centro dove stava prima.
    Perchè se il male di tuo fratello(mi è sconosciutto,lo sento per la prima volto,dopo cerco in internet)era destinato a questo finale,allora si può dire che è mancato il lato umano verso un ammalato terminale.
    Ma basta parlare con chi lavora nella sanità,per sentirsi dire che medici e infermieri sono tutti sotto pressioni,poco personale,tutti stressati,molti dopo anni sono demotivati...e noi che dipendiamo da noi,gli affidiamo la nostra vita,si sentiamo numeri.
    Per non parlare dei tanti scandali di ruberie nella sanità...fondi che devono servire a noi,che li paghiamo con le nostre tasse,da stipendi miseri.
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  5. Registrato da
    15/11/2005
    Messaggi
    330
    Sono senza parole... Si puo' fare questa fine?? Un'ospedale che non rianima!!!!e' da denuncia...

  6. nefry75 Ospite
    Non è molto chiara la situazione per poter esprimere un giudizio.
    Posso solo fare delle considerazioni basandomi su ciò che è stato scritto.
    Da quanto ho capito le condizioni cliniche generali erano già compromesse al momento del ricovero. I criteri per procedere alla manovra di rianimazione di una persona si basano su vari fattori tra cui l'entità dell'edema polmonare , sulle condizioni cliniche, sulla presenza di altre complicanze e sulle reali possibilità di riuscita.
    Con la frase "i pazienti i queste condizioni non vengono rianimati" credo volessero dire " non lo rianimiamo perchè le condizioni cliniche sono talmente gravi da non esserci nessuna possibilità".
    L'unica cosa che mi sento di dire è che esiste il Tribunale del malato dove ogni cittadino può rivolgersi per avere chiarezza e far valere i propri diritti.

  7. Registrato da
    30/10/2008
    Messaggi
    219

    Riferimento: malasanità, o cosa?

    Mi spiace per il giovane morto a quell'età. Nessuno dovrebbe morire a 37 anni. Mi sia consentito però dire questo: un paziente ritenuto "terminale" non viene MAI rianimato. Su questo non ci sono dubbi e credetemi...così deve essere.

  8. Registrato da
    04/09/2007
    Messaggi
    546

    Riferimento: malasanità, o cosa?

    Citazione Originariamente Scritto da siloga66 Visualizza Messaggio
    Mi spiace per il giovane morto a quell'età. Nessuno dovrebbe morire a 37 anni. Mi sia consentito però dire questo: un paziente ritenuto "terminale" non viene MAI rianimato. Su questo non ci sono dubbi e credetemi...così deve essere.
    quoto decisamente, purtroppo...

  9. Registrato da
    30/10/2008
    Messaggi
    219

    Riferimento: malasanità, o cosa?

    Perchè altrimenti siccome la gente in queste cose è ignorante (nel senso di ignorare una tal cosa) pensa che "uno stava morendo e l'ospedale non lo rianima".....
    .....cioè.....
    con tutto il rispetto per chi neè coinvolto...
    E' NORMALISSIMA COSA!!!!
    Si rianima infatti solo chi ha speranza di averne beneficio...non so se mi sono spiegato!
    E lo dico con cognizione di causa: ho perso mia sorella in un ospedale. Aveva 15 anni ed aveva un tumore che non dava speranza. Quando poi è passata a miglior vita, nessuno si è sognato di (come dite voi) "rianimarla". Rianimarla da che? Rianimarla da cosa? OHHHHH.
    Vediamo di parlare se le cose le conosciamo. Perchè dire "stava morendo e non l'hanno rianimata" a ben guardare, è un affermazione non solo assolutamente discutibile. Ma addirittura condannabile di calunnia. Fidatevi: si rianimano solo i vivi...non i morti. E lo ripeto: se con la cosiddetta vostra "rianimazione" mia sorella avesse avuto un futuro diverso...parlerei in altro modo. Scusate il termine ma: non prendiamoci per il **** please.

  10. Registrato da
    30/10/2008
    Messaggi
    219

    Riferimento: malasanità, o cosa?

    Far conoscere gli episodi di malasanità è giustissimo. Ma parlare, anzi...sparare...per ignoranza non è giusto. E non si deve fare. Per il bene di tutti.

  11. Registrato da
    13/11/2011
    Messaggi
    4

    Re: malasanità, o cosa?

    Prendere la decisione di non rianimare, a maggior ragione un paziente giovane, è dura anche per il medico. Ma se il paziente è in condizioni di malattia avanzata e incurabile rianimare significa torturare.
    Ho visto pazienti sottoposti a terapie rianimative avanzate quando le loro condizioni erano già disperate, ho visto le loro sofferenze protrarsi e peggiorare di giorno in giorno.
    A volte bisognerebbe limitarsi a curare il dolore, evitare di togliere dignità alla morte

Discussioni Simili

  1. Appendicite e malasanità
    Di luzianol nel forum Malasanità - buonasanità
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 26/11/2018, 13:16
  2. malasanità....sigh.. .
    Di avvocatocinzia nel forum Malasanità - buonasanità
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 29/03/2008, 23:56
  3. Malasanita
    Di maria047 nel forum Malasanità - buonasanità
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 19/09/2006, 01:34
  4. malasanità
    Di rosina nel forum ... di tutto un po'
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 20/06/2005, 22:45

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online