Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 35

Discussione: Piroluria... sconosciuta, eppure ne puoi soffrire e non saperlo.

  1. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,607

    Piroluria... sconosciuta, eppure ne puoi soffrire e non saperlo.

    Leggendo in rete, ho incontratoa questa specie di malattia/sindrome/disfunzione metabolica... che determina mal di testa perenne (debbo dare l'imput a Diana!) stanchezza cronica, depressione, fatica di concentrazione.

    Per sapere se si è affetti di questa disfunzione metabolica si fa un esame del sangue, cercando il valore del criptopirrolo.
    Se risulta positivo, si è affetti di questa disfunzione che è un difetto genetico...

    In poche parole si nasce con questi difettuccio che è sconosciuto ai medici in genere.
    Solo il medico che si dedica anche alla medicina complementare potrebbe conoscerla.
    Si è visto che un alto percentuale di autistici, schizzofrenici hanno nel loro sangue la presenza il criptopirrolo.

    Tra le cure sono presente vitamine B6, zinco, olio omega 6 (olio di enotera).

    Anna..... gentilmente trovaci qualch'altra notizia?...
    magari qualcuno che si crede affetto di depressione, gli basta fare questo esame del sangue.. potrebbe guarire in maniera molto dolce senza i terribili psicofarmaci.
    Ultima modifica di anna1401; 04/03/2009 alle 22:14
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  2. # ADS
    Piroluria... sconosciuta, eppure ne puoi soffrire e non saperlo.
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Piroluria... sconosciuta, eppure ne puoi soffrire e non saperlo.

    Grazie frede per l'informazione
    Non ne ho mai sentito parlare nemmeno io fin ora, e in rete non c'è molto...
    Aspettiamo informazioni aggiuntive da chi sa qualcosa di più.

    Comunque, in attesa, vorrei riportare qui l’esperienza di un utente del forum
    Sperando di fare cosa buona aiutando a divulgare il più possibile queste informazioni.
    Ultima modifica di francyfre; 23/12/2011 alle 15:04

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Piroluria

    Innanzi tutto mi presento: sono Paolo, vivo in Scozia, ho 34 anni e lavoro per l'università di Edimburgo come Multimedia Designer.

    Scorrendo il tuo interessantissimo blog ho immediatamente capito che potresti essere la persona giusta per aiutarmi a divulgare una cosa che per me è stata di un'importanza fondamentale e che lo può essere per molta altra gente.
    Vorrei chiarire che tutte le informazioni che leggerai di seguito sono filtrate dalla mia conoscenza medica che di certo non è un campo di mia competenza.
    Quindi suggerisco da parte tua un controllo delle informazioni che troverai qui nel caso in cui desidererai approfondire il tema che ti propongo che deve essere visto come pura esperienza personale vissuta da paziente.

    Tieni presente che in tutta questa faccenda c'è anche un enorme coinvolgimento emotivo da parte mia, cosa che potrebbe far sì che metta in evidenza particolari che mi hanno colpito particolarmente a discapito di una cronaca giornalistica e scientifica dell'accaduto.
    Comunque cercherò di darti le risorse per approfondire indipendentemente il tema a prescindere dalla mia esperienza personale.

    Partirò dall'inizio e cercherò di essere breve, anche se so già che non ci riuscirò. Porta pazienza.

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Tutto comincia 2 anni fa.
    Il mio corpo comincia a dare degli strani segnali che però io associo al nuovo stile di vita, allo stress lavorativo, alla mia incapacità di prendermi i necessari tempi di riposo, alla routine, allo stress emotivo.
    Comincio ad avvertire una stanchezza fuori dal normale.
    Nonostante dorma 8/9 ore a notte mi sveglio più stanco della sera prima e il normale ciclo di recupero delle energie pare essersi inceppato.

    Sono così stanco che ogni piccola attività diventa una cosa enorme, insormontabile. Fare la spesa, il bucato, uscire, camminare, pensare, parlare, ridere, leggere, cucinare, ginnastica... tutto.

    Contemporaneamente a questa stanchezza cronica, nel corso delle settimane e dei mesi, cominciano ad apparire una valanga di sintomi: mal di testa permanente, sensibilità alla luce e ai suoni, occhiaie e occhi stanchissimi, perdita totale di forza fisica, grossa confusione mentale, impossibilità a concentrarmi (per un anno non sono nemmeno riuscito a leggere le mie email), stanchezza muscolare cronica, secchezza della pelle, pallore eccessivo, perdita di desiderio, demotivazione, negatività, insonnia, palpitazioni e altri ancora. I miei occhi avevano perso la loro naturale vitalità. Ricevevo dal mio corpo sensazioni completamente aliene.

    Era una corsa in discesa verso l'inferno e mi sentivo ogni giorno sempre peggio.
    I risvolti psicologici non hanno tardato ad arrivare e una profonda tristezza si è insinuata in me. La mia vita era semplicemente sospesa nell'impossibilità di fare qualsiasi cosa.

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Un giorno mi sveglio e mi rendo conto che non ce la faccio nemmeno ad alzarmi dal letto.
    Vado dal dottore e la sentenza è veloce e lapidaria: depressione forte. Mi propone una bella terapia a base di Prozac, dico no.

    Nel frattempo provo di tutto: rimedi tipo Hypericum o antistress, riposo, vacanze ma niente, sempre peggio.
    Consulto anche un medico di base in Italia e anche lui mi dice che devo entrare in terapia antidepressiva. Non accetto.

    Il fato ha voluto che da lì a poche settimane, dopo 2 anni di questo inferno, conoscessi qui a Edimburgo una nutrizionista.
    Da parte mia, nelle mie ricerche su Internet, avevo già cominciato ad avvicinarmi all'importanza del concetto di supplementi vitaminici, enzimici, di minerali e olii, tutte cose di cui si occupa questa persona.

    In poche parole mi propone di fare un test in un laboratoriio a Londra per vedere la quantità di Kryptopyrolles presenti nel mio organismo.
    I Kryptopyrolles sono presenti normalmente nel sangue ma, se in eccesso, creano le condizioni per l'espulsione tramite urine della vitamina B6 e dello Zinco presenti nell'organismo, creando delle deficienze di queste due sostanze anche molto gravi.

    I risultati del test sono positivi e molto alti. Normalmente una persona sana ha valori compresi fra 4-6 unità, io ero attorno a 20. [/U].

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Questo sancisce ufficialmente che il mio problema è la PYROLURIA, nome di questa caratteristica genetica (non malattia) che mi ritrovo ad avere e che è fondamentalmente una disfunzione delle ghiandole adrenaliniche.

    La vitamina B6 e lo zinco, che io elimino allegramente e in grosse quantità attraverso l'urina, sono due elementi fondamentali per la chimica del cervello e sono strettamente correlati alla produzione ormonale a livello renale.

    Questo spiega totalmente i miei sintomi.
    La nutrizionista mi prescrive immediatamente dosi molto alte di B6 e zinco con l'ausilio di alcuni olli omega 3-6-9.
    Si scoprirà più avanti molto efficaci per me l'Evening Primrose oil (in italiano non trovo come viene chiamato).

    La sera prendo le mie prime vitamine e il giorno dopo mi alzo riposato e con la mente fresca, invertendo totalmente il senso di marcia intrapreso 2 anni prima.
    I muscoli rispondono, il mal di testa è molto lieve, mi sento energetico e pure allegro, la mente è incredibilmente più chiara. Ci abbiamo azzeccato!

    Ora sono sotto terapia vitaminica da circa 2 mesi, 2 mesi e mezzo e mi sento meglio di giorno in giorno, toccando giornate in cui penso che non mi sono mai sentito così bene e probabilmente ho ragione visto che apparentemente ho sempre avuto la Pyroluria.
    Mio padre ne era certamente affetto.

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Perchè è apparsa in maniera così violenta solo all'età di 32-34 anni?
    Perchè la sovrapproduzione di Kryptopyrolles da parte del corpo avviene in momenti di forte stress emotivo. È l'incapacità del corpo di fronteggiare certi livelli di stress.
    E in quel periodo della mia vita ero sotto fortissimo stress.

    Ho parlato molto con la nutrizionista e ho fatto delle ricerche per conto mio. Si è scoperto che alcune categorie di persone con determinate patologie hanno la Pyroluria.

    Queste sono persone affette dal disturbo bipolare, schizofrenici (in alcuni casi gravi la pyroluria può condurre alla schizofrenia), alcolizzati, depressi cronici, persone affette dalla sindrome di iperattività, autistici ecc.

    Questa nutrizionista sta portando avanti delle ricerche nelle quali si dimostra che molti disturbi psico-fisici anche molto gravi sono la manifestazione del corpo di una deficienza di elementi nutritivi fondamentali accompagnata spesso dalla reazione a certi nutrienti quali il latte, il glucosio, lo zucchero, i coloranti artificiali, i metalli pesanti ecc.

    So che ci sono tante teorie, tante scuole di pensiero, tante tecniche e che forse si sta ancora brancolando nel buio in molti campi della medicina e che è comodo farsi prendere da facili entusiasmi, ma credo che il mio caso sia piuttosto esemplare.

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Ho risolto con qualche supplemento totalmente naturale e benefico quello che i medici volevano curare col Prozac con conseguenze che non voglio nemmeno immaginare.

    Facendo delle ricerche su Internet ho scoperto innanzi tutto che c'è pochissimo materiale che tratta il problema della Pyroluria e tutto quello che c'è viene trattato come una scoperta molto recente.

    Su un particolare sito si dice che è stata scoperta negli anni '50 da alcuni ricercatori che, per conto di una grossa casa farmaceutica, stavano conducendo degli studi sulla schizofrenia e depressione.

    Apparentemente i risultati di questa ricerca mettevano giustamente in evidenza che la Pyroluria e molti sintomi oggigiorno associati alla depressione sono associabili alla mancanza di B6 e zinco e quindi facilmente curabile con supplementi poco costosi ma, soprattutto, non di proprietà delle case farmaceutiche.

    Per evitare un grosso danno economico a causa di questa scoperta che avrebbe portato inevitabilmente alla diminuzione di consumo di prodotti antidepressivi, la casa farmaceutica decise di insabbiare i risultati della ricerca che non furono mai resi noti.
    Ecco probabilmente perchè i dottori che ho consultato non ne sapevano nulla e, con una facilità preoccupante, dopo 5 minuti di seduta, avevano già la penna pronta per prescrivere il Prozac.

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Non potrò mai scrivere abbastanza sui benefici che questa cosa ha portato nella mia vita. Sono solito dire che sono tornato a vivere dopo 2 anni di pausa dalla vita. È stato terribile.

    In un mio recente viaggio di 3 settimane in Italia ho constatato che moltissime persone sono interessate a questo argomento e mi sono posto il problema di come divulgare queste informazioni.

    Lungi da me suggerire assunzioni di supplementi senza previo studio del caso specifico e consultazione di uno specialista, ma alcuni benefici dell'assunzione di determinati supplementi è innegabile e queste informazioni non possono essere fruite solo da chi se lo può permettere intellettualmente ed economicamente, ma dovrebbero far parte del dominio collettivo.

    Un esempio su tutti sono i benefici assolutamente incredibili dovuti dall'assunzione degli olii omega 3-6-9.
    Io ritengo che una dieta equilibrata non sia più sufficiente a provvedere al corpo tutti gli elementi nutritivi indispensabili e che sia necessario integrare.

    Questo a causa della povertà nutrizionale dei cibi dovuta allo sfruttamento eccessivo della terra su cui vengono fatti crescere, all'uso di prodotti fertilizzanti chimici e di pesticidi.

    Inoltre il nostro corpo domanda un aumento dei quantitativi di elementi nutritivi per far fronte al crescente stress a cui siamo sottoposti e all'inquinamento che si abbatte su tutti noi.

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Questa è l'opinione che mi sono fatto approfondendo molto questo tema, ma voglio sottolineare che non è nulla di più di una convinzione personale, anche se basata su studi, ricerche, risultati e teorie riportate su libri, siti Internet e riviste scientifiche. (...)


    Di seguito i links ai siti che trattano l'argomento della Pyroluria.
    Purtroppo ho trovato solo materiale in inglese.
    Ultima modifica di francyfre; 23/12/2011 alle 15:04

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Piroluria - altra testimonianza

    Riporto un’altra interessante testimonianza, sempre tratta da:

    pirroluria-una testimonianza - 2006/03/07 15:06 sempre da "Commentary on Nutritional Treatment of Mental Disorders"


    La pirroluria ha quasi distrutto la nostra famiglia
    Quando sua figlia Vicky iniziò a mangiare sporcizia, Elisabeth Fraser sapeva che qualcosa stava andando molto male. Elisabeth, che lavorava in una scuola speciale, viveva col marito Mark a “West Lothian”. Avevano tre bambine, Jenny di 12 anni, Vicky di 8 e Lisa di 6.

    Le nostre tre figlie sono state adottate e Vicky è arrivata da noi che aveva 4 mesi. La cosa che ci è parsa subito strana è che quando è stata in grado di muoversi e andare in giardino, ha cominciato subito a mangiare manciate di terra, ma proprio come se non desiderasse altro.
    Altri bambini che stavano giocando subito si misero a strillare: “Vicky sta mangiando sporcizia!” Mi sentii subito male perché sapevo che non è un comportamento normale per un bambino.
    Ultima modifica di francyfre; 23/12/2011 alle 15:04

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Ero diplomata in nutrizione e ricordavo bene di aver studiato una condizione chiamata “pica”, quando gli animali mangiano sporcizia perché mancano di alcuni minerali.
    La nostra famiglia aveva una dieta bilanciata, ma il mio istinto subito mi suggerì che Vicky doveva essere carente di vitamine o comunque doveva soffrire di malassorbimento dei nutrienti.

    Durante l’anno successivo divenne molto aggressiva. In un primo momento associammo questo comportamento con l’arrivo di Lisa, quando Vicky aveva 21 mesi. Comunque lei correva intorno alla casa e sembrava come posseduta, con orrendi scoppi d’ira che potevano durare per ore.

    Tentavo di fermarla ma venivo respinta perché non tollerava essere toccata. Era una bambina sveglia ma se le si chiedeva di fare una cosa semplice come mettersi le scarpe, non c’era verso. Ero così spaventata che la portai dal medico. Fu molto gentile, ma non trovò nulla di anomalo.

    Decorammo la sua stanza in maniera carina , ma lei strappò la carta da parati e ruppe tutto, Era una forza distruttiva.
    All’età di due anni, Vicky iniziò a mordere le persone.
    Se tentavo di fermarla, mi mordeva le dita, le braccia, una volta morse Lisa sulla guancia. Regolarmente distruggeva la stanza e distruggeva anche cose alle quali teneva, come il suo lettore cd.

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Inoltre, sebbene avesse imparato a rimanere pulita, faceva pipì a letto e sul mio cuscino...
    Col tempo stavo diventando davvero preoccupata perchè il suo comportamento peggiorava a vista d’occhio. Si vedeva chiaramente che aveva voglia di stare con noi, ma qualcosa in lei lo impediva.

    Jenny e Lisa amavano farsi coccolare , lei ci guardava ma usciva dalla stanza se tentavo di coinvolgerla. Mi si rompeva il cuore a pensare quanto fosse triste la sua esistenza.
    Quando ebbe cinque anni, è impossibile descrivere come fosse…

    Io piangevo tutti i giorni, ero stressata per starle dietro, il peso per la famiglia e per il mio matrimonio era enorme. Le sue crisi erano terribili e l’unico modo che avevamo per calmarla era metterla a letto, coprirla col piumone, tenerla ferma fino a che crollava di sonno.

    ...a volte sembrava che io e Mark agissimo uno contro l’altro per gestire la situazione, invece che collaborare…se io dicevo a Vicky di non fare qualcosa lui la lasciava fare, solo per mantenere un po’ di pace in casa.
    Jenny e Lisa stavano male perché comunque non potevano capire tutta questa tensione…

    Certi giorni avrei voluto scappare , e arrivai a dire che sarei morta se non avessimo ricevuto aiuto.
    La nostra paura era chiedere aiuto ai servizi sociali.
    Arrivarono i servizi sociali: consigliarono terapia individuale per Vicky e di gruppo per tutti noi.

    Ogni venerdì questa operatrice passava molto tempo con Vicky, cercando di fare giochi, di disegnare, per capire in quale modo entrare in contatto con lei.

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Alla fine Vicky usciva sempre urlando, fuori controllo, e io continuavo a piangere perché sapevo che c’era qualcosa che non andava e non sapevamo cosa…non potevamo aiutarla.

    All’età di cinque anni Vicky pesava poco. Sono sempre stata una buona cuoca, i bambini hanno sempre mangiato molta frutta, verdura, ma il suo appetito era inesistente.
    Non riusciva mai a finire un pasto ed era così magra da sembrare denutrita. Essendo stata iperattiva per i suoi primi 4 anni sembrava come se il suo livello do energia fosse crollato d’un colpo solo. I suoi insegnanti mi chiamavano di continuo per dirmi che si addormentava a scuola.
    Sembrava un fantasma con dei cerchi neri intorno agli occhi.

    Dentro di me,sapevo che c’era un problema grave.
    Quando stavamo iniziando a disperare, perché nessuno sembrava sapere cosa avesse Vicky, lessi su un giornale di un intervento offerto a bambini con disturbi del comportamento e dell’apprendimento alla “Cactus Clinic”.

    Chiamammo immediatatamente e fissammo un appuntamento. Il giorno dopo eravamo in questa clinica, ad Edimburgo portando con noi un campione di urina, e incontrammo un nutrizionista di nome Peter Bennet insieme al direttore della clinica, Janice Hill.
    Raccontammo tutto di Vicky, la sua storia, il suo comportamento, e ci chiesero di fare un prelievo di capelli e di pelle.

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Una settimana dopo Peter ci chiamò e ci disse che gli esami svolti evidenziavano che Vicky aveva livelli di criptopirroli altissimi , così alti loro non li avevano mai visti in nessun bambino, e che Vicky soffriva di uno squilibrio chimico genetico chiamato pirroluria che è una anormalità della sintesi dell’emoglobina.
    I livelli così alti di criptopirroli indicavano che il suo corpo era totalmente incapace di assorbire le vitamine essenziali e i minerali, come zinco, vit.B6 e acidi grassi, che venivano escreti totalmente con le urine.


    COSA E’ LA PIRROLURIA?


    La pirroluria è uno sbilanciamento chimico causato da una anormalità della sintesi dell’emoglobina.
    In questo stato vengono prodotti un eccesso di sostanze chiamati criptopirroli, che si legano a vitamina B6 e zinco portando e impedendo l’uso di questi nutrienti fondamentali nel cervello e nel corpo.

    Questa condizione colpisce molto più le donne degli uomini e i sintomi includono:
    - cambiamenti di umore
    - cattivo comportamento
    - incapacità di controllarsi
    - insonnia
    - appetito ridotto
    - allergie
    - incapacità di ricordare i sogni.

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Negli adulti la situazione può peggiorare. Il trattamento include la suplementazione di alte dosi di B6 e zinco per correggere lo sbilanciamento.

    Né io né Mark avevamo mai sentito parlare di pirroluria così abbiamo passato molte ore su internet per cercare di capire.
    Mentre leggevo una parte di me era felice perché finalmente sapevamo cosa aveva Vicky, tuttavia , leggendo dei sintomi, e delle prognosi, che nei casi più gravi porta alla malattia mentale, questo mi mandava nella disperazione.

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    LA FIGLIA PERFETTA

    I medici della clinica prescrissero i supplementi a Vicky, zinco, cromo, grassi acidi essenziali, calcio, selenio, vit.B6 e antiossidanti.

    Nell’arco di tre settimane il cambiamento di Vicky fu evidente. Le pelle migliorò d’aspetto, divenne rosea, i capelli divennero belli.
    Gli scoppi d’ira si interruppero, sembrava più rilassata. Finalmente utilizzava le cose nella sua stanza senza distruggerle.
    La vita della nostra famiglia cambiò dalla notte al giorno. Mangiare fuori, organizzare pic-nic, era impensabile prima. Oggi Vicky è una bambina adorabile.

    Per mantenere ottimale la sua condizione, Vicky dovrà prendere vitamine e minerali per il resto della sua vita.
    Lei si ricorda di quanto stava male e di come si sentiva triste per questo.
    La cosa migliore che ho imparato è che si deve seguire l’istinto materno. Sapevo di non essere nevrotica e sono felice di avere trovato risposta.

    Il trattamento è costato: 600 pounds la visita alla clinica e 100 pounds al mese per i supplementi.

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    I MIEI CONSIGLI:

    -Seguite il vostro istinto. Conoscete vostro figlio meglio di chiunque altro.

    -Additivi, coloranti, dolcificanti artificiali, tutti quelli con la “E” davanti fanno diventare iperattivi e aggressivi i bambini. Li abbiamo tolti TUTTI dalla dieta di Vicky.

    -Non risparmiate nelle analisi, ceracate fino a che qualcuno non vi dice cosa fare.

    -Cercate di riconoscere qualsiasi cosa che non va nel vostro bambino e intervenite subito.

    -Raccomando la “Cactus Clinic” a qualsiasi genitore preoccupato per il comportamento del proprio figlio. Tel: 01 404 815 992

    -Non rifiutate l’aiuto degli altri

    -Saper affrontare i problemi del comportamento non è sufficiente, bisogna sapere da cosa è causato.

    -La pirroluria è pericolosa.

    -Evitate assolutamente sostanze gialle e rosse aggiunte nei cibi e nelle bevande.

    -Non aspettate se avete un bambino il cui comportamento è fuori controllo.
    Ultima modifica di francyfre; 23/12/2011 alle 15:05

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Vitamina B6 - info

    VIT B6

    (B6-di William Walsh, Pfeiffer Treatment Center - 2006/02/21 18:53 Commentary on Nutritional Treatment of Mental Disorders
    from Willam Walsh, Ph.D., Senior Scientist, Pfeiffer Treatment Center

    La pericolosità della B6 è stata grandemente esagerata.
    Le prime preoccupazioni sorsero con uno studio universitario fatto 25 anni fa nel quale alcuni studenti vennero pagati per assumere dosi di piridossina idrocloride –B6- da zero a 10.000 mg al giorno.
    Dopo poche settimane alcuni studenti che stavano assumendo dosi maggiori di 5000 mg/al giorno, iniziarono a perdere sensibilità in alcune aree della pelle.

    Lo studio venne interrotto e in tutti i casi i sintomi scomparvero.
    Il risultato fu che l’effetto collaterale associato alla B6 fu identificato con la neuropatia.
    A distanza di pochi anni , simili neuropatie vennero riscontrate in un piccolo gruppo di persone che assumevano 2000mg/al giorno di B6, alchè il dosaggio venne limitato a 1000 mg/al giorno.
    Ultima modifica di francyfre; 23/12/2011 alle 15:05

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    Più tardi furono rari i casi di persone che sperimentarono temporaneamente delle neuropatie con dosi di qualche centinaio di mg.
    In tutte le centinaia di casi di neuropatia, il disturbo è sempre scomparso con l’interruzione dell’assunzione di B6.
    L’effetto è temporaneo, non conosco nessuna persona rimasta permanentemente colpita da neuropatia dopo l’assunzione di B6.

    Le persone che hanno un normale metabolismo hanno bisogno di soli 2 mg al giorno, che facilmente possono assumere dalla dieta.
    Tuttavia, ci sono molte persone che soffrono di disturbi del metabolismo che risultano carenti di B6…queste persone abbisognano da 100 a 1000 mg /al giorno per normalizzare il livello di B6 nel corpo.

    Un esempio è dato dal disordine GENETICO conosciuto come pirroluria, in cui la B6 viene “scollata” dal flusso sanguigno dalle molecole conosciute come criptopirroli/emopirroli.

    In poche parole,molte persone non hanno bisogno di supplementare la B6, mentre le persone con carenza congenita di B6 ne hanno bisogno per normalizzare l’attività della B6.
    La tossicità si riscontra solo in persone che hanno livelli di B6 sufficienti o elevati.


Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Quando non puoi far altro che annuire
    Di victorfidelio nel forum Amore
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21/12/2012, 22:31
  2. Non puoi capire..
    Di sonic nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 147
    Ultimo Messaggio: 20/08/2012, 12:13
  3. Coerenza...questa sconosciuta
    Di whiteshark nel forum Amore
    Risposte: 46
    Ultimo Messaggio: 29/01/2012, 07:33
  4. E se fosse colpa della PIROLURIA?
    Di frederika nel forum Cefalee varie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10/03/2009, 11:04

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online