Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 4 di 14 PrimaPrima 12345678 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 80 di 267

Discussione: ANIMALI - noi curiamo loro e loro curano noi

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Toxoplasmosi

    Tra le zoonosi trasmesse dal gatto, merita di essere ricordata l’infezione da Toxoplasmosi gondii.
    Questo parassita produce nell’intestino del gatto ammalato cellule uovo che si diffondono nell’ambiente con le feci dell’animale e possono essere accidentalmente ingerite.
    La toxoplasmosi si può contrarre anche mangiando carne cruda, perchè il parassita produce, negli altri animali, piccole cisti che si insediano nei muscoli.
    La Toxoplasmosi generalmente guarisce nell’uomo senza dare particolari sintomi e lascia un’immunità.
    Se però l’infezione viene contratta per la prima volta durante la gravidanza può provocare l’aborto o gravi malformazioni del feto.

  2. # ADS
    ANIMALI - noi curiamo loro e loro curano noi
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Funghi e acari

    Altre zoonosi comuni sono quelle causate da funghi e da acari, che provocano nell’uomo dermatiti micotiche e scabbia.

    Allergie
    Infine ricordiamo le allergie, che a volte, costringono ad allontanare l’animale domestico.
    Quella conosciuta come allergia al pelo del gatto è invece, speso, un’allergia alla saliva che l’animale sparge sul pelo leccandosi: da qualche anno esiste però un prodotto che neutralizza le proteine salivari responsabili della reazione allergica.

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Psittacosi o Ornitosi

    Gli uccelli, soprattutto i pappagalli, possono essere veicoli di un’infezione virale chiamata Psittacosi o Ornitosi.
    I volatili nati in cattività ne sono indenni, mentre per quelli provenienti dall’estero è necessario il periodo di quarantena per accertare che siano sani. La malattia si manifesta nell’uomo dopo un’incubazione silente di 3 – 15 giorni, con sintomi a carico del sistema nervoso, febbre, malessere intenso, cefalea, insonnia.
    In alcuni casi il decorso si aggrava e compaiono febbre altissima, diarrea, emorragie nasali, broncopolmonite.
    Per la diagnosi occorre cercare gli anticorpi specifici nel siero. La cura consiste nella somministrazione di antibiotici per due settimane.

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Evitare le zoonosi

    Per evitare le zoosi, non è certo necessario privarsi della presenza degli animali: è sufficiente invece mettere in atto alcuni accorgimenti igienici e misure di prevenzione.
    La prima regola è quella di curare lo stato di salute dell’animale domestico, sottoponendolo regolarmente alle vaccinazioni consigliate e facendolo periodicamente controllare dal veterinario, che prescriverà il prodotto farmaceutico da usare per proteggere il nostro amico a quattro zampe da pulci, filarie e vermi intestinali con un’unica somministrazione mensile.

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    continua

    I parassiti esterni si combattono anche con gli appositi prodotti liquidi o spry in commercio, che vanno utilizzati sia sull’animale che su tappeti e moquette.
    Per eliminare i parassiti interni occorre lavare ogni giorno con acqua molto calda le ciotole del cibo e dell’acqua, sostituire spesso la sabbia delle lettiere e pulire accuratamente cucce e canili.
    Evitare di baciare gli animali o di farsi leccare, soprattutto sulle mani o sul viso, è un’elementare norma igienica per non rischiare di ingerire materiale infetto.

    Con questi semplici accorgimenti possiamo goderci la compagnia del nostro animale domestico senza preoccupazioni per la salute di chi vive in famiglia.

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Le zecche disturbano il cane

    Sono parassiti della stessa famiglia degli acari che, a differenza di questi ultimi, si nutrono di sangue di animali, ma anche dell''uomo.
    In natura, vivono nell''erba in attesa di cagnolini ignari e sprovveduti, ai quali si aggrappano con le proprie zampette uncinate.
    Una volta arpionata la preda, si insinuano nei punti coperti da pelle sottile, come il padiglione dell'orecchio, il lato interno delle zampe, lo scroto e i capezzoli e iniziano a succhiare.
    Il loro pasto di sangue è continuo, ma diviso in fasi successive di aspirazione e rigurgito.
    La prima è dannosa perché può togliere al cane quantità di sangue considerevoli; inoltre la saliva irrita e il morso causa ferite alla cute.
    Durante la seconda, invece, è alto il rischio che il parassita trasmetta al cane germi patogeni e quindi malattie. Per tenere lontane le zecche l''unica possibilità è proteggere l'animale con sostanze repellenti.

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Malattie trasmesse al cane

    Oltre al fastidio dato dalle punture, zanzare e pappataci possono mettere in serio pericolo la salute del cane perché rappresentano la principale via di trasmissione della leishmaniosi viscerale.
    In Italia, la malattia è diffusa soprattutto in Sardegna e Sicilia e lungo le coste ionica e tirrenica, ma é stata segnalata anche in alcune aree del nord-ovest e del nord-est.
    All''inizio la leishmaniosi non dà sintomi, poi il cane inizia a mostrare segni di sofferenza: inappetenza e dimagrimento, perdita del pelo e comparsa di lesioni sulla cute, emorragie dal naso, ghiandole ingrossate e diarrea la malattia è spesso difficile e lunga da curare e, a volte, i farmaci non riescono a eliminare il parassita.
    Per tale ragione dopo la prima infezione il disturbo può ripresentarsi in tempi successivi Il modo migliore per evitare problemi è premunirsi per tempo, trattando il cane con sostanze capaci di tenere lontani gli insetti.

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Protetti Su Tutti I Fronti

    -Prima di ogni uscita, soprattutto se si prevede di sostare a lungo in aree verdi frequentate da altri animali o "selvatiche", è opportuno trattare il cane con prodotti ad azione repellente contro zecche e flebotomi
    -Ridurre l''esposizione notturna del cane agli insetti, evitando passeggiate serali prolungate (specie in ambienti umidi e lungo corsi d''acqua) e facendolo dormire in un luogo protetto
    -Applicare zanzariere e maglie fitte alla finestra oppure tenerle chiuse e adottare un sistema di condizionamento (i benefici li godrà non solo Fido, ma tutta la famiglia)
    -Tenere lontani dagli ambienti domestici i parassiti volanti con insetticidi ambientali (spray, fornelletti elettrici, fumi al piretro o alla citronella)
    -Consultare il veterinario al termine dell'estate per eseguire sul cane esami sierologici capaci di individuare eventuali malattie da parassiti.

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Peter Sinfer

    “Se un essere soffre, non può esistere nessuna giustificazione morale per rifiutarsi di prendere in considerazione tale sofferenza”

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Randagismo E Prevenzione - L'abbandono

    (fonte: OIPA)
    Un fenomeno in crescita, che non accenna a regredire. Ogni anno in tutta Italia vengono abbandonati centinaia di migliaia di animali domestici. L'animale viene considerato alla stregua di un oggetto o di un giocattolo di cui ci si può disfare in qualunque momento.
    L'abbandono è fonte di numerosi problemi. L'animale lasciato solo non è abituato a procacciarsi il cibo e spesso muore di fame e di sete. Alcuni animali, abbandonati perché vecchi o già malati, non hanno alcuna possibilità di riuscire a sopravvivere. A questo si aggiunge il trauma psicologico dell'essere stati abbandonati. Gli animali lasciati ai bordi di una strada possono causare incidenti automobilistici.

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    continua

    Quelli abbandonati in zone boschive o isolate, entrano in competizione con la fauna già presente.
    Le tartarughe dalle orecchie rosse, Trachemys, in seguito ai ripetuti abbandoni, hanno causato la drastica riduzione delle specie autoctone colonizzando il territorio. Al contrario, i conigli selvatici non lasciano spazio a quelli domestici di cui ci si è disfati.
    Un altro problema è quello relativo alla diffusione di malattie infettive, col rischio di epidemie per l'uomo e la fauna selvatica.

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Prevenzione Del Randagismo

    La Legge n° 281 del 1991 stabilisce che né i cani detenuti nei canili, né quelli randagi possano più essere soppressi né ceduti a laboratori di vivisezione. Inoltre prevede l'istituzione dell'anagrafe canina che tramite un tatuaggio indolore collega ogni cane al proprietario. Con questa legge si decreta, per la prima volta in Italia, che l'abbandono di un animale costituisce un reato punibile con sanzioni penali. Un cane, trovato a girovagare senza medaglietta e senza tatuaggio, viene considerato randagio e, in genere, catturato e portato al canile municipale.

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    continua

    Il tatuaggio di identificazione può essere eseguito presso qualsiasi veterinario o rivolgendosi alla ASL locale.
    La sterilizzazione di cani e gatti, nonostante possa sembrare una prevaricazione sulla natura dell'animale, costituisce un fattore importantissimo per la prevenzione del randagismo. Nella maggior parte dei casi il destino delle cucciolate indesiderate è o la soppressione o l'abbandono. La sterilizzazione sopprimendo l'istinto sessuale evita fughe nel periodo del calore riducendo il rischio di perdere il cane o il gatto. Inoltre, si rivela l'unica efficace prevenzione nei tumori alla mammella.

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Le Colonie Feline

    Per colonia felina si intende qualsiasi gruppo di due o più gatti che coabitano nel medesimo territorio. I luoghi più comuni dove è possibile trovare colonie sono i giardini condominiali o di ospedali, aree di verde urbano come giardinetti e parchi, costruzioni abbandonate, orti e cascinali. La legge 281/91 tutela queste colonie vietando qualsiasi forma di maltrattamento o crudeltà nei loro confronti. Per maltrattamento si intende anche ostacolarne il nutrimento ed impedirne il riparo. E' inoltre vietato spostare le colonie feline dal loro insediamento di origine, salvo in casi eccezionali, per tutelare la sopravvivenza degli animali.
    Le ASL, in base alla Legge 281/91, sono obbligate a sterilizzare gratuitamente i gatti appartenenti alle colonie feline del loro territorio.

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Canili E Gattili

    Nei canili e nei gattili vengono accolti tutti gli animali abbandonati o persi. Le condizioni di questi rifugi sono, il più delle volte, precarie. Gabbie sovraffollate che favoriscono la trasmissione di malattie infettive e parassitarie, maschi e femmine liberi di accoppiarsi, condizioni igieniche scarse, nutrimento insufficiente o inadeguato, controlli sanitari carenti. Tutto questo aggrava lo stress psicologico dell'animale, già abbandonato. In alcuni canili il maltrattamento raggiunge livelli estremi: cani massacrati a bastonate, spariti nel nulla, sequestrati per maltrattamento, privati delle corde vocali per "risolvere" problemi di inquinamento acustico.

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    continua

    La gestione di queste strutture è estremamente gravosa: solo grazie ai volontari si riesce ad alleviare le sofferenze degli animali detenuti, garantendogli una maggiore attenzione e migliori cure.
    Nonostante la Legge 281/91 affidi la gestione di canili e gattili ai Comuni, spesso questi ultimi preferiscono stipulare convenzioni con privati. Frequentemente si tratta di individui privi di scrupoli, più interessati ai contributi giornalieri forniti dal Comune che al benessere degli animali. Le amministrazioni pubbliche garantiscono ai canili privati da 1,5 a 5 euro al giorno per ogni cane.
    Canili e gattili, che dovrebbero essere luoghi di accoglienza temporanea, spesso diventano, nel caso di animali anziani o malati, la soluzione definitiva.

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Il Traffico Verso L'estero

    Spesso la sparizione di animali da canili, gattili e luoghi pubblici è dovuta all'esportazione verso laboratori di vivisezione in Italia o in altri stati europei, principalmente in Svizzera ed in Germania.
    La legge 281 stabilisce che dai canili non possano essere ritirati più di tre cani dalla stessa persona e che comunque gli animali non vengano portati all'estero. I cani esportati dall'Italia ogni anno sono diverse migliaia. Veneto, Lombardia, Piemonte, Umbria e Campania sono le regioni maggiormente coinvolte.
    Questi traffici sono possibili perché si basano sulla complicità e collaborazione di figure all'interno dei canili e di funzionari di alcune ASL. Queste persone, spinte da incentivi economici, si nascondono dietro giustificazioni come l'adozione all'estero.

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Adozione E Consigli Utili

    Se trovate un cane segnalatene la presenza alla Polizia Municipale che provvederà a chiamare il canile convenzionato. Per emergenze e negli orari in cui non sono reperibili i Vigili, avvisate i Carabinieri. Contattate comunque anche le Associazioni locali che sapranno indicarvi i canili e le procedure in atto nella zona del ritrovamento. Tappezzate la zona di cartelli con la descrizione del cane ritrovato e informatevi se appartiene a qualcuno che abita nelle vicinanze.

    - Quando trovate un animale, accertatevi a distanza delle sue condizioni fisiche, avvicinatevi con cautela e, qualora necessario portatelo dal veterinario più vicino.

    - Non comprate cani, gatti, o altri animali, ricordatevi sempre che all'interno di canili e gattili troverete sempre un animale che aspetta di essere adottato.

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    Vita da cani … e non solo

    Cari lettori, premetto di non essere affatto un animalista, ma la dignità non conosce associazioni o etichette di alcun genere.
    (Massimo Valentini)

    Quanti cani si vedono nel periodo estivo, ancora con il loro collarino vagare senza meta per le vie deserte della città, generalmente impietosendo qualche vecchietto o qualche ragazzino, affinché possa elemosinare qualcosa da mangiare e, possibilmente una carezza per rincuorarlo del gesto disgustoso e irrispettoso del suo legittimo padrone, che dovendo andare in vacanza con la propria famiglia e avendo quel cane in mezzo ai piedi, ha deciso senza nessuna remora, di abbandonarlo in strada: "…tanto qualcuno si prenderà cura di lui e comunque, non morirà certo di fame."

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,638

    continua

    ueste manifestazioni di pura inciviltà, dovrebbero essere cose di tempi ormai passati, purtroppo oggi all’inizio del terzo millennio, sono quotidianità sempre più frequenti, che denotano, secondo il mio modesto parere, una involuzione nei comportamenti basilari che in una società moderna dovrebbero essere il sale della vita e linfa vitale di un popolo che cresce culturalmente ampliando sempre più i suoi orizzonti di civiltà.

    I cani e gli animali in genere che si tengono in casa, sono acquistati nei negozi specializzati e nessuna autorità impone il loro ingresso nelle nostre abitazioni e, pertanto chi decide autonomamente di entrarne in possesso, dovrebbe pensare con molta saggezza e sincerità interiore se questo vincolo è possibile sostenerlo compatibilmente con i vari impegni e le molteplici esigenze familiari.

Pagina 4 di 14 PrimaPrima 12345678 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Si Imbrogliano Anche Tra Loro
    Di georgeclooney nel forum Chiacchiere politiche
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 18/10/2006, 10:56
  2. Le donne ed il loro corpo: che travaglio!
    Di gigetto nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 26/09/2006, 19:54
  3. chi al loro posto?
    Di markolaf nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 07/04/2006, 00:11
  4. ma perchè proprio loro due?
    Di markolaf nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 59
    Ultimo Messaggio: 22/03/2006, 16:48
  5. Gli uomini e le loro fantasie
    Di diavoletto nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 16/01/2005, 17:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online