Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 40

Discussione: Streptococcus salivarius K12 – prevenire faringiti, tonsilliti e otiti

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Lampadina Streptococcus salivarius K12 – prevenire faringiti, tonsilliti e otiti

    .
    Efficacia di Streptococcus salivarius K12 nella prevenzione di faringiti, tonsilliti e otiti ricorrenti in età pediatrica

    ( Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa C.Negroni il 20 giugno 2013 - Link all'articolo: .ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23233809 )


    Lo Streptococcus salivarius K12, noto anche come BLIS K12™, è un ceppo probiotico tipizzato in grado di colonizzare il tratto respiratorio superiore con buona persistenza.
    Sono sufficienti 3 giorni di somministrazione affinché il BLIS K12™ sia rilevabile nel cavo orale a 32 giorni di distanza.
    Lo Streptococcus salivarius K12 è dotato di elevato profilo di sicurezza ed è caratterizzato da una nota capacità di contrastare alcune patologie respiratorie quali tonsilliti, faringiti, otiti medie.

    Basandosi su questi presupposti è stato condotto uno studio clinico(1) multicentrico svolto in cinque centri ambulatoriali italiani, dislocati tra Cuneo, Brescia, Verona, Novara e Torino, da ottobre 2011 ad agosto 2012, al fine di valutare il ruolo preventivo del BLIS K12™ in bambini con una storia di faringiti e/o tonsilliti streptococciche e otiti medie acute ricorrenti.

    segue..

  2. # ADS
    Streptococcus salivarius K12 – prevenire faringiti, tonsilliti e otiti
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus salivarius K12 – prevenire faringiti, tonsilliti e otiti

    .
    Efficacia di Streptococcus salivarius K12 nella prevenzione di faringiti, tonsilliti e otiti ricorrenti in età pediatrica


    ( Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa C.Negroni il 20 giugno 2013 - Link all'articolo: .ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23233809 )


    - Sono stati arruolati 82 bambini, 65 dei quali con una diagnosi di non meno di tre episodi di faringite ricorrente e/o tonsillite nell’anno precedente, confermata da tampone faringeo (positivo per il gruppo A Streptococco emolitico).

    - Gli altri 17 bambini non avevano uno storico di ricorrenze streptococciche, assumendo così il significato di gruppo controllo.

    45 dei 65 bambini con recidiva di patologia orale sono stati selezionati come gruppo di trattamento (ricorrenti trattati) ma solo 41 si sono considerati idonei per lo studio, mentre i restanti 20 hanno costituito il gruppo ricorrenti non trattati.

    Il prodotto somministrato è stato Bactoblis ®: discoidi a lento scioglimento buccale contenenti 1 miliardo UFC/compressa di Streptococcus salivarius K12 ATCC BAA-1 024 (BLIS K12 – BLIS Technologies Ltd., Nuova Zelanda).

    segue..

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus salivarius K12 – prevenire faringiti, tonsilliti e otiti


    Efficacia di Streptococcus salivarius K12 nella prevenzione di faringiti, tonsilliti e otiti ricorrenti in età pediatrica


    ( Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa C.Negroni il 20 giugno 2013 - Link all'articolo: .ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23233809 )


    In una seconda parte dello studio, 16 dei 41 bambini del gruppo ricorrente trattato e 14 dei 20 bambini del gruppo ricorrente non trattato, sono stati arruolati per un follow-up della durata di altri 6 mesi, durante il quale il prodotto non è stato somministrato ed è stato valutato il grado di copertura del trattamento con Bactoblis® nei 6 mesi successivi alla terapia.

    In conformità con il protocollo di trattamento, il prodotto veniva somministrato poco prima di andare a dormire, ossia sciolto lentamente in bocca, tutte le sere per 90 giorni.

    Valutati, tramite visite mediche e tampone faringeo, gli episodi di faringite e/o tonsillite e/o otite media acuta nei 90 giorni di trattamento e durante i 6 mesi di follow-up.
    Valutati anche tollerabilità, compliance ed effetti collaterali.

    segue..

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus salivarius K12 – prevenire faringiti, tonsilliti e otiti


    Efficacia di Streptococcus salivarius K12 nella prevenzione di faringiti, tonsilliti e otiti ricorrenti in età pediatrica


    ( Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa C.Negroni il 20 giugno 2013 - Link all'articolo: .ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23233809 )


    RISULTATI A 90 GIORNI

    1. FARINGITE E/O TONSILLITE

    I risultati sono stati superiori alle aspettative: i 41 bambini ricorrenti trattati che avevano avuto 152 episodi in 12 mesi, durante i 90 giorni di trattamento, hanno registrato solo 3 episodi di infezione da streptococco orale, con l’incidenza di infezione, calcolata al mese per ogni bambino, passata da 0,3109 a 0,024.
    Si è registrata una riduzione degli eventi infettivi del 92.2%.

    Il gruppo ricorrenti non trattati ha mostrato un incremento in termini di episodi del +38.% di faringite streptococcica e/o tonsillite in confronto all’anno precedente, come dimostra l’incidenza al mese per ogni bambino che passa da 0,325 a 0,45, probabilmente dovuta alla stagionalità per il primo valore calcolato, considerando anche i mesi caldi dove l’incidenza normalmente diminuisce, mentre il secondo valore viene calcolato considerando solo i tre mesi invernali.

    I bambini non ricorrenti non trattati, arruolati senza una diagnosi di recidiva di malattia streptococcica orale, hanno mostrato un incremento (+290%) in termini di episodi di faringite streptococcica e/o di tonsillite in confronto all’anno precedente, come dimostra l’incidenza per mese per ogni bambino, aumentata da 0,020 a 0,078.
    Questo fenomeno è probabilmente ascrivibile, anche in questo caso, a ragioni di stagionalità.

    segue..

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus salivarius K12 – prevenire faringiti, tonsilliti e otiti


    Efficacia di Streptococcus salivarius K12 nella prevenzione di faringiti, tonsilliti e otiti ricorrenti in età pediatrica


    ( Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa C.Negroni il 20 giugno 2013 - Link all'articolo: .ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23233809 )



    2. OTITE MEDIA ACUTA

    Gli episodi di otite media acuta osservati durante i 90 giorni di trattamento con Bactoblis®, ​​nei 41 bambini ricorrenti trattati, si sono ridotti del 40%.
    Questi 41 bambini avevano fatto registrare 27 episodi in 12 mesi mentre si sono verificati solo 4 episodi durante i 90 giorni di trattamento, con un’incidenza al mese per bambino che è passata da 0,055 a 0,033.

    Nel controllo, i 20 bambini ricorrenti non trattati, hanno registrato un aumento del +116% in termini di episodi di otite media acuta in confronto all’anno precedente, come dimostra l’incidenza al mese per ogni bambino.
    Tale incremento, da 0,054 a 0,117, è probabilmente attribuibile alla stagionalità, come precedentemente illustrato.

    Nell’altro controllo dei 17 bambini non ricorrenti non trattati, i bambini arruolati hanno mostrato un aumento in termini di episodi di otite media acuta in confronto all’anno precedente, come dimostra l’incidenza al mese per bambino: questo valore passa da 0,020 a 0,039.
    Ancora una volta, si presume, per motivi stagionali.

    segue..

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus salivarius K12 – prevenire faringiti, tonsilliti e otiti


    Efficacia di Streptococcus salivarius K12 nella prevenzione di faringiti, tonsilliti e otiti ricorrenti in età pediatrica


    ( Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa C.Negroni il 20 giugno 2013 - Link all'articolo: .ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23233809 )



    RISULTATI FOLLOW UP A 6 MESI

    1. FARINGITE E/O TONSILLITE

    I 14 bambini del gruppo ricorrenti non trattati hanno avuto 8 episodi di patologia orale da streptococco e 10 episodi di otite media acuta al termine dei 6 mesi.

    Nei 16 bambini del gruppo ricorrenti trattati è stata confermata la protezione del BLIS K12™, con 4 infezioni orali da streptococco, 2 episodi di otite media acuta e 1 caso di scarlattina, con una riduzione di circa il 66% di incidenza.


    2. OTITE MEDIA ACUTA

    I 14 bambini del gruppo ricorrenti non trattati hanno avuto 10 episodi di otite media acuta al termine dei 6 mesi, con una percentuale di infezione del 50%, mentre nei 16 bambini del gruppo ricorrenti trattati è stata confermata la protezione del BLIS K12™, avendo registrato solo 2 episodi di otite media acuta, ossia una percentuale di infezione del 12.5%.

    segue..

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus salivarius K12 – prevenire faringiti, tonsilliti e otiti


    Efficacia di Streptococcus salivarius K12 nella prevenzione di faringiti, tonsilliti e otiti ricorrenti in età pediatrica


    ( Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa C.Negroni il 20 giugno 2013 - Link all'articolo: .ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23233809 )



    In CONCLUSIONE, nonostante lo studio non fosse randomizzato, controllato verso placebo e in cieco, e pur essendo stato condotto su un numero relativamente piccolo di bambini con patologia ricorrente orale streptococcica, ma non specificatamente con otite media acuta ricorrente, i risultati dimostrano per la prima volta che l’uso di Streptococcus salivarius K12, un probiotico orale, può ridurre l’incidenza di infezione batterica alla gola e le infezioni dell’orecchio in bambini con una storia di infezioni da streptococco orale ricorrenti.


    Bibliografia
    (1Di Pierro et al. Preliminary pediatric clinical evaluation of the oral probiotic Streptococcus salivarius K12 in preventing recurrent pharyngitis and/or tonsillitis caused by Streptococcus pyogenes and recurrent acute otitis media. Int J Gen Med. 2012;5:991-7

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Streptococcus salivarius K12 – prevenire faringiti, tonsilliti e otiti

    Prevenzione di faringiti e/o tonsilliti ricorrenti negli adulti. Ruolo del probiotico orale Streptococcus salivarius K12

    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - da Dott.ssa C.Negroni il 3 luglio 2013)


    Lo Streptococcus salivarius K12 (BLIS K12®) ha dimostrato di ridurre le infezioni dell’alto tratto respiratorio sostenute soprattutto da Streptococcus pyogenes in bambini in età scolare (F.Di Pierro et al. Preliminary pediatric clinical evaluation of the oral probiotic Streptococcus salivarius K12 in preventing recurrent pharyngitis and/or tonsillitis caused by Streptococcus pyogenes and recurrent acute otitis media. (2012) Int J Gen Med. Epub 2012 Nov.).
    Questi sono i risultati provenienti da un’indagine clinica pediatrica condotta in Italia, nella quale a bambini con una storia di infezioni ricorrenti da streptococco orale è stato somministrato un integratore alimentare (Bactoblis®) per 90 giorni, contenente 1 miliardo UFC/compressa di S. salivarius K12, ottenendo la riduzione di circa il 90% dell’incidenza di patologia durante il trattamento.

    Dopo i primi 3 mesi di assunzione Bactoblis® ha dimostrato di prolungare la protezione nei 6 mesi successivi, con circa il 66% di riduzione delle infezioni rispetto al controllo.
    Sulla base di questi dati, è stato condotto uno studio clinico ulteriore (F.Di Pierro et al. Clinical evaluation of the oral probiotic Streptococcus salivarius K12 in the prevention of recurrent pharyngitis and/or tonsillitis caused by Streptococcus pyogenes in adults.( 2013) Expert Opin Biol Ther. Epub 2013 Jan.), al fine di valutare l’efficacia del BLIS K12® in PERSONE ADULTE, con patologia orale streptococcica ricorrente.


    segue..

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus salivarius K12 – prevenire faringiti, tonsilliti e otiti

    Prevenzione di faringiti e/o tonsilliti ricorrenti negli adulti. Ruolo del probiotico orale Streptococcus salivarius K12

    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - da Dott.ssa C.Negroni il 3 luglio 2013)


    Lo studio è stato condotto all’ Ospedale di Merano e in ambulatori delle città di Verona e Piacenza.
    Nello studio, svolto tra Ottobre 2011 e Agosto 2012, sono stati arruolati 40 soggetti adulti con diagnosi di non meno di quattro episodi di faringite ricorrente e/o tonsillite nell’anno precedente confermata da tampone faringeo (S. pyogenes positivo).

    I criteri di inclusione erano il consenso firmato; età compresa tra i 18 e i 65 anni; totale assenza di sintomi di malattia infettiva al momento dell’iscrizione; diagnosi di ricorrenza di faringite e/o tonsillite da streptococco (Gruppo A Streptococcus emolitico) nel precedente anno.

    I criteri di esclusione erano l’assenza di consenso informato; età inferiore a 18 o superiore a 65 anni; gravi patologie respiratorie e/o sistemiche; asma; status di portatore sano di Streptococcus pyogenes.

    Dei 40 soggetti arruolati, 20 sono stati trattati per 90 giorni con 1 cpr/die di Bactoblis®, mentre gli altri 20 soggetti sono serviti come gruppo controllo non trattato.

    In una seconda parte dello studio, 16 soggetti del gruppo trattato e 17 del gruppo non trattato sono stati seguiti per ulteriori 6 mesi, durante i quali il prodotto non è stato somministrato.

    Bactoblis® contiene 1 miliardo UFC/compressa di S. salivarius K12 ATCC BAA-1 024 (BLIS K12® – BLIS Technologies Ltd., Nuova Zelanda).
    Valutati, oltre all’efficacia del prodotto intesa come capacità di prevenire episodi di faringiti e/o tonsilliti, anche tollerabilità, compliance ed effetti collaterali.

    segue..

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus salivarius K12 – prevenire faringiti, tonsilliti e otiti

    Prevenzione di faringiti e/o tonsilliti ricorrenti negli adulti. Ruolo del probiotico orale Streptococcus salivarius K12

    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - da Dott.ssa C.Negroni il 3 luglio 2013)


    In linea con l’esito dello studio pediatrico, per il gruppo trattato il tasso di protezione è stato di circa l’80% , con un profilo molto elevato in termini di tollerabilità, compliance ed effetti collaterali.

    Nei 20 soggetti non trattati del gruppo controllo sono stati registrati 29 episodi di infezione orale nei tre mesi di valutazione, che, rispetto ai 101 episodi dei 12 mesi precedenti, evidenziano addirittura un incremento delle infezioni, probabilmente dovuto alla stagionalità, in quanto i 12 mesi includevano anche la stagione calda dove gli episodi infettivi sono meno frequenti .

    A seguito dei 90 giorni di trattamento con Bactoblis® , il protocollo prevedeva la valutazione di un’eventuale protezione operata dal prodotto nei 6 mesi successivi al trattamento.
    Come previsto, è stata osservata una protezione duratura contro la patologia orale streptococcica con una riduzione, rispetto al gruppo di controllo, di circa il 60%.

    Il gruppo trattato includeva un soggetto che soffriva di gengivite cronica con sanguinamento e due con stomatite aftosa ricorrente, che avevano precedentemente dimostrato di non rispondere a trattamenti con vitamine del gruppo B o supplementazione con acido ialuronico, clorexidina, antibiotici e corticosteroidi.
    In questi tre pazienti si è registrata una risoluzione totale di queste condizioni verificatasi durante il trattamento con Bactoblis®.


    segue..

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus salivarius K12 – prevenire faringiti, tonsilliti e otiti

    Prevenzione di faringiti e/o tonsilliti ricorrenti negli adulti. Ruolo del probiotico orale Streptococcus salivarius K12

    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - da Dott.ssa C.Negroni il 3 luglio 2013)


    IN CONCLUSIONE:
    L’uso regolare di Bactoblis® determina una riduzione sostanziale dell’incidenza di patologia orale streptococcica sia nei bambini (-92%) che negli adulti (-83.7%), riducendo notevolmente il ricorso a cicli terapeutici di antibiotici.


    Link allo studio : www .ncbi.nlm.gov/pubmed/23286823





  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Streptococcus salivarius K2 per infezioni otorinolaringoiatric he

    .
    Uso del Blis K2 in pediatria come strumento di prevenzione delle infezioni otorinolaringoiatric he sostenute da Streptococcus Pyogenes - Evidenze dirette da uno studio multicentrico


    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - da Dott. F.Di Pierro 20 dicembre 2012)


    Bactoblis (Streptococcus Salivarius K12 ATCC BAA-1 024)

    Alcuni anni fa in Nuova Zelanda, nell’ambito di alcuni studi cominciati 30 anni prima, il microbiologo J. Tagg riuscì finalmente ad isolare dalla gola di un bambino che all’anamnesi risultava non essersi mai ammalato di infezioni ORL, uno Streptococcus salivarius, presto denominato Blis K12®, capace di uccidere il temuto Streptococcus pyogenes, noto responsabile sia di gran parte delle infezioni faringo-tonsillari ad eziologia batterica, che di una quota rilevante di otiti medie acute.

    Negli anni successivi furono testati 22 tipi di Streptococcus pyogenes, raccolti nei laboratori microbiologici di tutto il mondo.
    l testing, ad oggi, ha dato un risultato di grande rilievo. Tutti e 22 i ceppi sono stati uccisi dal Blis K12®.

    L’analisi del genoma del Blis K12® mostra tutti i perché di tale azione anti-streptococcica.
    Nel suo corpo cellulare è infatti contenuto un megaplasmide di 190 Kilobasi codificante per 2 batteriocine appartenenti al gruppo dei lantibiotici: la salivaricina A2 e la salivaricina B.


    segue..

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Streptococcus salivarius K2 per infezioni otorinolaringoiatric he

    Uso del Blis K2 in pediatria come strumento di prevenzione delle infezioni otorinolaringoiatric he sostenute da Streptococcus Pyogenes - Evidenze dirette da uno studio multicentrico

    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - da Dott. F.Di Pierro -20 dicembre 2012)


    Queste, anche isolate, determinano efficacemente la morte dello Streptococcus pyogenes e anche di qualche altro ceppo coinvolto nei processi infettivi che colpiscono l’orecchio medio o che determinano parodontopatie con alitosi

    Fino a qualche mese fa le ricerche portate avanti dallo stesso J.Tagg e a da altri ricercatori interessati a capire come trasformare il Blis K12® in uno strumento terapeutico, avevano mostrato che il ceppo in questione colonizzava con elevata efficienza e in maniera dose-dipendente, i tessuti naso-oro-faringei e le adenoidi con possibilità di rilevamento delle batteriocine, nel soggetto colonizzato, anche 32 giorni dopo la sospensione del trattamento,dimostra ndo anche un alto profilo di sicurezza del ceppo difficilmente eguagliabile (elevata antibiotico-sensibilità; totale assenza di alcun segno di tossicità cellulare, tissutale ed ematologica indotta dal trattamento)

    Mancava però ancora un prova certa che il ceppo, impiegato in maniera profilattica su bambini arruolati con diagnosi di infezione streptococcica ricorrente, potesse esercitare quella stessa azione battericida dimostrata negli anni su colture di agar(in vitro)

    Con questa finalità è stato svolto uno studio i cui risultati sono stati pubblicati su International Journal of General Medicine nell’articolo dal titolo “Preliminary pediatric clinical evaluation of the oral probiotic Streptococcus salivarius K12 in preventing recurrent pharyngitis and/or tonsillitis caused byStreptococcus pyogenes and recurrent acute otitis media”

    segue

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus salivarius K2 per infezioni otorinolaringoiatric he

    Uso del Blis K2 in pediatria come strumento di prevenzione delle infezioni otorinolaringoiatric he sostenute da Streptococcus Pyogenes - Evidenze dirette da uno studio multicentrico

    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - da Dott. F.Di Pierro -20 dicembre 2012)


    In questo lavoro sono stati arruolati 65 bambini (quasi tutti tra i 4 e i 6 anni) con diagnosi di faringo-tonsillite streptococcica ricorrente (definita come non meno di 3 episodi dimostrati con tampone nell’anno precedente all’arruolamento).
    Di questi 65, 45 hanno avuto il benestare genitoriale al trattamento di 90 giorni con un formulato, Bactoblis®, contenente non meno di 5 miliardi di Blis K12® per dose; gli altri 20 bambini con diagnosi di ricorrenza sono stati invece seguiti come controllo.

    Lo studio ha inoltre coinvolto altri 17 bambini che, al contrario dei precedenti 65, non avevano alcuna diagnosi di ricorrenza di malattia oro-faringea di natura streptococcica.
    Anche questi 17 sono serviti come controllo allo studio.
    E’ evidente che i 2 controlli erano entrambi tesi ad evidenziare eventuali anomalie in termini di incidenza di malattia oro-faringea sostenuta da streptococco nel corso dello studio rispetto all’anno precedente.

    La somministrazione serale del prodotto, compiuta adeguatamente in 41 bambini su 45 bambini previsti, ha prodotto una riduzione altamente significativa dell’incidenza di infezione streptococcica oro-faringea.

    Questa, dai 152 casi dell’anno precedente, si è manifestata in soli 3 casi, nell’arco ovviamente dei 90 giorni di studio, con una riduzione del 92.2%.
    Nei 2 gruppi di controllo l’incidenza non solo non si è ridotta, ma è aumentata rispettivamente del 38.5 e del 290%, dato comunque prevedibile in quanto calcolato su 3 mesi invernali dove evidentemente si concentrano gran parte degli episodi infettivi.

    segue..

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus salivarius K2 per infezioni otorinolaringoiatric he

    Uso del Blis K2 in pediatria come strumento di prevenzione delle infezioni otorinolaringoiatric he sostenute da Streptococcus Pyogenes - Evidenze dirette da uno studio multicentrico

    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - da Dott. F.Di Pierro -20 dicembre 2012)


    Tale aumento ha comunque ulteriormente evidenziato il ruolo protettivo giocato dal Blis K12®.

    Anche se non rientrava nei criteri di arruolamento, nei medesimi 3 gruppi è stata valutata anche l’incidenza di otite media acuta.
    Il gruppo trattato, per il quale si erano evidenziati nel corso dell’anno precedente 27 episodi, nei 90 giorni di trattamento ha evidenziato 4 episodi, dimostrando una riduzione del 40%.
    Anche in questo caso i 2 gruppi controllo hanno dimostrato, al contrario, un incremento rispettivamente del 116 e del 95%.

    Nella seconda fase dello studio, follow-up di 6 mesi in assenza di trattamento, purtroppo solo 16 coppie genitoriali dei bambini precedentemente trattati hanno acconsentito alla sospensione, avendo, la maggior parte di loro preferito la continuazione della terapia per i loro figli.
    In questo gruppo di 16 bambini, nei 6 mesi successivi ai 3 di trattamento, si sono verificati 7 episodi di infezione streptococcica a fronte di un gruppo controllo, mai trattato in precedenza e costituito da 14 bambini, nel quale la patologia si è evidenziata in 18 episodi.
    Anche in assenza di trattamento il Blis K12® ha dimostrato di poter proteggere efficacemente i bambini precedentemente trattati (-65.9% di incidenza).

    Lo studio, il primo in assoluto nel suo genere, ha dimostrato quindi, non solo che l’uso pediatrico del Blis K12® è sicuro (tollerabilità elevatissima ed eventi avversi nulli) ma che la sua somministrazione costituisce un approccio profilattico importante capace di ridurre del 90% la patologia durante il trattamento e del 60% in assenza di terapia nei bambini precedentemente trattati.

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus salivarius K2 per infezioni otorinolaringoiatric he

    Bactoblis e Blis K2 : esempio di Bioprotica

    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - da Dott. F.Di Pierro -30 aprile 2012)


    Lo Streptococcus salivarius K12 è un esempio di bioprotica.
    Innanzitutto è uno streptococco. Selezionato dalla gola di un bambino i cui resoconti medici parlano di assenza di patologie infettive del cavo orale, è anche un ceppo presente in quella fetta di popolazione umana a più bassa incidenza di faringiti/tonsilliti/otiti.

    Dopo somministrazione, colonizza con elevata efficienza il cavo orale. Qui compete con i possibili patogeni ai quali crea interferenza specifica.
    Pur essendo la sua azione riconducibile a vari meccanismi d’azione, sembra accertata la sua più unica che rara capacità di rilascio simultaneo di due batteriocine, Salivaricina A2 e B, appartenenti alla classe dei lantibiotici.

    Limitanti la crescita di numerose specie batteriche, streptococchi ma non solo, patogene e non, è stato validamente impiegato nella prevenzione e nel trattamento, soprattutto pediatrico, di forme di tonsilliti, faringiti e otiti sostenute da Streptococcus pyogenes.
    Quest’ultimo, pur non essendo l’unico streptococco presente nel cavo orale e capace di determinare tali patologie, ne è, nella maggior parte dei casi, il responsabile.

    Tali risultati sono stati ottenuti non ricorrendo al BLIS K12 come coadiuvante alla terapia antibiotica, ma come approccio terapeutico unico.
    Ad oggi forme farmaceutiche, o parafarmaceutiche, contenenti il BLIS K12 sono esclusivamente reperibili in USA, Canada, Australia e Nuova Zelanda e, da poco, in Italia.

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Streptococcus Salivarius K12 ATCC BAA-1 024 - efficacia clinica

    .
    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - da Dott. F.Di Pierro - 23 aprile 2012)

    Il prodotto Bactoblis contiene un ceppo di Streptococcus salivarius ( BLIS K12). Pur essendo la sua azione riconducibile a vari meccanismi d’azione, sembra accertata la sua più unica che rara capacità di rilascio simultaneo di due batteriocine, Salivaricina A2 e B, appartenenti alla classe dei lantibiotici.

    Limitanti la crescita di numerose specie batteriche, streptococchi ma non solo, patogene e non, è stato validamente impiegato nella prevenzione e nel trattamento, soprattutto pediatrico, di forme di tonsilliti, faringiti e otiti sostenute da Streptococcus pyogenes.
    Quest’ultimo, pur non essendo l’unico streptococco presente nel cavo orale e capace di determinare tali patologie, ne è, nella maggior parte dei casi, il responsabile.

    In un trial pediatrico eseguito presso il reparto di ORL del Dipartimento di Medicina dell’Università di Otago (Dunedin, Nuova Zelanda), 24 bambini tra 1 e 10 anni di età, arruolati per non avere meno di 4 episodi di tonsillite batterica/anno, furono trattati per 3 mesi con somministrazioni giornaliere (serali) di BLIS K12 alla dose di 1 miliardo UFC/giorno.

    Il trial venne eseguito in doppio cieco e contro placebo. Nel gruppo trattato con BLIS K12 l’incidenza di tonsillite passò da >0.33 episodi/mese a 0.11 episodi/mese (p<0.05) con una riduzione netta del 66%.
    Durante i 3 mesi di terapia nessun bambino fu trattato con antibiotico. Il gruppo placebo non dimostrò una variazione statisticamente significativa dell’incidenza di tonsillite.

    segue..

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus Salivarius K12 ATCC BAA-1 024 - efficacia clinica


    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - da Dott. F.Di Pierro - 23 aprile 2012)

    Le infezioni dell’orecchio sono piuttosto comuni in pediatria, in particolare l’otite acuta media.
    La ricorrenza e la recidiva sono situazioni piuttosto comuni e il trattamento antibiotico ripetuto contribuisce alla formazione di sacche di microrganismi resistenti.
    L’otite media acuta pediatrica è comunemente sostenuta da ceppi come S. pneumioniae, S. pyogenes, H. influenzae e M. catharralis.

    Tutti questi ceppi risentono negativamente della presenza delle batteriocine rilasciate dal BLIS K12.
    In un trial pediatrico eseguito presso il reparto di ORL del Dipartimento di Medicina dell’Università di Otago (Dunedin, Nuova Zelanda), 9 bambini tra 1 e 3 anni di età, arruolati per non avere meno di 6 episodi di otite media/anno, furono trattati per 3 mesi con somministrazioni giornaliere (serali) di BLIS K12 alla dose di 1 miliardo UFC/giorno.
    Il trial venne eseguito in doppio cieco e contro placebo.

    Nel gruppo trattato con BLIS K12 l’incidenza di otite media passò da >0.50 episodi/mese a 0.22 episodi/mese (p<0.05). Il gruppo placebo a fine terapia dimostrò un’incidenza di 0.55 episodi mese (24).

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Streptococcus Salivarius K12 ATCC BAA-1 024 - meccanismi di azione

    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - da Dott. F.Di Pierro - 23 aprile 2012)

    Parlare del meccanismo d’azione di Bactoblis, o meglio, dell’attivo in esso contenuto, lo Streptococcus salivarius (BLIS) K12, significa parlare di batteriocine, in particolare di Lantibiotici e di competizione batterica.

    Le batteriocine sono sostanze, a struttura molecolare peptido-simile, ad attività microbicida specifica. Uccidono cioè microbi vicini filogeneticamente al ceppo che le ha prodotte.
    In questo senso si differenziano enormemente dagli antibiotici.

    Sensibile alle batteriocine di uno streptococco sarà solo un altro streptococco ma di specie diversa. In questo senso l’azione degli antibiotici è molto più vasta e riguarda specie batteriche anche molto lontane tra loro.
    Appare logico ipotizzare, quindi, che le batteriocine limitino la crescita di batteri che tendono ad occupare le medesime nicchie ecologiche.

    Nel caso dello Streptococcus salivarius (BLIS) K12, si parla quindi di batteriocine capaci di limitare la crescita di altri streptococchi che tendono ad occupare le medesime nicchie.
    Si ricorda il fenomeno della competizione batterica: due microrganismi occupano la stessa nicchia e competono per gli stessi nutrienti o per lo stesso spazio.

    segue..

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,122

    Re: Streptococcus Salivarius K12 ATCC BAA-1 024 - meccanismi di azione

    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - da Dott. F.Di Pierro - 23 aprile 2012)

    Ed in effetti lo Streptococcus pyogenes occupa la medesima nicchia ecologica dello Streptococcus salivarius, il cavo orale, e provoca faringiti, tonsilliti e otiti medie che, al contrario, si manifestano con incidenza più bassa in quei soggetti dove è presente uno Streptococcus salivarius alto producente di batteriocine a cui lo Streptococcus pyogenes è sensibile.
    Ovviamente il batterio producente batteriocine ne è immune e il rilascio di questi composti non è per lui nocivo.

    Gli streptococchi sono in grado di produrre 4 classi di batteriocine: i “lantibiotici” (classe I), i “piccoli peptidi non modificati” (classe II), le “grosse proteine” (classe III) e i “ciclici” (classe IV).
    Per l’analisi delle batteriocine prodotte dal BLIS K12 è utile analizzare la classe I, quella dei lantibiotici.

    Questa infatti si suddivide in 3 tipi: lantibiotici lineari (Tipo A), lantibiotici globulari (Tipo B) e lantibiotici multi-composti (Tipo C).
    A loro volta i lantibiotici lineari (Tipo A) si suddividono nel Tipo A1 e nel Tipo A2.
    E’ in quest’ultimo gruppo che troviamo le due batteriocine prodotte dal BLIS K12, la Salivaricina A2 e la Salivaricina B.

    Le batteriocine prodotte dal BLIS K12 sono efficacemente limitanti la crescita di Streptococcus pyogenes, e non solo, come evidenziato dall’inibizione dei marcatori batterici su agar e, come dimostrato in uno studio prospettico su 2410 bambini arruolati in 10 differenti scuole elementari, la positività del cavo orale a ceppi di S. salivarius producenti batteriocine è in stretta correlazione con un più basso rischio di incorrere in faringiti/tonsilliti sostenute da Streptococcus pyogenes.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Mal di Gola e Tonsilliti
    Di nel forum Malattie, Sintomi e Consigli
    Risposte: 251
    Ultimo Messaggio: 24/11/2019, 19:43
  2. Prevenire l'influenza "A" (H1N1)
    Di apemaya69 nel forum Malattie, Sintomi e Consigli
    Risposte: 119
    Ultimo Messaggio: 10/09/2015, 19:41
  3. Prevenire la timidezza
    Di sofix74 nel forum Psicologia per tutti
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 06/10/2011, 13:33
  4. Streptococcus agalactiae, Escherichia hermannii e Enterococcus faecalis
    Di dael nel forum Malattie, Sintomi e Consigli
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 14/12/2008, 23:25
  5. afte, faringiti, stanchezza e mononucleosi passata
    Di pikkylina nel forum Malattie, Sintomi e Consigli
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 22/05/2007, 23:07

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online