Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 54

Discussione: CORONAVIRUS – il marketing della paura..?

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    CORONAVIRUS – il marketing della paura..?

    (Tratto dal sito: disinformazione.it di Marcello Pamio 30 gennaio 2020)


    Marcello Pamio

    Il Regime del Caos ha inciso un'altra tacchetta nel freddo “registro” del controllo globale.
    A livello internazionale stiamo assistendo infatti alla crescita esponenziale del contagio da parte di uno dei più terribili virus che si conoscano. Uno di quelli che non risparmia nessuno: la PAURA!

    Un virus intelligentissimo e astuto, che nel corso della storia ha mutato molte volte l'informazione contenuta nel suo DNA.
    Se in passato infatti colpiva le persone per contatto diretto, ora è in grado di trasferire la sua virulenza passando attraverso le radiazioni di uno schermo televisivo o di un dispositivo digitale, addirittura qualche ricercatore azzarda l'ipotesi di un possibile contagio mediante l'inchiostro nero usato dai media cartacei...

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 25/02/2020 alle 21:11

  2. # ADS
    CORONAVIRUS – il marketing della paura..?
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Coronavirus – il marketing della paura..?

    (Tratto dal sito: disinformazione.it di Marcello Pamio 30 gennaio 2020)


    Marcello Pamio

    Situazione internazionale

    Nessuno sa con certezza quello che sta accadendo in Cina, anche perché stiamo parlando di uno dei regimi più spietati e isolati al mondo, sotto tutti i punti di vista: sociale, mediatico, informativo, ecc.
    Anche in questo caso, però, sono proprio il dubbio e l'incertezza a fomentare la paura!

    Trapela pochissimo e, quel poco, è ovviamente terrorizzante: scenari da film di fantascienza.
    Immagini di persone con le mascherine, di militari in tenuta da guerra batteriologica, veicolate dai soliti media, non fanno altro che gonfiare la paura e il panico tra la popolazione.
    Se riuscissimo a sganciarci emotivamente da questo coronavirus, cercando di usare un eccezionale strumento oggi sempre più raro come la logica, forse il quadro assumerebbe dei colori diversi.

    Chi beneficia dall'infettare le masse con la paura?
    O come direbbero i latini: “Qui Bono”, “Cui Prodest”?

    Dalla paura scaturiscono conseguenze e reazioni che vanno ovviamente a beneficio delle case farmaceutiche che producono vaccini, farmaci, antibiotici, ecc. Come vedremo dopo, le azioni delle multinazionali che stanno guarda caso lavorando per creare il vaccino (che forse è già pronto) sono schizzate alle stelle.

    Ma dalla paura ne giovano anche tutte quelle realtà, quei gruppi di potere che lavorano per stringere sempre di più il cappio del controllo globale: leggi repressive che, nel nome della sicurezza nazionale, possono andare dall'obbligatorietà vaccinale - o di altri prodotti farmaceutici - per tutti i sudditi, all'impedimento di lavorare o viaggiare in aereo senza il libretto o il passaporto in regola con la prassi vaccinica; dai sempre più ferrati controlli con dispositivi biometrici negli aeroporti, all'impianto del microchip, ecc.

    segue..


  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Coronavirus – il marketing della paura..?

    (Tratto dal sito: disinformazione.it di Marcello Pamio 30 gennaio 2020)


    Marcello Pamio

    Situazione internazionale

    La paura inoltre blocca, congela e paralizza le coscienze!

    Infine ma non per importanza questa emozione è il nutrimento prediletto per certi figuri...
    In un periodo storico come l'odierno, dove oggettivamente è in atto un risveglio delle coscienze (seppure lento), dove sempre più persone hanno tolto e stanno togliendo il velo di Maya, cosa arriva?

    Una pandemia devastante che ucciderà decine di milioni di persone....
    Possiamo realmente credere alle coincidente?
    Ecco alcuni passaggi cronologici molto interessanti, che da una parte ci devono far vedere che vi sono dei personaggi e delle entità che realmente stanno lavorando per bloccare l'evoluzione dell'uomo, ma dall'altro ci danno l'opportunità di evolvere con ancor più velocità...

    segue..

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Coronavirus – il marketing della paura..?

    (Tratto dal sito: disinformazione.it di Marcello Pamio 30 gennaio 2020)


    Marcello Pamio

    Situazione internazionale

    - Dal 2001, dopo il morbo della “Mucca pazza”, abbiamo visto nel 2002, 2005 e 2009 rispettivamente Sars , Aviaria e Suina. Pandemie devastanti che avrebbero decimato la popo lazione del pianeta.
    Secondo i giornali avremmo camminato sopra montagne di cadaveri virulenti, ma stranamente le uniche montagne sono state di soldi per le lobbies farmaceutiche che hanno gentilmente sfornato vaccini , tamiflu, antibiotici, ecc.

    - Nel novembre 2013 la Fondazione Bill & Melinda Gates finanzia con 189,000 l'Istituto britannico Pirbright.

    - A luglio 2015 l'Istituto Pirbright deposita il brevetto per i coronavirus attenuati per essere usati come vaccino per prevenire malattie polmonari e respiratorie...

    - Nel 2017 in Cina viene costruito, nel centro di Wuhan, il primo laboratorio con il massimo livello di biosicurezza (BSL-4), con lo scopo di affrontare le più grandi minacce biologiche del pianeta (sars, ebola, ecc.). Stranamente sarà la città dove si è registrato il primo caso del nuovo coronavirus...

    - Ad aprile 2018, durante la conferenza annuale della Massachusetts Medical Society a Boston il miliardario filantropo Bill Gates aveva predetto la diffusione di un nuovo virus che avrebbe potuto colpire il Sud dell'Asia causando 30 milioni di morti in 6 mesi. Profezia molto precisa: "il mondo ha bisogno di prepararsi per le pandemie come i militari si preparano alla guerra"

    segue..

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Coronavirus – il marketing della paura..?

    (Tratto dal sito: disinformazione.it di Marcello Pamio 30 gennaio 2020)


    Marcello Pamio

    Situazione internazionale

    - Il 18 ottobre 2019 a New York si è svolto l'Event 201, una esercitazione di pandemia del massimo livello, con lo scopo ufficiale di gestire e ridurre le conseguenze economiche e sociali su larga scala di un'eventuale epidemia virale da coronavirus, che avrebbe causato “65 milioni” di vittime.
    Gli organizzatori dell'evento: Johns Hopkins Center for Health Security, World Economic Forum e l'immancabile Fondazione Bill & Melinda Gates.
    Vediamo ora quali sono le “fortunate” lobbies che lavorando alla produzione vaccino stanno guadagnando montagne di soldi ancora prima della messa in commercio. Le quotazioni sono dell'ultime mese.

    Attenzione ai partners...

    segue..



  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Coronavirus – il marketing della paura..?

    (Tratto dal sito: disinformazione.it di Marcello Pamio 30 gennaio 2020)


    Marcello Pamio


    VIR BIOTECHNOLOGIES

    Sembra la più vicina al vaccino. Si tratta una sconosciuta clinica specializzata nel settore immunologico di San Francisco. Da inizio anno però le azioni della compagnia sono balzate del 97%, portando la capitalizzazione di mercato vicino ai 3 miliardi di dollari.

    PARTNER VIR
    Alnylam Pharmaceuticals, Brii Biosciences, Fondazione per l'Istituto di ricerca in biomedicina, OHSU e la Fondazione Bill & Melinda Gates



    INOVIO PHARMACEUTICALS

    NOVAVAX (Società che produce vaccini nel Maryland)

    PARTNER NOVAVAX
    Tra i collaboratori sempre la Fondazione Bill & Melinda Gates



    INOVIO
    (La sede è in Plymouth Meeting in Pennsylvania)

    ApolloBio, AstraZeneca, Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (CEPI) della Fondazione Bill & Melinda Gates, Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA), Drexel University, GeneOne Life Science, HIV Vaccine Trials Network, NIAID (The National Institute of Allergy and Infectious Diseases of the National Institutes of Health), Parker Institute for Cancer Immunotherapy, Regeneron, Roche/Genentech, Università della Pennsylvania e The Wistar Institute.


    MODERNA Inc:
    Moderna
    (E' una società di biotecnologia con sede a Cambridge nel Massachusetts, specializzata nella scoperta e nello sviluppo di farmaci basati sull'RNA messaggero)

    PARTNER MODERNA Inc.
    Astrazeneca, Merck, Fondazione Bill & Melinda Gates, Darpa (Defense Advanced Research Projects Agency) l'Agenzia del Dipartimento della Difesa americano che si occupa di ricerche militari...

    segue..

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Coronavirus – il marketing della paura..?

    (Tratto dal sito: disinformazione.it di Marcello Pamio 30 gennaio 2020)


    Marcello Pamio


    VAXART Inc.
    VAXART
    (Una multinazionale di San Francisco che promuove la salute globale attraverso lo sviluppo di vaccini efficaci somministrati per via orale, quindi tramite compresse anziché iniezioni)

    PARTNER VAXART
    La multinazionale collabora con il BARDA, “Office of Biomedical Advanced Research and Development Authority” e da questo ha ricevuto oltre 15 milioni di dollari per sostenere “lo sviluppo avanzato di vaccini antinfluenzali più efficaci per migliorare in definitiva la preparazione contro l'influenza stagionale e pandemica”. Il BARDA ha numerose partnership con industrie, OMS e recentemente anche con fondazioni come Bill & Melinda Gates.


    CONCLUSIONE


    Su cinque multinazionali interessate alla produzione del vaccino contro l'ultimo pericolo globale, il coronavirus, c'è sempre la Fondazione Bill & Melissa Gates.
    L'ex patron della Microsoft, detto l'oracolo delle pandemie, è senza alcun dubbio il losco individuo (almeno tra quelli noti al grande pubblico) che più sta lavorando per la creazione di vaccini...
    Due su quattro di queste lobbies vedono addirittura la partecipazione del DARPA, l'Agenzia della Ricerca militare statunitense.
    Potrebbe destare preoccupazione sapere che i militari s'interessano di vaccini e quindi anche di virus e, per forza di cose, anche di armi batteriologiche.
    Ma da che mondo è mondo l'uomo, soprattutto quello in mimetica, fa di tutto per avere strumenti di offesa invisibili, come gli agenti batterici e/o virali.

    segue..

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Coronavirus – il marketing della paura..?

    (Tratto dal sito: disinformazione.it di Marcello Pamio 30 gennaio 2020)


    Marcello Pamio


    A questo punto è necessario sapere che esiste per fortuna un vaccino che protegge e immunizza da qualsiasi virus e dalla paura: si chiama “CONOSCENZA”.
    L'antidoto per la paura è solo la conoscenza!

    Attenzione: non è un vaccino distribuito gratuitamente dalle ASL, le dosi hanno il loro costo, perché l'immunizzazione necessita di studio, letture, approfondimenti. Ma questo per il suddito medio è inaccettabile, per cui è meglio prendere per oro colato quello che il Sistema dice e propone (quindi tutti in fila per tre -come cantava Bennato- a farsi i vaccini).

    Non è facile comprendere per chi non ci ha mai messo il naso, ma una persona sana, il cui organismo è in uno stato di equilibrio psicofisico, che conosce la Natura e la Vita, non ha paura di batteri o virus perché ne conosce il senso biologico.

    L'uomo potrà certamente modificare e violentare la Natura, creare e/o ingegnerizzare agenti batterici in un laboratorio di massima sicurezza, e liberararli in un mercato, ma quello che non potranno mai modificare è la meravigliosa, perfetta e magica natura dell'organismo, in grado di reagire e interagire con questi.

    Dove sono le prove? Davanti agli occhi di tutti: nonostante le numerosissime epidemie o pandemie, non tutti si ammalano: come mai?

    segue..

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Coronavirus – il marketing della paura..?

    (Tratto dal sito: disinformazione.it di Marcello Pamio 30 gennaio 2020)


    Marcello Pamio


    Se è vero che sono agenti che si trasmettono per via aerea, tutti dovrebbero infettarsi e tutti dovrebbero ammalarsi, ma nella realtà non è così! Si ammalano e muoiono solo le persone che stanno vivendo qualcosa di preciso, che si trovano in conflitto e in un terreno biologico intossicato...

    Viene da sé che in simili condizioni, al contrario di quello che dicono gli esperti, farsi inoculare vaccini o prendere veleni significa inquinare il terreno aumentando di molto il rischio di ammalarsi.
    Ma sappiamo bene che la paura fa......novanta!


    PS: la natura ha contemplato sostanze eccezionali come la Vitamina C (acido ascorbico) e gli oli essenziali (l'anima della pianta), che lavorano in totale sinergia con i processi biologici dell'uomo, e contemporanemente potenziano e amplificano le attività di difesa dell'organismo.
    Per cui il momento è catartico per staccarsi sempre di più dal Regime del Caos che si nutre e si alimenta di Paura....
    L'occasione è assai ghiotta per iniziare ad informarsi seriamente e correttamente.
    Approfittiamo quindi del caos esterno per comprendere interiormente il vero senso della malattia, del perché ci si ammala e si guarisce, solo così vedremo sciogliersi come neve al sole ogni forma di paura...

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Coronavirus – il marketing della paura..?

    .
    .


    CORONAVIRUS: RIMEDI NATURALI (Marcello Pamio)
    16/02/2020

    https://www.youtube.com/watch?v=zussj6pgbRY

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    L'utilità delle "crisi" - MARIO MONTI

    .
    .
    (Tratto Da un discorso tenuto alla Luiss il 22 febbraio 2011)


    VIDEO
    http://www.youtube.com/watch?v=STEvyznA2Ew

    dal min. 4:55 al min. 5:55 del video:

    "Nei momenti di crisi più acuta: progressi più sensibili.
    Rientro dell’emergenza della crisi, affievolimento della volontà di cooperare.

    E qui ho una distorsione positiva che riguarda L’Europa:

    Non dobbiamo sorprenderci che l'Europa abbia bisogno di crisi, e di gravi crisi, per fare passi avanti.
    I passi avanti dell'Europa sono per definizione cessioni di parti delle sovranità nazionali a un livello comunitario.
    È chiaro che il potere politico, ma anche il senso di appartenenza dei cittadini a una collettività nazionale, possono essere pronti a queste cessioni solo quando il costo politico e psicologico del non farle diventa superiore al costo del farle perché c'è una crisi in atto, visibile, conclamata.“

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121
    .

    VIDEO:

    Italia distratta dal coronavirus e il senato firma una vergognosa legge che ci toglie la privacy

    https://www.youtube.com/watch?v=WmyOWYlH4Rg


    .
    Ultima modifica di anna1401; 26/02/2020 alle 09:05

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Bollettino Epidemia 2019

    (da Natural Shop - Tratto da epicentro.iss.it )


    Bollettino Epidemia 2019

    Nella 5a settimana del 2020, ci si avvicina al picco epidemico stagionale.
    Il livello di incidenza dei casi di sindrome simil-influenzale raggiunto si colloca, per ora, all’interno della soglia di intensità media.
    Il valore dell’incidenza totale è pari a 13,2 casi per mille assistiti.
    Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 795.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 4.266.000 casi.


    Di seguito è riportato un riepilogo degli indicatori disponibili:

    •Casi gravi: alla 5a settimana della sorveglianza sono stati segnalati 85 casi gravi di cui 15 deceduti.

    •Mortalità: durante la 4a settimana del 2020 la mortalità(totale) è stata in linea con il dato atteso, con una media giornaliera di 234 decessi rispetto ai 240 attesi.

    •InfluWeb: durante la 5a settimana del 2020, circa il 70% dei casi di sindrome simil-influenzale riferisce di non essere stato visitato da un medico del Servizio sanitario nazionale ma di aver avuto una sindrome simil-influenzale.

    •InfluNet-Epi: nella 5a settimana del 2020 l'incidenza totale è pari a circa il 13,2 casi per mille assistiti.

    •InfluNet-Vir: durante la settimana 05/2020 di sorveglianza virologica, si continua ad osservare una prevalenza di virus di tipo A (68%),in particolare appartenenti al sottotipo A(H3N2).

    segue

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Bollettino Epidemia 2019

    ](da Natural Shop - Tratto da epicentro.iss.it )


    Bollettino Epidemia 2019

    Nella 7a settimana del 2020, il numero di casi di sindrome simil-influenzale continua a diminuire dopo aver raggiunto il picco stagionale nella quinta settimana del 2020.
    Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 656.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 5.632.000 casi.

    Di seguito è riportato un riepilogo degli indicatori disponibili:

    • Casi gravi: alla 6a settimana della sorveglianza sono stati segnalati 118 casi gravi di cui 24 deceduti.
    • Mortalità: durante la 6a settimana del 2020 la mortalità (totale) è stata lievemente inferiore al dato atteso, con una media giornaliera di 217 decessi rispetto ai 238 attesi.

    • InfluWeb: durante la 7a settimana del 2020, circa il 68% dei casi di sindrome simil-influenzale riferisce di non essere stato visitato da un medico del Servizio sanitario nazionale ma di aver avuto una sindrome simil-influenzale.

    • InfluNet-Epi: nella 7a settimana del 2020 l'incidenza totale è pari a circa il 10,87 casi per mille assistiti.

    • InfluNet-Vir: durante la settimana 07/2020 di sorveglianza virologica, rimangono prevalenti i virus di tipo A (68%), in particolare appartenenti al sottotipo A(H3N2).

    Nel complesso, dall’inizio della stagione ad oggi, i ceppi A(H3N2) hanno rappresentato il 58% dei ceppi A sott

    segue

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Bollettino Epidemia 2019

    (da Natural Shop - Tratto da epicentro.iss.it )


    Bollettino Epidemia 2019


    238 X 7 = 1666 PERSONE MORTE IN UNA SOLA SETTIMANA - LA 6°
    217 X 7 = 1519 PERSONE MORTE IN UNA SOLA SETTIMANA - LA 7°


    E TUTTE LE ALTRE SETTIMANE PRECEDENTI ?

    COME MAI INVECE TANTA IMPORTANZA A UN PICCOLO VIRUS DA RAFFREDDORE ANCORCHÉ’ MANIPOLATO.

    E’ IL SOLITO GIOCO DELL’ILLUSIONISTA.

    RIUSCIREMO A VEDERE COSA SI NASCONDE NELLA MANICA??

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    COVID-19 coronavirus

    (COMILVA - lettera aperta dello staff - 27/02/20)


    Cari Amici,
    da privati cittadini vogliamo invitare tutti a una riflessione profonda su quanto sta accadendo nel nostro Paese.
    Le ordinanze delle regioni per questa “epidemia“, le misure straordinarie degne della più imminente catastrofe e la conseguente ondata di panico che sta colpendo la popolazione più vulnerabile come gli anziani, gli affetti da patologie croniche, gli immunodepressi, e in generale tutti coloro che temono di trovarsi esposti a un mostro e stanno vivendo gli avvenimenti con estrema paura: tutto questo è per noi sconcertante e privo di senso.

    Aldilà di ogni nostra percezione personale di “pericolo” per questo nuovo virus (che sia stato prodotto in laboratorio o frutto di un processo naturale), ciò che ci preoccupa maggiormente è che si stia sempre più instaurando un “governo di polizia”, che pian piano comprime diritti e libertà fondamentali dei cittadini, di cui stiamo assaggiando le prime misure con grande impatto sulla vita quotidiana di tutti noi.

    È importante notare che nel nostro Paese ci troviamo esposti per primi, e unici al momento in Europa, a un diffuso contagio da COVID-19 coronavirus, con l’adozione di provvedimenti immediati in tutto il nord Italia, quali la chiusura straordinaria di scuole di ogni ordine e grado, la sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche di qualsiasi natura, la sospensione della partecipazione alle attività ludiche e sportive, la sospensione dell’apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura e delle biblioteche.
    E nelle aree geografiche definite “zone rosse”, ossia di conclamato contagio, le restrizioni e i divieti sono molto più stringenti. Il panico è talmente generalizzato che abbiamo testimonianza di medici che passano ricette dalla finestra.

    segue..

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: COVID-19 coronavirus

    (COMILVA - lettera aperta dello staff - 27/02/20)


    La reale portata di queste misure è ampissima ed è impossibile da prevedere. Intanto, volendo fotografare una piccola parte del quadro reale, sappiamo che tutto ciò ci sta impedendo di lasciare il nostro Paese sia per lavoro sia per svago: agli occhi del mondo siamo oggi i peggiori appestati. Lo stesso Parlamento europeo raccomanda una serie di misure di precauzione, tra cui l’autoisolamento , ai funzionari che abbiano viaggiato negli ultimi 14 giorni nelle aree colpite da coronavirus, comprese le regioni del Nord Italia (v. Coronavirus, circolare interna Europarlamento: "A casa 14 giorni chi è stato in Nord Italia

    Sappiamo anche che l’economia del turismo, così importante nel nostro Paese, ne subirà effetti devastanti.
    La nostra Borsa da giorni chiude con pesanti negativi.

    Il prezzo che stiamo già pagando per COVID-19 coronavirus è davvero altissimo.

    È necessario fermarci a riflettere circa l’idoneità e l’opportunità di queste ordinanze di carattere contingibile e urgente in materia di Igiene e Sanità pubblica, avendo oltretutto consapevolezza del fatto che di giorno in giorno potrebbero diventare sempre più estese e coercitive.

    segue..

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: COVID-19 coronavirus

    (COMILVA - lettera aperta dello staff - 27/02/20)


    Il virologo Matteo Bassetti, Direttore della Clinica Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino (GE), Presidente della Società Italiana di Terapia Antinfettiva (SITA), Membro del comitato esecutivo del Piano Nazionale per lotta alla Resistenza-Antimicrobica (PNCAR) del Ministero, ha reso pubblico un messaggio importante:
    le positività per coronavirus in Italia comprendono casi con definizione OMS di caso sospetto poi divenuto certo, polmoniti senza altra diagnosi, contatti di casi certi e sindromi influenzali. Scrive:

    «Gli altri paesi europei, in particolare Francia e Germania hanno fatto lo stesso? Assolutamente no.
    Quanti casi avrebbero con questo metodo di rilevamento?
    Il nuovo virus è entrato in Italia, come in molti altri paesi ed è quindi il momento di affrontare il problema dal punto vista clinico.
    La rete degli infettivologi e di quelli che si occupano di emergenze infettivologiche è preparata e ha affrontato e risolto in passato situazioni molto peggiori
    ». (v. https://www.facebook.com/23856042914...034769070/?d=n, https://www.primocanale.it/notizie/coronavirus-il-virologo-bassetti-questa-non-una-epidemia-la-mortalit-bassa–216455.html).

    segue..

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: COVID-19 coronavirus

    (COMILVA - lettera aperta dello staff - 27/02/20)


    Gioia Locati, giornalista de “Il Giornale” ha intervistato lo scorso 5 febbraio Stefano Petti, professore al dipartimento di Malattie infettive e Salute Pubblica della Sapienza di Roma che afferma:

    «Trattandosi di un virus nuovo, è normale che vi sia tanta attenzione, soprattutto da parte degli addetti ai lavori. Ma non è proprio il caso di preoccupare.
    I virus a trasmissione aerea sono trasmessi anche dai ‘portatori precoci’ (ossia da chi si trova nel periodo dell’incubazione), è un fatto risaputo, perciò i cordoni sanitari sono una misura primitiva, di quando si ignorava il comportamento dei virus
    ».

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: COVID-19 coronavirus

    (COMILVA - lettera aperta dello staff - 27/02/20)

    Maria Rita Gismondo, Direttore responsabile del laboratorio di Macrobiologia Clinica, Virologia e Diagnostica Bioemergenze dell’Ospedale Sacco di Milano, lo scorso 23 febbraio scriveva sul suo profilo Facebook che si sta scambiando un’infezione appena più seria di un’influenza per una pandemia letale, avvertendo che questa follia farà molto male, soprattutto all’economia.

    Dopo poche ore ha deciso di cancellare il post che nel frattempo aveva sollevato critiche e commenti.
    La direttrice, intervistata lo scorso 25 febbraio da “La7”, ha affermato che lo scopo della politica è quello di rispondere alle richieste dei cittadini, oggi allertatissimi per il panico seminato soprattutto dai media, che chiedono protezione. Ma la scienza deve dire le cose come stanno

    «Il virus sta circolando, oggi fare uno screening a tappeto con tamponi significherebbe trovare migliaia di positivi». (https://www.la7.it/laria-che-tira/vi...02-2020-309346).

    Non solo, ha affermato che «In alcuni Paesi si fanno meno tamponi e meno controlli. Se andassero al Pronto Soccorso o chiamassero il 112 le persone istruite sul vero pericolo, i tamponi sarebbero inferiori e la risposta della politica sanitaria sarebbe più limitata» e si è dichiarata molto preoccupata come cittadina per le conseguenze importanti che potrebbero derivare da tutto ciò. (https://www.la7.it/laria-che-tira/vi...02-2020-309360).


    segue..

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La paura... della palestra
    Di fabi78 nel forum Psicologia per tutti
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 20/06/2012, 01:05
  2. i tre inverni della paura
    Di sonic nel forum Libri che passione
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 21/12/2009, 21:34
  3. Maghi del marketing
    Di diego70 nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 22/12/2007, 14:08
  4. Paura della solitudine
    Di stefano28 nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 72
    Ultimo Messaggio: 29/10/2007, 16:10
  5. paura della prima volta
    Di phobos2 nel forum Verginità e psicologia
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 03/08/2007, 14:26

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online