Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 4 di 4 PrimaPrima 1234
Risultati da 61 a 80 di 80

Discussione: Concordato

  1. Registrato da
    14/02/2005
    Messaggi
    9,201

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da bbbb Visualizza Messaggio
    Bravo Fedele: io lo confermo. I requisiti da rispettare sono minimi. Il Comune rilascia un modulo di delega da compilare. Tecnicamente si può fare anche a distanza, senza neanche presentarsi in Comune. È molto semplice - e ti danno anche la fascia tricolore!
    Epperò questa informazione, esposta così chiaramente, si trova solo nel sito della UAAR. Se ne parla anche in qualche sito sul matrimonio, ma non è una prassi conosciuta e diffusa, chissà perché.

  2. # ADS
    Concordato
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    14/02/2005
    Messaggi
    9,201

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da maine Visualizza Messaggio
    Ma, del resto, chi di voi sa che il benedetto corso prematrimoniale NON è assolutamente obbligatorio ?! Eppure.... se non lo fai non trovi un prete che ti sposa !
    [...]
    Boh... Può anche essere. Alla fine danno un certificato di frequenza, però forse non serve a tutti.
    Comunque, anche se capisco le difficoltà di chi lavora, chi sceglie il matrimonio religioso ha tutto l'interesse ad arrivarci preparato (be', ovviamente dipende dalle capacità del prete e dalle possibilità della parrocchia).
    Con ciò non giustifico i preti che pretendono cose non obbligatorie per celebrare un matrimonio.

  4. Registrato da
    14/02/2005
    Messaggi
    9,201

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da maine Visualizza Messaggio
    c'entra il tipo di ingerenza che ha la chiesa su uno stato LAICO .... c'entra eccome !
    nel matrimonio, nell'educazione, nella condotta, c'entra !
    Ripeto: ognuno è libero di fare e scegliere quello che vuole per se' stesso, ma nessuno (che non sia lo stato, e anche lì... non in tutti i casi....) può scegliere qualcosa per me che ho scelto di non essere cattolica !
    Qui si parlava di matrimonio religioso+civile, perciò è chiaro che l'ambito è quello delle coppie cattoliche.
    Se non si è cattolici in teoria il problema non si pone.

  5. Registrato da
    02/08/2006
    Messaggi
    6,388

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da bbbb Visualizza Messaggio
    Qui si parlava di matrimonio religioso+civile, perciò è chiaro che l'ambito è quello delle coppie cattoliche.
    Se non si è cattolici in teoria il problema non si pone.
    Giusto. Ma allora perchè se io e la mia sposa siamo cattolici, dobbiamo preoccuparci di chi non lo è?

    Sono d'accordo che lo stato dovrebbe essere laico e vanno favorite tutte le religioni... ma come ci sono gli atei che si inalberano su tante cose, perchè non lo fanno anche i protestanti, gli islamici, gli ortodossi etc...?

    Dovrei farlo io per loro?

  6. maine Ospite

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da fedele33 Visualizza Messaggio
    Giusto. Ma allora perchè se io e la mia sposa siamo cattolici, dobbiamo preoccuparci di chi non lo è?

    Sono d'accordo che lo stato dovrebbe essere laico e vanno favorite tutte le religioni... ma come ci sono gli atei che si inalberano su tante cose, perchè non lo fanno anche i protestanti, gli islamici, gli ortodossi etc...?

    Dovrei farlo io per loro?
    No , perchè dovresti ?
    Il problema non si pone dato che, appunto perchè uno stato è laico, chi dovrebbe prendersi la briga di far riconoscere un diritto che in teoria non dovrebbe esistere ?
    Sai acquisire un diritto che non ha ragione d'essere, è diverso dal toglierlo a chi, da una vita se l'è già acquisito ....

  7. Registrato da
    02/08/2006
    Messaggi
    6,388

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da maine Visualizza Messaggio
    No , perchè dovresti ?
    Il problema non si pone dato che, appunto perchè uno stato è laico, chi dovrebbe prendersi la briga di far riconoscere un diritto che in teoria non dovrebbe esistere ?
    Sai acquisire un diritto che non ha ragione d'essere, è diverso dal toglierlo a chi, da una vita se l'è già acquisito ....
    Scusa, ma.... a questo punto... la discussione è: fare in modo che i cattolici si sposano prima in chiesa e poi passino in municipio a firmare dal sindaco?

  8. thor_1974 Ospite

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da fedele33 Visualizza Messaggio
    Tornando al tema, a scanso di equivoci, cito testualmente:



    fonte:

    http://www.uaar.i/laicita/matrimonio_civile

    tanto per non dire che poi sono fazioso
    Va detto, al riguardo, che il Sindaco della città quale Ufficiale di Stato ha la facoltà di restringere i requisiti, infatti a Roma oramai è difficilissimo che il matrimonio civile sia celebarto da qualcuno che non sia il delegato del SINDACO poichè il matrimonio, anche civile, è una cosa seria e molti celebranti si presentavano in maniera indecorosa o addirittura uno in pantaloncini.

  9. Registrato da
    10/02/2005
    Messaggi
    9,395

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da fedele33 Visualizza Messaggio
    Tornando al tema, a scanso di equivoci, cito testualmente:



    fonte:

    http://www.uaar.i/laicita/matrimonio_civile

    tanto per non dire che poi sono fazioso
    Un mio amico ha usufruito di questa possibilità

  10. Registrato da
    14/02/2005
    Messaggi
    9,201

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da thor_1974 Visualizza Messaggio
    Va detto, al riguardo, che il Sindaco della città quale Ufficiale di Stato ha la facoltà di restringere i requisiti, infatti a Roma oramai è difficilissimo che il matrimonio civile sia celebarto da qualcuno che non sia il delegato del SINDACO poichè il matrimonio, anche civile, è una cosa seria e molti celebranti si presentavano in maniera indecorosa o addirittura uno in pantaloncini.
    Mah. Secondo me sposarsi in abiti casual non è indecoroso. Dipende da come è organizzato il Comune, ma il matrimonio è una cerimonia "privata", anche se in un luogo istituzionale. Se gli sposi e gli invitati vogliono vestirsi in un certo modo, perché vietarlo?
    E poi in un ufficio pubblico non vado in costume da bagno, ma in pantaloncini sì.

  11. Registrato da
    14/02/2005
    Messaggi
    9,201

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da fedele33 Visualizza Messaggio
    Scusa, ma.... a questo punto... la discussione è: fare in modo che i cattolici si sposano prima in chiesa e poi passino in municipio a firmare dal sindaco?
    In un certo senso sì. Ma non sto parlando di come dovrebbe funzionare la burocrazia del matrimonio. Mi sto chiedendo perché solo pochissime coppie cattoliche usufruiscano del matrimonio non concordatario. Cioè come mai sono pochissimi i cattolici che non gradiscono di avere un privilegio negato a tutte le altre confessioni.
    Citazione Originariamente Scritto da fedele33 Visualizza Messaggio
    Giusto. Ma allora perchè se io e la mia sposa siamo cattolici, dobbiamo preoccuparci di chi non lo è?

    Sono d'accordo che lo stato dovrebbe essere laico e vanno favorite tutte le religioni... ma come ci sono gli atei che si inalberano su tante cose, perchè non lo fanno anche i protestanti, gli islamici, gli ortodossi etc...?

    Dovrei farlo io per loro?
    No, non dovresti farlo tu (impersonale) per loro (in quanto tu cattolico e loro no), ma per te stesso. Cioè, non vengo a dirti cosa devi pensare, però io, cattolica, non apprezzo il Concordato, e mi sembra strano di essere tanto in minoranza.

  12. Registrato da
    02/08/2006
    Messaggi
    6,388

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da bbbb Visualizza Messaggio
    In un certo senso sì. Ma non sto parlando di come dovrebbe funzionare la burocrazia del matrimonio. Mi sto chiedendo perché solo pochissime coppie cattoliche usufruiscano del matrimonio non concordatario. Cioè come mai sono pochissimi i cattolici che non gradiscono di avere un privilegio negato a tutte le altre confessioni.
    Non centra la religione... è un fatto di comodità. E' come quando comperi l'automobile e ti danno l'autoradio compresa nel prezzo. E' chiaro che tu magari ne hai già una ma neanche la butti via quella che ti danno Anche se potresti dire "la radio da 100 euro su una macchina che costa 15000 potete tenervela"... ma non accade mai.

  13. Registrato da
    02/08/2006
    Messaggi
    6,388

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da bbbb Visualizza Messaggio
    No, non dovresti farlo tu (impersonale) per loro (in quanto tu cattolico e loro no), ma per te stesso. Cioè, non vengo a dirti cosa devi pensare, però io, cattolica, non apprezzo il Concordato, e mi sembra strano di essere tanto in minoranza.
    Mica tanto! Ad esempio io in quanto cattolico firmo l'8per mille ogni anno, ma mi da moltissimo fastidio che chi non esprime il suo gradimento poi affida ugualmente i suoi soldi alla CEI a sua insaputa. La pubblicità poi la trovo ingannevole, perchè la stragrande maggioranza dei soldi sono destinati a pagare gli stipendi mensili dei sacerdoti, e non vanno in missioni o altro. Inoltre trovo fastidioso che lo Stato italiano paga un sacco di cose al Vaticano... fra l'altro esenzioni ICI a tante proprietà ecclesiastiche....

    Bisognerebbe mettere un francescano o una Ancella della Carità (l'ordine di madre Teresa di Calcutta) all'economato vaticano. Vedresti poi che cambiamenti

  14. Registrato da
    14/02/2005
    Messaggi
    9,201

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da fedele33 Visualizza Messaggio
    Non centra la religione... è un fatto di comodità. E' come quando comperi l'automobile e ti danno l'autoradio compresa nel prezzo. E' chiaro che tu magari ne hai già una ma neanche la butti via quella che ti danno Anche se potresti dire "la radio da 100 euro su una macchina che costa 15000 potete tenervela"... ma non accade mai.
    Ma certo che non c'entra la religione!

    E non è vero che non accade mai: sono pochissime le coppie che rifiutano il matrimonio concordatario, ma ci sono.
    Io non sono felice di avere un diritto negato ad altri, che tra l'altro non considero giusto. Per me sarebbe meglio matrimonio civile per tutti, e poi per chi vuole anche quello religioso (perché allargare il Concordato a TUTTE le religioni possibili e immaginabili sarebbe un caos, e perché è proprio il concetto di commistione Stato-istituzione religiosa che non mi piace).

  15. Registrato da
    14/02/2005
    Messaggi
    9,201

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da fedele33 Visualizza Messaggio
    Mica tanto! Ad esempio io in quanto cattolico firmo l'8per mille ogni anno, ma mi da moltissimo fastidio che chi non esprime il suo gradimento poi affida ugualmente i suoi soldi alla CEI a sua insaputa. La pubblicità poi la trovo ingannevole, perchè la stragrande maggioranza dei soldi sono destinati a pagare gli stipendi mensili dei sacerdoti, e non vanno in missioni o altro. Inoltre trovo fastidioso che lo Stato italiano paga un sacco di cose al Vaticano... fra l'altro esenzioni ICI a tante proprietà ecclesiastiche....

    Bisognerebbe mettere un francescano o una Ancella della Carità (l'ordine di madre Teresa di Calcutta) all'economato vaticano. Vedresti poi che cambiamenti
    Su questo sono d'accordo con te, ma non c'entra: io sto parlando della cerimonia di nozze, non dell'atteggiamento dei credenti verso la Chiesa in generale.

  16. Registrato da
    02/08/2006
    Messaggi
    6,388

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da bbbb Visualizza Messaggio
    Per me sarebbe meglio matrimonio civile per tutti, e poi per chi vuole anche quello religioso (perché allargare il Concordato a TUTTE le religioni possibili e immaginabili sarebbe un caos, e perché è proprio il concetto di commistione Stato-istituzione religiosa che non mi piace).
    Non è vero che sarebbe un caos. Basta firmare delle convenzioni per ogni religione che lo richiede, in base alla sua struttura organizzativa e alla raccolta di firme (tipo un referendum). Comunque, non vorrei sbagliarmi, ma credo che nelle sinagoghe ci siano le stesse agevolazioni dei cattolici... e anche presso la chiesa valdese. O no?

  17. Registrato da
    14/02/2005
    Messaggi
    9,201

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da fedele33 Visualizza Messaggio
    Non è vero che sarebbe un caos. Basta firmare delle convenzioni per ogni religione che lo richiede, in base alla sua struttura organizzativa e alla raccolta di firme (tipo un referendum).
    Dico che sarebbe un caos perché se io domani decido di fondare una nuova religione, non mi pare molto serio che mi vengano concessi questi accordi... E comunque, ripeto, personalmente sono contraria al rito "misto", con la parte legale relegata in un angolino, a prescindere dalla religione.
    Citazione Originariamente Scritto da fedele33 Visualizza Messaggio
    Comunque, non vorrei sbagliarmi, ma credo che nelle sinagoghe ci siano le stesse agevolazioni dei cattolici... e anche presso la chiesa valdese. O no?
    Guarda, non l'ho mai sentito. Tu in base a cosa lo dici?

  18. Registrato da
    14/02/2005
    Messaggi
    9,201

    Riferimento: Concordato

    Ho trovato questo, nel sito del Comune di Grosseto (!):

    «Il matrimonio religioso concordatario o acattolico può essere celebrato dal Parroco o dal Ministro di Culto dopo il rilascio da parte dell’Ufficiale di stato civile del certificato di avvenute pubblicazioni (nel caso di matrimonio cattolico) o dell’autorizzazione per la celebrazione del matrimonio al Ministro di Culto (nel caso di matrimonio acattolico».

    Quindi i non cattolici non godono del Concordato, senza eccezioni. Possono ricorrere, come tutti, alla delega, per farsi sposare da un ministro di culto.

  19. Registrato da
    14/02/2005
    Messaggi
    9,201

    Riferimento: Concordato

    Uh, però poi dice:

    « * La celebrazione dei matrimoni davanti ai Ministri dei vari Culti è regolata da specifiche intese con lo Stato Italiano.

    * Il Ministro di Culto provvede a richiedere all’Ufficiale di stato civile l’autorizzazione alla celebrazione, che la rilascia in doppia copia ai nubendi, dopo aver eseguito le pubblicazioni.

    * Successivamente tale autorizzazione dovrà essere inoltrata, a cura del Ministro di Culto, insieme all’atto di matrimonio da trascrivere all’Ufficiale di Stato Civile entro 5 giorni dall’avvenuta celebrazione del matrimonio.

    * In base alla vigente normativa l’Ufficiale di stato civile provvede in alcuni casi, prima delle pubblicazioni a leggere ai nubendi gli artt. 143-144 e 147 del codice civile, ciò verrà dichiarato nella delega rilasciata per il suo inoltro al Ministro di Culto.»

    Perciò... È quasi lo stesso, ma un po'più complicato...

  20. Registrato da
    21/02/2008
    Messaggi
    1,413

    Riferimento: Concordato

    Citazione Originariamente Scritto da bbbb Visualizza Messaggio
    Cosa pensate del fatto che i cattolici possano sposarsi solo con la cerimonia religiosa?
    Qualcuno (cattolico) è interessato al doppio matrimonio, cioè a rinunciare a questa possibilità e celebrare quindi sia il rito civile, sia quello religioso?
    Per me sarebbe tanto e andrebbe bene già quello civile.......
    NEC RECISA RECEDIT

  21. callisto Ospite

    Riferimento: Concordato

    Perciò... È quasi lo stesso, ma un po'più complicato... [/QUOTE]



    E soprattutto molto più costoso............. ............

Pagina 4 di 4 PrimaPrima 1234

Discussioni Simili

  1. matrimonio combinato e concordato
    Di nel forum ... di tutto un po'
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 25/02/2005, 18:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online