Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 1 di 4 1234 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 61

Discussione: La SessualitÓ Femminile

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    Cool La SessualitÓ Femminile

    (Tratto da: Fonte salutedonna.it )

    La SessualitÓ Femminile Ŕ influenzata da numerose condizioni fisiche, psicologiche e sociali, e sue disfunzioni colpiscono tra il 24 ed il 43% delle donne; un problema quindi certamente non infrequente che spesso si esprime attraverso il calo del desiderio, della libido.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 18:50

  2. # ADS
    La SessualitÓ Femminile
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    Lo stimolo interiore

    alla ricerca dell'attivitÓ sessuale, le fantasie erotiche, l'attrazione verso l'altro sesso risiedono in aree specifiche del cervello localizzate principalmente nell'area limbica che Ŕ considerata il centro del desiderio sessuale; queste aree vengono attivate normalmente al momento dello sviluppo puberale.
    La libido subisce alcune leggere modificazioni fisiologiche durante il ciclo mestruale aumentando nel periodo ovulatorio e permane senza significative variazioni per tutta la vita, anche in tarda etÓ.
    Contrariamente infatti a quanto generalmente si pensa, l'invecchiamento non influenza negativamente questo aspetto della sessualitÓ.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 18:50

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    Fattori che possono influire sul desiderio sessuale

    • Vita affettiva, relazione con il partner
    • Condizioni di salute, malattie
    • Farmaci, ormoni, droghe, alcool
    • Fattori psichici (stress, ansietÓ)
    - Tra i pi¨ frequenti annoveriamo certamente quelli psicologici legati a problemi di interazione con il partner, stress, traumi sessuali, drammi familiari, condizioni sociali ed economiche; alcuni di questi influenzano solo temporaneamente il desiderio, altri possono avere effetti anche di lunga durata e comunque per la loro soluzione richiedono quello che oggi si definisce consueling con un professionista esperto in questa materia.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 18:51

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    Altre importanti cause

    sono quelle legate a malattie fisiche e mentali: tra queste annoveriamo la depressione e le sindromi ansiose, malattie croniche.
    Superare la malattia, avere una buona relazione con il partner e l'ambiente, avere una sufficiente dose di ottimismo, mantenere una buon apprezzamento della propria immagine possono certamente contribuire ad evitare il calo della libido.

    - Trattamenti medici e chirurgici possono avere anch'essi effetti negativi sul desiderio sessuale.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 18:51

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    Farmaci associati ad una possibile riduzione del desiderio sessuale

    • Antidepressivi, antipsicotici, ansiolitici
    • Ipolipemizzanti
    • Antiipertensivi (Clonidina, Beta-bloccanti)
    • Diuretici (Spironolattone)
    • Antiulcera (H2 antagonisti)
    • Antifungini (Ketoconazolo)
    • Ormoni (Danazolo, GnRH Analoghi, contraccettivi orali

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 18:51

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    Alcuni farmaci

    come gli antipsicotici, barbiturici, benzodiazepine, litio, antidepressivi triciclici, inibitori del reuptake della serotonina, ipolipemizzanti (farmaci che abbassano il colesterolo), alcuni antiipertensivi (clonidina, beta bloccanti), diuretici (spironoloattone), alcuni preparati ormonali (danazolo, GnRH agonosti, contraccettivi orali), farmaci antiulcera (inibitori recettori H2) o somministrati per aumentare la motilitÓ gastrica, antifungini (ketoconazolo) sono stati implicati in una riduzione della libido che normalmente Ŕ reversibile alla sospensione del trattamento.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 18:51

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    Ma anche interventi chirurgici demolitivi

    a carico della mammella o dei genitali ad esempio pur risolvendo (curando) talvolta in modo definitivo una patologia possono determinare in modo comunque molto variabile da soggetto a soggetto (intersecandosi spesso con altre problematiche) una riduzione della libido.

    Possiamo dire che questo disturbo abbastanza frequente pu˛ essere situazionale legato cioŔ ad un particolare evento, ad una situazione di coppia o familiare, ad un trattamento farmacologico o cronico (pi¨ raro) quando dipendente ad esempio da alcune patologie.

    Nella pratica clinica ginecologica contrariamente al passato, la donna parla pi¨ volentieri dei problemi sessuologici ed il ginecologo parallelamente ha assunto un ruolo sempre pi¨ importante nella diagnostica differenziale e nel trattamento di questi disturbi.

    FONTE: salutedonna.it
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 18:51

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    Zona limbica

    (Tratto da: Fonte salutedonna.it )

    Abbiamo accennato alla zona limbica dove risiedono il desiderio sessuale, le fantasie erotiche, tutto quello che viene definito come libido; a quest'area arrivano segnali dalle aree vicine, dalla corteccia cerebrale ma anche dagli ormoni che circolano nel sangue portando ad una diversa modulazione di delicati meccanismi neuroendocrini basati sulla diversa espressione di piccolissime sostanze chiamate neuromediatori.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 18:52

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    biochimica dell'amore

    Possiamo quindi affermare che esiste una biochimica dell'amore basata sulla giusta interazione di questi meccanismi e sulla diversa capacitÓ modulatoria delle sostanze ormonali. In effetti, particolarmente nella donna Ŕ evidente come alcune sostanze abbiano un ruolo importante in questo ambito: parliamo degli estrogeni e degli androgeni.

    Anche se l'argomento Ŕ ancora controverso sembra che l'effetto positivo degli estrogeni sulla libido non sia dipendente da una stimolazione diretta dei centri del desiderio sessuale ma sia conseguente ad una sensazione di benessere, di performance adeguata percepita in altre aree cerebrali.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 18:52

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    Gli androgeni

    viceversa avrebbero un effetto positivo diretto; sarebbero proprio loro a determinare ad esempio l'incremento dell'attivitÓ sessuale e delle fantasie erotiche nel periodo ovulatorio.
    Tra i 20 ed i 50 anni la donna va incontro ad una lenta e progressiva riduzione dei livelli androgenici (pari al 50%) che in assenza comunque di altri fattori interferenti non determina da sola significative variazioni dell'appetito sessuale; dopo la menopausa i livelli androgenici rimangono stabili o subiscono un lieve incremento.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 18:52

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119
    E' principalmente nelle donne che subiscono una castrazione chirurgica, medica (chemioterapia) o radioterapica che il calo di queste sostanze Ŕ drammaticamente rapido e pu˛ quindi determinare un significativo calo del desiderio; proprio in queste pazienti si Ŕ dimostrata utile la somministrazione di piccole dosi di androgeni, ovviamente quando le condizioni cliniche ne consentono la somministrazione.

    La somministrazione di estrogeni e/o di androgeni sotto diretto controllo ed indicazione medico-specialistica pu˛ avere importanti effetti sulla libido e pu˛ quindi essere considerata nell'ambito di strategie volte a risolvere questo problema.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 18:53

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    alcuni aspetti fondamentali:

    • una riduzione momentanea del desiderio sessuale Ŕ frequentemente situazionale, nella gran parte dei casi si risolve spontaneamente e non deve allarmarvi;
    • i fattori psichici sono prevalenti e molto importante Ŕ la relazione con il partner;
    • in presenza di un calo prolungato della libido parlatene con il vostro Medico Curante e con il vostro Ginecologo di fiducia, non trascurate il problema.

    FONTE: salutedonna.it
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 18:53

  14. Registrato da
    10/02/2005
    Messaggi
    9,395
    Lettura da raccomandare a Stefano28. Che crede ancora che i bambini li porti la cicogna :-)

  15. Registrato da
    27/03/2005
    Messaggi
    2,402
    brava anna, un 3d interessantissimo come al solito!
    Una montagna con sopra un lupo Ŕ una montagna pi¨ alta.

  16. titti65 Ospite
    grazie anna...tolto un pˇ di dubbi...

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119
    grazie ragazzi! ...

    attenzione... ne arrivano altre

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    Pollice in su Percorso di piacere in 4 fasi

    (Tratto da: paganotti.it)

    Una vita sessuale soddisfacente Ŕ parte integrante dello stato di salute.
    Non a caso nella definizione di salute dell’Organizzazione Mondiale della SanitÓ Ŕ incluso, oltre al benessere fisico, psichico e sociale, anche quello sessuale.

    E' definito come una sequenza d’eventi fisiologici che preparano al coito. Durante il rapporto sessuale, l’intero organismo femminile segue un percorso di piacere in quattro fasi:

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 19:02

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    1. Desiderio o libido:

    sensazione di voler avere un rapporto sessuale. E’ il motore della sessualitÓ.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 19:00

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    2. Eccitazione:

    sensazione di una valida vasocongestione genitale, con aumento della lubrificazione vaginale fino alla formazione della piattaforma orgasmica.
    A livello genitale avviene un aumento del flusso di sangue alla vagina, con conseguente aumentata lubrificazione. L’utero si solleva, la vagina si allunga e si dilata, le piccole e grandi labbbra si gonfiano e anche il clitoride si riempie di sangue fino letteralmente a gonfiarsi. Quando questa congestione vascolare dei tessuti perivaginali raggiunge la massima intensitÓ si definisce piattaforma orgasmica. Inoltre si verificano congestione mammaria, erezione dei capezzoli, sensazione di calore e tensione muscolare generalizzata.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 19:00

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,119

    3. Orgasmo:

    sensazione di massimo piacere sessuale.
    A livello genitale si manifesta con contrazioni multiple e ritmiche dei muscoli che circondano la vagina e il perineo.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 28/10/2011 alle 19:00

Pagina 1 di 4 1234 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Problemi di sessualitÓ!
    Di petrosino8 nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 21/09/2017, 00:28
  2. Problemi di sessualitÓ
    Di mielevele nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23/02/2015, 22:26
  3. Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 03/11/2012, 16:14
  4. riflessioni sulla sessualitÓ femminile
    Di plusplus nel forum Verginità e psicologia
    Risposte: 95
    Ultimo Messaggio: 05/07/2010, 17:36
  5. infanzia e sessualitÓ
    Di bau nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 06/08/2006, 23:07

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB Ŕ Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] Ŕ Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML Ŕ Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. ╚ vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online