Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 50

Discussione: Curcuma Longa - Zafferano delle Indie - Turmeric

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276

    Smile Curcuma Longa - Zafferano delle Indie - Turmeric

    Alcune info tratte da: wikipedia.org

    E' una pianta erbacea, perenne, rizomatosa della famiglia delle Zingiberaceae (una delle molte specie del genere Curcuma) originaria dell'Asia e adattata alle zone sterili.
    Vive a temperature comprese tra i 20 ed i 30 gradi e necessita di una notevole quantità di pioggia annuale per prosperare.
    Le piante vengono raccolte annualmente per i loro rizomi che, in parte, vengono ripiantati nell'anno successivo.

    È chiamata anche turmeric, oppure kunyit o haldi in alcune regioni asiatiche.
    È possibile trovarla in Asia sudorientale, Polinesia e Micronesia. L'India è il primo produttore mondiale di curcuma; centro principale della produzione è Sangli, una città nel sud dell'India.

    Il suo ingrediente attivo è la curcumina che ha un sapore terroso, amaro, piccante ed estremamente volatile, mentre il colore si conserva nel tempo.
    Sangli, una città nel sud dello stato indiano del Maharashtra, è la più grande e più importante centro commerciale per la curcuma nell'Asia e forse e forse nel mondo intero.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 20/02/2010 alle 10:12

  2. # ADS
    Curcuma Longa - Zafferano delle Indie - Turmeric
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many


     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    Usi

    Il nome zafferano delle Indie deriva dal fatto che dalla rizoma giallo della curcuma si ottengono la polvere di curcuma, una spezia molto usata nella gastronomia indiana e asiatica in generale, e la curcumina, sostanza gialla adoperata in tintoria e in chimica.

    I suoi rizomi vengono bolliti per parecchie ore e seccati in forni e dopo vengono schiacciati in una polvere giallo-arancio, comunemente utilizzata come una spezia, e come colorante di alimenti nel curry ed in genere nella cucina Sud asiatica.

    La polvere di curcuma è uno degli ingredienti del masala cui da il colore giallo intenso e caratteristico.
    Il sapore della spezia è estremamente volatile, mentre il colore si conserva nel tempo.Nelle ricette la curcuma è spesso usata come colorante.
    Essa ha applicazione in bevande in lattina, prodotti da forno, prodotti lattiero-caseari, gelati, yogurt, biscotti, popcorn, dolci, cereali, salse, gelatine, ecc.

    segue..

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    La curcuma (codificata come E100 quando viene utilizzata come additivo per alimenti) è usata per proteggere gli alimenti dal sole.
    In combinazione con annatto (E160b), la curcuma è stata utilizzata per colorare formaggio, yogurt, condimento per insalata, burro e margarina.

    La curcuma è anche utilizzata per dare un colore giallo ad alcune mostarde, brodo di pollo in scatola ed atri alimenti (spesso è un surrogato a buon mercato dello zafferano, rispetto al quale ha anche un sapore meno intenso).
    La curcuma è utilizzata largamente come una spezia nella cucina indiana e dell'Asia meridionale.
    Il piatto nepalese chiamato Momos (gnocchi nepalesi a base di carne), alimento tradizionale in Asia meridionale, è speziato con curcuma.

    segue..

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    Medicina

    La medicina Ayurvedica, ritiene che la curcuma sia dotata di molte proprietà medicinali e molti la usano in India come antisettico per tagli, scottature e contusioni.
    Medici della medicina Ayurvedica ritengono che contenga fluoride (la forma ridotta del fluoro), elemento essenziale per i denti.
    È anche utilizzato anche come agente antibatterico.

    In alcune regioni dell'Asia è assunto come supplemento alimentare, utile per chi ha problemi di stomaco.
    È popolare come tee ad Okinawa, Giappone.
    È attualmente sotto investigazione per l'utilizzo nella malattia di Alzheimer. cancro e disturbi del fegato..

    La curcuma, è divenuta anche popolare come prodotto per combattere la depressione.
    Solo ultimamente gli scienziati occidentali, hanno riconosciuto le proprietà medicinali della curcuma.
    Solo nel 2006 sono stati indicizzati su U.S. National Library of Medicine 256 articoli sulla curcumina.
    Dal 2004 le vendite sono incrementate del 35% e il U.S. National Institute of Health dispose 4 studi clinici per studiare il trattamento con la curcumina per il tumore del pancreas, mieloma multiplo, la malattia di Alzheimer ed il tumore colon retto.

    Nel 2004 uno studio del UCLA Veterans Affairs, suggerì che la curcumina poteva inibire l'accumulazione di b-amiloide nel cervello di pazienti con malattia di Alzheimer e di sciogliere le placche esistenti.

    segue..

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    Il Professor Gregory Cole, professore di medicina e neurologia al David Geffen School of Medicine at UCLA disse che "La medicina tradizionale indiana ha utilizzato la curcuma per migliaia di anni, come un antiinfiammatorio sicuro, in una grande varietà di alimenti"...

    Un altro studio effettuato nel 2004 alla Yale University utilizzò curcumina somministrata per via orale in topi omozigoti per i più comuni alleli implicati nella fibrosi cistica. Il trattamento con la curcumina ricreò un livello fisiologicamente rilevante di funzione proteica.

    Sono stati dimostrati effetti antitumorali nel melanoma.[senza fonte]
    Nel 1995 ad alcuni ricercatori del Centro Medico dell'Università del Mississippi, fu rilasciato il brevetto USA n. 5.401.504 sull'uso della curcuma nella cura delle ferite.

    Il consiglio indiano per la ricerca scientifica ed industriale (CSIR) ha chiesto la revoca del brevetto, visto cha la curcum stessa veniva utilizzata per questo fine da migliaia di anni. L'U.S. Ufficio brevetti ha quindi revocato lo stesso. [1]
    Note: Vandana Shiva, riccardo Petrella, Arturo di Corinto et al, La privatizzazione della vita, Edizionipunto rosso , pag. 125
    Ultima modifica di francyfre; 20/12/2011 alle 12:17

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276

    Curcuma

    (Altre info tratte da: erboristeriaedaltro. com)

    ATTIVITA' Curcuma

    - coleretica
    - colagoga
    - spasmolitica (olio essenziale) delle vie biliari
    - antiflogistica e antinfiammatoria (curcumina) ha una azione antinfiamatoria se si è in presenza di artrite, o per alleviare le infiammazioni delle ferite
    - digestiva perche stimola la secrezione biliare favorendo la digestione dei grassi
    - epatoprotettiva dei tessuti del fegato se esposti a farmaci epatotossici o ad abuso di alcol
    - nella prevenzione delle cardiopatie (la curcuma, come lo zenzero aiuta a ridurre il colesterolo nel sangue, e a prevenire la formazione di emboli nel sangue che determinano attacchi cardiaci e alcune forme di apoplessia, benefica quindi alle dosi indicate)
    - e forse è utile anche del cancro perchè sembra che inibisca la crescita delle cellule tumorali dei linfomi e come preventivo (ci sono studi in merito, ma rivolgersi sempre al medico prima della sua assunzione se si è in presenza di gravi patologie)
    - è di aiuto anche per i PARASSITI INTESTINALI in quanto combatte i protozoi ed è utile in presenza di dissenteria (sentire prima il medico curante).

    - I cinesi la impiegano per favorire le mestruazioni, ma non ci sono studi in merito.
    - ha anche attività ANTIFUNGINA.
    - Sembra abbia anche un effetto androgenico, aumentando la motilità dello sperma, senza incrementare il numero degli spermatozoi.
    - Ha una aziene come antiossidante

    Si trova sotto forma di capsule o compresse e come aromatizante nei tè.

    segue..

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    La curcuma, utile per trattare le coliche biliari, nelle colicististi, nelle colelitiasi, nell'ittero.
    La Curcumina (secondo studi condotti in India) ha una attività antiflogistica ed antinfiammatoria a bassa tossicità (rispetto agli steroidi).
    Ha azione antiossidante, antivirale (curcumina).
    E' essenzialmente consigliata come protettore del fegato, della mucosa gastrica e come antiulcera (ma non impiegare ad alte dosi potrebbe avere l'effetto opposto) ha attività battericida (curcuminoidi).
    Il rizoma è di aiuto nei processi digestivi, per le proprietà coleretiche e colagoghe, ed anche come stimolante anche l'appetito.


    FORMULAZIONI Curcuma

    in polvere o in Tintura madre.
    Gli estratto oleosi (oli essenziali)) sono utili nei processi infiammatori e in presenza di artrite con attività anche antiedemica (uso esterno), gli estratti acquosi (tisane), hanno azione coleretica, gli estratti alcolici (Tinture madri) hanno effetto ipotensivo, l'olio volatile della curcuma, la curcumina ha un effetto protettivo per il fegato, la attività coleretica è da attribuire al tolmetil carbinolo.

    segue..

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    USO ESTERNO Curcuma

    su tagli e ferite, sbucciature, ben lavate, come antibatterico (usare polvere di curcuma da acquistare in erboristeria) mettere sulla parte e bendare.
    Sotto forma di impiastro in Cina la impiegano per trattare le ulcerazioni (sentire sempre il proprio medico)


    USO ALIMENTARE Curcuma

    Si trova nella composizione del curry (a base di curcuma, coriandolo, cannella, peperoncino, garofano, noce moscata, zenzero) e di molte salse, si impiega come colorante alimentare atossico ( giallo), stabile al calore (sigla E-100).


    ALTRI USI

    Si impiega per tingere la lana e la seta


    ALTRE VARIETA' DI CURCUMA

    La Curcuma xanthorrhiza Roxb o Zafferano di Giava ha un impiego culinario.
    La Curcuma zedoaria Roscoe si impiega nel settore farmaceutico e liquoristico come aromatizzante e correttivo del sapore. l'Olio essenziale di questa varietà di curcuma si impiega nel massaggio agli sportivi.

    segue..

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    FARE ATTENZIONE ALL'USO DELLA CURCUMA

    Se si è in presenza di OCCLUSIONE delle VIE BILIARI, se si è in presenza di CALCOLI BILIARI, la curcuma va assunta SOLO dietro prescrizione medica (fare attenzione anche al curry).

    Cautela e sentire il proprio medico in Gravidanza e allattamento.

    Non somministrare la curcuma ai bambini di età inferiore ai 2 anni, al di sopra di questa soglia di età iniziare con preparazioni leggere.

    Non impiegare la Curcuma se si è in presenza di problematiche legate alla fertilità.
    Non assumere curcuma se si auspica una gravidanza (non è accertato, ma ci sono studi in corso)

    Per l'effetto anticoagulante della curcuma fare attenzione nelle persone con problematiche legate alla coagulazione del sangue (sentire sempre il proprio medico curante).

    Dosi eccessive di curcuma possono causare disordini gastrici.
    Se sopraggiungono disordini gastrici, bruciori di stomaco, ridurre le dosi o interrompere il trattamento e sentire il proprio medico.

    Alle dosi indicate e se non sussistono problematiche di cui sopra, la curcuma è una pianta sicura
    Ultima modifica di francyfre; 20/12/2011 alle 12:18

  11. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,609

    Riferimento: CurCuma Longa - Zafferano delle Indie - Turmeric

    Grazie Anna!!
    Quante storie dietro un "semplice"piatto,qua le è il "riso con il curry"!
    Piatto che adoro....come il pollo con il curry.
    Lo terrò presente in caso di infiammazione di qualche ferita.Dove generalmente metto un cerotto con il miele.
    Cmq l'ultima curcuma(non il composto churry)l'ho buttata,perchè era scaduta,e si vedevano stano granelli mobili
    Succede con con le erbe,si sviluppano le uova invisibili ad occhi nudi,e nascono degli insetti minuscoli.
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276

    Riferimento: CurCuma Longa - Zafferano delle Indie - Turmeric

    Citazione Originariamente Scritto da frederika Visualizza Messaggio
    Grazie Anna!!
    Quante storie dietro un "semplice"piatto,qua le è il "riso con il curry"!
    eh sì! Mi piace andare ad investigare sulle origini della natura...
    Alla fine del "dossier" ti ci metto alcune ricettine con la curcuma... magari tu le sai già, da brava cuoca quale sei

    Ora vado ad aggiungere ancora qualche info...

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276

    Curcuma

    La curcuma potrebbe rappresentare un valido aiuto nella prevenzione e nella cura di diversi tumori.

    (Dr Francesco Perugini Billi
    Martedì 09 Settembre 2008)

    In India, è utilizzata almeno da 6000 anni, come medicina, cosmetico, spezia e colorante (per 2000 anni le tuniche dei monaci buddisti sono state tinte con questa radice).
    Per gli indiani è un simbolo di prosperità e un mezzo di purificazione per tutto il corpo.
    La medicina ayurvedica le attribuisce numerose proprietà (antibatteriche, antinfiammatorie, antiallergiche, antispastiche, ecc.), molte delle quali confermate dalla scienza moderna.

    Botanicamente, appartiene alla famiglia delle Zingiberacee, cui fanno parte anche lo zenzero e il cardamomo.
    La droga, che è di un bel colore dorato, si ricava dal rizoma.
    Contiene centinaia di componenti, cui sono state attribuite oltre 300 attività biologiche diverse.
    Per esempio, almeno 20 componenti possiedono una provata azione antibatterica.
    Tuttavia, i ricercatori si sono concentrati soprattutto su uno di questi, la curcumina.

    segue..

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    Il primo studio su questa sostanza risale agli anni ’70, quando un gruppo di ricercatori indiani dimostrò il suo effetto ipocolesterolemizzan te sui ratti.
    Il grosso delle ricerche però prese il via circa 20 anni dopo, ad opera soprattutto del Prof Bharat Aggarwal.
    Questi, negli anni ’80, fu il primo a purificare il TNF alfa e beta (Fattore di Necrosi Tumorale), un potente fattore antitumorale prodotta dal nostro organismo.

    Questa molecola, infatti, è in grado di distruggere i tumori, ma solo se rilasciata localmente.
    Se invece circola liberamente nel sangue, ha un effetto opposto, cioè può facilitarne la crescita: il TNF stimola una importante proteina la kappa B (NF kappa B) che a sua volta attiva una serie di geni coinvolti nell’infiammazione e nella proliferazione cellulare.

    Questa associazione tra infiammazione e proliferazione cellulare fece tornare Aggarwal indietro con la memoria alle sue radici indiane.
    Gli venne in mente che la medicina ayurvedica utilizza la curcuma come un valido rimedio antinfiammatorio.
    Allora, la mise a contatto con le colture cellulari e, con sua grande sorpresa, l’attività del TNF e del NF kappa B fu prontamente bloccata.

    In seguito, fu in grado di dimostrare che è soprattutto la curcumina a possedere la capacità di inibire questi fattori ed impedire la replicazione e la diffusione delle cellule tumorali.

    segue..

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    Da allora sono stati condotti centinaia di studi.
    Secondo i ricercatori, la curcumina potrebbe essere utile almeno in 8 tumori: polmoni, bocca, colon, fegato, rene, pelle (melanoma), mammella e leucemia.

    La curcumina ha inoltre mostrato di possedere altre attività di estremo interesse, tra cui quelle anticoagulanti, antipertensive, antinfiammatorie, antidiabetogene, antiossidanti, antivirali ed epatoprotettive.
    La proprietà antiossidante è 300 volte superiore a quella della vitamina E.

    Oltre al suo componente isolato, curcumina, anche la curcuma nella sua interezza si è dimostrata capace in alcune ricerche di inibire in vitro le cellule tumorali.
    Inoltre, lo stesso Professor Aggarwal ha affermato che coloro che consumano molta curcuma sono meno colpiti dal cancro.

    segue..

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    Una sintesi sulle evidenze scientifiche delle proprietà antitumorali della curcumina e della curcuma.

    Leucemia infantile – gli studi epidemiologici mostrano che in Asia l’incidenza di questo tumore è molto inferiore rispetto all’Europa e secondo i ricercatori della Loyola University di Chicago questo sarebbe dovuti in parte all’effetto protettivo della curcuma, molto utilizzata nella cucina asiatica. L’azione antiossidante di questa spezia protegge il DNA dai danni provocati da sostanze chimiche ambientali o da quelle che si trovano nei processati.
    Per altro, negli esperimenti di laboratorio, la curcumina è stata in grado di inibire le crescita delle cellule leucemiche.
    I bambini possono trarre benefico dalla curcuma fin da lattanti.
    Infatti, i principi terapeutici di questa spezia passano dalla madre al bimbo tramite il latte materno.

    segue..

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    Cancro alla mammella – in alcuni studi sui topi la curcumina ha ridotto di molto la diffusione metastatica del tumore della mammella.
    Si crede che la curcumina e la curcuma possano essere molto utili nella prevenzione di questo tumore attraverso tre meccanismi:

    - riduzione dell'effetto simil-estrogenico di molte sostanze chimiche (pesticidi, materiali plastici, ecc.) che legandosi ai recettori estrogenici causano proliferazione cellulare e poi tumore;

    - “down regulation” dei recettori ormonali. Cioè, curcuma e curcumina smorzerebbero i recettori, rendendoli meno sensibili agli stimoli;

    - inibizione del COX-2, un enzima che ha un ruolo chiave nell’iniziazione e diffusione del cancro.
    Il COX-2 ha una lunga lista di effetti negativi: stimola la divisione delle cellule tumorali, impedisce la morte cellulare, stimola la crescita di nuovi vasi sanguigni attorno al tumore, facilita la diffusione delle metastasi.

    segue..

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    Cancro alla bocca – uno studio è stato condotto a Srikakulam, nel distretto dell’Andhra Pradesh, su donne che praticano il “reverse smoking” (fumare tenendo in bocca la parte accesa della sigaretta), che provoca un' alta percentuale di tumore della bocca.
    La spennellatura di curcuma nelle guance si è dimostrata un’ efficace prevenzione del tumore.


    Cancro del colon – l’effetto positivo della curcumina su questo tumore è stato dimostrato da studi di laboratorio. Recentemente si è visto che la curcumina ha un’azione specifica sulla neurotensina, ormone gas****ntestinale strettamente legato alla produzione di una proteina infiammatoria coinvolta nella genesi e nella metastatizzazione del carcinoma del colon.
    Circa un terzo dei tumori del colon hanno recettori per questo ormone. Secondo i ricercatori, la curcumina potrebbe essere un valido ausilio nella prevenzione e nella cura di questa forma tumorale.


    Cancro del pancreas – sulla base degli studi condotti in laboratorio, i ricercatori sono convinti che la curcumina potrebbe essere d’aiuto nella prevenzione e forse anche nella cura di questo temibile tumore, verso il quale la medicina è totalmente disarmata.

    segue..

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    Melanoma – studi di laboratorio hanno dimostrato che la curcumina provoca l’apoptosi (una sorta di suicidio cellulare) delle cellule del melanoma.


    Cancro del polmone
    – sono stati dimostrati effetti positivi della curcumina su cellule tumorali in vitro.

    Cancro del fegato – sono stati dimostrati effetti positivi della curcumina su cellule tumorali in vitro.

    Cancro della cervice – un ricercatore del “Institute of Cytology and Preventive Oncology (ICPO)” indiano ha recentemente scoperto che la curcumina protegge dai virus del papilloma (HPV), che possono causare il tumore della cervice dell’utero.
    I virus HPV necessitano di alcune proteine virali prodotte delle cellule del corpo per potere agire rapidamente.
    La curcumina impedisce il legame di queste proteine epiteliali con il virus. Alcuni studi clinici (sulle donne) sono in corso.

    Cancro della prostata – l’India è il Paese dove si consuma (3-5 g per adulto al giorno) e si produce più curcuma al mondo ed è anche quello con la più bassa incidenza di tumore alla prostata.
    In un recente studio sui topi si è visto che l’associazione tra fenetil isotiocianati (PEICT) e curcumina, un composto naturale che si trova nelle crucifere (broccoli, cavolfiori, ecc.), ha una notevole azione preventiva sul tumore della prostata.

    segue..

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    La teoria del Dr Heinrich Kremer e la curcuma

    Secondo Kremer il tumore sarebbe la conseguenza di un disturbo nell’assorbimento di fotoni a livello mitocondriale, da cui poi deriverebbe un deficit nella produzione di ATP, la “benzina” con cui funzionano tutte le cellule. Quindi, non si tratterebbe primariamente di una mutazione genetica, ma di un problema “energetico”.

    Questo porterebbe ad un cambiamento dell’identità cellulare: le cellule non si sentono più parte di una comunità (tessuto, organo, ecc.), ma iniziano a vivere una vita indipendente, svincolata da regole collettive.

    Il Dr Kremer è convinto che la visione ufficiale sulla produzione energetica delle cellule è fondamentalmente sbagliata e questo motiva gli ancora notevoli insuccessi delle medicina nella cura dei tumori.
    Secondo lo scienziato, la produzione di ATP non è basata sul rilascio di energia chimica, così come insegnato alle Università, ma sull’assorbimento di fotoni di luce.

    La curcuma, sempre secondo Kremer, possiede proprietà anticancro ed in particolare la curcumina sarebbe in grado di “riparare” il circuito fotonico mitocondriale e così normalizzare la produzione di ATP.

    segue..

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,276
    Come utilizzarla

    Personalmente sono più propenso all’uso delle erbe intere, piuttosto che ai loro principi isolati.
    Credo nelle complesse sinergie tra i vari componenti, ancora troppo poco indagate e comprese.
    Con la sua visione riduttivistica, la scienza ufficiale trova molto più semplice scomporre ed isolare la realtà piuttosto che affrontarla su di un piano più olistico e integrato.
    Questo dà indubbiamente i suoi frutti, ma che riguardano solo una parte della verità.
    Inoltre, dietro questo modo di procedere ci sono spesso interessi economici… chissà mai che ogni tanto non salti fuori qualcosa che si possa brevettare… e con la curcumina ci hanno già provato. Anzi, ne hanno pure fatta una sintetica.

    segue..

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Ostilità delle donne nei confronti delle prostitute
    Di luca0000 nel forum Verginità e psicologia
    Risposte: 58
    Ultimo Messaggio: 01/08/2015, 17:38
  2. Tumore ,te ,curcuma: si possono usare?
    Di alfox nel forum Tumori e Prevenzione
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 24/03/2014, 21:32
  3. Riso zafferano
    Di ulisse69 nel forum Primi
    Risposte: 84
    Ultimo Messaggio: 28/11/2011, 13:41
  4. Sto vedendo il servizio delle attrici porno delle Iene... Vergogna
    Di luca468 nel forum Verginità e psicologia
    Risposte: 69
    Ultimo Messaggio: 14/06/2011, 21:39
  5. una delle mie...
    Di sonic nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 80
    Ultimo Messaggio: 05/05/2010, 16:12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online