Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 74

Discussione: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi, anche dalle radiazioni

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    In tale direzione numerosissime sono le ricerche che si stanno sviluppando e basterebbe citare come esempio gli studi sulle cellule staminali come potenziali fornitrici di tutti i tipi di cellule del nostro organismo.
    Un'alternativa potrebbe essere rappresentata da un intervento preventivo mirato all'eliminazione dall'organismo umano delle sostanze tossiche generate dal metabolismo e ancora di più di quelle che quotidianamente vengono immesse dall'esterno attraverso la respirazione, il contatto con la cute, i cibi o gli stessi farmaci, responsabili dell'insorgenza di varie patologie.

    Questa strada consentirebbe di prevenirle ristabilendo l'omeostasi dell'organismo, una volta eliminate le cause dei danni, rigenerando così la funzionalità degli organi e ritardando anche l'invecchiamento. Le maggiori difficoltà incontrate sono legate però alla necessità di dover utilizzare rimedi di natura diversa per le singole patologie.

    segue..

  2. # ADS
    Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi, anche dalle radiazioni
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    Molti prodotti di origine naturale, ad esempio vitamine o sostanze antiossidanti contro i radicali liberi, chelanti di metalli o adsorbenti di tossine, sono attualmente disponibili in commercio, ma una terapia preventiva contro tutte le sostanze tossiche dovrebbe prevedere l'utilizzazione contemporanea di detti mezzi terapeutici.
    Inoltre non tutti questi prodotti sono innocui e ben tollerati da tutti i soggetti; le stesse vitamine E ed A, ad esempio, è stato dimostrato che, se somministrate in alte dosi, possono risultare tossiche.

    Una nuova strada è stata aperta da studi sull'uso di sostanze polifunzionali di origine minerale costituite da particelle attive, ma non assorbibili, di zeolite clinoptililoite in grado di interagire nell'intestino con gli equilibri presenti nell'organismo, svolgendo così un'azione selettiva di eliminazione delle sostanze tossiche ("spazzino") attraverso le feci, senza modificare i componenti fisiologici.

    segue..

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    Zeoliti
    Le Zeoliti costituiscono una famiglia di alluminosilicati minerali strutturalmente diversi dai normali silicati o alluminati (Harben, 1999).
    La prima zeolite è stata descritta nel 1756 da Cronstedt, uno studioso di minerali Svedese, che coniò il nome da due parole greche che significano "pietre bollenti", derivante dalla capacità delle zeoliti di liberare vapore se riscaldate.

    Oggi sono note circa cento tipi di zeolite naturale, mentre ne sono state sintetizzate circa centocinquanta per specifiche applicazioni.
    La clinoptilolite è una zeolite di origine naturale formata dalla conversione di materiali vulcanici vetrosi in struttura cristallina nelle acque dei laghi o dei mari milioni di anni fa ed è la più ricercata ed ampiamente utilizzata.

    La clinoptilolite non è la miscela di due sali (silicato ed alluminato) ma ha una struttura cristallina costituita da due tetraedri di SiO4 ed AlO4 legati mediante ponti ossigeno che genera ampi spazi liberi e canali nei quali possono essere accolti cationi e molecole relativamente grandi (Mumpton, 1983).

    segue..

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    Infatti le posizioni di Al ed Si possono essere determinate applicando la regola di Lowenstein che proibisce la presenza di un legame OAl-O nella struttura.
    Le cariche negative delle unità alluminato e silicato sono neutralizzate dalla presenza di cationi quali calcio, magnesio, sodio, potassio ed in alcuni casi ferro.

    Questi ioni possono essere facilmente sostituiti da altre sostanze quali metalli pesanti o ione ammonio (Semmens, 1983).
    Tale possibilità viene definita capacità di scambio cationico e rappresenta una delle caratteristiche preminenti della clinoptilolite.

    Inoltre la sua caratteristica struttura elettronica e le cariche negative presenti in essa la rendono particolarmente attiva nel neutralizzare i radicali liberi e nell'adsorbimento di tossine (funzione di setaccio molecolare).

    segue..

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    Applicazioni della clinoptilolite

    La zeolite clinoptilolite (ZC) è assolutamente inerte e uno studio condotto sulla patogenicità in vitro ed in vivo di quarzo, terre di diatomee, mordenite e clinoptilolite ha evidenziato che quest'ultima risulta assolutamente atossica a differenza delle altre sostanze che sono citotossiche (Adamis Z.et al, 2000).

    Tali dati sono stati confermati dalle sperimentazioni eseguite da Pavelic K. et al. nel 1998 e nel 2003 su topi e ratti con la zeolite clinoptilolite per periodi prolungati.
    Un ulteriore conferma dell'assenza di tossicità è data dall'uso come additivo alimentare per le scrofe effettuata da Kyriakis S.C.et al, 2002.

    Numerose sono le ricerche sull'utilizzo nutrizionale della ZC addizionata ai mangimi nell'allevamento dei maiali con positivi risultati derivanti dalla modificazione di alcuni parametri fisiologici dell'apparato intestinale, come ad esempio la diminuzione della produzione di NH3.

    I risultati nettamente positivi di tali ricerche hanno consentito l'approvazione da parte della EU dell'uso della clinoptilolite di origine vulcanica nella classe dei "Leganti, anti-agglutinanti e coagulanti" nei mangimi per maiali, conigli e pollame (Commission Regulation 2001).

    segue..

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    La prima applicazione della ZC nell'uomo è quella relativa all'Enterex antidiarroico a base di clinoliptolite approvato dalla Cuban Drug Control Agency nel 1995 (Rodriguez-Fuentes, 1997) che ha dimostrato un'ottima tolleranza nei pazienti trattati e l'assenza di reazioni avverse, compresa l'eventuale insorgenza di allergie.

    Ulteriori sperimentazioni su varie patologie avevano dato risultati molto interessanti ma l'unico inconveniente derivava dalla quantità di polvere da somministrare piuttosto rilevante a causa delle dimensioni delle particelle.
    Sono stati svolti quindi studi per la realizzazione di apparecchiature che consentissero una micronizzazione delle particelle senza inquinarle.

    segue..

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    Attivazione

    Per attivazione si intende in genere l'applicazione di un procedimento chimico, chimico-fisico o fisico a un materiale perché possa reagire più facilmente.
    Nel caso di particolari solidi caratterizzati dalla capacità di legare sostanze tossiche sulla loro superficie come il carbone, si cerca di incrementarne la porosità o di aumentarne la superficie attraverso la diminuzione delle dimensioni delle particelle.
    Ciò consente di avere a disposizione un maggior numero di canali capaci di legare le sostanze tossiche.

    Recentemente è stato messo a punto un particolare processo di micronizzazione della zeolite clinoptilolite, oggetto di brevetto, realizzato sottoponendo il minerale ad un processo di collisione delle particelle fra di loro in mulini appositamente realizzati e brevettati, in modo che esse non venissero inquinate dai metalli.

    Il risultato è l'aumento del numero di particelle con dimensioni ridotte, un incremento della loro superficie ed un'attivazione strutturale che consente loro di legare più velocemente e più stabilmente tossine, radicali e metalli, incrementandone l'attività. Infatti, partendo da una dimensione di circa 3 m2/g di ZC, dopo l'attivazione si raggiungono persino i 1000 m2/g.

    segue..

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    In mulini particolari costituiti da dischi controrotanti ad altissima velocità le particelle di zeolite clinoptilolite vengono accelerate e fatte collidere fra di loro. Questo genera una micronizzazione molto spinta con enorme aumento della superficie di contatto e di cariche negative superficiali.

    La ZC così attivata (ZCA) è stata sottoposta a una serie di sperimentazioni biologiche che hanno portato alla registrazione da parte della Società austriaca PANACEO di diverse preparazioni che la contengono come Dispositivi Medici a Livello Europeo (DM - TUV CE 0197 del 2006) date la sue caratteristiche azioni di tipo fisico di scambiatore di cationi, di blocco dei radicali liberi e di setaccio molecolare.

    Inoltre i prodotti composti di zeolite clinoptilolite attivata (ZCA) sono state classificate dalla EU (codice GMDN) come: "sostanze ad uso orale adatte ad assorbire/chelare e rimuovere sostanze dannose e tossiche nel tratto gas****ntestinale (es. metalli pesanti, nitrosamine, ammonio, micotossine, cationi (radioattivi), pesticidi) riducendone l'assorbimento nel corpo.

    segue..

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    La zeolite attivata ha una serie di caratteristiche peculiari:
    non è tossica per l’organismo ed attraversa il tratto gastro-intestinale senza essere assorbita.

    Le sue caratteristiche strutturali le consentono di esplicare alcune attività utili per l’organismo:
    • legare, mediante scambio cationico, i metalli pesanti eliminandoli;
    • assorbire tossine inattivandole;
    • salvaguardare l’organismo dai danni dei radicali liberi attraverso la sua capacità antiossidante.
    • è associabile ad altri composti in quanto non sono state rilevate interazioni con altri prodotti o farmaci. Infatti la sua utilizzazione come additivo alimentare, ha dimostrato i notevoli benefici effetti sulla salute, in assenza di tossicità o di reazioni avverse anche in associazione con altre sostanze;
    • non necessita di particolari condizioni per la conservazione e la sua stabilità risulta estremamente lunga.


    La Zeolite Clinoptilolite Attivata permette di ridurre la produzione di acido lattico e, conseguentemente, i tempi di recupero.
    Il suo uso si percepisce anche come riduzione di fatica e di generale aumento di prestazioni.
    E’ un detossicante e detossinnante, oltre che un efficace antiossidante che supporta il riequilibrio fisiologico.

    segue..

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    Possono anche funzionare come antiossidanti catturando radicali liberi e riducendo la formazione di ROS (reactive oxigen species).
    È tipicamente una zeolite attivata disponibile in polvere, capsule, compresse o in forma liquida.
    L’attività si esplica nel tratto gastro-intestinale dove Tossine, Radicali liberi, ione Ammonio e Metalli pesanti (TRAM®) vengono legati ed eliminati con le feci.

    Per un processo osmotico le stesse quantità di sostanze tossiche portate via dalla ZE.CLA® vengono richiamate nel lume intestinale dal resto dell’organismo.
    L’influenza sull’intero organismo deriva quindi dall' equilibrio esistente fra questo e l’intestino.
    La sottrazione è selettiva e non coinvolge sostanze nutritive ne altri principi attivi, agevolando le funzioni fisiologiche.

    A causa degli equilibri osmotici tra parete intestinale e il resto dell'organismo, più si sottraggono sostanze dall'intestino più l'organismo invia nel lume intestinale le stesse sostanze che ha accumulato a livello sistemico.


    La ZEOLITE, quindi, attraverso il richiamo nel lume gastro-intestinale sottrae dall'intero organismo sostanze tossiche di varia natura. Queste sostanze sono presenti spesso nell'ambiente e possono venire a contatto con l'organismo diventando cause o concause di diverse disfunzioni fisiologiche, attraverso l'alterazione degli equilibri metabolici.

    segue..

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    Tali sostanze possono essere anche generate da disfunzioni dell'organismo derivanti da alterazioni metaboliche prodotte da alcune malattie.
    Inoltre l'assunzione di farmaci crea un certo grado di tossicità che l'organismo deve eliminare.
    I TRAM® sono tra i principali inibitori delle funzioni degli ENZIMI con conseguente mutamento dell’ equilibrio fisiologico dell’organismo (OMEOSTASI), pertanto la loro riduzione permette di rigenerare i meccanismi biochimici cellulari.
    I TRAM® creano uno stato di stress di entità variabile presente in numerose patologie. La ZECL.A® è in grado di allontanarli dall’organismo attraverso l’intestino e quindi è un ottimo ADIUVANTE ed un riattivatore delle funzioni cellulari.

    segue..

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    Radicali liberi
    Le specie reattive dell'ossigeno, come H2O2, e i radicali OH* e O2*, svolgono importanti funzioni fisiologiche ma possono anche causare un vasto danno cellulare.
    Il bilancio tra funzioni fisiologiche e danno è determinato dal relativo rapporto tra produzione e rimozione dei ROS.

    Normalmente, queste specie sono rapidamente rimosse prima che possano causare disfunzioni cellulari ed eventualmente morte della cellula.
    Lo stress ossidativo, un disequilibrio tra la produzione di ROS e le capacità di difesa antiossidanti della cellula [Sies (1985)], può colpire i principali componenti cellulari come lipidi, proteine, carboidrati e DNA.
    Questo fenomeno è stato associato strettamente a una serie di patologie umane come malattie cardiovascolari, diabete, cancro e malattie neurodegenerative [Halliwell and Cross (1994); Bray (1999); Forsberg et al. (2001)].

    Tali patologie sembrano essere per lo più correlate con uno stress ossidativo di tipo cronico, comunque anche l'esposizione a livelli acuti di ROS sembra essere responsabile di varie patologie, come l'insorgere della cataratta [Spector et al.(1993)] e di danni ai tessuti in seguito a ischemia/riperfusione (I/R) in vari organi trapiantati come il fegato [Loguercio and Federico (2003); Poli and Parola (1997)].

    segue..

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    Numerose evidenze sperimentali mettono in luce molti meccanismi fra loro correlati che, nel corso della patogenesi, aumentano la produzione di ROS o diminuiscono le difese antiossidanti nei confronti del danno.

    Uno studio effettuato in vivo su topi da Sverko V. et al. (2002) aveva evidenziato l'attività antiossidante della ZCA, mentre il Dr. Wolfgang Thoma e la Dr.ssa Claudia Gunzer dell'Ospedale Privato Villach (2002) hanno sviluppato una ricerca clinica con lo scopo di analizzarne la sua azione nell'organismo umano.
    Tutti i soggetti hanno dimostrato una concentrazione di idroperossidi più bassa nel sangue determinata mediante il metodo F.R.A.S. (Free Radical Analytical System).

    Data la presenza dei radicali liberi in molte patologie il Dr. Thoma ha svolto una successiva ricerca relativa all'osservazione clinica sull'uso della ZCA un periodo di 15 mesi su numerosi soggetti affetti da una vasta gamma di malattie che andavano dai tumori maligni di differente origine (carcinoma del colon, carcinoma dei bronchi, mastocarcinoma, tumori delle ovaie, carcinoma pancreatico, carcinoma epatocellulare) a poliartrite cronica, coliti ulcerative, sclerosi multipla, infezioni persistenti (es: sinusiti) dermatiti, epatiti, cirrosi epatica e per applicazione topica nelle ulcere crurali, acne o anchebolle da scottature.
    Nell'arco di 7 giorni la vitalità, le condizioni generali e l'appetito della maggior parte dei pazienti (circa il 70%) erano nettamente migliorate.

    segue..

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    L'effetto risultava particolarmente evidente nei pazienti affetti da tumore sottoposti a chemioterapia e radioterapia che manifestavano un considerevole incremento della tollerabilità di queste terapie se trattati con zeolite.
    Inoltre la diminuzione di radicali liberi agevola anche la diminuzione di acido lattico e per questo la ZCA viene utilizzata dagli atleti.

    La sperimentazione clinica aveva quindi evidenziato un'attività rilevante della clinoptilolite, ma era necessario approfondirne il meccanismo di azione e il Dr. Peter M. Abuja dell'Istituto di Ricerca di Biofisica e struttura ai raggi X, Graz, (2004) ha sviluppato una ricerca in tal senso utilizzando vari metodi di ossidazione in emulsione che simulano importanti processi di per ossidazione lipidica (ossidazione di lipoproteine, emulsioni lipidiche, omogenati di carne), dimostrando che ogni mg di ZCA è in grado di ritardare del 120% la per ossidazione lipidica con radicali perossilici solubili in acqua, e del 100% quella catalizzata da Cu2+, e confermando che essa è in grado nell'intestino di spostare gli equilibri sistemici relativamente alla produzione di radicali liberi.

    segue..

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    Infatti i radicali solubili in acqua, prodotti in altre parti dell'organismo, possono migrare nell'intestino attraverso i fluidi biologici ed essere così neutralizzati dalla ZCA in grado di fornire elettroni.
    I danni derivanti dall'immissione nell'organismo di elevate concentrazioni di metalli tossici sono noti da tempo immemorabile ed esempi classici sono rappresentati dall'arsenico, utilizzato anche per commettere crimini, e dal piombo che dava saturnismo negli operai delle miniere, mentre un esempio attuale è dato dall'allergia da nichel per contatto con monili che lo contengono.

    Numerose sono le fonti di metalli come le vie di ingresso nell'organismo e comprendono anche utilizzazioni consolidate come l'amalgama di mercurio impiegata nell'otturazione delle carie dentarie che è stato dimostrato essere fonte di continuo rilascio di mercurio con relativi danni biologici.

    I meccanismi di tossicità sono di vario tipo, diretti quali l'inibizione di enzimi particolarmente importanti per l'organismo e la sostituzione di cationi fisiologici come il calcio da parte del piombo nelle ossa, o indiretti come la capacità di catalizzare la formazione dei radicali liberi (es. rame).

    Molte sono le sostanze chelanti organiche, in genere di origine naturale, utilizzate per il loro allontanamento dall'organismo, spesso in associazione fra di loro, che possono però dare origine ad interferenze con la funzionalità dell'organismo a livello intestinale.

    segue..

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    La ZCA è l'unica sostanza inorganica, caratterizzata da una notevole capacità di scambio totale (0.64 - 0.98 mol/Kg), in grado di cedere i cationi liberi ( Na+, K+, Ca2+, Mg2+) e legare al loro posto i metalli pesanti, ioni ammonio, radioisotopi o altri cationi (Cd2+, NH4 +, Fe2+, Pb2+, Cu2+, Cs+, Sr2+), per i quali manifesta una grande selettività.

    Il vantaggio della ZCA è costituito dalla insolubilità delle particelle che passano inalterate nell'intestino ed adsorbono i metalli espellendoli insieme alle feci, non interferendo con alcuna funzione fisiologica intestinale.

    Questo meccanismo consente inoltre di spostare l'equilibrio esistente fra l'intestino ed il resto dell'organismo con conseguente richiamo nel lume intestinale dei metalli dal resto dell'organismo comportando quindi una disintossicazione sistemica.

    Una delle applicazioni della ZCA è stata infatti nel trattamento dei soggetti esposti alle radiazioni di Cernobil colpiti da stronzio e cesio radioattivi con risultati rilevanti.

    segue..

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    Ione ammonio

    Nell'ambito dell'attività di scambio cationico della ZCA particolarmente rilevante risulta quella relativa allo ione ammonio (1,2 - 1,5 mol/Kg) rendendola particolarmente utile per la diminuzione dei livelli ematici di ammoniaca.

    L'iperammoniemia derivante da deficienza degli enzimi del ciclo dell'urea o da danni epatici provoca disfunzioni cerebrali severe che comprendono edema cerebrale, convulsioni e coma, nei casi acuti.
    Valutazioni neurofisiologiche evidenziano che in queste patologie sono presenti caratteristiche alterazioni della morfologia degli astrociti più marcate nei casi di iperammoniemia acuta e di astrocitosi Alzheimer di tipo II in quella cronica.
    Non avendo il cervello un ciclo dell'urea, attiva la sintesi della glutamina per eliminare l'eccesso di ammoniaca e, l'enzima responsabile glutamina sintetasi, è presente in modo predominante negli astrociti.

    L'accumulo di ammoniaca a livello cerebrale comporta una modificazione del flusso sanguigno cerebrale e del metabolismo dalle strutture corticali a quelle subcorticali. Inoltre lo ione ammonio ha una diretta influenza sul sistema di di trasmissione del segnale eccitante/inibente attraverso meccanismi diversi che coinvolgono l'estrusione di cloruri e la funzione dei recettori post-sinaptici.

    segue..

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    La terapia applicata nell'iperammoniemia prevede una dieta a basso contenuto proteico con valori tali da non danneggiare la funzionalità muscolare, l'eliminazione dell'ammoniaca dall'intestino mediante l'uso di disaccaridi non assorbibili (lattulosio) o l'uso di antibiotici per diminuire la produzione di ammoniaca a livello intestinale e sono in sperimentazione sostanze in grado di stimolare la sintesi epatica di urea o la sintesi della glutammica a livello muscolare (V. Felipe et all 2002).

    Da quanto fin qui esposto risulta evidente la possibilità di utilizzare la ZCA nella terapia dell'iperammoniemia, confermata dalla sua dimostrata capacità nei suini di diminuire drasticamente la quantità di ammoniaca a livello intestinale.
    Una conferma della sua attività nell'uomo è data dalla sperimentazione effettuata dal Dr. Thoma, precedentemente riportata, che ha evidenziato un netto miglioramento della lucidità e delle capacità cognitive di tutti i soggetti trattati ma in particolare di quelli affetti da patologie cerebrali quali Alzheimer o il morbo di Parkinson

    segue..

  20. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    Setaccio molecolare

    La ZCA ha inoltre la capacità di svolgere la funzione di setaccio molecolare bloccando nell'intestino tossine derivanti da infezioni locali o patologie e che possono essere presenti anche in alcuni alimenti inquinati.
    Questa sua caratteristica ha portato alla realizzazione di un brevetto sulla sua capacità di legare ed inattivare vari tipi di tossine (es. micotossine) (DE 198 21 509 A1).

  21. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    24,121

    Re: Zeolite - un modo naturale per disintossicarsi

    Applicazioni dermatologiche

    La capacità della zeolite clinoptilolite attivata di rigenerare in genere la funzionalità di vari organi si è dimostrata particolarmente importante anche sulla cute nel trattamento di ferite leggere, piaghe con essudato, arrossamenti della pelle, acne e psoriasi con risultati molto interessanti oggetto di numerose ricerche attualmente in corso.

    Da quanto esposto risulta evidente l'apertura di una nuova frontiera nella rigenerazione e nella prevenzione utilizzando la ZCA senza reazioni avverse e con la possibilità di associarla alle terapie tradizionali senza interferenze.
    Ciò consente anche la preparazione di miscele che la contengano con altre sostanze attive anche di origine naturale come realizzato dalla PANACEO.

    segue..

Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Reiki - un modo naturale per stare bene
    Di nel forum Terapie e Tecniche complementari
    Risposte: 135
    Ultimo Messaggio: 23/07/2018, 12:04
  2. Disintossicarsi dopo antibiotico e prevenzione..
    Di sarabetty nel forum Malattie, Sintomi e Consigli
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 21/10/2015, 15:37
  3. parmigiana light a modo mio
    Di pippicalzelunghe nel forum Cucina e ricette
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 28/07/2008, 18:54
  4. radiazioni
    Di fracart92 nel forum ... di tutto un po'
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 11/11/2006, 12:58
  5. Un libro per disintossicarsi dalla droga...
    Di SP@RROW nel forum Medicine naturali
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 06/05/2006, 19:20

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online