Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 5 di 5 PrimaPrima 12345
Risultati da 81 a 97 di 97

Discussione: Acidità - Alcalinità/Basicità : regolazione chimica del corpo - il pH

  1. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: L’acidificazione del sangue e il calo di pH nelle urine

    (Tratto da valdovaccaro.blogspo t.com di Valdo Vacccaro)


    Siccome gli esperimenti costano parecchio, ci vogliono sponsor e finanziatori disposti a sborsare molti fondi per amore del puro e semplice sapere, cosa che risulta essere sempre più difficile oggigiorno, dove ogni test viene innanzitutto finalizzato a dimostrare le cose che interessano ai finanziatori, e non certo quelle che rischiano di diventare armi controproducenti nelle mani della parte avversa.

    Quello che sappiamo con sicurezza è che esistono alimenti alcalinizzanti, che mantengono il nostro pH inalterato (e sono tutti i frutti e le verdure allo stato crudo) ed elementi acidificanti, che tendono invece ad abbassare il pH stesso pericolosamente dai valori normali (e sono le carni, il latte, i cereali stracotti, i legumi, e tutti gli alimenti concentrati e cotti in genere).

    E sappiamo pure che, ad ogni mangiata sbagliata, ad ogni proteina inopportuna contenuta nella carne e nel latte ingeriti, ad ogni carburante difettoso e problematico che andiamo a versare nel nostro sistema, parte un processo acidificante che il sistema immunitario è costretto a considerare come emergenza mortale, a stoppare immediatamente mediante l’uso di un adeguato tampone alcalino (soprattutto calcio organico, ma anche sodio e magnesio organici, che sono tutti minerali alcalini).

    Più grave l’acidificazione e più calcio organico serve (e quel calcio contenuto nel cibo ingerito, nel latte ingerito, a nulla serve, essendo stato reso inorganico dalle lavorazioni e dalla bollitura).

    segue..

  2. # ADS
    Acidità - Alcalinità/Basicità : regolazione chimica del corpo - il pH
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: L’acidificazione del sangue e il calo di pH nelle urine

    (Tratto da valdovaccaro.blogspo t.com di Valdo Vacccaro)


    L’intervento immunitario è istantaneo ed urgente, poiché un’acidificazione non immediatamente stoppata e corretta significherebbe morte sicura, per blocco immediato di tutte le operazioni e gli interscambi elettromagnetici che avvengono in continuazione nel sistema cellulare e nel corpo.

    Ecco dunque le continue emergenze, i ripetuti prelevamenti di osseina dalle ossa, e la conseguente osteoporosi di cui sono classiche vittime i consumatori di latte e latticini, come dimostrano chiaramente le precise statistiche mondiali che vedono non a caso ai primi posti dell’osteoporosi, del diabete e del cancro, proprio i paesi a più alto tasso di consumo di latte e di carne.

    Ancor meno si sa, con precisione e rigore statistico, sul comportamento del pH nelle urine, nel sudore, nel materiale biologico escretorio.

    Possiamo però fare dei ragionamenti e delle ipotesi che possono far capire, ad esempio, quale è la logica e il meccanismo che fa abbassare il valore delle urine da un pH 7.5 nelle prime ore della mattina, a un pH 6 nel corso della giornata, come segnalato dalla nostra lettrice.

    Chiaro che, nel sangue, tale abbassamento non è concesso, non succede e non può succedere, altrimenti moriremmo all’istante fulminati da collasso metabolico e cardiocircolatorio.

    Il sistema immunitario, ogni qualvolta il pH del sangue scende dalla gamma dei valori previsti di 7.35-7.45, viene allertato dai sensori dell’ipotalamo, e invia un messaggio-missile telegrafico al midollo spinale, per il rilascio di osseina.

    segue..

  4. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: L’acidificazione del sangue e il calo di pH nelle urine

    (Tratto da valdovaccaro.blogspo t.com di Valdo Vacccaro)


    Nell’urina invece, e anche negli altri liquidi di scarto, tale meccanismo non scatta, per il semplice motivo che si tratta di materiale liquido ormai escreto, esternato ed esausto, già finito fuori dalla parte nobile-operativa dell’organismo, non più appartenente alla giurisdizione del medesimo, e quindi soggetto a normale processo degenerativo di ossidazione e di acidificazione.

    Quindi nulla di strano, negativo e preoccupante nel fatto che esista un fisiologico calo del pH nelle urine.

    Alla seconda domanda, sull’Alka Life, rispondiamo dicendo che ne pensiamo tutto il male possibile, trattandosi di una delle tante soluzioni anti-acide, ovvero di quei correttivi chimico-farmaceutici di sintesi che pretendono di intervenire dall’esterno nei complessi giochi bio-chimici del corpo.

    In un pianeta Terra tormentato e sconquassato dalla acidificazione dei suoi improvvidi abitanti, che fanno quasi a gara a chi si acidifica di più, il consumo di antiacidi procede non a chili ma a tonnellate.

    Ma i farmaci non possono sostituirsi agli alcalinizzanti naturali. Essi possono solo apportare sensazioni benefiche limitate e di breve periodo, che lasciano inalterati al loro posto i meccanismi produttori del fenomeno acidosi.

    Non esiste dunque alcuna alternativa al problema se non quella di correggere radicalmente le proprie ideologie e le proprie abitudini alimentari, le quali consistono socialmente, ai tempi attuali, nel far transitare, nei nostri corpi vegeto-fruttariani, prodotti animali pieni di insidie e severamente vietati dalla scienza e dalla logica nutrizionale, cibi cotti e devitalizzati carichi di zavorra vuota, ossidante ed acidificante

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Equilibrio Acido-Base: dieta e benessere

    (Tratto da: guna.com)


    Cos’è l’equilibrio acido-base, dieta e integratori indicati, cosa mangiare per ridurre il rischio di acidosi tissutale.


    Cos’è l’equilibrio acido-base (nel sangue)

    L’equilibrio acido-base è il risultato di una serie di reazioni chimico-fisiche che avvengono all’interno dell’organismo e che sono influenzate da fattori esterni ed interni.
    Ma cosa accade concretamente nel nostro corpo?
    Durante il corso della giornata (e della notte) il cibo che mangiamo e l’ossigeno che respiriamo ci forniscono l’energia necessaria per adempiere a tutte le nostre funzioni: studiare oppure lavorare, camminare, pensare e per tutte le numerosissime funzioni biologiche che avvengono all’interno delle nostre cellule.

    Per trasformare gli alimenti e l’ossigeno in nutrizione ed energia, l’organismo produce scorie metaboliche acide che vengono eliminate attraverso le urine, le feci, il sudore ma anche attraverso la respirazione.
    Molte fra queste scorie metaboliche acide vengono condotte agli organi escretori attraverso il sangue che, a sua volta, ne elimina una certa quantità.

    Quando le scorie vanno oltre una certa soglia e il nostro organismo non è più in grado di neutralizzarle insorge l’acidosi.
    Tra gli organi escretori, di particolare importanza è il ruolo dei reni, che contribuiscono a mantenere l’equilibrio acido-base attraverso il loro importante lavoro di filtro, diluizione delle sostanze acide, tamponamento ed eliminazione.

    segue..

  6. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Equilibrio Acido-Base: dieta e benessere

    (Tratto da: guna.com)


    Cos’è l’acidosi?


    L’acidosi è quindi un’alterazione dell’equilibrio acido-base, che viene generata dal metabolismo delle singole cellule e successivamente riverberata nella matrice extracellulare (in questo caso viene definita tissutale) e nel sangue (in questo caso viene definita metabolica).

    Ma come si fa a scoprire l’acidosi?

    Esistono dei test appositi per valutare il pH delle urine, ripetuti per qualche giorno 2-3 volte al giorno, con le apposite “cartine di tornasole” (metodo visivo colorimetrico), disponibili in farmacia con scala pH tra 5-8, che, assieme ad un opportuno diario alimentare corrispondente, forniscono un’importante indicazione.

    segue..

  7. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Equilibrio Acido-Base: dieta e benessere

    (Tratto da: guna.com)


    Diversi come il giorno e la notte!

    L’equilibrio acido-base ha fisiologicamente un andamento ciclico: tra le 03.00 e le 15.00 il nostro corpo si trova in una fase di acidosi fisiologica (durante la quale l’organismo viene depurato dalle scorie = catabolismo) che passa poi tra le 15.00 e le 03.00 in una fase di alcalosi fisiologica (che corrisponde invece ad una fase di neosintesi = anabolismo di elementi consumati, andati persi o non più funzionalmente utili).

    Cos’è il pH?

    E, soprattutto, il suo valore ottimale è lo stesso in tutto l’organismo?

    Il pH è il valore che esprime il livello acido-basico in una scala che va da 0 a 14 dove lo zero rappresenta la massima acidità, il 14 la massima alcalinità e 7 la neutralità.
    Dipende dalla concentrazione di idrogeno-ioni (H+) nei liquidi organici: più nella soluzione sono concentrati questi H+, più il pH risulterà acido. Il livello di pH varia a seconda del ‘distretto’ dell’organismo in cui lo stiamo misurando: in condizioni normali il sangue è leggermente alcalino, con un valore che varia entro limiti molto ristretti, tra 7.35-7.45 (0,9 punti di intervallo), mentre quello delle urine oscilla normalmente tra 4,6-8.
    Anche le feci hanno un loro pH fisiologico, così come l’ambiente vaginale, normalmente acido, come anche quello della cute e così via.

    segue..

  8. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Equilibrio Acido-Base: dieta e benessere

    (Tratto da: guna.com)


    Alimenti acidi e basici

    Qualche esempio di alimenti a contenuto acido, ossia con pH minore di 7?
    Alcol, carne, farinacei raffinati (pasta), latte, pesce, uova, senape, caffè, the, zucchero.

    E basici, invece, vale a dire con pH maggiore di 7?
    La frutta e la verdura in genere, i limoni, i cereali integrali, il mais, il miglio, i germogli, sono degli ottimi esempi.

    Ma esistono anche cibi neutri, quindi con pH uguale a 7?
    Sì, esistono. Ne sono un esempio i grassi in genere, come anche l’acqua, che generalmente ha pH neutro, al netto delle variazioni dovute ai sali minerali disciolti. Ne parliamo meglio nel paragrafo di questo articolo dedicato alle ossa.

    segue..

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Equilibrio Acido-Base: dieta e benessere

    (Tratto da: guna.com)


    Dieta per l’equilibrio acido-base

    Come dovrebbe essere composta la nostra alimentazione quotidiana?
    Per mantenere o ristabilire il corretto equilibrio acido-base vanno adottate misure alimentari corrette (apporto di una maggiore quantità di alimenti alcalini o basici) e un salutare stile di vita, nel quale dare spazio a movimento regolare, riposo e sonno adeguati.

    Perché la dieta dev’essere possibilmente sbilanciata in favore dei cibi alcalini?
    Abbiamo già parlato dell’andamento ciclico del pH nel nostro corpo.
    Ebbene, fatte le dovute eccezioni, esso è in equilibrio quando il pH è intermedio, poichè la maggior parte dei nostri organi (con le dovute eccezioni, come per alcune zone dell’apparato digerente e della cute, per gli organi genitali ed altri limitati distretti) operano al meglio in un ambiente vicino al neutro (pH 7).

    Esagerare con l’introduzione di alimenti acidi (troppa carne rossa nella dieta), così come consumare troppi zuccheri raffinati (dolci) o fare sport estremo (maratona, ironman), comporta la tendenza dell’organismo a creare un ambiente meno adatto al fisiologico funzionamento dei nostri apparati.

    Anche lo stress è una causa di acidificazione del nostro organismo.
    Per contrastare lo stress e riequilibrare il pH, la meditazione ed altri esercizi di rilassamento (es. yoga, una passeggiata nel verde, etc) possono esserci molto utili.

    segue..

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Equilibrio Acido-Base: dieta e benessere

    (Tratto da: guna.com)


    Equilibrio acido-base per le ossa

    La funzione principale delle ossa è senza dubbio quella di sostegno, ovvero quella di dare una precisa forma al nostro organismo, che consenta il libero movimento nonché la protezione necessaria agli organi interni.

    Le ossa non sono però semplici impalcature dure e vuote.
    La componente organica è costituita da collagene di tipo I, la proteina più abbondante nel nostro corpo.
    La loro struttura è inoltre composta da sali minerali in percentuale considerevole.

    Non tutti sanno che tra le funzioni metaboliche che l’osso svolge, grazie proprio alla presenza dei sali minerali c’è proprio il mantenimento dell’equilibrio acido-base.
    Rilasciando o assorbendo i sali minerali, le ossa riequilibrano le variazioni di pH e la concentrazione di ioni H+, detti idrogeno-ioni cationici (a carica positiva).

    segue..

  11. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Equilibrio Acido-Base: dieta e benessere

    (Tratto da: guna.com)


    Per la cellulite

    Squilibri ormonali (facilmente riconoscibili anche da semplici alterazioni del ciclo mestruale) stile di vita sregolato e alimentazione acida, troppo ricca di proteine animali e di zuccheri semplici e povera di frutta, verdura, vitamine, minerali e fibre, induce ad accumulo di grasso nei glutei, cosce e fianchi e, per via dell’acidosi, aumenta lo stato di infiammazione, dando origine alla cellulite.

    Per combattere la pelle a buccia d’arancia, nei suoi diversi stadi antiestetici (la cellulite è una vera e propria malattia, suddivisa in diversi gradi di severità clinica) è utile correggere l’alimentazione, mantenere un’ attività fisica costante (che poi serve per mantenere l’equilibrio di tutto l’organismo) e riequilibrare al meglio il difetto ormonale.

    segue..

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Equilibrio Acido-Base: dieta e benessere

    (Tratto da: guna.com)


    Per i reni

    Qual è il ruolo dei reni nel mantenimento dell’equilibrio acido-base?

    I reni sono uno dei nostri organi emuntori, deputati alla purificazione del sangue dalle scorie e alla loro espulsione tramite le urine. Per mantenere l’equilibrio acido-base i reni devono eliminare ioni H+ in quantità equivalente a quella prodotta e trattenere gli anioni bicarbonato (HCO3), che sono alcalini, riassorbendoli.

    Preservare il corretto funzionamento dei reni è fondamentale per mantenere questo equilibrio.
    Fate attenzione a non sovraccaricarli con le scorie azotate, residui della scomposizione degli aminoacidi, accentuate nelle diete iperproteiche.

    Per coloro che hanno necessità di seguire queste diete esistono integratori alimentari a base di aminoacidi essenziali che hanno un NNU (in inglese: Utilizzo netto dell’azoto) pari al 99%, producendo quindi residui quasi nulli e non sovraccaricando reni e fegato.

    segue..

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Equilibrio Acido-Base: dieta e benessere

    (Tratto da: guna.com)


    Cos’è l’acidosi tissutale?

    Abbiamo già visto che gli ioni H+ devono essere espulsi dai reni. Ma se i reni non funzionano bene oppure se non riescono ad espellerli tutti, dove finiscono?


    La risposta è: nella matrice extracellulare.
    La matrice è una zona molto estesa ma poco conosciuta, dove finiscono gli “scarti di lavorazione” del nostro organismo.

    Non solo: qui si depositano tutte le sostanze, come gli idrogeno-ioni cationici (H+), che non riescono ad essere espulse dal nostro organismo.
    Anche i farmaci, che contengono un alto numero di molecole rispetto alle capacità metaboliche delle cellule del nostro organismo, terminata la loro azione, non riescono ad essere completamente espulsi. I residui vengono dapprima immagazzinati nella matrice extracellulare e, quando anche questa è intasata, passano nei tessuti.

    Nel caso siano ioni H+, si parla di acidosi tissutale.

    Alcuni medicinali omeopatici agiscono proprio su questo accumulo nella matrice extracellulare, per drenare le tossine e depurare l’organismo prima che queste, oltrepassando la membrana a difesa delle cellule, vi entrino, producendo progressivamente un rallentamento delle sue fisiologiche funzioni.

    segue..

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Equilibrio Acido-Base: dieta e benessere

    (Tratto da: guna.com)


    Integratori per l’equilibrio acido-base

    Un’alimentazione varia ed equilibrata è alla base di una vita in pieno benessere.
    Oggigiorno, però, non sempre gli alimenti che abbiamo a disposizione contengono tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno e, molte volte, è difficile organizzare la propria dieta quotidiana per assicurare l’assunzione di tutti i nutrienti e un buon equilibrio tra cibi acidi e cibi alcalini.
    Può essere utile, quindi, affiancare ad una sana e corretta alimentazione anche l’uso di integratori che contribuiscano a bilanciare l’equilibrio acido-base, ricordandosi sempre di consultarsi con il medico curante o il farmacista di fiducia.

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Il tuo pH è alcalino?

    (Tratto da:riza.it)


    Un pH alcalino protegge da numerosi disturbi che sono diretta conseguenza dell'acidità.
    La qualità della nostra vita dipende dalla qualità della vita delle nostre cellule. Dobbiamo assicurarci che funzioni al meglio se vogliamo garantire al nostro organismo un benessere fisico e psichico. Per farlo bisogna raggiungere “un giusto equilibrio”. Questo concetto sta alla base del giusto rapporto tra un ph alcalino e un ph acido che è essenziale trovare per essere in buona salute.

    Cos’è il pH alcalino?

    Per misurare l’acidità o la basicità si utilizza la scala pH (con valori da 1 a 14), secondo la quale il pH neutro è 7, valori inferiori indicano un pH acido, valori superiori a 7, un pH basico o alcalino.
    Il pH del sangue di un organismo umano in buono stato di salute è circa 7,4; questo valore ottimale viene mantenuto grazie a dei sistemi (chiamati tampone) che l’organismo possiede.
    Lo stile di vita e l’alimentazione ci espongono quotidianamente al rischio di una maggiore acidificazione.
    Quando le scorie acide raggiungono una concentrazione tale da non poter essere eliminate dai nostri organi si viene a creare una condizione chiamata acidosi.

    segue..


  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Il tuo pH è alcalino?

    (Tratto da:riza.it)


    Test pH alcalino

    Un metodo semplice e rapido per avere conferma di tutto ciò è munirsi di cartina tornasole (si trova facilmente in farmacia) e misurare il ph delle proprie urine (si esclude solitamente il primo getto e si procede con la valutazione).
    Se la cartina diventa di colore blu, il pH sarà basico, se giallo-arancio sarà acido e in quest’ultimo caso si consiglia di procedere verso il raggiungimento di un equilibrio acido-basico attraverso un percorso che comprende varie fasi, la più importante delle quali consiste nella depurazione per riattivare gli organi saturi di tossine acide.


    Quando il nostro pH non è alcalino

    Se si avverte stanchezza cronica, se si hanno difficoltà digestive, dolori articolari, colorito spento bisogna considerare la possibilità che la causa possa essere l’acidosi.

    segue..

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Il tuo pH è alcalino?

    (Tratto da:riza.it)


    Principali cause dell’acidosi

    • Eccesso di alimenti acidificanti come carne, formaggi, salumi.
    • Insufficiente apporto di nutrienti alcalinizzanti
    • Stress
    • Disturbi dell’umore quali depressione, ansia, irritabilità
    • Una masticazione troppo veloce dei cibi, che non permette alle ghiandole salivari di alcalinizzare il cibo prima che giunga allo stomaco.
    • Una respirazione non adeguata
    • Vita sedentaria
    • Fumo
    • Alcol
    • Farmaci
    • Insufficiente apporto di liquidi
    • Sport intensivo

    Conseguenze dell’acidosi

    • Problemi digestivi e intestinali
    • Diabete
    • Problemi circolatori
    • Osteoporosi. L’organismo smantella massa ossea in un disperato tentativo di neutralizzare gli acidi nel sangue e nei tessuti.
    • Sovrappeso e cellulite: le tossine acide non possono essere eliminate dal corpo e vanno ad accumularsi nel tessuto connettivo e qui contribuiscono a formare i cuscinetti adiposi dovuti ai problemi di circolazione e ritenzione.


    segue..

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Re: Il tuo pH è alcalino?

    (Tratto da:riza.it)


    Alimentazione e pH

    E' importante sottolineare che alcuni alimenti che sono acidi all’origine diventano basici una volta metabolizzati dall’organismo.
    È il caso di alcuni agrumi, come limoni e pompelmi, i cui acidi vengono trasformati in carboidrati alcalini (basici) utili all'organismo.
    Si tratta di un processo che avviene normalmente nelle persone in buona salute, ma che può non compiersi correttamente in persone in cui stress e difficoltà digestive sono presenti.
    In generale sono ritenuti acidificanti (e quindi da evitare) gli alimenti raffinati, fermentati, i cibi contenenti zucchero e lievito.

Pagina 5 di 5 PrimaPrima 12345

Discussioni Simili

  1. Acidità di stomaco
    Di ambrarossa nel forum ... di tutto un po'
    Risposte: 72
    Ultimo Messaggio: 09/04/2014, 11:06
  2. Acidità organica
    Di anna1401 nel forum Alimentazione
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 25/02/2010, 17:21
  3. castrazione chimica
    Di pippicalzelunghe nel forum Chiacchiere politiche
    Risposte: 73
    Ultimo Messaggio: 05/03/2009, 15:02
  4. Acidità di stomaco
    Di AsiaArgento86 nel forum Malattie, Sintomi e Consigli
    Risposte: 40
    Ultimo Messaggio: 03/05/2007, 16:52
  5. acidità
    Di diavoletto nel forum Malattie, Sintomi e Consigli
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21/03/2006, 19:34

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online