Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 4 di 10 PrimaPrima 12345678 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 80 di 193

Discussione: la filosofia antitroll

  1. Registrato da
    21/09/2013
    Messaggi
    458

    Re: la filosofia antitroll

    Dingo, ma di che parli? Sinceramente, non si è mai capito ...
    .
    . Apri gli occhi!
    Ci avevate mai pensato?! E a che cosa????

  2. # ADS
    la filosofia antitroll
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    27,734

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da Vulvia31 Visualizza Messaggio
    Dingo, ma di che parli? Sinceramente, non si è mai capito ...
    .
    . Apri gli occhi!
    In verità non si è mai voluto capire ... o avrei dovuto rasentare la scorrettezza io dicendo esplicitamente cosa fare?

    di cambiamenti ...come minimo ...
    dopo un periodo di inconcepibile tolleranza fu sancito che offese e minacce non sarebbero più state tollerate...
    e poi ci furono anche altri cambiamenti in tal senso.

    Ma non era cosa soddisfacente, si volevano teste mozzate.
    Non ci fu nemmeno l'intelligenza per capire che per chiedere oltre si sarebbe dovuto accogliere la correzione
    e adottando un comportamento ineccepibile, allora si che si sarebbe potuto pretendere di più
    qualora vecchie cattive abitudini si fossero ripetute.

    Invece no! si volle continuare a provocare finendo scornati e fù manifesta una estrema intolleranza alle opinioni sgradite,
    e appunto tornando al tema fù manifesta una ipersensibilità ad ogni allusione da troll, che faceva scattare con frasi banali
    così fù e così si andò mozzando le gambe ad ogni sforzo di miglioramento.

    Non si è capito finora ... forse per colpa mia, ma se non sono stato capace di far capire finora non riuscirò mai meglio
    ribadisco quindi che intendo chiudere ogni recriminazione inutile... e sinceramente non credo di essere io a dover aprire gli occhi.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  4. Registrato da
    09/10/2005
    Messaggi
    5,512

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da DollyFlyParker Visualizza Messaggio
    Di fronte alla salute siamo tutti uguali ed é insindacabile che il peso della propria esperienza di vita e della propria storia al di fuori del forum, abbia un valore a prescindere da quanto i discorsi qui nel forum possano evidenziare.
    Fin qui ho capito

    Citazione Originariamente Scritto da DollyFlyParker Visualizza Messaggio
    Per cui la mia riflessione a riguardo é la seguente:
    Vogliamo essere antagonisti pieni o protagonisti vuoti?
    Eh?

  5. cotto Ospite

    Re: la filosofia antitroll

    Quindi, per tornare alla filosofia antitroll direi che, forti di questa esperienza, rispondere chiaramente alle richieste e rendere pubbliche le evoluzioni di un forum, oltre ad essere corretto verso i forumisti, sarebbe un'ottima filosofia anti-troll.

    Come ha sempre richiesto anche Zar, per esempio, chiarezza.
    Ultima modifica di dingoman; 28/11/2013 alle 10:19

  6. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    27,734

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da cotto Visualizza Messaggio
    rispondere chiaramente alle richieste e rendere pubbliche le evoluzioni di un forum, ..., sarebbe un'ottima filosofia anti-troll..
    ognuno deve fare la sua parte certo,
    ma invece di stare continuamente a puntare il dito, sarebbe molto più proficuo pensare a cosa si può cominciare
    a fare di buono in se stessi.

    Hai parlato di anzianità ..a tal proposito...
    da un utente sprovveduto ci si può aspettare che caschi nei tranelli da troll, e per questo ho pensato che questa piccola guida
    potesse pur nella sua modestia essere i qualche utilità...
    ma dall'utente anziano ci si potrebbe aspettare la capacità di non abboccare e di non diventare provocatore a sua volta,
    ci si potrebbe appunto aspettare un comportamento più esperto.
    Quello potrebbe indurre a dare maggior ascolto, non certo le pretese di senatorialità.

    E visti alcuni comportamenti di anziani, ho ritenuto ancora di più opportuna una guida a come è bene comportarsi di fronte
    alle provocazioni da troll.
    Ad ognuno per la sua parte.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  7. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,281

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da frederika Visualizza Messaggio
    Tu hai le tue idee,io le mie.Del forum non voglio più parlare,perché con 2 settimane ognuno ha detto la sua....Coloro che hanno fatto fuoco e fiamme per giorni e giorni,son scomparsi ugualmente....
    Per ora è questo il forum,un luogo di calma piatta...ma si può anche di nuovo riempire...diamo tempo al tempo.
    Dice il proverbio:Muore un papa,allora se ne fa un altro!
    Se il Papa è morto perché è stato avvelenato dal maggiordomo, puoi anche farne un altro, ma fino a che non cambi il maggiordomo, è probabile che morirà pure lui. A meno che tu non decida di fare Papa il maggiordomo.

  8. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,281

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    e basta che mi distragga un secondo che subito si va OT.

    Voglio ribadire il succo dell'argomento che ho proposto:

    la questione NON è se questo o quel forum sono infestati da troll o se sono stati disinfestati,
    la questione è:
    come può OGNUNO prendere gli approcci dei troll, grazie ad una filosofia comportamentale,
    in modo da contribuire al loro controllo evitando di alimentarli ed eventualmente facilitando una disinfestazione mirata.
    Come detto sopra, il comportamento di ciascun utente è importante. Ma non può prescindere dall'azione di chi controlla il sito.
    Se questa tarda ad arrivare ogni possibile filosofia comportamentale, anche la migliore, crolla.

  9. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,281

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    quello che insisto nel dire è che l'argomento non è cosa si è sbagliato a fare....
    io dico vediamo come si può fare nel modo migliore.

    Quando ognuno fa la propria parte chi non la fa non ha scuse.
    La parte dell'utente è quella di partecipare alle discussioni e proporre contenuti. Per me questo include i contenuti sul forum stesso, nel momemto in cui sono attuali, e secondo me lo sono ancora.
    L'utente non deve farsi provocare, deve segnalare a chi dirige il forum la presenza di fake, troll e spammer, ma anche di chi (troll o meno) insulta, minaccia, discrimina e in generale impedisce che le discussioni si svolgano civilmente.

    La parte dell'amministrazione (in via diretta o attraverso la moderazione) è quella di tutelere gli utenti, il loro diritto ad esprimersi senza sentirsi minacciati e insultati personalmente o come categoria. Individuare fake, troll e spammer e allontanarli tempestivamente o comunque prima che danneggino la comunità, facendo in modo che le discussioni si svolgano civilmente.

    Ovviamente la cosa si potrebbe spiegare e cicorstanziare meglio. Ma il problema secondo me non è questo.
    In generale e in teoria infatti è tutto chiaro... è nell'applicazione che le cose non funzionano.

  10. Registrato da
    15/06/2006
    Messaggi
    2,999

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da zar2086 Visualizza Messaggio
    La parte dell'utente è quella di partecipare alle discussioni e proporre contenuti.
    Una comunità virtuale si sviluppa intorno ai forum, nel quale scrivono utenti abituali con interessi comuni.
    ciò che distingue il troll dagli utenti abituali è l'interesse, ovvero lo scopo per il quale si avvicina al forum,
    che non è per chiedere ed ottenere aiuto ma per creare scompiglio, disaccordo, ira ed insultare.

    Chi supervisiona l'andamento di una comunità virtuale ha il dovere di individuare i troll e di evitare quanto prima posibile che raggiungano il loro scopo quanto prima possibile.

    Questo non può e non deve essere delegato ad un codice di comportamento dell'utente abituale rispetto ad un troll perchè il rispetto in qualsiasi comuità che si rispetti non è negoziabile.

    il fatto che alcuni moderatori vedano il troll come un opportunità di introdurre una voce fuori dal coro in una o più discussioni è irrilevante perchè non intraprendere le dovute azioni correttive in tempo compromettterebbero da prima i requisiti fondamentali per una conversazione serena e rischiano di allontanare gli utenti abituali che non hanno intenzione di sentirsi minacciati od insultati senza che chiari e rapidi provvedimenti vengano presi.
    He who walks in another's tracks leaves no foot prints.

  11. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,281

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da cotto Visualizza Messaggio
    Allora ripeto, Dingo, come filosofia antitroll, la moderazione e l'amministrazione dovrebbe anche dare ascolto a chi, dopo anni di frequentazione corretta, si mette a segnalare situazioni anomale. Non e' che la gente impazzisce quando entra un troll nei forum, si dovrebbe avere piu' rispetto per chi i gradi se li e' guadagnati sul campo perche' hanno una visione piuttosto completa dell'ambiente in cui sono.
    E questo e' in generale e non quello che e' successo qui o altrove.
    Concordo decisamente anche se l'espressione gradi potrebbe essere manipolata e mal interpreta.
    La sostanza del post però la condivido.

    Quando per anni un utente si è dimostrato sempre aperto e ben disposto verso gli altri, come lo sei stato tu, il fatto che di colpo venga additato come un malvagio provocatore dovrebbe essere per chi gestisce un campanello di allarme. Qualcosa non torna.

  12. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,281

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da the_wasp Visualizza Messaggio
    Io invece un altro forum lo frequento e ti confermo che ciò che tu auspichi viene applicato.
    Molte meno fasi di riflessioni e di autocritica e molta più reazione nell'allontanare chi si inserisce in un gruppo solo per dar sfogo alle sue frustrazioni.

    All'utente non è richiesto altro che rispettare le regole.
    Nno certo di dover tacere di fronte a insulti e corbellerie varie che vengono prontamente cancellate e ammonite., se il primo ammonimento non ha effetto viene tolta la facoltà all'utente (o troll) in questione di mandare MP che non siano all'amministratore del forum e se persiste viene allontanato.

    Se si aprono crociate in sua difesa il tutto viene cancellato.

    E' un forum con molti più utenti di questo.
    E' appunto quello che abbiamo sempre chiesto.
    Qui le cose sono andate diversamente, per questo chi ci teneva al forum ha cominciato a protestare. A quel punto si è confusa la legittima protesta degli utenti con le provocazioni.

  13. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,281

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    ...
    Di fatto le comunità assestate nel tempo tendono a chiudersi in se stesse, diventando intolleranti quasi ostili ad ogni nota diversa....
    si accetta solo ciò che è simpaticamente allineato.
    In tutta onestà non penso che questo sia mai stato un problema. C'è sempre stato un buon afflusso di nuovi utenti che dopo pochissimo tempo diventavano parte della comunità.
    Ma come detto in un altro post non era possibile tollerare l'intolleranza. E' attorno a questo principio che la comuntià che esisteva ha fatto quadrato. Non, come si è detto, per puro senso di appartenza ad una vecchia guardia.

  14. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,281

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    si il troll è solo quest'ultimo...e solo di questo si parla...

    perchè per quanto malsano possa essere il pensiero di qualcuno
    è enormemenete più malsano l'atteggiamento di chi si ritiene in diritto di poter giudicare e condannare il pensiero altrui
    tanto da non ammettere nemmeno che possa essere espresso.

    e questo è quello che non viene capito.
    Però Dingo, la libertà espressione non deve essere confusa con la libertà di insulto.
    A esempio dire: "Secondo me, le donne sono tutte tro_ie". Non è un'opinione, è un insulto a tutto il genere femminile, anche se al posto del termine tro_ia è usato un giro di parole elegante.
    Formulare insulti, ma anche giudizi così netti sulle persone, magari il loro gusti sessuali, la loro religione o razza chiude il dialogo, è un atto violento e per questo non deve essere tollerato.

  15. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,281

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da DollyFlyParker Visualizza Messaggio
    A proposito di gradi. Vorrei ricordare che essendo un forum di salute difficilmente troveremo componenti della gerarchia militare, ecclesiastica o di altri ambiti. Di fronte alla salute siamo tutti uguali ed é insindacabile che il peso della propria esperienza di vita e della propria storia al di fuori del forum, abbia un valore a prescindere da quanto i discorsi qui nel forum possano evidenziare. Detto questo spero che prima o poi si capisca il concetto importante che a prescindere dall'approccio al forum e da quanta notorietà esso possa fornirci, Ognuno di noi ha il suo peso a prescindere che nessun tipo di grado o definizione potrà mai definire.
    La filosofia del troll ha una sua caratteristica specifica, fra le tante: quella di puntare il suo antagonista e bombardarlo.
    Per cui la mia riflessione a riguardo é la seguente:
    Vogliamo essere antagonisti pieni o protagonisti vuoti?
    Non ho capito. Puoi rispiegare per favore?

  16. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,281

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    nel continuo recriminare e polemizzare ci si legge solo
    rancore persistente e sete di vendetta... e di sicuro non depone favorevolmente sull'opportunità di dare ascolto.
    ...
    ...

    Cionondimeno è vero che i cambiamenti indispensabili ci furono mesi fa, cambiamenti sottili ma sostanziali anche se da sedimentare.
    Ma di sicuro non potevano soddisfare la sete di vendetta e così fu preferito da troppi continuare l'insurrezione.

    Si volle fare la battaglia delle provocazioni, non volendo capire che non la vince chi più provoca ma chi meno è provocabile.
    Il continuo recriminare rancore racconta di come la sconfitta dei provocati bruci, e suona come il piagnucolare di bimbi
    che non hanno saputo ascoltare parole più mature.

    Magari diversi preferiscono ascoltare parole addolcite ma false, invece delle mie secche urticanti ma sincere.

    Ognuno è libero di scegliere.

    Si è scelto di non accogliere i cambiamenti che ci furono e da li cercare di ripartire, ma invece di continuare a chiedere teste sul piatto,
    e così ulteriori cambiamenti sono diventati dilazionabili indefinitivamente perchè tanto gli incontentabili non sarebbero mai soddisfatti.
    Quindi le responsabilità non sono limitate e puntuali.
    Dingo, io concordo con te sul fatto che ci siano stati ad un certo punto degli eccessi anche nella protesta, sicuramente un fondo di rancore... comprensibile da parte di chi ha dato tanto a questa comuntà e si è sentito in qualche modo ferito.

    Quello che mi sfugge è quali siano i cambiamenti fatti mesi fa di cui parli.
    A parte un ban, non ne ho visti e davvero non lo dico in tono polemico.

    Qualche settimana fa ho anche chiesto anche a Evoh e mi ha detto che erano state fatte delle modifiche al regolamento. L'ho letto moltoattentamente il regolamento e le ho inviato alcune osservazioni, perché non mi sembrava di notare sostaziali differenze. Non tali da produrre un cambiamento.
    Purtroppo non ho ancora avuto riposta.

  17. Registrato da
    05/12/2005
    Messaggi
    36,281

    Re: la filosofia antitroll

    Spesso voi moderatori fate riferimento a discussioni avvenute nel forum moderatori.
    Tu dici di aver lottato, anche Sonic lo dice e altri. E io ci credo anche. Ma non è questo il punto.
    I risultati sono stati contraddittori o inosservabili.

    Quello che ho sentito io, mia sensazione personale, è stata la mancanza di una presa di posizione chiara da parte del forum sui temi che venivano sollevati, come razzismo, discriminazione sessuale e più in generale atteggiamenti intolleranti.
    Inoltre non è mai stato chiaro (e anche ora dal regolamento non lo è) dove finisca la libertà di espressione e cominci la libertà insultare gli altri in nome di un qualche disagio interiore.

  18. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    27,734

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da zar2086 Visualizza Messaggio
    Come detto sopra, il comportamento di ciascun utente è importante. Ma non può prescindere dall'azione di chi controlla il sito.
    Se questa tarda ad arrivare ogni possibile filosofia comportamentale, anche la migliore, crolla.
    continuando a fornire alibi a chi evita le proprie responsabilità, non si può pensare di poter ottenere nulla.
    Se non si capisce e non si vuole dare un po' di fiducia a qualcuno ..semplicemente per fiducia, è tutto inutile.

    Puoi avere a che fare con un poliziotto corrotto... ma se tu ti metti a rubacchiare e lui ti arresta
    la tua denuncia di corruzione non vale nulla.

    Solo perseguendo un comportamento integerrimo puoi avere qualche possibilità.

    ..e non è che ti puoi aspettare tante spiegazioni se non un invito ad avere un comportamento corretto,
    che i complotti si lasciano a chi è scorretto.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  19. Registrato da
    14/05/2004
    Messaggi
    27,734

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da the_wasp Visualizza Messaggio
    Una comunità virtuale si sviluppa intorno ai forum, nel quale scrivono utenti abituali con interessi comuni.
    ciò che distingue il troll dagli utenti abituali è l'interesse, ovvero lo scopo per il quale si avvicina al forum,
    che non è per chiedere ed ottenere aiuto ma per creare scompiglio, disaccordo, ira ed insultare.

    Chi supervisiona l'andamento di una comunità virtuale ha il dovere di individuare i troll e di evitare quanto prima posibile che raggiungano il loro scopo quanto prima possibile.

    Questo non può e non deve essere delegato ad un codice di comportamento dell'utente abituale rispetto ad un troll perchè il rispetto in qualsiasi comuità che si rispetti non è negoziabile.

    il fatto che alcuni moderatori vedano il troll come un opportunità di introdurre una voce fuori dal coro in una o più discussioni è irrilevante perchè non intraprendere le dovute azioni correttive in tempo compromettterebbero da prima i requisiti fondamentali per una conversazione serena e rischiano di allontanare gli utenti abituali che non hanno intenzione di sentirsi minacciati od insultati senza che chiari e rapidi provvedimenti vengano presi.
    In tutto ciò sono assolutamente daccordo,
    e dico anche a che nessun utente può essere imposto di agire in modo da collaborare alla ricerca dei troll.

    del resto... un sistema perfetto non necessiterebbe di nulla in più... ma nulla è perfetto.

    La dove qualche falla si manifesta e dove chi dovrebbe supervisionare non ha mille occhi ne il dono dell'ubiquità,
    un comportamento che agevoli la distinzione tra chi è corretto e chi è scorretto,
    tra chi provoca e chi è provocato sarebbe di grande ausilio.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  20. cotto Ospite

    Re: la filosofia antitroll

    Continuando a parlare in senso generale......... (questa e' una cosa che mi fa sbudellare dal ridere )

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    Solo perseguendo un comportamento integerrimo puoi avere qualche possibilità..
    Ma che razza di posto e' quello dove avendo un comportamento integerrimo, invece di essere normale e venir trattato con il dovuto rispetto, ti ritrovi ad avere QUALCHE possibilita'???????? ???????????? In un ambiente simile non e' certo una filosofia anti-troll la soluzione dei problemi.

    Citazione Originariamente Scritto da dingoman Visualizza Messaggio
    ..e non è che ti puoi aspettare tante spiegazioni se non un invito ad avere un comportamento corretto,
    che i complotti si lasciano a chi è scorretto.
    Ma se anche quando il comportamento e' corretto e ti ritrovi ad essere additato ed attaccato come scorretto, ma dove vuoi andare a trovare la fiducia? Molto spesso sono le interpretazioni (per dolo o colpa) ad individuare la correttezza o la scorrettezza di un elemento. A volte (frequentemente) le teorie complottistiche vengono create ad arte per precisi scopi e non credo queste appartengano al trollaggio, ma a qualcosa di ben diverso. Per cui un invito ad essere corretto quando gia' lo si e' (o si ritiene di esserlo) suona molto come una presa in giro.

  21. cotto Ospite

    Re: la filosofia antitroll

    Citazione Originariamente Scritto da the_wasp Visualizza Messaggio
    Una comunità virtuale si sviluppa intorno ai forum, nel quale scrivono utenti abituali con interessi comuni.
    ciò che distingue il troll dagli utenti abituali è l'interesse, ovvero lo scopo per il quale si avvicina al forum,
    che non è per chiedere ed ottenere aiuto ma per creare scompiglio, disaccordo, ira ed insultare.

    Chi supervisiona l'andamento di una comunità virtuale ha il dovere di individuare i troll e di evitare quanto prima posibile che raggiungano il loro scopo quanto prima possibile.

    Questo non può e non deve essere delegato ad un codice di comportamento dell'utente abituale rispetto ad un troll perchè il rispetto in qualsiasi comuità che si rispetti non è negoziabile.

    il fatto che alcuni moderatori vedano il troll come un opportunità di introdurre una voce fuori dal coro in una o più discussioni è irrilevante perchè non intraprendere le dovute azioni correttive in tempo compromettterebbero da prima i requisiti fondamentali per una conversazione serena e rischiano di allontanare gli utenti abituali che non hanno intenzione di sentirsi minacciati od insultati senza che chiari e rapidi provvedimenti vengano presi.
    Non e' che sia proprio d'accordo, sono d'accorderrimo con il botto allo zabaione

    Vorrei solo aggiungere che in uno scenario come questo evidenziato dal vespone, non e' il regolamento ad essere il "salvatore della Patria", ma la correttezza di chi modera/amministra.

Pagina 4 di 10 PrimaPrima 12345678 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. che filosofia devo prendere?
    Di fragolissima nel forum Prendiamola con filosofia
    Risposte: 96
    Ultimo Messaggio: 10/10/2018, 15:04
  2. filosofia antisnimchiamento... ..
    Di dingoman nel forum Prendiamola con filosofia
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 03/09/2013, 18:52
  3. Il compito della filosofia
    Di emma2 nel forum Prendiamola con filosofia
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 11/08/2012, 11:03
  4. affrontare con filosofia un modo di essere?
    Di gingerina nel forum Prendiamola con filosofia
    Risposte: 134
    Ultimo Messaggio: 04/08/2012, 10:57
  5. prendila con filosofia.
    Di dingoman nel forum Prendiamola con filosofia
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 02/08/2012, 10:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online