Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 2 di 8 PrimaPrima 123456 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 157

Discussione: Eritrofobia, Timidezza, Fobia Sociale

  1. Registrato da
    04/07/2007
    Messaggi
    2

    insicurezza da fobia sociale

    Ciao ragazzi! Vorrei chiedere il vostro parere e consiglio su un enorme problema... Non riesco a stare bene con me stesso e con chi mi circonda a causa dell'insicurezza... Sono innumerevoli i blocchi derivanti e invalidanti sia in circostanze banali che in quelle serie. Ciò determina continua soggezione per quel che faccio, che dico, che penso… perché temo che da questo possano derivare commenti negativi, derisioni, brutte figure, umiliazioni, rifiuti… che innescano di contro una reazione difensiva ostile ed a rifuggire quasi, la vita sociale.
    Come sottolinea diana1 ciò non va confuso con la timidezza…Ma mi piacerebbe sapere se si può curare e come, quali sono i tempi, a chi rivolgersi se basta un semplice psicologo o esistono centri specializzati… per esempio ho sentito parlare dell’ IPSICO (istituto di psicologia e psicoterapia comportamentale e cognitiva), qualcuno di voi me ne sa parlare, esiste qualcosa di meglio, da chi non si deve andare… Le letture e i libri consigliati su come vincere l’insicurezza possono aiutare..?

  2. # ADS
    Eritrofobia, Timidezza, Fobia Sociale
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    18/04/2004
    Messaggi
    2,340
    le letture possono aiutare, ma credo sarebbe buono mettere in atto qualche strategia decisiva... non cercare per forza il consenso e l'amore degli altri: è un inganno... il prossimo è molto "para****"... devi trovare un centro in te stesso, un equilibrio tuo

  4. Registrato da
    25/07/2007
    Messaggi
    1,715
    Citazione Originariamente Scritto da sweetyA Visualizza Messaggio
    Non capisco nemmeno io a cosa siano dovute queste mie debolezze, sono una ragazza carina, sono intelligente... eppure sono tremendamente insicura.
    Passi la timidezza magari, ma l'insicurezza... perché mi domando io?
    Credo in me stessa pochissimo, sono insicura su tutto e la cosa infastidisce me per prima, oltre che il rapporto col mio ragazzo.
    Possibile avere così poca fiducia in se stessi?
    Ciao,
    volevo solo dirti che mi sento esattamente come te, con l'unica differenza che a causa della mia timidezza e insicurezza non sono mai neanche riuscito a corteggiare una ragazza...
    non riesco a fare nuove amicizie (ho solo 2 amici di vecchia data e timidi come me…)
    ….delle volte sto veramente male
    da qualche tempo, ho deciso di superare le mie paura, (prima mi ero semplicemente arreso al fatto di restare solo per sempre) ma non so neanche da dove iniziare… e questa cosa mi rende ancora più insicuro… assurdo, è come se si trattasse di un circolo vizioso…
    non so perché ti sto scrivendo questo messaggio, forse solo per dirti che ti capisco e spero tu possa risolvere ogni cosa…
    so che è una cosa difficilissima (io sono il primo a non riuscire ancora ad affrontare le mie paure) ma credo proprio che dipenda tutto da noi…
    un abbraccio…

    Buona fortuna

  5. Registrato da
    02/08/2006
    Messaggi
    6,388
    Citazione Originariamente Scritto da solo78 Visualizza Messaggio
    Ciao,
    volevo solo dirti che mi sento esattamente come te, con l'unica differenza che a causa della mia timidezza e insicurezza non sono mai neanche riuscito a corteggiare una ragazza...
    Inizia con piccole cose...piccole cause possono avere grandi effetti, anche nella gestione dell'ansia dovuta alla timidezza. La timidezza infatti non è un problema, casomai è come la si vive e il ruolo che riveste in noi.

    Anche io un tempo ero molto molto molto timido con le donne, ma oggi mi sento davvero migliorato, anche se di strada ne ho molta da percorrere ancora...

    L'importante è non porsi traguardi da "prestazione impossibile" cioè con alto rischio di fallire, onde crearsi poi un alibi per dire "non ci riesco". Piccole cose quotidiane ma costanti, cogliere occasioni...vedrai che nel tempo noterai i miglioramenti.

  6. Registrato da
    27/04/2005
    Messaggi
    723

    Eritrofobia

    apro un nuovo thread per parlarne.
    Spero sia possibile anche inserire i link di forum specifici per questo problema, al fine poter dare una mano a chi , come me soffre anche di questo problema e non sa cosa fare

    Nel caso non sia possibile inserire Links a forums, spero se ne parli qui, per vedere se qualcuno ne è uscito, ha migliorato, le psicoterapie, farmaci, interventi chirurgici, compensazioni ecc.

  7. Registrato da
    27/04/2005
    Messaggi
    723
    Nel mio caso l'eritro si compensa con il DOC che fa da effetto coprente sull'eritro.

    a discapito di chi non crede a questo tipo di sofferenza posto l'esperienza di un ragazzo......

    leggete qui:

    Carissimi, sono 3 anni che soffro ancora di eritrofobia, che si aggrava sempre di più, apparendo anche in situazione che prima non comprendevano questa mia "patologia". Oggi quasi tutti i giorni penso a farla finita, perchè nonostante è 1 anno circa che frequento una psichiatra, sto sempre più male. L'arrivo poi dell'estate mi fa impazzire, perchè mi fa pensare al fatto che vivrò questo periodo in maniera peggiore a come ho vissuto l'anno passato. I miei poi mi remano contro. Non capiscono quanto mi possa pesare e mio padre sembra far di tutto per pensare solo a se stesso. Sto passando una vitaccia e non riesco ad avere una soluzione immediata, come quella che vorrei tanto. La cosa peggio è che ho tentato di fare l'operazione per bloccarmi in parte il rossore, ma i miei hanno fatto di tutto per non farmela fare ed io psicologicamente mi sento arreso, per aver tanto combattuto in passato, ed essere tirato giù da chi mi dovrebbe invece essere vicino. Da solo è difficile combattere.

    fonte: bellezza.it

  8. Registrato da
    27/04/2005
    Messaggi
    723
    ovviamente nel mio caso il problema numero 1 ormai è quello quello del DOC.
    Il caro Doc copre l'eritrofobia, tenendo la mia mente occupata a pensare costantemente al doc e non all'eritro che sarebbe, altrimenti un problema da suicidio. Purtroppo il Doc non è da meno e con tutti gli annessi e connessi, tutte le conseguenze che provoca, come l'essere lasciato in relazioni amorose e peggio, le amicizie, può portare anch'esso al suicidio perchè alla lunga provoca dolore nel vivere, anche solo nell'alzarsi la mattina, magari sapendo che abbiamo perso persone importanti.

  9. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,607
    Che la tendenza nel diventare rosso,in situazioni imbarazzante o per un senso di vergogna,si chiama eritrofobia....caspi terina,giuro che non lo sapeva.Ho fatta un tuffo in rete,e sono inciampata in un link di una clinica,dove tramite un intervento si blocca lo stimolo all'arrossire.
    Vergognarsi succede a tutti,ma credo che per noi è solo un momento di disaggio,che passa.Mentre chi ha altre fobie,è una fobia in più!

  10. Registrato da
    27/04/2005
    Messaggi
    723
    cara frederica, ho letto anche io di varie operazioni, laser, "clips", ma francamente ho letto che funzionano in una bassa percentuale di casi, troppo bassa...E purtroppo nemmeno con la psicoterapia cognitivo comportamentale spesso non si ottengono risultati, anche se tentare non nuoce.

  11. abby72 Ospite
    Non sapevo che esistesse l'eritrofobia, ossia che la paura di arrossire fosse considerata come una vera e propria fobia!

    Quando penso a quei giorni da incubo a scuola quando non facevo altro che pensare che sarei arrossita appena interrogata, e più ci pensavo e più arrossivo...che terrore!! Per non parlare dei rapporti con le persone, con l'altro sesso poi...
    Con gli anni sono migliorata ma questa paura me la porto comunque sempre dentro, perchè ogni tanto puntualmente il vecchio disagio riappare al momento meno opportuno!
    Per questo motivo ho sempre amato i luoghi bui, tipo le discoteche, i locali con luce soffusa...sapevo che il rossore non si sarebbe notato, ed infatti non arrossivo affatto.

  12. Registrato da
    27/04/2005
    Messaggi
    723
    ciao abbby72, sei un'eritrofobica, lo capisco da quello che hai scritto.
    Però da come ne parli, la vivi bene e non ti ha procurato traumi. Probabilmente hai anche una vita felice sentimentale e sessuale e questo incide moltissimo.
    Ciao, se vuoi darci altri ragguagli sei la benvenuta.

  13. abby72 Ospite
    ciao tiresia,
    io ho sempre confuso questo disagio con la timidezza e non mi ci sono soffermata più di tanto, sapevo di essere timida e non ci potevo fare niente. Poi col tempo sia la timidezza che la tendenza ad arrossire si sono attenuate, anche se sono ancora parte di me.
    Non penso assolutamente di essere in grado di dare suggerimenti, perchè non mi sembra di aver avuto una parte "attiva" in questo mio piccolo miglioramento, una pratica che però mi viene in mente è lo yoga con le tecniche di visualizzazione, che servono, o meglio, doverebbero servire, in generale per superare le situazioni di disagio e paura.

    Scusa l'ignoranza, ma che cosa è il DOC ?

  14. Registrato da
    27/04/2005
    Messaggi
    723
    Citazione Originariamente Scritto da abby72 Visualizza Messaggio
    ciao tiresia,
    io ho sempre confuso questo disagio con la timidezza e non mi ci sono soffermata più di tanto, sapevo di essere timida e non ci potevo fare niente. Poi col tempo sia la timidezza che la tendenza ad arrossire si sono attenuate, anche se sono ancora parte di me.
    Non penso assolutamente di essere in grado di dare suggerimenti, perchè non mi sembra di aver avuto una parte "attiva" in questo mio piccolo miglioramento, una pratica che però mi viene in mente è lo yoga con le tecniche di visualizzazione, che servono, o meglio, doverebbero servire, in generale per superare le situazioni di disagio e paura.

    Scusa l'ignoranza, ma che cosa è il DOC ?
    Sul Doc puoi trovare un topic in questa sezione , aperto da Diana .
    E' un disturbo che coabita con l'ansia nella psiche umana di alcune persone.
    Pensa che in me l'eritrofobia è stata così dolorosa che dopo 3 anni mi si è sviluppato il DOC. In pratica la mia mente per difendersi dalle enormi sofferenze dell'eritro si è inventata un Doc che la tenesse occupata, in modo da non pensare all'eritrofobia.
    Con il risultato che l'eritrofobia si è molto attenuata ma il DOC mi sta distruggendo pian piano. Quasi come passare dalla padella alla brace.

  15. abby72 Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da tiresia Visualizza Messaggio
    Sul Doc puoi trovare un topic in questa sezione , aperto da Diana .
    E' un disturbo che coabita con l'ansia nella psiche umana di alcune persone.
    Pensa che in me l'eritrofobia è stata così dolorosa che dopo 3 anni mi si è sviluppato il DOC. In pratica la mia mente per difendersi dalle enormi sofferenze dell'eritro si è inventata un Doc che la tenesse occupata, in modo da non pensare all'eritrofobia.
    Con il risultato che l'eritrofobia si è molto attenuata ma il DOC mi sta distruggendo pian piano. Quasi come passare dalla padella alla brace.
    Accidenti ...ho letto un po' il topic...e devo dire allora di essere stata fortunata, perchè nella prima adolescenza l'eritrosia poteva anche portarmi altri problemi...All'epoca utilizzavo leggeri tranquillanti alle erbe che avevano però un effetto placebo: io pensavo che non mi avrebbero fatto arrossire e quindi arrossivo meno.

  16. Registrato da
    25/07/2007
    Messaggi
    1,715

    Timidezza d'amore

    Mi sono imbattuto in questo temine oggi, mentre cercavo (tanto per cambiare ) di capire la causa della mia eccessiva timidezza…
    qualcuno ne ha mai sentito parlare?
    sono riuscito a trovare solo queste informazioni sul web (spero non sia un problema il fatto che siano in inglese)

    - He is a virgin; in other words, he has never had sexual intercourse.

    - He is a person who very rarely goes out socially with women.

    - He is a person without a past history of any emotionally close, meaningful relationships of a romantic and/or sexual nature with any member of the opposite sex.

    - He is a person who has suffered and is continuing to suffer emotionally because of a lack of meaningful female companionship. In short, he is a person who desperately wishes to have a relationship with a woman, but does not have one because of shyness.

    - He is a man who becomes extremely anxiety-ridden over so much as the mere thought of asserting himself vis-a-vis a woman in a casual, friendly way. This is the essence of "love-shyness".

    - He is a man who is strictly heterosexual in his romantic and erotic orientations. In other words, he is a person who is in no way a homosexual.

    - He is male.

  17. Registrato da
    16/05/2007
    Messaggi
    2,989
    Ok le definizioni sono tutte comprensibili ma a cosa servono? Ti aiutano forse a risolvere il tuo problema?

  18. Registrato da
    25/07/2007
    Messaggi
    1,715
    no infatti...

  19. abby72 Ospite
    Sì, le definizioni sembrano corrette, però anche ovvie! Non dicono niente di nuovo.
    - He is male.
    Poi non la timidezza non è mica solo maschile, tutte le definizioni mi sembra che potrebbero essere ribaltate e associate anche alla donna che si trovasse nella stessa situazione.

  20. Registrato da
    13/09/2004
    Messaggi
    3,741
    la timidezza si cura con delle terapie comportamentali abbastanza consolidate. Ma bisogna accettarsi anche un pò per come si è. Purtroppo la società attuale esige delle abilità sociali medie sempère più alte per cui è molto facile finire per essere "timidi", ed è probabile che chi è timido oggi sarebbe stato una persona perfettamente nella norma fino a una 30ina di anni fà.
    I'm on a mission to never agree!

  21. Registrato da
    13/09/2004
    Messaggi
    3,741
    Citazione Originariamente Scritto da abby72 Visualizza Messaggio
    Sì, le definizioni sembrano corrette, però anche ovvie! Non dicono niente di nuovo.

    Poi non la timidezza non è mica solo maschile, tutte le definizioni mi sembra che potrebbero essere ribaltate e associate anche alla donna che si trovasse nella stessa situazione.
    no, la timidezza descritta è solo maschile. Non si danno che rari casi di donne con difficoltà a trovare partner, questo accade presumo per gli stessi motivi per cui non si danno in natura casi, in specie che si riproducono sessualmente, in cui una femmina non riesca a trovare un partner.

    La selezione sessuale, ricordiamolo, "passa" per le femmine.
    I'm on a mission to never agree!

Pagina 2 di 8 PrimaPrima 123456 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Fobia sociale e betabloccanti
    Di Lucianina nel forum Psicologia per tutti
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 05/02/2011, 00:24
  2. Fobia
    Di dharma_ nel forum Psicologia per tutti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 20/05/2009, 00:03
  3. Fobia tremenda!
    Di rebel46 nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 21/01/2008, 00:36
  4. Doccia-fobia
    Di solow nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 42
    Ultimo Messaggio: 29/04/2006, 11:24
  5. Fobia sociale + iperidrosi
    Di nel forum Malattie, Sintomi e Consigli
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 27/11/2004, 00:56

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online